Home wecanjob.it
Orientamento formazione e lavoro: il portale itali

Le professioni: Tecnico del suono

in Cultura e Spettacolo

Chi è e di cosa si occupa il Tecnico del suono?

Il Tecnico del suono garantisce il funzionamento e la qualità degli effetti sonori in manifestazioni ricreative di vario genere come quelle teatrali, radio-televisive, cinematografiche, sportive, nonché negli studi di registrazione.

Può essere specializzato nella composizione e nel mixaggio di musiche ed effetti sonori utilizzati nei prodotti multimediali (sound editor). Il suo intervento incide sulla qualità della registrazione o sulla riproduzione dal vivo. Ai livelli professionali più elevati il tecnico del suono si specializza in un settore determinato come ad esempio la messa a punto di impianti di diffusione e il coordinamento delle squadre di tecnici che operano sul palco nei concerti di massa.

Utilizza solitamente computer e programmi per la produzione, registrazione e riproduzione del suono, microfoni, amplificatori, equalizzatori, diffusori e apparecchiature da studio d’incisione. In ambito radiofonico è sempre più frequente il coinvolgimento nelle attività legate al podcasting, nella cura degli aspetti tecnici di caricamento e aggiornamento dei file audio e video.

Nel caso di riproduzioni musicali dal vivo, le attività più frequenti possono riguardare:

  • il trasporto e il montaggio delle apparecchiature per la riproduzione del suono (microfoni, amplificatori, equalizzatori, diffusori)
  • la collocazione dei microfoni e degli altoparlanti e la prova dell’impianto in modo da ottenere la migliore acustica, tenendo conto delle caratteristiche del luogo e delle fonti sonore
  • il controllo e l’intervento sull’impianto durante lo spettacolo

Gli sbocchi professionali per un tecnico del suono possono riguardare diversi settori, in particolare:

 

  • Televisione
  • Musica
  • Radiofonia
  • Cinema
  • Teatro
Tutti i contenuti editoriali contenuti e pubblicati sul sito wecanjob.it sono stati registrati e sono protetti dalle leggi in materia di proprietà industriale e/o intellettuale. Leggi ancora...

Qual è il percorso formativo per diventare Tecnico del suono?

La professione del tecnico del suono non richiede un percorso di laurea o l’iscrizione a un albo. Sono necessari una preparazione musicale e la frequenza a Corsi di formazione specifici che possono riguardare le tecniche di registrazione o le caratteristiche dei diversi tipi di microfoni. Può ritenersi utile aver frequentato il Conservatorio. Esistono inoltre delle Scuole Private o Pubbliche che organizzano corsi per tecnici del suono come la SAE di Milano o la Fonderie Sonore di Roma. I Conservatori di musica offrono inoltre corsi di informatica musicale

Occorre mantenere aggiornate le proprie competenze attraverso lo studio di manuali e nuovi strumenti di registrazione e amplificazione.

Per l’approccio a tale professione è richiesto un ottimo udito, sensibilità, orecchio, conoscenza musicale, nonché la capacità di lavorare in autonomia e/o in collaborazione. Completa il quadro la conoscenza degli strumenti informatici.

Generalmente il profilo di ingresso è l’aiuto microfonista, affiancato da professionisti esperti. È comune anche il microfonista, che lavora sul set o sul palco e si occupa dei radiomicrofoni o dell’asta.

Negli ultimi anni in ambito televisivo e cinematografico si sta affermando la figura del sound designer (il regista del suono) che supervisiona il materiale audio dalla fase di ideazione alla fase di post-produzione. Sceglie in collaborazione con il regista la tipologia di suono in base alle emozioni che si intende suscitare nel pubblico destinatario.

Nella produzione cinematografica, televisiva e documentaristica, il tecnico del suono spesso si propone o con contratti a progetto o munito di partita Iva.

 

 

Tutti i contenuti editoriali contenuti e pubblicati sul sito wecanjob.it sono stati registrati e sono protetti dalle leggi in materia di proprietà industriale e/o intellettuale. Leggi ancora...

Quali sono i dati sull'occupazione dei Tecnici del suono?

Secondo i dati Excelsior Unioncamere sulla tendenza nelle assunzioni dei Tecnici del suono, per il 2018 si sono registrate 8580 assunzioni, di cui 7250 dipendenti. Il 24% dei datori di lavoro lamenta una difficoltà di reperimento di candidati sia per la mancanza dei candidati stessi, che può riassumersi in una percentuale del 55,9% sia per una preparazione inadeguata di chi si propone in questo settore, pari al 39,7% dei casi. 

Quali sono i requisiti richiesti per diventare Tecnici del suono?

Nel 2018 vi sono state 8580 assunzioni, il 67% di questi sembra configurarsi in contratti a tempo determinato e solo il 6% a tempo indeterminato. Il 19% dei candidati appartiene alla fascia di età tra i 18 ed i 35 anni. Vediamo quali sono i requisiti richiesti dalla professione.

Esperienza:Solo l'1% dei datori di lavoro non richiede ai propri candidati l'aver maturato esperienze lavorative precedenti. Il 54,4% dei datori di lavoro ritiene importante aver avuto esperienza professionale nello stesso settore. Questo dato si accompagna con quello legato ai requisiti sulla formazione, dall'istruzione all'aggiornamento professionale che vediamo di seguito. 

Formazione: il 45% dei datori di lavoro richiede il diploma secondario insieme a un'adeguata formazione professionale specifica.

Competenze: per questa professione sono fondamentali, oltre alle competenze tecniche, anche quelle trasversali, problem solving, flessibilità ed adattamento alle richieste dei clienti (rispettivamente 63% e 69%).

È una professione soggetta a mobilità e flessibilità. Ad eccezione dei tecnici delle luci assunti dalle grandi aziende televisive, gli altri possono considerarsi freelance. Il periodo con più opportunità di lavoro va da ottobre fino a maggio per gli spettacoli teatrali, mentre la stagione invernale è proficua per sfilate di moda, concerti e festival.

La retribuzione media per un tecnico del suono tra i 30-40 anni, con 6-9 anni di esperienza specifica assunto con contratto a tempo determinato, oscilla tra un valore minimo di 33.800 € e un valore massimo di 78.000 € annui lordi (con extra).

Tutti i contenuti editoriali contenuti e pubblicati sul sito wecanjob.it sono stati registrati e sono protetti dalle leggi in materia di proprietà industriale e/o intellettuale. Leggi ancora...
Tutti i contenuti editoriali contenuti e pubblicati sul sito wecanjob.it sono stati registrati e sono protetti dalle leggi in materia di proprietà industriale e/o intellettuale. Leggi ancora...
Le altre professioni
Tecnico del suono
Descrizione

Chi è e di cosa si occupa il Tecnico del suono?

Il Tecnico del suono garantisce il funzionamento e la qualità degli effetti sonori in manifestazioni ricreative di vario genere come quelle teatrali, radio-televisive, cinematografiche, sportive, nonché negli studi di registrazione.

Può essere specializzato nella composizione e nel mixaggio di musiche ed effetti sonori utilizzati nei prodotti multimediali (sound editor). Il suo intervento incide sulla qualità della registrazione o sulla riproduzione dal vivo. Ai livelli professionali più elevati il tecnico del suono si specializza in un settore determinato come ad esempio la messa a punto di impianti di diffusione e il coordinamento delle squadre di tecnici che operano sul palco nei concerti di massa.

Utilizza solitamente computer e programmi per la produzione, registrazione e riproduzione del suono, microfoni, amplificatori, equalizzatori, diffusori e apparecchiature da studio d’incisione. In ambito radiofonico è sempre più frequente il coinvolgimento nelle attività legate al podcasting, nella cura degli aspetti tecnici di caricamento e aggiornamento dei file audio e video.

Nel caso di riproduzioni musicali dal vivo, le attività più frequenti possono riguardare:

  • il trasporto e il montaggio delle apparecchiature per la riproduzione del suono (microfoni, amplificatori, equalizzatori, diffusori)
  • la collocazione dei microfoni e degli altoparlanti e la prova dell’impianto in modo da ottenere la migliore acustica, tenendo conto delle caratteristiche del luogo e delle fonti sonore
  • il controllo e l’intervento sull’impianto durante lo spettacolo

Gli sbocchi professionali per un tecnico del suono possono riguardare diversi settori, in particolare:

 

  • Televisione
  • Musica
  • Radiofonia
  • Cinema
  • Teatro
Percorso formativo

Qual è il percorso formativo per diventare Tecnico del suono?

La professione del tecnico del suono non richiede un percorso di laurea o l’iscrizione a un albo. Sono necessari una preparazione musicale e la frequenza a Corsi di formazione specifici che possono riguardare le tecniche di registrazione o le caratteristiche dei diversi tipi di microfoni. Può ritenersi utile aver frequentato il Conservatorio. Esistono inoltre delle Scuole Private o Pubbliche che organizzano corsi per tecnici del suono come la SAE di Milano o la Fonderie Sonore di Roma. I Conservatori di musica offrono inoltre corsi di informatica musicale

Occorre mantenere aggiornate le proprie competenze attraverso lo studio di manuali e nuovi strumenti di registrazione e amplificazione.

Per l’approccio a tale professione è richiesto un ottimo udito, sensibilità, orecchio, conoscenza musicale, nonché la capacità di lavorare in autonomia e/o in collaborazione. Completa il quadro la conoscenza degli strumenti informatici.

Generalmente il profilo di ingresso è l’aiuto microfonista, affiancato da professionisti esperti. È comune anche il microfonista, che lavora sul set o sul palco e si occupa dei radiomicrofoni o dell’asta.

Negli ultimi anni in ambito televisivo e cinematografico si sta affermando la figura del sound designer (il regista del suono) che supervisiona il materiale audio dalla fase di ideazione alla fase di post-produzione. Sceglie in collaborazione con il regista la tipologia di suono in base alle emozioni che si intende suscitare nel pubblico destinatario.

Nella produzione cinematografica, televisiva e documentaristica, il tecnico del suono spesso si propone o con contratti a progetto o munito di partita Iva.

 

 

Numeri della professione

Quali sono i dati sull'occupazione dei Tecnici del suono?

Secondo i dati Excelsior Unioncamere sulla tendenza nelle assunzioni dei Tecnici del suono, per il 2018 si sono registrate 8580 assunzioni, di cui 7250 dipendenti. Il 24% dei datori di lavoro lamenta una difficoltà di reperimento di candidati sia per la mancanza dei candidati stessi, che può riassumersi in una percentuale del 55,9% sia per una preparazione inadeguata di chi si propone in questo settore, pari al 39,7% dei casi. 

Quali sono i requisiti richiesti per diventare Tecnici del suono?

Nel 2018 vi sono state 8580 assunzioni, il 67% di questi sembra configurarsi in contratti a tempo determinato e solo il 6% a tempo indeterminato. Il 19% dei candidati appartiene alla fascia di età tra i 18 ed i 35 anni. Vediamo quali sono i requisiti richiesti dalla professione.

Esperienza:Solo l'1% dei datori di lavoro non richiede ai propri candidati l'aver maturato esperienze lavorative precedenti. Il 54,4% dei datori di lavoro ritiene importante aver avuto esperienza professionale nello stesso settore. Questo dato si accompagna con quello legato ai requisiti sulla formazione, dall'istruzione all'aggiornamento professionale che vediamo di seguito. 

Formazione: il 45% dei datori di lavoro richiede il diploma secondario insieme a un'adeguata formazione professionale specifica.

Competenze: per questa professione sono fondamentali, oltre alle competenze tecniche, anche quelle trasversali, problem solving, flessibilità ed adattamento alle richieste dei clienti (rispettivamente 63% e 69%).

È una professione soggetta a mobilità e flessibilità. Ad eccezione dei tecnici delle luci assunti dalle grandi aziende televisive, gli altri possono considerarsi freelance. Il periodo con più opportunità di lavoro va da ottobre fino a maggio per gli spettacoli teatrali, mentre la stagione invernale è proficua per sfilate di moda, concerti e festival.

La retribuzione media per un tecnico del suono tra i 30-40 anni, con 6-9 anni di esperienza specifica assunto con contratto a tempo determinato, oscilla tra un valore minimo di 33.800 € e un valore massimo di 78.000 € annui lordi (con extra).

Tecnico del suono
 
Utility WeCanJob

Chi è e di cosa si occupa il Tecnico del suono?

Il Tecnico del suono garantisce il funzionamento e la qualità degli effetti sonori in manifestazioni ricreative di vario genere come quelle teatrali, radio-televisive, cinematografiche, sportive, nonché negli studi di registrazione.

Può essere specializzato nella composizione e nel mixaggio di musiche ed effetti sonori utilizzati nei prodotti multimediali (sound editor). Il suo intervento incide sulla qualità della registrazione o sulla riproduzione dal vivo. Ai livelli professionali più elevati il tecnico del suono si specializza in un settore determinato come ad esempio la messa a punto di impianti di diffusione e il coordinamento delle squadre di tecnici che operano sul palco nei concerti di massa.

Utilizza solitamente computer e programmi per la produzione, registrazione e riproduzione del suono, microfoni, amplificatori, equalizzatori, diffusori e apparecchiature da studio d’incisione. In ambito radiofonico è sempre più frequente il coinvolgimento nelle attività legate al podcasting, nella cura degli aspetti tecnici di caricamento e aggiornamento dei file audio e video.

Nel caso di riproduzioni musicali dal vivo, le attività più frequenti possono riguardare:

  • il trasporto e il montaggio delle apparecchiature per la riproduzione del suono (microfoni, amplificatori, equalizzatori, diffusori)
  • la collocazione dei microfoni e degli altoparlanti e la prova dell’impianto in modo da ottenere la migliore acustica, tenendo conto delle caratteristiche del luogo e delle fonti sonore
  • il controllo e l’intervento sull’impianto durante lo spettacolo

Gli sbocchi professionali per un tecnico del suono possono riguardare diversi settori, in particolare:

 

  • Televisione
  • Musica
  • Radiofonia
  • Cinema
  • Teatro
Tutti i contenuti editoriali contenuti e pubblicati sul sito wecanjob.it sono stati registrati e sono protetti dalle leggi in materia di proprietà industriale e/o intellettuale. Leggi ancora...
Discutiamone insieme...
discutiamo di
lavoro
Chi è il Geometra e cosa fa
Il settore dell’edilizia e delle costruzioni è un ambito vasto in cui operano tantissime figure professionali ....
0 commenti
discutiamo di
formazione
Orientamento, parola d'ordine per docenti, studenti e famiglie. A novembre il Salone Orientamenti 2020 per un futuro formativo e professionale migliore
Il quadro di incertezza che caratterizza queste prime fasi autunnali a seguito della recrudescenza del Coronavirus sta purtroppo ....
0 commenti
Potrebbe interessarti
21
ott
2020
Consorzio Desio Brianza: avvisi per incarichi a Psicologi, Educatori e Pedagogisti
Presso il Consorzio Desio Brianza, Azienda Speciale Consortile, sono stati recentemente emanati 2 avvisi pubblici finalizzati ....
21
ott
2020
Opportunità nel settore energetico: offerte di lavoro in Terna
Il gruppo Terna è leader nel settore dell'energia: fin dal 1999 si occupa della rete di trasmissione nazionale ....
18
ott
2020
50 Borse da 3.000 euro per studiare discipline STEM a Torino
L'Unione Industriale di Torino, grazie al supporto dell'Associazione per il Finanziamento degli Studi in Amministrazione ....
Tutti i contenuti editoriali contenuti e pubblicati sul sito wecanjob.it sono stati registrati e sono protetti dalle leggi in materia di proprietà industriale e/o intellettuale. Leggi ancora...
- Inizio della pagina -
NEWSLETTER
TROVACI SU
2015 WeCanJob S.r.L., Via Torelli n. 22, CAP 71100 – FG, Partita IVA 04016220719
Qualunque utilizzo è vietato se non autorizzato
0
Il progetto WeCanJob.it è sviluppato con il CMS ISWEB® di Internet Soluzioni Srl www.internetsoluzioni.it