Home wecanjob.it
Logo WeCanJob

Le professioni: Disegnatore di moda

in Cultura e Spettacolo

Chi è e di cosa si occupa il Disegnatore di moda?

Il Disegnatore di moda, comunemente definito anche stilista, si occupa dell'ideazione e progettazione dei capi di abbigliamento e indirizzo dello stile delle collezioni.

È artista e tecnico della moda allo stesso tempo. Grazie a queste sue caratteristiche è in grado di proporsi in più settori e di supervisionare gli svariati passaggi della filiera.

Può essere specializzato nel disegno di:

  • Tessuti
  • Abiti
  • Lingerie
  • Calzature
  • Accessori di abbigliamento (ad esempio borse, gioielli, cravatte, foulard)

Una volta conclusa la parte creativa, il disegnatore di moda può anche scegliere in prima persona i prototipi da includere nelle collezioni (o collaborare alla scelta se inserito in azienda) individua la strategia di lancio della linea e interviene in eventuali manifestazioni (sfilate, presentazioni, ecc.).

Esercita come libero professionista, collaboratore o dipendente di aziende del settore. Può essere egli stesso il creatore di una griffe, collaborare con aziende, studi o uffici specializzati nella cultura dell’abbigliamento. È inoltre richiesto da produzioni teatrali, televisive e cinematografiche per progettare i costumi di scena.

Le attività del disegnatore di moda riguardano:

  • l’analisi delle tendenze del mercato, in collaborazione con altri stilisti, Cool hunter o cacciatori di tendenze, esperti di moda, fashion manager, società specializzate, responsabili delle vendite e clienti
  • creazione di prototipi dei vari modelli a mano o al computer,  per poi operare una prima scelta di colori e di materiali produttivi
  • costruzione della scheda tecnica del capo e cura dei dettagli
  • collaborazione con modellisti e altre figure professionali nella realizzazione del campionario, verificando la rispondenza del prodotto finale all’idea originaria.
  • preparazione del modello attraverso le diverse fasi del ciclo produttivo che partendo dall'ideazione, passa attraverso il figurino e arriva al prodotto finito

Per lo svolgimento del suo lavoro è solito utilizzare strumenti informatici avanzati e attrezzature da disegno.

Infine, deve essere in grado di rispettare le scadenze del campionario e tener conto degli standard di qualità e prezzo imposti dall'azienda in cui lavora.

Tutti i contenuti editoriali contenuti e pubblicati sul sito wecanjob.it sono stati registrati e sono protetti dalle leggi in materia di proprietà industriale e/o intellettuale. Leggi ancora...

Qual è il percorso formativo per diventare Disegnatore di moda?

Per diventare disegnatore di moda ci vogliono innanzitutto talento e creatività. Non è previsto un percorso formativo specifico. È sufficiente avere una formazione di stampo umanistico (incentrata sulla comunicazione e l’organizzazione di eventi nel settore) o tecnico-artistico. In seguito ci si può specializzare seguendo Corsi di formazione professionale o Master. Sempre più tuttavia viene richiesto un elevato livello di cultura generale e la conoscenza di almeno una lingua straniera. Esistono diversi percorsi utili per intraprendere la carriera, tra i più consigliati:

  • Accademia di moda: la maggior parte dei programmi dura tre o quattro anni. In Italia sono diverse le scuole rinomate, tra cui l’Istituto Marangoni, Polimoda Istituto internazionale fashion, design e marketing di Firenze e lo IED-Istituto Europeo di Design
  • Esperienze in Scuole straniere: tra le più popolari si segnalano la FIDM e la Parsons negli USA. Tra gli insegnamenti spiccano: disegno, teoria dei colori, composizione artistica, creazione di cartamodelli e tecniche specifiche come il draping, per modellare un abito in 3D
  • Stage o tirocini per avviare un’esperienza pratica nel settore della moda. La collaborazione con esperti del campo offrirà la possibilità di assorbire in prima persona competenze specifiche

Le specializzazioni possono articolarsi in diversi indirizzi di studio: dalla maglieria, alle calzature/pelletterie al prêt-à-porter. Data la natura artigianale e artistica della professione, può essere utile seguire una Scuola di moda, non solo per apprendere competenze pratiche, ma anche per lavorare con professionisti del settore che potrebbero garantire contatti importanti in futuro.

È necessario uno spiccato senso artistico, capacità di analisi, di organizzazione e pianificazione, spirito di iniziativa, attenzione al dettaglio. Completano il profilo un forte intuito e la capacità di lavorare in team.

Essere un disegnatore di moda affermato non richiede solo talento e creatività. È importante maturare una solida conoscenza del mondo degli affari e del marketing applicati alla moda. Occorre regolarmente aggiornarsi sulle tendenze leggendo riviste specializzate. La continua innovazione tecnico-scientifica dei tessuti e dei materiali impiegati nel settore impone al professionista un’ampia e aggiornata conoscenza nel campo.

Tutti i contenuti editoriali contenuti e pubblicati sul sito wecanjob.it sono stati registrati e sono protetti dalle leggi in materia di proprietà industriale e/o intellettuale. Leggi ancora...

Quali sono i dati sull'occupazione dei Disegnatori di moda?

Il settore della moda in Italia, oltre a una grande e lontana tradizione, ricopre un ruolo di rilevante importanza per il sistema produttivo. Nel corso degli ultimi anni ha assorbito tra il 19 e il 20% dell’occupazione manifatturiera e ha prodotto l’11% del valore aggiunto dell’industria.

Il disegnatore di moda appartiene alla macrocategoria professionale dei “Pittori, scultori, disegnatori e restauratori di beni culturali” per la quale l'andamento nel triennio 2013-2015 è in crescita. Si è passati infatti dal 1,11‰ del 2013 al 1,15‰ del 2014. Per il 2015 si prevede un'ulteriore crescita al 1,36‰ e l’inserimento di 550 unità.

Tendenza della domanda nel triennio 2013-2015

Disegnatore di moda-1

Fonte: Excelsior Unioncamere

La retribuzione media per un disegnatore di moda con 5-7 anni di esperienza, inserito in azienda, si aggira tra i 24.000 e i 30.000 € lordi l’anno (12 mensilità).

Tutti i contenuti editoriali contenuti e pubblicati sul sito wecanjob.it sono stati registrati e sono protetti dalle leggi in materia di proprietà industriale e/o intellettuale. Leggi ancora...
Tutti i contenuti editoriali contenuti e pubblicati sul sito wecanjob.it sono stati registrati e sono protetti dalle leggi in materia di proprietà industriale e/o intellettuale. Leggi ancora...
Le altre professioni
Disegnatore di moda
Descrizione

Chi è e di cosa si occupa il Disegnatore di moda?

Il Disegnatore di moda, comunemente definito anche stilista, si occupa dell'ideazione e progettazione dei capi di abbigliamento e indirizzo dello stile delle collezioni.

È artista e tecnico della moda allo stesso tempo. Grazie a queste sue caratteristiche è in grado di proporsi in più settori e di supervisionare gli svariati passaggi della filiera.

Può essere specializzato nel disegno di:

  • Tessuti
  • Abiti
  • Lingerie
  • Calzature
  • Accessori di abbigliamento (ad esempio borse, gioielli, cravatte, foulard)

Una volta conclusa la parte creativa, il disegnatore di moda può anche scegliere in prima persona i prototipi da includere nelle collezioni (o collaborare alla scelta se inserito in azienda) individua la strategia di lancio della linea e interviene in eventuali manifestazioni (sfilate, presentazioni, ecc.).

Esercita come libero professionista, collaboratore o dipendente di aziende del settore. Può essere egli stesso il creatore di una griffe, collaborare con aziende, studi o uffici specializzati nella cultura dell’abbigliamento. È inoltre richiesto da produzioni teatrali, televisive e cinematografiche per progettare i costumi di scena.

Le attività del disegnatore di moda riguardano:

  • l’analisi delle tendenze del mercato, in collaborazione con altri stilisti, Cool hunter o cacciatori di tendenze, esperti di moda, fashion manager, società specializzate, responsabili delle vendite e clienti
  • creazione di prototipi dei vari modelli a mano o al computer,  per poi operare una prima scelta di colori e di materiali produttivi
  • costruzione della scheda tecnica del capo e cura dei dettagli
  • collaborazione con modellisti e altre figure professionali nella realizzazione del campionario, verificando la rispondenza del prodotto finale all’idea originaria.
  • preparazione del modello attraverso le diverse fasi del ciclo produttivo che partendo dall'ideazione, passa attraverso il figurino e arriva al prodotto finito

Per lo svolgimento del suo lavoro è solito utilizzare strumenti informatici avanzati e attrezzature da disegno.

Infine, deve essere in grado di rispettare le scadenze del campionario e tener conto degli standard di qualità e prezzo imposti dall'azienda in cui lavora.

Percorso formativo

Qual è il percorso formativo per diventare Disegnatore di moda?

Per diventare disegnatore di moda ci vogliono innanzitutto talento e creatività. Non è previsto un percorso formativo specifico. È sufficiente avere una formazione di stampo umanistico (incentrata sulla comunicazione e l’organizzazione di eventi nel settore) o tecnico-artistico. In seguito ci si può specializzare seguendo Corsi di formazione professionale o Master. Sempre più tuttavia viene richiesto un elevato livello di cultura generale e la conoscenza di almeno una lingua straniera. Esistono diversi percorsi utili per intraprendere la carriera, tra i più consigliati:

  • Accademia di moda: la maggior parte dei programmi dura tre o quattro anni. In Italia sono diverse le scuole rinomate, tra cui l’Istituto Marangoni, Polimoda Istituto internazionale fashion, design e marketing di Firenze e lo IED-Istituto Europeo di Design
  • Esperienze in Scuole straniere: tra le più popolari si segnalano la FIDM e la Parsons negli USA. Tra gli insegnamenti spiccano: disegno, teoria dei colori, composizione artistica, creazione di cartamodelli e tecniche specifiche come il draping, per modellare un abito in 3D
  • Stage o tirocini per avviare un’esperienza pratica nel settore della moda. La collaborazione con esperti del campo offrirà la possibilità di assorbire in prima persona competenze specifiche

Le specializzazioni possono articolarsi in diversi indirizzi di studio: dalla maglieria, alle calzature/pelletterie al prêt-à-porter. Data la natura artigianale e artistica della professione, può essere utile seguire una Scuola di moda, non solo per apprendere competenze pratiche, ma anche per lavorare con professionisti del settore che potrebbero garantire contatti importanti in futuro.

È necessario uno spiccato senso artistico, capacità di analisi, di organizzazione e pianificazione, spirito di iniziativa, attenzione al dettaglio. Completano il profilo un forte intuito e la capacità di lavorare in team.

Essere un disegnatore di moda affermato non richiede solo talento e creatività. È importante maturare una solida conoscenza del mondo degli affari e del marketing applicati alla moda. Occorre regolarmente aggiornarsi sulle tendenze leggendo riviste specializzate. La continua innovazione tecnico-scientifica dei tessuti e dei materiali impiegati nel settore impone al professionista un’ampia e aggiornata conoscenza nel campo.

Numeri della professione

Quali sono i dati sull'occupazione dei Disegnatori di moda?

Il settore della moda in Italia, oltre a una grande e lontana tradizione, ricopre un ruolo di rilevante importanza per il sistema produttivo. Nel corso degli ultimi anni ha assorbito tra il 19 e il 20% dell’occupazione manifatturiera e ha prodotto l’11% del valore aggiunto dell’industria.

Il disegnatore di moda appartiene alla macrocategoria professionale dei “Pittori, scultori, disegnatori e restauratori di beni culturali” per la quale l'andamento nel triennio 2013-2015 è in crescita. Si è passati infatti dal 1,11‰ del 2013 al 1,15‰ del 2014. Per il 2015 si prevede un'ulteriore crescita al 1,36‰ e l’inserimento di 550 unità.

Tendenza della domanda nel triennio 2013-2015

Disegnatore di moda-1

Fonte: Excelsior Unioncamere

La retribuzione media per un disegnatore di moda con 5-7 anni di esperienza, inserito in azienda, si aggira tra i 24.000 e i 30.000 € lordi l’anno (12 mensilità).

Disegnatore di moda
 
Utility WeCanJob

Chi è e di cosa si occupa il Disegnatore di moda?

Il Disegnatore di moda, comunemente definito anche stilista, si occupa dell'ideazione e progettazione dei capi di abbigliamento e indirizzo dello stile delle collezioni.

È artista e tecnico della moda allo stesso tempo. Grazie a queste sue caratteristiche è in grado di proporsi in più settori e di supervisionare gli svariati passaggi della filiera.

Può essere specializzato nel disegno di:

  • Tessuti
  • Abiti
  • Lingerie
  • Calzature
  • Accessori di abbigliamento (ad esempio borse, gioielli, cravatte, foulard)

Una volta conclusa la parte creativa, il disegnatore di moda può anche scegliere in prima persona i prototipi da includere nelle collezioni (o collaborare alla scelta se inserito in azienda) individua la strategia di lancio della linea e interviene in eventuali manifestazioni (sfilate, presentazioni, ecc.).

Esercita come libero professionista, collaboratore o dipendente di aziende del settore. Può essere egli stesso il creatore di una griffe, collaborare con aziende, studi o uffici specializzati nella cultura dell’abbigliamento. È inoltre richiesto da produzioni teatrali, televisive e cinematografiche per progettare i costumi di scena.

Le attività del disegnatore di moda riguardano:

  • l’analisi delle tendenze del mercato, in collaborazione con altri stilisti, Cool hunter o cacciatori di tendenze, esperti di moda, fashion manager, società specializzate, responsabili delle vendite e clienti
  • creazione di prototipi dei vari modelli a mano o al computer,  per poi operare una prima scelta di colori e di materiali produttivi
  • costruzione della scheda tecnica del capo e cura dei dettagli
  • collaborazione con modellisti e altre figure professionali nella realizzazione del campionario, verificando la rispondenza del prodotto finale all’idea originaria.
  • preparazione del modello attraverso le diverse fasi del ciclo produttivo che partendo dall'ideazione, passa attraverso il figurino e arriva al prodotto finito

Per lo svolgimento del suo lavoro è solito utilizzare strumenti informatici avanzati e attrezzature da disegno.

Infine, deve essere in grado di rispettare le scadenze del campionario e tener conto degli standard di qualità e prezzo imposti dall'azienda in cui lavora.

Tutti i contenuti editoriali contenuti e pubblicati sul sito wecanjob.it sono stati registrati e sono protetti dalle leggi in materia di proprietà industriale e/o intellettuale. Leggi ancora...
Discutiamone insieme...
discutiamo di
lavoro
La realtà virtuale come professione? Ce ne parla Sergio Porrini
Ne è passato di tempo da quando, sulla scia di un immaginario dalle tinte fosche e apocalittiche, la realtà ....
0 commenti
discutiamo di
formazione
L'Alta Formazione Artistica Musicale e Coreutica - AFAM
Dopo il diploma di scuola superiore, gli ormai ex studenti e studentesse si trovano davanti a un bivio, tra i più ....
0 commenti
Potrebbe interessarti
25
mag
2019
Iginio Massari nominato miglior pasticciere al mondo
lavoro
Iginio Massari, il famoso pasticciere che il grande pubblico ha imparato a conoscere grazie a fortunati programmi tv come ....
25
mag
2019
IED: 15 Borse per Master in Design, Moda, Comunicazione e Arte
formazione
Lo IED – Istituto Europeo di Design ha pubblicato un bando di concorso finalizzato all’assegnazione di 15 Borse ....
22
mag
2019
Norauto: tante posizioni aperte
lavoro
Norauto è un'azienda francese fondata nel 1970 con un'idea innovativa: abbinare un negozio di rivendita di pezzi di ....
Tutti i contenuti editoriali contenuti e pubblicati sul sito wecanjob.it sono stati registrati e sono protetti dalle leggi in materia di proprietà industriale e/o intellettuale. Leggi ancora...
- Inizio della pagina -
I nostri Partner
NEWSLETTER
TROVACI SU
2015 WeCanJob S.r.L., Via Torelli n. 22, CAP 71100 – FG, Partita IVA 04016220719
Qualunque utilizzo è vietato se non autorizzato
0
Il progetto WeCanJob.it è sviluppato con il CMS ISWEB® di Internet Soluzioni Srl www.internetsoluzioni.it