Home wecanjob.it
Orientamento formazione e lavoro: il portale itali

Eurostat: nel primo trimestre del 2020 aumentano i lavoratori costretti ad assentarsi dal lavoro

15
lug
2020

Negli ultimi 3 mesi del 2019, in Unione Europea, il 9,7% dei lavoratori è stato costretto a lasciare temporaneamente il proprio impiego, mentre nel primo trimestre del 2020 questo valore è salito al 12%, con un aumento significativo dei punti percentuali. Ecco quanto emerge da una recente indagine compiuta da Eurostat, in linea con gli studi compiuti per verificare gli effetti della pandemia da Covid-19.

Tra gli Stati membri dell'UE per i quali sono disponibili dati significativi, le percentuali più elevate di assenze temporanee dal lavoro nel primo trimestre del 2020 sono state osservate in Francia (18,1%), Svezia (16,2%) e Austria (15,0%), mentre i valori più bassi sono stati registrati in Romania (2,5%), a Malta (3,3%) e in Bulgaria (4,4%). L'Italia ha visto una percentuale del 13% di lavoratori che nel periodo gennaio-marzo 2020 ha dovuto abbandonare il proprio lavoro.

LEGGI ANCHE: Il triste primato dell'Italia per gli investimenti in cultura

Il dato più interessante dell'analisi riguarda, ancora una volta, le differenze di genere. In tutti gli Stati membri dell'UE, ad eccezione di Cipro, le quote di assenze temporanee dal lavoro sono state più elevate tra le donne rispetto agli uomini. La differenza più grande è stata osservata in Lituania, dove la percentuale di assenze tra le donne era oltre due volte e mezzo più grande rispetto agli uomini (17,1% per le donne rispetto al 6,5% per gli uomini). Il divario tra i tassi di assenza per uomini e donne è stato elevato anche in Ungheria (13,2% per le donne e 5,5% per gli uomini), Polonia (12,1% per le donne e 5,1% per gli uomini) e Lettonia (12,0% per le donne e 5,0% per uomini).

In Italia è stato registrato un divario di genere tra i lavoratori momentaneamente lontani dal proprio impiego di circa 6 punti percentuali (11% per gli uomini, 17% per le donne).

Leggi il report completo

LEGGI ANCHE: Ancora pochissime donne in Europa studiano materie ICT

 

Iscriviti al nostro canale Telegram per ricevere news dal mondo del lavoro e della formazione.
 

 

Federica Privitera

Utility WeCanJob
Profili professionali
Potrebbe interessarti
30
lug
2020
Istat: in Italia è ancora troppo basso il numero di laureati e diplomati
Se in Europa un cittadino su 3 (33,2%) ha un titolo di studio di livello terziario, in Italia tale valore si ferma al 19,6%. ....
23
lug
2020
Giovani italiani terzultimi in Europa per digital skills
Negli ultimi mesi, come noto, molti giovani (di età compresa tra i 16 e i 24 anni) hanno dovuto seguire lezioni online, ....
19
lug
2020
Eurostat: 9 giovani europei su 10 sono connessi ai social network
Quanto sono connessi i cittadini europei ai social network? Se l'è chiesto Eurostat che ha provato a rispondere comunicando ....
18
lug
2020
Maturità 2020: raddoppiano i 100 ma diminuiscono i promossi
Un quadro leggermente contrastante, quello emerso dalla pubblicazione, presso il Ministero dell'Istruzione, dei ....
16
lug
2020
263mila assunzioni nelle imprese a luglio 2020: -38% rispetto al 2019
Che per il mondo del lavoro il quadro sia ancora dei più cupi nonostante la fine del lockdown era già cosa ....
Tutti i contenuti editoriali contenuti e pubblicati sul sito wecanjob.it sono stati registrati e sono protetti dalle leggi in materia di proprietà industriale e/o intellettuale. Leggi ancora...
- Inizio della pagina -
NEWSLETTER
TROVACI SU
2015 WeCanJob S.r.L., Via Torelli n. 22, CAP 71100 – FG, Partita IVA 04016220719
Qualunque utilizzo è vietato se non autorizzato
0
Il progetto WeCanJob.it è sviluppato con il CMS ISWEB® di Internet Soluzioni Srl www.internetsoluzioni.it