Home wecanjob.it
Orientamento formazione e lavoro: il portale itali

Giovani laureati in UE: solo la Romania peggio dell'Italia

29
apr
2019

Pochi giorni fa Eurostat ha diffuso i dati europei sul numero di laureati tra i Paesi membri. La buona notizia è che il target del 40% di laureati tra i giovani in fascia 30-34 è stato raggiunto in anticipo di 2 anni su quanto previsto, la cattiva notizia è che l’Italia è al penultimo posto tra i Paesi europei per percentuale di giovani laureati. Se, infatti, in tutta la zona, la media raggiunta nel 2018 è pari al 40,7%, nel nostro Paese scendiamo al 27,8% di giovani laureati, dato che ci vede far meglio soltanto della Romania, ferma a 24,6%.

Italia e giovani laureati: il Nord Europa è ancora lontano

Numeri, questi ultimi, che si allontanano di molto agli elevatissimi standard dei soliti Paesi nordeuropei, in cui si supera o sfiora quota 50%: 56,3% in Irlanda, 49,4% in Olanda e 49,1% in Danimarca. Numeri lontani anche da quelli di Regno Unito (48,8%), Francia (46,2%), Spagna (42,4%) e Germania (34,9%).

Va tuttavia detto che, nonostante il numero dei laureati non abbia raggiunto livelli in assoluto favorevoli rispetto al resto d’Europa, in Italia il trend degli ultimi anni ha visto una crescita decisiva nel numero dei giovani laureati, se è vero che nel 2002 questi raggiungevano soltanto quota 13,1%.

LEGGI ANCHE: Le lauree per trovare prima lavoro e guadagnare di più

Italia e abbandono degli studi

Se l’Italia è al penultimo posto nella classifica della percentuale di giovani laureati è anche conseguenza del fenomeno dell’abbandono degli studi, per il quale invece siamo tristemente ai primi posti della classifica in Europa.

Se, infatti, in tutti i Paesi UE, la percentuale degli abbandoni degli studi che ha riguardato giovani in fascia 18-24 è del 10,6% nel 2018 (dato in forte calo rispetto al 17% del 2002), in Italia questo valore tocca quota 14,5%. Peggio di noi fanno soltanto la Spagna (17,9%), Malta (17,5%) e la Romania (16,4%). Agli ultimi posti, invece, troviamo Croazia, Slovenia e Lituania, che rispettivamente hanno una percentuale del 3,3%, 4,2% e 4,6%. Ottimi risultati, su questo versante, anche da parte della Grecia, che si ferma a quota 4,7%, e della Polonia, a 4,8%.

LEGGI ANCHE: Le migliori Università italiane. Ecco la classifica

 

Vuoi ricevere le nostre news direttamente sul tuo smartphone? Allora iscriviti al nostro canale Telegram!

Utility WeCanJob
Potrebbe interessarti
22
gen
2020
Eurostat: sempre più aziende in Europa forniscono materiale ICT ai propri dipendenti
Essere costantemente connessi è ogni giorno più importante nel mondo del lavoro. Sempre più aziende ....
16
gen
2020
Fare ricerca in Giappone: Borse di studio per PhD in scienze umanistiche, sociali e naturali
La Japan Society for the Promotion of Science (JSPS) ha ideato un programma di finanziamento di Borse di studio a dottori ....
15
gen
2020
Università Salerno, bando per 10 incarichi brevi a laureati in Lingue, Filologia moderna, Fisica, Matematica
Presso l’Università degli Studi di Salerno, Dipartimento di Matematica, è stato indetto un avviso pubblico, ....
15
gen
2020
ISTAT: i dati scoraggianti sull'inclusione scolastica degli alunni con sostegno
Un’indagine ISTAT pubblicata il 3 gennaio scorso, condotta su un campione di 56.690 scuole (frequentate ....
12
gen
2020
ISTAT: nel 2018 gli stipendi sono di nuovo tornati a salire, ma i cervelli continuano a fuggire
Ogni anno l’Istat, l’Istituto Nazionale di Statistica, pubblica un Annuario in cui indaga su molteplici aspetti ....
Tutti i contenuti editoriali contenuti e pubblicati sul sito wecanjob.it sono stati registrati e sono protetti dalle leggi in materia di proprietà industriale e/o intellettuale. Leggi ancora...
- Inizio della pagina -
NEWSLETTER
TROVACI SU
2015 WeCanJob S.r.L., Via Torelli n. 22, CAP 71100 – FG, Partita IVA 04016220719
Qualunque utilizzo è vietato se non autorizzato
0
Il progetto WeCanJob.it è sviluppato con il CMS ISWEB® di Internet Soluzioni Srl www.internetsoluzioni.it