Home wecanjob.it
Orientamento formazione e lavoro: il portale itali

Le professioni: Vetrinista e Visual Merchandiser

in Impresa e consulenza aziendale

Di cosa si occupano il Vetrinista e il Visual Merchandiser?

Il Vetrinista si occupa degli allestimenti delle vetrine dei negozi. Può curare anche l’ambientazione di fiere, mostre, esposizioni e sfilate di moda.

A seconda dell’azienda per cui lavora, come dipendente o libero professionista, collabora sotto il coordinamento del Responsabile degli Allestimenti o del Responsabile delle Vendite o del Marketing, oppure, nelle aziende più piccole, segue direttamente le indicazioni del titolare.

Il Vetrinista crea e realizza l’esposizione e l’ornamento delle vetrine degli esercizi commerciali, valorizzando i prodotti esposti in maniera tale da catturare l’attenzione della clientela.

Oltre a presentare i capi secondo criteri estetici e di buon gusto, il Vetrinista cura, in vetrina, la disposizione delle merci, i materiali di sostegno o di arredo, l’organizzazione dello spazio e delle luci, per promuovere e pubblicizzare i capi di una determinata collezione.

È una professione strategica per la vendita dei prodotti, il cui successo è in gran parte determinato dall’immagine della merce esposta e dall’impatto visivo che suscita negli acquirenti.

Se non si occupa dell’ideazione, ma si limita alla sola esecuzione dell’allestimento della vetrina, sotto le indicazioni di un Responsabile o di un Vetrinista, la figura professionale è quella dell’allestitore esecutivo di vetrine.

Che differenza c'è fra Vetrinista e Visual Merchandiser?

Se il Vetrinista si occupa anche dell’arredamento degli interni del punto vendita è detto “Visual Merchandiser”.

Il Visual Merchandiser realizza l’ottimale visualizzazione e allestimento della merce, anche all’interno del punto vendita, in linea con le strategie commerciali dell’azienda. Ha competenze nella realizzazione degli arredi e nell’uso di supporti, luci e colori.

Nella cura degli allestimenti delle grandi esposizioni o di spazi aperti al pubblico, il Vetrinista e il Visual Merchandiser sono spesso Scenografi o Architetti d’interni.

Cosa deve conoscere il Vetrinista e Visual Merchandiser?

Per diventare Vetrinista, è necessario acquisire conoscenze sull’uso dei colori e delle luci, sulla composizione e le caratteristiche di tessuti e materiali e sulle proprietà degli elementi decorativi e scenografici.

Oltre alle tecniche degli allestimenti, è opportuno conoscere le strategie commerciali per l’ottimale visualizzazione della merce (Marketing e Psicologia della vendita), come pure lo studio dell’organizzazione di spazi, superfici e pareti per l’esposizione.

Oltre le capacità tecniche e la facilità nella comunicazione con i colleghi e i responsabili, sono doti molto utili: la creatività, la fantasia e il buon gusto.

Tutti i contenuti editoriali contenuti e pubblicati sul sito wecanjob.it sono stati registrati e sono protetti dalle leggi in materia di proprietà industriale e/o intellettuale. Leggi ancora...

Qual è il percorso formativo del Vetrinista e del Visual Merchandiser?

Non è previsto un percorso formativo obbligatorio per diventare Vetrinista o Visual Merchandiser.

Sono richieste competenze nelle tecniche degli allestimenti e nell’uso dei materiali e dei colori, oltre che in materia di Marketing e Psicologia della vendita.

È opportuno acquisire conoscenze in questi ambiti frequentando i corsi in “Vetrinistica e Visual Merchandising” organizzati dagli Istituti Artistici o dalle Accademie.

Per l’accesso ai corsi è sufficiente la licenza media inferiore.

La maggior parte dei percorsi formativi (seminari, master, corsi di specializzazione – aperti a tutte le età), sono organizzati anche dalle associazioni e federazioni di categoria e rilasciano un attestato di competenze, spendibile a livello comunitario (European Professional Qualification – Window Dresser – Visual Merchandiser).

Può costituire titolo preferenziale il conseguimento della Laurea in Architettura (magistrale a ciclo unico LM 4), anche negli specifici indirizzi di: Design del Prodotto, Design della Comunicazione Visiva e Multimediale, Design e Arti.

Completa il quadro formativo l’acquisizione di conoscenze anche in campo grafico e lo studio di una o più lingue straniere per lavorare in aziende aperte al mercato estero.

Tutti i contenuti editoriali contenuti e pubblicati sul sito wecanjob.it sono stati registrati e sono protetti dalle leggi in materia di proprietà industriale e/o intellettuale. Leggi ancora...

Quali sono i dati statistici della professione del Vetrinista e del Visual Merchandiser?

Per la professione del Vetrinista e del Visual Merchandiser i dati sull'occupazione nell'anno 2019 ci dicono che le entrate sono state pari a 1.070 unità, di cui 370 assunzioni di dipendenti. 

Fonte: Excelsior Unioncamere

Quali sono i requisiti richiesti al Vetrinista e al Visual Merchandiser? 

Le aziende che desiderano assumere un Vetrinista e un Visual Merchandiser cercano almeno i seguenti requisiti:

  • esperienza professionale (lo richiede il 47% dei datori di lavoro)
  • esperienza nello stesso settore, quindi anche non da Vetrinista o Visual Marchandiser (è richiesta dal 34% dei datori di lavoro)

Quanto guadagna un Vetrinista e Visual Merchandiser?

I guadagni di un Vetrinista dipendono dall’esperienza maturata e dalle competenze acquisite, eventualmente estese al Visual Merchandising, e dalle dimensioni dell’azienda in cui lavora.

Nei primi anni di attività, un Vetrinista o Visual Merchandiser può guadagnare in media 1.100 € mensili.

Acquisita esperienza e lavorando in aziende medio-grandi, le retribuzioni medie oscillano intorno a 40.000 € annui lordi.

Tutti i contenuti editoriali contenuti e pubblicati sul sito wecanjob.it sono stati registrati e sono protetti dalle leggi in materia di proprietà industriale e/o intellettuale. Leggi ancora...
Tutti i contenuti editoriali contenuti e pubblicati sul sito wecanjob.it sono stati registrati e sono protetti dalle leggi in materia di proprietà industriale e/o intellettuale. Leggi ancora...
Vetrinista e Visual Merchandiser
Descrizione

Di cosa si occupano il Vetrinista e il Visual Merchandiser?

Il Vetrinista si occupa degli allestimenti delle vetrine dei negozi. Può curare anche l’ambientazione di fiere, mostre, esposizioni e sfilate di moda.

A seconda dell’azienda per cui lavora, come dipendente o libero professionista, collabora sotto il coordinamento del Responsabile degli Allestimenti o del Responsabile delle Vendite o del Marketing, oppure, nelle aziende più piccole, segue direttamente le indicazioni del titolare.

Il Vetrinista crea e realizza l’esposizione e l’ornamento delle vetrine degli esercizi commerciali, valorizzando i prodotti esposti in maniera tale da catturare l’attenzione della clientela.

Oltre a presentare i capi secondo criteri estetici e di buon gusto, il Vetrinista cura, in vetrina, la disposizione delle merci, i materiali di sostegno o di arredo, l’organizzazione dello spazio e delle luci, per promuovere e pubblicizzare i capi di una determinata collezione.

È una professione strategica per la vendita dei prodotti, il cui successo è in gran parte determinato dall’immagine della merce esposta e dall’impatto visivo che suscita negli acquirenti.

Se non si occupa dell’ideazione, ma si limita alla sola esecuzione dell’allestimento della vetrina, sotto le indicazioni di un Responsabile o di un Vetrinista, la figura professionale è quella dell’allestitore esecutivo di vetrine.

Che differenza c'è fra Vetrinista e Visual Merchandiser?

Se il Vetrinista si occupa anche dell’arredamento degli interni del punto vendita è detto “Visual Merchandiser”.

Il Visual Merchandiser realizza l’ottimale visualizzazione e allestimento della merce, anche all’interno del punto vendita, in linea con le strategie commerciali dell’azienda. Ha competenze nella realizzazione degli arredi e nell’uso di supporti, luci e colori.

Nella cura degli allestimenti delle grandi esposizioni o di spazi aperti al pubblico, il Vetrinista e il Visual Merchandiser sono spesso Scenografi o Architetti d’interni.

Cosa deve conoscere il Vetrinista e Visual Merchandiser?

Per diventare Vetrinista, è necessario acquisire conoscenze sull’uso dei colori e delle luci, sulla composizione e le caratteristiche di tessuti e materiali e sulle proprietà degli elementi decorativi e scenografici.

Oltre alle tecniche degli allestimenti, è opportuno conoscere le strategie commerciali per l’ottimale visualizzazione della merce (Marketing e Psicologia della vendita), come pure lo studio dell’organizzazione di spazi, superfici e pareti per l’esposizione.

Oltre le capacità tecniche e la facilità nella comunicazione con i colleghi e i responsabili, sono doti molto utili: la creatività, la fantasia e il buon gusto.

Percorso formativo

Qual è il percorso formativo del Vetrinista e del Visual Merchandiser?

Non è previsto un percorso formativo obbligatorio per diventare Vetrinista o Visual Merchandiser.

Sono richieste competenze nelle tecniche degli allestimenti e nell’uso dei materiali e dei colori, oltre che in materia di Marketing e Psicologia della vendita.

È opportuno acquisire conoscenze in questi ambiti frequentando i corsi in “Vetrinistica e Visual Merchandising” organizzati dagli Istituti Artistici o dalle Accademie.

Per l’accesso ai corsi è sufficiente la licenza media inferiore.

La maggior parte dei percorsi formativi (seminari, master, corsi di specializzazione – aperti a tutte le età), sono organizzati anche dalle associazioni e federazioni di categoria e rilasciano un attestato di competenze, spendibile a livello comunitario (European Professional Qualification – Window Dresser – Visual Merchandiser).

Può costituire titolo preferenziale il conseguimento della Laurea in Architettura (magistrale a ciclo unico LM 4), anche negli specifici indirizzi di: Design del Prodotto, Design della Comunicazione Visiva e Multimediale, Design e Arti.

Completa il quadro formativo l’acquisizione di conoscenze anche in campo grafico e lo studio di una o più lingue straniere per lavorare in aziende aperte al mercato estero.

Numeri della professione

Quali sono i dati statistici della professione del Vetrinista e del Visual Merchandiser?

Per la professione del Vetrinista e del Visual Merchandiser i dati sull'occupazione nell'anno 2019 ci dicono che le entrate sono state pari a 1.070 unità, di cui 370 assunzioni di dipendenti. 

Fonte: Excelsior Unioncamere

Quali sono i requisiti richiesti al Vetrinista e al Visual Merchandiser? 

Le aziende che desiderano assumere un Vetrinista e un Visual Merchandiser cercano almeno i seguenti requisiti:

  • esperienza professionale (lo richiede il 47% dei datori di lavoro)
  • esperienza nello stesso settore, quindi anche non da Vetrinista o Visual Marchandiser (è richiesta dal 34% dei datori di lavoro)

Quanto guadagna un Vetrinista e Visual Merchandiser?

I guadagni di un Vetrinista dipendono dall’esperienza maturata e dalle competenze acquisite, eventualmente estese al Visual Merchandising, e dalle dimensioni dell’azienda in cui lavora.

Nei primi anni di attività, un Vetrinista o Visual Merchandiser può guadagnare in media 1.100 € mensili.

Acquisita esperienza e lavorando in aziende medio-grandi, le retribuzioni medie oscillano intorno a 40.000 € annui lordi.

Vetrinista e Visual Merchandiser
 
Utility WeCanJob

Di cosa si occupano il Vetrinista e il Visual Merchandiser?

Il Vetrinista si occupa degli allestimenti delle vetrine dei negozi. Può curare anche l’ambientazione di fiere, mostre, esposizioni e sfilate di moda.

A seconda dell’azienda per cui lavora, come dipendente o libero professionista, collabora sotto il coordinamento del Responsabile degli Allestimenti o del Responsabile delle Vendite o del Marketing, oppure, nelle aziende più piccole, segue direttamente le indicazioni del titolare.

Il Vetrinista crea e realizza l’esposizione e l’ornamento delle vetrine degli esercizi commerciali, valorizzando i prodotti esposti in maniera tale da catturare l’attenzione della clientela.

Oltre a presentare i capi secondo criteri estetici e di buon gusto, il Vetrinista cura, in vetrina, la disposizione delle merci, i materiali di sostegno o di arredo, l’organizzazione dello spazio e delle luci, per promuovere e pubblicizzare i capi di una determinata collezione.

È una professione strategica per la vendita dei prodotti, il cui successo è in gran parte determinato dall’immagine della merce esposta e dall’impatto visivo che suscita negli acquirenti.

Se non si occupa dell’ideazione, ma si limita alla sola esecuzione dell’allestimento della vetrina, sotto le indicazioni di un Responsabile o di un Vetrinista, la figura professionale è quella dell’allestitore esecutivo di vetrine.

Che differenza c'è fra Vetrinista e Visual Merchandiser?

Se il Vetrinista si occupa anche dell’arredamento degli interni del punto vendita è detto “Visual Merchandiser”.

Il Visual Merchandiser realizza l’ottimale visualizzazione e allestimento della merce, anche all’interno del punto vendita, in linea con le strategie commerciali dell’azienda. Ha competenze nella realizzazione degli arredi e nell’uso di supporti, luci e colori.

Nella cura degli allestimenti delle grandi esposizioni o di spazi aperti al pubblico, il Vetrinista e il Visual Merchandiser sono spesso Scenografi o Architetti d’interni.

Cosa deve conoscere il Vetrinista e Visual Merchandiser?

Per diventare Vetrinista, è necessario acquisire conoscenze sull’uso dei colori e delle luci, sulla composizione e le caratteristiche di tessuti e materiali e sulle proprietà degli elementi decorativi e scenografici.

Oltre alle tecniche degli allestimenti, è opportuno conoscere le strategie commerciali per l’ottimale visualizzazione della merce (Marketing e Psicologia della vendita), come pure lo studio dell’organizzazione di spazi, superfici e pareti per l’esposizione.

Oltre le capacità tecniche e la facilità nella comunicazione con i colleghi e i responsabili, sono doti molto utili: la creatività, la fantasia e il buon gusto.

Tutti i contenuti editoriali contenuti e pubblicati sul sito wecanjob.it sono stati registrati e sono protetti dalle leggi in materia di proprietà industriale e/o intellettuale. Leggi ancora...
Video correlati
Discutiamone insieme...
discutiamo di
lavoro
Lavorare nell'editoria: i ruoli di una casa editrice
Immaginiamo di entrare in libreria e prendere in mano un romanzo. In realtà, inconsapevolmente stiamo valutando il ....
0 commenti
discutiamo di
formazione
L'economia del Design in Italia: è ancora crescita
Il Design si conferma come un asse portante per la nostra economia nonché come un’interessante canale di ingresso ....
0 commenti
Potrebbe interessarti
25
lug
2020
Lavorare nel settore del beauty: Compagnia della bellezza cerca personale
Compagnia della bellezza è un brand della parruccheria e del settore beauty nato nel 1992 e divenuto oggi un ....
15
lug
2020
Eurodesk: possibilità di stage a Bruxelles per laureati in Graphic design o Comunicazione
Eurodesk Brussels Link offre un'opportunità di stage come Graphic Designer. Lo stagista assisterà il responsabile ....
12
lug
2020
Eurostat: 2 milioni di persone in Europa si occupano di bellezza e in Italia questi mestieri non conoscono crisi
1,7 milioni di persone di età superiore ai 15 anni lavorano come parrucchieri ed estetiste in Europa, cioè ....
Tutti i contenuti editoriali contenuti e pubblicati sul sito wecanjob.it sono stati registrati e sono protetti dalle leggi in materia di proprietà industriale e/o intellettuale. Leggi ancora...
- Inizio della pagina -
NEWSLETTER
TROVACI SU
2015 WeCanJob S.r.L., Via Torelli n. 22, CAP 71100 – FG, Partita IVA 04016220719
Qualunque utilizzo è vietato se non autorizzato
0
Il progetto WeCanJob.it è sviluppato con il CMS ISWEB® di Internet Soluzioni Srl www.internetsoluzioni.it