Home wecanjob.it
Orientamento formazione e lavoro: il portale itali

Le professioni: Disegnatore di moda

in Cultura e Spettacolo

Chi è e di cosa si occupa il Disegnatore di moda?

Il Disegnatore di moda, comunemente definito anche stilista, si occupa dell'ideazione e progettazione dei capi di abbigliamento e indirizzo dello stile delle collezioni.

È artista e tecnico della moda allo stesso tempo. Grazie a queste sue caratteristiche è in grado di proporsi in più settori e di supervisionare gli svariati passaggi della filiera.

Può essere specializzato nel disegno di:

  • Tessuti
  • Abiti
  • Lingerie
  • Calzature
  • Accessori di abbigliamento (ad esempio borse, gioielli, cravatte, foulard)

Una volta conclusa la parte creativa, il disegnatore di moda può anche scegliere in prima persona i prototipi da includere nelle collezioni (o collaborare alla scelta se inserito in azienda) individua la strategia di lancio della linea e interviene in eventuali manifestazioni (sfilate, presentazioni, ecc.).

Esercita come libero professionista, collaboratore o dipendente di aziende del settore. Può essere egli stesso il creatore di una griffe, collaborare con aziende, studi o uffici specializzati nella cultura dell’abbigliamento. È inoltre richiesto da produzioni teatrali, televisive e cinematografiche per progettare i costumi di scena.

Le attività del disegnatore di moda riguardano:

  • l’analisi delle tendenze del mercato, in collaborazione con altri stilisti, Cool hunter o cacciatori di tendenze, esperti di moda, fashion manager, società specializzate, responsabili delle vendite e clienti
  • creazione di prototipi dei vari modelli a mano o al computer,  per poi operare una prima scelta di colori e di materiali produttivi
  • costruzione della scheda tecnica del capo e cura dei dettagli
  • collaborazione con modellisti e altre figure professionali nella realizzazione del campionario, verificando la rispondenza del prodotto finale all’idea originaria.
  • preparazione del modello attraverso le diverse fasi del ciclo produttivo che partendo dall'ideazione, passa attraverso il figurino e arriva al prodotto finito

Per lo svolgimento del suo lavoro è solito utilizzare strumenti informatici avanzati e attrezzature da disegno.

Infine, deve essere in grado di rispettare le scadenze del campionario e tener conto degli standard di qualità e prezzo imposti dall'azienda in cui lavora.

Tutti i contenuti editoriali contenuti e pubblicati sul sito wecanjob.it sono stati registrati e sono protetti dalle leggi in materia di proprietà industriale e/o intellettuale. Leggi ancora...

Qual è il percorso formativo per diventare Disegnatore di moda?

Per diventare disegnatore di moda ci vogliono innanzitutto talento e creatività. Non è previsto un percorso formativo specifico. È sufficiente avere una formazione di stampo umanistico (incentrata sulla comunicazione e l’organizzazione di eventi nel settore) o tecnico-artistico. In seguito ci si può specializzare seguendo Corsi di formazione professionale o Master. Sempre più tuttavia viene richiesto un elevato livello di cultura generale e la conoscenza di almeno una lingua straniera. Esistono diversi percorsi utili per intraprendere la carriera, tra i più consigliati:

  • Accademia di moda: la maggior parte dei programmi dura tre o quattro anni. In Italia sono diverse le scuole rinomate, tra cui l’Istituto Marangoni, Polimoda Istituto internazionale fashion, design e marketing di Firenze e lo IED-Istituto Europeo di Design
  • Esperienze in Scuole straniere: tra le più popolari si segnalano la FIDM e la Parsons negli USA. Tra gli insegnamenti spiccano: disegno, teoria dei colori, composizione artistica, creazione di cartamodelli e tecniche specifiche come il draping, per modellare un abito in 3D
  • Stage o tirocini per avviare un’esperienza pratica nel settore della moda. La collaborazione con esperti del campo offrirà la possibilità di assorbire in prima persona competenze specifiche

Le specializzazioni possono articolarsi in diversi indirizzi di studio: dalla maglieria, alle calzature/pelletterie al prêt-à-porter. Data la natura artigianale e artistica della professione, può essere utile seguire una Scuola di moda, non solo per apprendere competenze pratiche, ma anche per lavorare con professionisti del settore che potrebbero garantire contatti importanti in futuro.

È necessario uno spiccato senso artistico, capacità di analisi, di organizzazione e pianificazione, spirito di iniziativa, attenzione al dettaglio. Completano il profilo un forte intuito e la capacità di lavorare in team.

Essere un disegnatore di moda affermato non richiede solo talento e creatività. È importante maturare una solida conoscenza del mondo degli affari e del marketing applicati alla moda. Occorre regolarmente aggiornarsi sulle tendenze leggendo riviste specializzate. La continua innovazione tecnico-scientifica dei tessuti e dei materiali impiegati nel settore impone al professionista un’ampia e aggiornata conoscenza nel campo.

Tutti i contenuti editoriali contenuti e pubblicati sul sito wecanjob.it sono stati registrati e sono protetti dalle leggi in materia di proprietà industriale e/o intellettuale. Leggi ancora...

Quali sono i dati sull'occupazione dei Disegnatori di moda?

Il Disegnatore di moda appartiene alla macro categoria professionale dei “Pittori, scultori, disegnatori e restauratori di beni culturali”. 

Il settore della moda in Italia, oltre a una grande e lontana tradizione, ricopre un ruolo di rilevante importanza per il sistema produttivo. Nel corso degli ultimi anni ha assorbito tra il 19 e il 20% dell’occupazione manifatturiera e ha prodotto l’11% del valore aggiunto dell’industria.

Secondo i dati Excelsior Unioncamere, per il 2019 si prevedono 2.540 assunzioni. Il 48% di questi sembra configurarsi in contratti a tempo determinato e  il 50% a tempo indeterminato. Il 35% dei candidati appartiene alla fascia di età tra i 18 ed i 35 anni. 

Quali sono i requisiti richiesti per diventare Disegnatori di moda?

Vediamo quali sono i requisiti richiesti dalla professione.

  • Esperienza: il 49% dei datori di lavoro richiede ai propri candidati l'aver maturato esperienze lavorative precedenti,  il 39,6% dei datori di lavoro ritiene importante aver avuto esperienza professionale nello stesso settore.
  • Formazione: il 37,4% dei datori di lavoro richiede il un titolo universitario, mentre il 62,6% il diploma secondario, e un'adeguata formazione professionale specifica (71%). 
  • Competenze: per questa professione sono fondamentali le competenze trasversali di flessibilità ed adattamento (86%), capacità di lavorare in gruppo (74%) e problem solving (73%).

La retribuzione media per un disegnatore di moda con 5-7 anni di esperienza, inserito in azienda, si aggira tra i 24.000 e i 30.000 € lordi l’anno (12 mensilità).

Tutti i contenuti editoriali contenuti e pubblicati sul sito wecanjob.it sono stati registrati e sono protetti dalle leggi in materia di proprietà industriale e/o intellettuale. Leggi ancora...
Tutti i contenuti editoriali contenuti e pubblicati sul sito wecanjob.it sono stati registrati e sono protetti dalle leggi in materia di proprietà industriale e/o intellettuale. Leggi ancora...
Le altre professioni
Disegnatore di moda
Descrizione

Chi è e di cosa si occupa il Disegnatore di moda?

Il Disegnatore di moda, comunemente definito anche stilista, si occupa dell'ideazione e progettazione dei capi di abbigliamento e indirizzo dello stile delle collezioni.

È artista e tecnico della moda allo stesso tempo. Grazie a queste sue caratteristiche è in grado di proporsi in più settori e di supervisionare gli svariati passaggi della filiera.

Può essere specializzato nel disegno di:

  • Tessuti
  • Abiti
  • Lingerie
  • Calzature
  • Accessori di abbigliamento (ad esempio borse, gioielli, cravatte, foulard)

Una volta conclusa la parte creativa, il disegnatore di moda può anche scegliere in prima persona i prototipi da includere nelle collezioni (o collaborare alla scelta se inserito in azienda) individua la strategia di lancio della linea e interviene in eventuali manifestazioni (sfilate, presentazioni, ecc.).

Esercita come libero professionista, collaboratore o dipendente di aziende del settore. Può essere egli stesso il creatore di una griffe, collaborare con aziende, studi o uffici specializzati nella cultura dell’abbigliamento. È inoltre richiesto da produzioni teatrali, televisive e cinematografiche per progettare i costumi di scena.

Le attività del disegnatore di moda riguardano:

  • l’analisi delle tendenze del mercato, in collaborazione con altri stilisti, Cool hunter o cacciatori di tendenze, esperti di moda, fashion manager, società specializzate, responsabili delle vendite e clienti
  • creazione di prototipi dei vari modelli a mano o al computer,  per poi operare una prima scelta di colori e di materiali produttivi
  • costruzione della scheda tecnica del capo e cura dei dettagli
  • collaborazione con modellisti e altre figure professionali nella realizzazione del campionario, verificando la rispondenza del prodotto finale all’idea originaria.
  • preparazione del modello attraverso le diverse fasi del ciclo produttivo che partendo dall'ideazione, passa attraverso il figurino e arriva al prodotto finito

Per lo svolgimento del suo lavoro è solito utilizzare strumenti informatici avanzati e attrezzature da disegno.

Infine, deve essere in grado di rispettare le scadenze del campionario e tener conto degli standard di qualità e prezzo imposti dall'azienda in cui lavora.

Percorso formativo

Qual è il percorso formativo per diventare Disegnatore di moda?

Per diventare disegnatore di moda ci vogliono innanzitutto talento e creatività. Non è previsto un percorso formativo specifico. È sufficiente avere una formazione di stampo umanistico (incentrata sulla comunicazione e l’organizzazione di eventi nel settore) o tecnico-artistico. In seguito ci si può specializzare seguendo Corsi di formazione professionale o Master. Sempre più tuttavia viene richiesto un elevato livello di cultura generale e la conoscenza di almeno una lingua straniera. Esistono diversi percorsi utili per intraprendere la carriera, tra i più consigliati:

  • Accademia di moda: la maggior parte dei programmi dura tre o quattro anni. In Italia sono diverse le scuole rinomate, tra cui l’Istituto Marangoni, Polimoda Istituto internazionale fashion, design e marketing di Firenze e lo IED-Istituto Europeo di Design
  • Esperienze in Scuole straniere: tra le più popolari si segnalano la FIDM e la Parsons negli USA. Tra gli insegnamenti spiccano: disegno, teoria dei colori, composizione artistica, creazione di cartamodelli e tecniche specifiche come il draping, per modellare un abito in 3D
  • Stage o tirocini per avviare un’esperienza pratica nel settore della moda. La collaborazione con esperti del campo offrirà la possibilità di assorbire in prima persona competenze specifiche

Le specializzazioni possono articolarsi in diversi indirizzi di studio: dalla maglieria, alle calzature/pelletterie al prêt-à-porter. Data la natura artigianale e artistica della professione, può essere utile seguire una Scuola di moda, non solo per apprendere competenze pratiche, ma anche per lavorare con professionisti del settore che potrebbero garantire contatti importanti in futuro.

È necessario uno spiccato senso artistico, capacità di analisi, di organizzazione e pianificazione, spirito di iniziativa, attenzione al dettaglio. Completano il profilo un forte intuito e la capacità di lavorare in team.

Essere un disegnatore di moda affermato non richiede solo talento e creatività. È importante maturare una solida conoscenza del mondo degli affari e del marketing applicati alla moda. Occorre regolarmente aggiornarsi sulle tendenze leggendo riviste specializzate. La continua innovazione tecnico-scientifica dei tessuti e dei materiali impiegati nel settore impone al professionista un’ampia e aggiornata conoscenza nel campo.

Numeri della professione

Quali sono i dati sull'occupazione dei Disegnatori di moda?

Il Disegnatore di moda appartiene alla macro categoria professionale dei “Pittori, scultori, disegnatori e restauratori di beni culturali”. 

Il settore della moda in Italia, oltre a una grande e lontana tradizione, ricopre un ruolo di rilevante importanza per il sistema produttivo. Nel corso degli ultimi anni ha assorbito tra il 19 e il 20% dell’occupazione manifatturiera e ha prodotto l’11% del valore aggiunto dell’industria.

Secondo i dati Excelsior Unioncamere, per il 2019 si prevedono 2.540 assunzioni. Il 48% di questi sembra configurarsi in contratti a tempo determinato e  il 50% a tempo indeterminato. Il 35% dei candidati appartiene alla fascia di età tra i 18 ed i 35 anni. 

Quali sono i requisiti richiesti per diventare Disegnatori di moda?

Vediamo quali sono i requisiti richiesti dalla professione.

  • Esperienza: il 49% dei datori di lavoro richiede ai propri candidati l'aver maturato esperienze lavorative precedenti,  il 39,6% dei datori di lavoro ritiene importante aver avuto esperienza professionale nello stesso settore.
  • Formazione: il 37,4% dei datori di lavoro richiede il un titolo universitario, mentre il 62,6% il diploma secondario, e un'adeguata formazione professionale specifica (71%). 
  • Competenze: per questa professione sono fondamentali le competenze trasversali di flessibilità ed adattamento (86%), capacità di lavorare in gruppo (74%) e problem solving (73%).

La retribuzione media per un disegnatore di moda con 5-7 anni di esperienza, inserito in azienda, si aggira tra i 24.000 e i 30.000 € lordi l’anno (12 mensilità).

Disegnatore di moda
 
Utility WeCanJob

Chi è e di cosa si occupa il Disegnatore di moda?

Il Disegnatore di moda, comunemente definito anche stilista, si occupa dell'ideazione e progettazione dei capi di abbigliamento e indirizzo dello stile delle collezioni.

È artista e tecnico della moda allo stesso tempo. Grazie a queste sue caratteristiche è in grado di proporsi in più settori e di supervisionare gli svariati passaggi della filiera.

Può essere specializzato nel disegno di:

  • Tessuti
  • Abiti
  • Lingerie
  • Calzature
  • Accessori di abbigliamento (ad esempio borse, gioielli, cravatte, foulard)

Una volta conclusa la parte creativa, il disegnatore di moda può anche scegliere in prima persona i prototipi da includere nelle collezioni (o collaborare alla scelta se inserito in azienda) individua la strategia di lancio della linea e interviene in eventuali manifestazioni (sfilate, presentazioni, ecc.).

Esercita come libero professionista, collaboratore o dipendente di aziende del settore. Può essere egli stesso il creatore di una griffe, collaborare con aziende, studi o uffici specializzati nella cultura dell’abbigliamento. È inoltre richiesto da produzioni teatrali, televisive e cinematografiche per progettare i costumi di scena.

Le attività del disegnatore di moda riguardano:

  • l’analisi delle tendenze del mercato, in collaborazione con altri stilisti, Cool hunter o cacciatori di tendenze, esperti di moda, fashion manager, società specializzate, responsabili delle vendite e clienti
  • creazione di prototipi dei vari modelli a mano o al computer,  per poi operare una prima scelta di colori e di materiali produttivi
  • costruzione della scheda tecnica del capo e cura dei dettagli
  • collaborazione con modellisti e altre figure professionali nella realizzazione del campionario, verificando la rispondenza del prodotto finale all’idea originaria.
  • preparazione del modello attraverso le diverse fasi del ciclo produttivo che partendo dall'ideazione, passa attraverso il figurino e arriva al prodotto finito

Per lo svolgimento del suo lavoro è solito utilizzare strumenti informatici avanzati e attrezzature da disegno.

Infine, deve essere in grado di rispettare le scadenze del campionario e tener conto degli standard di qualità e prezzo imposti dall'azienda in cui lavora.

Tutti i contenuti editoriali contenuti e pubblicati sul sito wecanjob.it sono stati registrati e sono protetti dalle leggi in materia di proprietà industriale e/o intellettuale. Leggi ancora...
Discutiamone insieme...
discutiamo di
lavoro
Come diventare Scrittore
Oggi parliamo di una delle tematiche che affascinano e incuriosiscono da sempre tutti gli appassionati di letteratura: come ....
0 commenti
discutiamo di
formazione
L'economia del Design in Italia: è ancora crescita
Il Design si conferma come un asse portante per la nostra economia nonché come un’interessante canale di ingresso ....
0 commenti
Potrebbe interessarti
30
nov
2020
Altre 100 borse di studio per partecipare al Master in Global Marketing, Comunicazione e Made in Italy
La Fondazione Italia Usa ha rinnovato il bando per le borse di studio speciali destinate agli studenti del Master online ....
29
nov
2020
IED: 40 Borse di studio per diplomati
Nuovo bando per Borse di studio pubblicato dallo IED - Istituto Italiano di Design con l'Accademia di Belle Arti "Aldo ....
27
nov
2020
Bricoman cerca diplomati da assumere per nuove aperture
Nuove opportunità di impiego nel settore commerciale: Bricoman, la famosa catena di store dedicati agli attrezzi da lavoro ....
Tutti i contenuti editoriali contenuti e pubblicati sul sito wecanjob.it sono stati registrati e sono protetti dalle leggi in materia di proprietà industriale e/o intellettuale. Leggi ancora...
- Inizio della pagina -
NEWSLETTER
TROVACI SU
2015 WeCanJob S.r.L., Via Torelli n. 22, CAP 71100 – FG, Partita IVA 04016220719
Qualunque utilizzo è vietato se non autorizzato
0
Il progetto WeCanJob.it è sviluppato con il CMS ISWEB® di Internet Soluzioni Srl www.internetsoluzioni.it