Home wecanjob.it
Orientamento formazione e lavoro: il portale italiano
Orientamento formazione e lavoro: il portale itali

Le professioni: Tecnico delle luci

in Cultura e Spettacolo

Chi è e di cosa si occupa il Tecnico delle luci?

Il Tecnico delle luci è il responsabile dell’impianto e della sequenza delle luci durante l’esecuzione di uno spettacolo. La sua una professione che può essere esercitata in diversi settori, in particolare in quello teatrale, cinematografico, televisivo (dove è altresì conosciuto con il nome di direttore della fotografia), nell’organizzazione di eventi e di sfilate di moda. Inoltre può operare nel campo delle manifestazione pubbliche come fiere, esposizioni, mostre d'arte, concerti e spettacoli dal vivo. L'illuminotecnica è fondamentale per la resa di uno spettacolo teatrale perché contribuisce a determinare le emozioni suscitate negli spettatori.

In ambito teatrale, in cui storicamente è nata la professione, il tecnico delle luci può scegliere di specializzarsi come:

  • Elettricista teatrale: monta gli impianti e segue il sistema di illuminazione durante l’intera rappresentazione
  • Light designer: ricopre un ruolo creativo nella produzione decidendo come disporre la sequenza delle luci (c.d. “Piano luci”), collaborando attivamente con il regista e lo scenografo.

Il tecnico delle luci svolge molteplici attività, in particolare:

  • Stabilire la quantità e il tipo delle luci necessarie per illuminare adeguatamente le fasi dell’evento programmato
  • Organizzare l’illuminazione in base alle indicazioni di un regista, qualora l’evento lo richiedesse
  • Occuparsi della collocazione e della prova di tutte le attrezzature meccaniche (tralicci, ponteggi ecc.) in modo da gestire al meglio i sistemi illuminazione dei vari spettacoli, tenendo conto delle caratteristiche del luogo
  • Avere il controllo dell’impianto e intervenire ove necessario
  • Occuparsi del trasporto di tutto il materiale necessario e del suo piazzamento
  • Essere esperto di elettronica e gestione del PC e dei principali programmi che gestiscono l’impianto luci
  • In occasione di spettacoli o eventi più complessi può assumere il ruolo di direzione di una equipe di tecnici addetti alla stessa mansione         

Il mestiere del tecnico delle luci richiede uno sforzo fisico notevole, soprattutto in fase di preparazione dell’impianto. Generalmente l’orario di lavoro comincia alle 8 del mattino (con il montaggio delle attrezzature) e termina di notte.

Nella produzione cinematografica, televisiva e documentaristica, il tecnico delle luci spesso si propone o con contratti a progetto o munito di partita Iva.

Tutti i contenuti editoriali contenuti e pubblicati sul sito wecanjob.it sono stati registrati e sono protetti dalle leggi in materia di proprietà industriale e/o intellettuale. Leggi ancora...

Qual è il percorso formativo per diventare Tecnico delle Luci?

La professione del tecnico delle luci non richiede un percorso di laurea specifico o l’iscrizione a un albo.

È consigliabile conseguire un diploma di scuola superiore tecnico, preferibilmente presso istituti per periti elettrotecnici, informatici, industriali o elettronici. In seguito è possibile specializzarsi attraverso Corsi specifici, generalmente con durata di 500 ore, organizzati dalle Regioni o presso Scuole di perfezionamento come:

In alternativa, il DAMS di Bologna offre un percorso qualificato per chi vuole intraprendere la professione.

È importante maturare una solida esperienza sul campo, possibilmente iniziando presso agenzie di organizzazioni di eventi, in modo da imparare ad organizzare, montare e gestire un impianto luci. Questa sorta di apprendistato probabilmente non sarà ben retribuita, ma costituisce il veicolo migliore per l’apprendimento della professione.

Nel corso della carriera, specialmente se si intraprende il mestiere come libero professionista, occorre procedere all’acquisto dell’attrezzatura necessaria per realizzare impianti luci di vari tipi di spettacoli.

Il tecnico delle luci deve avere conoscenze in materia di illuminotecnica, elettrotecnica, di ottica e informatica, per l’utilizzo di programmi dedicati agli impianti di illuminazione. Può essere utile la conoscenza della lingua inglese.

Chi sceglie di avvicinarsi alla professione deve essere una persona disposta e capace a lavorare in autonomia con spirito d’iniziativa, sensibilità e gusto artistico, soprattutto per chi decide di specializzarsi come Light designer. Completano il profilo una buona forza fisica, disponibilità a viaggiare e capacità di collaborazione e lavoro di gruppo. Il tecnico delle luci, infatti, deve costantemente coordinarsi con gli altri tecnici e confrontarsi, a seconda del comparto, con registi, coreografi, segretari di produzione, attori, scenografi, artisti.

Tutti i contenuti editoriali contenuti e pubblicati sul sito wecanjob.it sono stati registrati e sono protetti dalle leggi in materia di proprietà industriale e/o intellettuale. Leggi ancora...

Quali sono i dati sull'occupazione dei Tecnici delle luci?

Secondo i dati Excelsior Unioncamere sulla tendenza nelle assunzioni dei Tecnici delle luci, per il 2018 si sono registrate 8580 assunzioni, di cui 7250 dipendenti. Il 24% dei datori di lavoro lamenta una difficoltà di reperimento di candidati sia per la mancanza dei candidati stessi, che può riassumersi in una percentuale del 55,9% sia per una preparazione inadeguata di chi si propone in questo settore, pari al 39,7% dei casi. 

Quali sono i requisiti richiesti per diventare Tecnici delle luci?

Nel 2018 vi sono state 8580 assunzioni, il 67% di questi sembra configurarsi in contratti a tempo determinato e solo il 6% a tempo indeterminato. Il 19% dei candidati appartiene alla fascia di età tra i 18 ed i 35 anni. Vediamo quali sono i requisiti richiesti dalla professione.

Esperienza:Solo l'1% dei datori di lavoro non richiede ai propri candidati l'aver maturato esperienze lavorative precedenti. Il 54,4% dei datori di lavoro ritiene importante aver avuto esperienza professionale nello stesso settore. Questo dato si accompagna con quello legato ai requisiti sulla formazione, dall'istruzione all'aggiornamento professionale che vediamo di seguito. 

Formazione: il 45% dei datori di lavoro richiede il diploma secondario insieme a un'adeguata formazione professionale specifica.

Competenze: per questa professione sono fondamentali, oltre alle competenze tecniche, anche quelle trasversali, problem solving, flessibilità ed adattamento alle richieste dei clienti (rispettivamente 63% e 69%).

È una professione soggetta a mobilità e flessibilità. Ad eccezione dei tecnici delle luci assunti dalle grandi aziende televisive, gli altri possono considerarsi freelance. Il periodo con più opportunità di lavoro va da ottobre fino a maggio per gli spettacoli teatrali, mentre la stagione invernale è proficua per sfilate di moda, concerti e festival.

La retribuzione media per un tecnico delle luci è di circa 125 € al giorno al netto delle spese che restano a carico del professionista, mentre gli spostamenti sono pagati dalla produzione per cui lavora.

Tutti i contenuti editoriali contenuti e pubblicati sul sito wecanjob.it sono stati registrati e sono protetti dalle leggi in materia di proprietà industriale e/o intellettuale. Leggi ancora...
Tutti i contenuti editoriali contenuti e pubblicati sul sito wecanjob.it sono stati registrati e sono protetti dalle leggi in materia di proprietà industriale e/o intellettuale. Leggi ancora...
Le altre professioni
Tecnico delle luci
Descrizione

Chi è e di cosa si occupa il Tecnico delle luci?

Il Tecnico delle luci è il responsabile dell’impianto e della sequenza delle luci durante l’esecuzione di uno spettacolo. La sua una professione che può essere esercitata in diversi settori, in particolare in quello teatrale, cinematografico, televisivo (dove è altresì conosciuto con il nome di direttore della fotografia), nell’organizzazione di eventi e di sfilate di moda. Inoltre può operare nel campo delle manifestazione pubbliche come fiere, esposizioni, mostre d'arte, concerti e spettacoli dal vivo. L'illuminotecnica è fondamentale per la resa di uno spettacolo teatrale perché contribuisce a determinare le emozioni suscitate negli spettatori.

In ambito teatrale, in cui storicamente è nata la professione, il tecnico delle luci può scegliere di specializzarsi come:

  • Elettricista teatrale: monta gli impianti e segue il sistema di illuminazione durante l’intera rappresentazione
  • Light designer: ricopre un ruolo creativo nella produzione decidendo come disporre la sequenza delle luci (c.d. “Piano luci”), collaborando attivamente con il regista e lo scenografo.

Il tecnico delle luci svolge molteplici attività, in particolare:

  • Stabilire la quantità e il tipo delle luci necessarie per illuminare adeguatamente le fasi dell’evento programmato
  • Organizzare l’illuminazione in base alle indicazioni di un regista, qualora l’evento lo richiedesse
  • Occuparsi della collocazione e della prova di tutte le attrezzature meccaniche (tralicci, ponteggi ecc.) in modo da gestire al meglio i sistemi illuminazione dei vari spettacoli, tenendo conto delle caratteristiche del luogo
  • Avere il controllo dell’impianto e intervenire ove necessario
  • Occuparsi del trasporto di tutto il materiale necessario e del suo piazzamento
  • Essere esperto di elettronica e gestione del PC e dei principali programmi che gestiscono l’impianto luci
  • In occasione di spettacoli o eventi più complessi può assumere il ruolo di direzione di una equipe di tecnici addetti alla stessa mansione         

Il mestiere del tecnico delle luci richiede uno sforzo fisico notevole, soprattutto in fase di preparazione dell’impianto. Generalmente l’orario di lavoro comincia alle 8 del mattino (con il montaggio delle attrezzature) e termina di notte.

Nella produzione cinematografica, televisiva e documentaristica, il tecnico delle luci spesso si propone o con contratti a progetto o munito di partita Iva.

Percorso formativo

Qual è il percorso formativo per diventare Tecnico delle Luci?

La professione del tecnico delle luci non richiede un percorso di laurea specifico o l’iscrizione a un albo.

È consigliabile conseguire un diploma di scuola superiore tecnico, preferibilmente presso istituti per periti elettrotecnici, informatici, industriali o elettronici. In seguito è possibile specializzarsi attraverso Corsi specifici, generalmente con durata di 500 ore, organizzati dalle Regioni o presso Scuole di perfezionamento come:

In alternativa, il DAMS di Bologna offre un percorso qualificato per chi vuole intraprendere la professione.

È importante maturare una solida esperienza sul campo, possibilmente iniziando presso agenzie di organizzazioni di eventi, in modo da imparare ad organizzare, montare e gestire un impianto luci. Questa sorta di apprendistato probabilmente non sarà ben retribuita, ma costituisce il veicolo migliore per l’apprendimento della professione.

Nel corso della carriera, specialmente se si intraprende il mestiere come libero professionista, occorre procedere all’acquisto dell’attrezzatura necessaria per realizzare impianti luci di vari tipi di spettacoli.

Il tecnico delle luci deve avere conoscenze in materia di illuminotecnica, elettrotecnica, di ottica e informatica, per l’utilizzo di programmi dedicati agli impianti di illuminazione. Può essere utile la conoscenza della lingua inglese.

Chi sceglie di avvicinarsi alla professione deve essere una persona disposta e capace a lavorare in autonomia con spirito d’iniziativa, sensibilità e gusto artistico, soprattutto per chi decide di specializzarsi come Light designer. Completano il profilo una buona forza fisica, disponibilità a viaggiare e capacità di collaborazione e lavoro di gruppo. Il tecnico delle luci, infatti, deve costantemente coordinarsi con gli altri tecnici e confrontarsi, a seconda del comparto, con registi, coreografi, segretari di produzione, attori, scenografi, artisti.

Numeri della professione

Quali sono i dati sull'occupazione dei Tecnici delle luci?

Secondo i dati Excelsior Unioncamere sulla tendenza nelle assunzioni dei Tecnici delle luci, per il 2018 si sono registrate 8580 assunzioni, di cui 7250 dipendenti. Il 24% dei datori di lavoro lamenta una difficoltà di reperimento di candidati sia per la mancanza dei candidati stessi, che può riassumersi in una percentuale del 55,9% sia per una preparazione inadeguata di chi si propone in questo settore, pari al 39,7% dei casi. 

Quali sono i requisiti richiesti per diventare Tecnici delle luci?

Nel 2018 vi sono state 8580 assunzioni, il 67% di questi sembra configurarsi in contratti a tempo determinato e solo il 6% a tempo indeterminato. Il 19% dei candidati appartiene alla fascia di età tra i 18 ed i 35 anni. Vediamo quali sono i requisiti richiesti dalla professione.

Esperienza:Solo l'1% dei datori di lavoro non richiede ai propri candidati l'aver maturato esperienze lavorative precedenti. Il 54,4% dei datori di lavoro ritiene importante aver avuto esperienza professionale nello stesso settore. Questo dato si accompagna con quello legato ai requisiti sulla formazione, dall'istruzione all'aggiornamento professionale che vediamo di seguito. 

Formazione: il 45% dei datori di lavoro richiede il diploma secondario insieme a un'adeguata formazione professionale specifica.

Competenze: per questa professione sono fondamentali, oltre alle competenze tecniche, anche quelle trasversali, problem solving, flessibilità ed adattamento alle richieste dei clienti (rispettivamente 63% e 69%).

È una professione soggetta a mobilità e flessibilità. Ad eccezione dei tecnici delle luci assunti dalle grandi aziende televisive, gli altri possono considerarsi freelance. Il periodo con più opportunità di lavoro va da ottobre fino a maggio per gli spettacoli teatrali, mentre la stagione invernale è proficua per sfilate di moda, concerti e festival.

La retribuzione media per un tecnico delle luci è di circa 125 € al giorno al netto delle spese che restano a carico del professionista, mentre gli spostamenti sono pagati dalla produzione per cui lavora.

Tecnico delle luci
 
Utility WeCanJob

Chi è e di cosa si occupa il Tecnico delle luci?

Il Tecnico delle luci è il responsabile dell’impianto e della sequenza delle luci durante l’esecuzione di uno spettacolo. La sua una professione che può essere esercitata in diversi settori, in particolare in quello teatrale, cinematografico, televisivo (dove è altresì conosciuto con il nome di direttore della fotografia), nell’organizzazione di eventi e di sfilate di moda. Inoltre può operare nel campo delle manifestazione pubbliche come fiere, esposizioni, mostre d'arte, concerti e spettacoli dal vivo. L'illuminotecnica è fondamentale per la resa di uno spettacolo teatrale perché contribuisce a determinare le emozioni suscitate negli spettatori.

In ambito teatrale, in cui storicamente è nata la professione, il tecnico delle luci può scegliere di specializzarsi come:

  • Elettricista teatrale: monta gli impianti e segue il sistema di illuminazione durante l’intera rappresentazione
  • Light designer: ricopre un ruolo creativo nella produzione decidendo come disporre la sequenza delle luci (c.d. “Piano luci”), collaborando attivamente con il regista e lo scenografo.

Il tecnico delle luci svolge molteplici attività, in particolare:

  • Stabilire la quantità e il tipo delle luci necessarie per illuminare adeguatamente le fasi dell’evento programmato
  • Organizzare l’illuminazione in base alle indicazioni di un regista, qualora l’evento lo richiedesse
  • Occuparsi della collocazione e della prova di tutte le attrezzature meccaniche (tralicci, ponteggi ecc.) in modo da gestire al meglio i sistemi illuminazione dei vari spettacoli, tenendo conto delle caratteristiche del luogo
  • Avere il controllo dell’impianto e intervenire ove necessario
  • Occuparsi del trasporto di tutto il materiale necessario e del suo piazzamento
  • Essere esperto di elettronica e gestione del PC e dei principali programmi che gestiscono l’impianto luci
  • In occasione di spettacoli o eventi più complessi può assumere il ruolo di direzione di una equipe di tecnici addetti alla stessa mansione         

Il mestiere del tecnico delle luci richiede uno sforzo fisico notevole, soprattutto in fase di preparazione dell’impianto. Generalmente l’orario di lavoro comincia alle 8 del mattino (con il montaggio delle attrezzature) e termina di notte.

Nella produzione cinematografica, televisiva e documentaristica, il tecnico delle luci spesso si propone o con contratti a progetto o munito di partita Iva.

Tutti i contenuti editoriali contenuti e pubblicati sul sito wecanjob.it sono stati registrati e sono protetti dalle leggi in materia di proprietà industriale e/o intellettuale. Leggi ancora...
Discutiamone insieme...
discutiamo di
lavoro
Italia primo Paese europeo nel settore moda
Il settore dell’abbigliamento e della moda è da sempre uno dei fiori all’occhiello della tradizione italiana. ....
0 commenti
discutiamo di
formazione
L'economia del Design in Italia: è ancora crescita
Il Design si conferma come un asse portante per la nostra economia nonché come un’interessante canale di ingresso ....
0 commenti
Potrebbe interessarti
17
ott
2019
ITAgency cerca Agenti di commercio nel settore tabacco
Nato nel 1975, International Tobacco Agency è un marchio italiano che opera nell'ambito della distribuzione ....
14
ott
2019
Coop: assunzioni per Farmacisti, Addetti vendite e reparti e altri profili
Se sei interessato a iniziare un percorso professionale nel settore della Grande distribuzione organizzata (GDO), puoi approfittare ....
13
ott
2019
Bottega verde: posizioni aperte in varie Regioni d'Italia
Nato a Pienza nel 1972, Bottega verde è un marchio di rilievo nel settore della cosmetica che nel 2010 si ....
Tutti i contenuti editoriali contenuti e pubblicati sul sito wecanjob.it sono stati registrati e sono protetti dalle leggi in materia di proprietà industriale e/o intellettuale. Leggi ancora...
- Inizio della pagina -
I nostri Partner
NEWSLETTER
TROVACI SU
2015 WeCanJob S.r.L., Via Torelli n. 22, CAP 71100 – FG, Partita IVA 04016220719
Qualunque utilizzo è vietato se non autorizzato
0
Il progetto WeCanJob.it è sviluppato con il CMS ISWEB® di Internet Soluzioni Srl www.internetsoluzioni.it