Home wecanjob.it
Orientamento formazione e lavoro: il portale itali

I Licei

I licei offrono un’ampia formazione culturale, un buon metodo di studio e insegnano a riflettere in modo critico sulla realtà contemporanea.

Indirizzando gli studenti verso una conoscenza e un sapere prevalentemente di tipo teorico, il liceo viene scelto con la prospettiva futura di proseguire gli studi all’università. I ragazzi che escono dal liceo sanno analizzare la realtà che li circonda, consapevoli dell’importanza di informarsi prima di elaborare un’opinione personale, sono capaci di esprimere e argomentare in modo completo il loro pensiero.  

Il liceo è un percorso di studi di cinque anni, suddiviso in due bienni e un quinto anno, in cui lo studio della lingua madre, l’italiano, è sempre una priorità, per fornire ai ragazzi uno strumento efficace nella, sempre più decisiva, arte della comunicazione.

Le ore di studio della lingua straniera, soprattutto l’inglese, sono state potenziate in tutti i licei.

Vediamo nel dettaglio le caratteristiche principali dei sei differenti licei.

1. Liceo Classico

Il liceo classico offre una vasta conoscenza culturale, prevalentemente di tipo umanistico, e un’ampia cultura di base che facilita l’accesso al percorso universitario; insegna inoltre a pensare in modo critico, a riflettere sulle diverse forme del sapere e a inquadrare il pensiero all’interno di una riflessione umanistica, ponendo l’uomo, i suoi bisogni e le sue potenzialità, quale motore della società e delle sue dinamiche.

Cosa si studia?

Le materie che si studiano al liceo classico nell’arco dei cinque anni sono diverse: italiano, storia, filosofia, storia dell’arte e lingua e letteratura straniera, matematica, fisica, scienze. Tuttavia le materie che più caratterizzano questa scuola riguardano la lingua e la letteratura italiana, latina e greca.

Perché studiare le “lingue morte”? Nell’età di “Google traduttore” appare un’attività superflua e semplice eredità di un’epoca passata. L’utilità di studiare lingue di così articolata e sofisticata struttura, arricchite da una letteratura che ha segnato profondamente la cultura dell’uomo occidentale, risiede nella sua capacità di abituare prima, e allenare dopo, la mente dello studente a smontare e rimontare un concetto, per adattarlo alle diverse lingue e alle differenti modalità di formazione del pensiero. Tradurre dall’italiano al latino, al greco e viceversa, in un cammino di progressiva complessità nel corso del liceo, esercita la giovane mente ad approcciare i concetti in maniera flessibile e modulare, in un’efficace palestra di “problem solving”, preziosa eredità di un’epoca passata.

E dopo il diploma?

Il diploma di maturità classica dà la possibilità di accedere ai corsi di laurea universitari di tipo umanistico e a quelli di tipo scientifico (per esempio Medicina, Fisica, Ingegneria). Se invece non si vuole proseguire con gli studi, il diploma classico consente comunque di partecipare a tutti i concorsi pubblici per diplomati.

 

2. Liceo Linguistico 

Oltre alla tradizionale formazione umanistica, il liceo linguistico punta sullo studio di una o più lingue straniere, sia in termini grammaticali sia in termini culturali e letterari.

Cosa si studia?

Le materie che si studiano al liceo linguistico nell’arco dei cinque anni sono diverse e spaziano dall’italiano alla storia, dalla matematica alle scienze; quelle che più caratterizzano questa scuola, però, sono le lingue straniere. Generalmente le lingue studiate sono tre e possono variare da liceo a liceo. Dal secondo biennio è previsto l’insegnamento in lingua straniera di una materia non linguistica.

E dopo il diploma?

Il diploma di maturità linguistica permette allo stesso tempo sia di proseguire verso corsi di laurea universitari, in particolare quelli in ambito linguistico, sia di accedere al mondo del lavoro, con possibilità diverse a seconda delle lingue che si è scelto di approfondire. In quest’ottica si consiglia di valutare con attenzione l’opportunità di focalizzare le proprie scelte su lingue di crescente importanza per gli scambi economici internazionali, quali il cinese, lo spagnolo, l’arabo, il portoghese, il russo.

 

3. Liceo Scientifico

Il liceo scientifico punta su una formazione che approfondisce lo studio delle discipline matematiche e scientifiche. Per questo di solito viene scelto dai ragazzi che hanno intenzione di proseguire gli studi universitari in facoltà scientifiche. Oltre all’indirizzo tradizionale è prevista anche l’opzione Scienze Applicate, volta all’approfondimento della cultura scientifica, con un peso maggiore allo studio della matematica e delle scienze rispetto alle materie umanistiche.

Cosa si studia?

Le materie che si studiano al liceo scientifico nell’arco dei cinque anni sono diverse, ma le più caratteristiche di questo percorso di studi sono: italiano, latino, matematica, fisica, chimica, biologia, scienze della terra, informatica.

E dopo il diploma?

Il diploma scientifico permette un facile accesso a corsi di laurea di stampo scientifico, quali per esempio matematica, fisica, ingegneria e informatica. La robustezza dell’insegnamento delle materie umanistiche consente, anche in questo caso, un ottimo approccio per i corsi di laurea di natura più diversificata.

Se invece non si vuole proseguire con gli studi, il diploma scientifico consente comunque di partecipare a tutti i concorsi pubblici per diplomati.

 

4. Liceo Artistico

Il liceo artistico punta allo sviluppo della creatività e della progettualità artistica dello studente, sia attraverso lo studio delle arti, quali la pittura, la scultura e il design, sia attraverso la pratica artistica. Sempre di più queste scuole si pongono l’obiettivo di preparare i ragazzi per le nuove professionalità grafiche, sia in ambito industriale, sia web.

Il percorso del liceo artistico si articola, a partire dal secondo biennio, nei seguenti indirizzi: arti figurative, architettura e ambiente, design, audiovisivo e multimediale, grafica, scenografia.

Cosa si studia?

Le materie che si studiano al liceo artistico nell’arco dei cinque anni sono diverse: italiano, storia, storia dell’arte, lingua e letteratura straniera, matematica, scienze. Questo percorso di studi offre in particolare la possibilità di conoscere il patrimonio artistico italiano e straniero, nonché di dare espressione alla creatività e alla capacità progettuale nell’ambito delle arti.

Il bagaglio di conoscenze di ciò che è stato già immaginato e realizzato dalla genialità e sensibilità umana rappresenta il trampolino da cui lanciarsi per esprimere le proprie potenzialità e la propria capacità di realizzare nuovi percorsi espressivi.

E dopo il diploma?

Il diploma artistico permette l’accesso all’università, in particolar modo ai corsi di laurea umanistici e artistici. Se invece non si vuole proseguire con gli studi, il diploma artistico consente comunque di partecipare ai concorsi pubblici per diplomati in questo comparto e di proporsi al mondo delle imprese industriali e dei servizi che operano nel campo di riferimento.

 

5. Liceo Musicale e Coreutico

Il Liceo musicale e coreutico, oltre alla tradizionale formazione umanistica che caratterizza tutti i tipi di licei, è focalizzato sull’apprendimento sia teorico che tecnico-pratico della musica o della danza.

Cosa si studia?

Lo studio della musica e della danza è la caratteristica peculiare di questo liceo. Grazie alle diverse attività di composizione, interpretazione, esecuzione e rappresentazione, il liceo musicale e coreutico permette di acquisire solide basi di competenza nelle arti della musica, della danza classica e contemporanea. L’apprendimento di tali discipline è comunque affiancato dallo studio delle tradizionali materie liceali: italiano, lingua straniera, storia e geografia, filosofia, matematica, fisica, scienze naturali, storia dell’arte.

E dopo il diploma?

Entrambi gli indirizzi del liceo musicale e coreutico consentono di accedere a tutte le Università. In particolare il diploma del liceo musicale permette di accedere alla Laurea del Conservatorio, mentre con la maturità del liceo coreutico si accede alla Laurea dell’Accademia Nazionale di Danza.

 

6. Liceo delle Scienze Umane

Il liceo delle scienze umane, oltre a garantire una forte preparazione culturale, fornisce importanti strumenti per la formazione e la crescita personale, sia interiore, in termini di conoscenza della mente e delle emozioni, sia esteriore, nell’ambito delle relazioni socio-economiche. Il liceo delle scienze umane si articola in due indirizzi:

  1. l’opzione base, che approfondisce la conoscenza della mente e del suo sviluppo,
  2. l’opzione economico-sociale, che approfondisce invece la conoscenza del sistema sociale.

Cosa si studia?

La cultura liceale viene qui approfondita dal punto di vista delle relazioni umane e sociali. È previsto l’insegnamento di materie come: antropologia, metodologia della ricerca, psicologia, sociologia, seconda lingua straniera in alternativa al latino, diritto ed economia politica.

E dopo il diploma?

Il liceo delle scienze umane, come tutti i licei, prevede un ciclo di durata quinquennale al termine del quale si consegue un diploma con cui è possibile accedere direttamente al mondo del lavoro o continuare gli studi. In particolare, la maturità conseguita al liceo delle scienze umane è adatta per proseguire gli studi in ambito socio-educativo, come per esempio le Scienze della formazione primaria, permettendo di insegnare nelle scuole materne ed elementari.

Tutti i contenuti editoriali contenuti e pubblicati sul sito wecanjob.it sono stati registrati e sono protetti dalle leggi in materia di proprietà industriale e/o intellettuale. Leggi ancora...
- Inizio della pagina -
NEWSLETTER
TROVACI SU
2015 WeCanJob S.r.L., Via Torelli n. 22, CAP 71100 – FG, Partita IVA 04016220719
Qualunque utilizzo è vietato se non autorizzato
0
Il progetto WeCanJob.it è sviluppato con il CMS ISWEB® di Internet Soluzioni Srl www.internetsoluzioni.it