Home wecanjob.it
Orientamento formazione e lavoro: il portale itali

Le professioni: Sismologo

in Agricoltura e Ambiente

Chi è e di cosa si occupa il Sismologo?

Il Sismologo lavora nell’ambito della geofisica e della scienza della terra. È un professionista altamente specializzato che si occupa in particolare di studiare gli eventi sismici (terremoti, bradisismo, spostamenti delle faglie tettoniche ecc.) e la propagazione delle onde sismiche che da essi proviene.

Il suo lavoro si sviluppa seguendo in sostanza tre differenti linee direttrici:

  • una prima propriamente speculativa, in cui il fuoco della ricerca e delle attività del sismologo è puntato essenzialmente sulle dinamiche di evoluzione e sviluppo degli eventi sismici in sé (movimenti tellurici, accostamento delle faglie ecc.) e sulle caratteristiche della crosta terrestre. A questo ambito appartiene anche la cosiddetta archeosismologia, ossia lo studio dei terremoti del passato attraverso i ritrovamenti fossili
  • una seconda maggiormente concreta, in cui il fuoco della ricerca è puntato piuttosto sulle modalità attraverso cui l’uomo può applicare quanto appreso tramite studi geofisici per ridurre al minimo, nei suoi insediamenti, i rischi provenienti dalla naturale attività sismica che caratterizza la terra
  • una terza egualmente concreta, in cui il fuoco dell’attività del sismologo è mirato al controllo e monitoraggio degli eventi sismici che avvengono in un dato territorio o nel mondo intero, anche attraverso la stesura di mappature e zonizzazioni (ossia la divisione del territorio per zone in base al rischio sismico)

A supporto della professione del sismologo, vi è un’ampia gamma di strumentazioni di cui egli si avvale: tomografi, sismografi, geofoni, sensori sismometrici, software di elaborazione statistica ecc. Strumenti la cui conoscenza rientra nel set di competenze che un sismologo deve necessariamente possedere.

Quello del sismologo è dunque un lavoro di grossa responsabilità, in quanto dalle sue ricerche e dall’applicazione dei suoi studi dipendono le sorti di moltissime persone. Tale responsabilità lo porta a interfacciarsi spesso con le autorità civili.

Per quando riguarda il suo inquadramento, il sismologo lavora generalmente per istituti di ricerca pubblici o privati. Spesso è inoltre necessario che il sismologo si muova per seguire gli eventi sismici e rilevare sul campo i dati che interessano il suo lavoro.

L’Italia, Paese il cui territorio ha una forte connotazione sismica e vulcanica, è un ambiente ideale per chi voglia svolgere questa professione.

Tutti i contenuti editoriali contenuti e pubblicati sul sito wecanjob.it sono stati registrati e sono protetti dalle leggi in materia di proprietà industriale e/o intellettuale. Leggi ancora...

Qual è il percorso formativo per diventare Sismologo?

Per diventare Sismologo è innanzitutto importante seguire un percorso di istruzione superiore in materie scientifiche o tecniche. Egli deve infatti acquisire quanti più elementi possibili di matematica, fisica, geologia e chimica.

Una volta concluso il percorso di studi nelle Scuole Superiori, chi aspiri a diventare sismologo deve conseguire un titolo universitario. In particolare si possono segnalare questi corsi di studi, tutti appartenenti all’ambito delle scienze naturali:

  • geologia
  • fisica
  • geofisica

Successivamente, però, sarà necessario specializzarsi in sismologia attraverso l’offerta formativa superiore di Master, Corsi di specializzazione e Dottorati di ricerca.

Grande importanza nel lavoro del sismologo ha la capacità di gestire software avanzati di monitoraggio ed elaborazione statistica degli eventi sismici.

È importante, data la natura del suo lavoro, che il sismologo non smetta mai di aggiornarsi.

Tutti i contenuti editoriali contenuti e pubblicati sul sito wecanjob.it sono stati registrati e sono protetti dalle leggi in materia di proprietà industriale e/o intellettuale. Leggi ancora...

Quali sono i dati sull'occupazione dei Meteorologi?

Per conoscere i dati occupazionali dei meteorologi è necessario guardare alla macrocategoria dei "Geologi, Meteorologi, Geofisici e Professioni Assimilate". Circa il 70% degli occupati nel settore ha una posizione indipendente, mentre il restante 30% è composto da dipendenti. Questo settore è in stabilità nonostante la generale diminuzione prevista per gli "Specialisti in scienze matematiche, informatiche, chimiche, fisiche e naturali". In generale si prevede di passare dalle 203.103 unità del 2014 alle 200.060 unità del 2018, con una variazione del -1,5%.

Previsione occupati 2014-2018

Sismologo-1

Fonte: Isfol

Per quanto riguarda le previsioni nel settore non abbiamo dati su cui ragionare. Né è possibile stabilire un range retributivo entro cui si muove il profilo del sismologo, data la sua elevata specializzazione, tuttavia, è possibile sostenere che la retribuzione media dei sismologi è piuttosto elevata. 

Tutti i contenuti editoriali contenuti e pubblicati sul sito wecanjob.it sono stati registrati e sono protetti dalle leggi in materia di proprietà industriale e/o intellettuale. Leggi ancora...
Tutti i contenuti editoriali contenuti e pubblicati sul sito wecanjob.it sono stati registrati e sono protetti dalle leggi in materia di proprietà industriale e/o intellettuale. Leggi ancora...
Le altre professioni
Sismologo
Descrizione

Chi è e di cosa si occupa il Sismologo?

Il Sismologo lavora nell’ambito della geofisica e della scienza della terra. È un professionista altamente specializzato che si occupa in particolare di studiare gli eventi sismici (terremoti, bradisismo, spostamenti delle faglie tettoniche ecc.) e la propagazione delle onde sismiche che da essi proviene.

Il suo lavoro si sviluppa seguendo in sostanza tre differenti linee direttrici:

  • una prima propriamente speculativa, in cui il fuoco della ricerca e delle attività del sismologo è puntato essenzialmente sulle dinamiche di evoluzione e sviluppo degli eventi sismici in sé (movimenti tellurici, accostamento delle faglie ecc.) e sulle caratteristiche della crosta terrestre. A questo ambito appartiene anche la cosiddetta archeosismologia, ossia lo studio dei terremoti del passato attraverso i ritrovamenti fossili
  • una seconda maggiormente concreta, in cui il fuoco della ricerca è puntato piuttosto sulle modalità attraverso cui l’uomo può applicare quanto appreso tramite studi geofisici per ridurre al minimo, nei suoi insediamenti, i rischi provenienti dalla naturale attività sismica che caratterizza la terra
  • una terza egualmente concreta, in cui il fuoco dell’attività del sismologo è mirato al controllo e monitoraggio degli eventi sismici che avvengono in un dato territorio o nel mondo intero, anche attraverso la stesura di mappature e zonizzazioni (ossia la divisione del territorio per zone in base al rischio sismico)

A supporto della professione del sismologo, vi è un’ampia gamma di strumentazioni di cui egli si avvale: tomografi, sismografi, geofoni, sensori sismometrici, software di elaborazione statistica ecc. Strumenti la cui conoscenza rientra nel set di competenze che un sismologo deve necessariamente possedere.

Quello del sismologo è dunque un lavoro di grossa responsabilità, in quanto dalle sue ricerche e dall’applicazione dei suoi studi dipendono le sorti di moltissime persone. Tale responsabilità lo porta a interfacciarsi spesso con le autorità civili.

Per quando riguarda il suo inquadramento, il sismologo lavora generalmente per istituti di ricerca pubblici o privati. Spesso è inoltre necessario che il sismologo si muova per seguire gli eventi sismici e rilevare sul campo i dati che interessano il suo lavoro.

L’Italia, Paese il cui territorio ha una forte connotazione sismica e vulcanica, è un ambiente ideale per chi voglia svolgere questa professione.

Percorso formativo

Qual è il percorso formativo per diventare Sismologo?

Per diventare Sismologo è innanzitutto importante seguire un percorso di istruzione superiore in materie scientifiche o tecniche. Egli deve infatti acquisire quanti più elementi possibili di matematica, fisica, geologia e chimica.

Una volta concluso il percorso di studi nelle Scuole Superiori, chi aspiri a diventare sismologo deve conseguire un titolo universitario. In particolare si possono segnalare questi corsi di studi, tutti appartenenti all’ambito delle scienze naturali:

  • geologia
  • fisica
  • geofisica

Successivamente, però, sarà necessario specializzarsi in sismologia attraverso l’offerta formativa superiore di Master, Corsi di specializzazione e Dottorati di ricerca.

Grande importanza nel lavoro del sismologo ha la capacità di gestire software avanzati di monitoraggio ed elaborazione statistica degli eventi sismici.

È importante, data la natura del suo lavoro, che il sismologo non smetta mai di aggiornarsi.

Numeri della professione

Quali sono i dati sull'occupazione dei Meteorologi?

Per conoscere i dati occupazionali dei meteorologi è necessario guardare alla macrocategoria dei "Geologi, Meteorologi, Geofisici e Professioni Assimilate". Circa il 70% degli occupati nel settore ha una posizione indipendente, mentre il restante 30% è composto da dipendenti. Questo settore è in stabilità nonostante la generale diminuzione prevista per gli "Specialisti in scienze matematiche, informatiche, chimiche, fisiche e naturali". In generale si prevede di passare dalle 203.103 unità del 2014 alle 200.060 unità del 2018, con una variazione del -1,5%.

Previsione occupati 2014-2018

Sismologo-1

Fonte: Isfol

Per quanto riguarda le previsioni nel settore non abbiamo dati su cui ragionare. Né è possibile stabilire un range retributivo entro cui si muove il profilo del sismologo, data la sua elevata specializzazione, tuttavia, è possibile sostenere che la retribuzione media dei sismologi è piuttosto elevata. 

Sismologo
 
Utility WeCanJob

Chi è e di cosa si occupa il Sismologo?

Il Sismologo lavora nell’ambito della geofisica e della scienza della terra. È un professionista altamente specializzato che si occupa in particolare di studiare gli eventi sismici (terremoti, bradisismo, spostamenti delle faglie tettoniche ecc.) e la propagazione delle onde sismiche che da essi proviene.

Il suo lavoro si sviluppa seguendo in sostanza tre differenti linee direttrici:

  • una prima propriamente speculativa, in cui il fuoco della ricerca e delle attività del sismologo è puntato essenzialmente sulle dinamiche di evoluzione e sviluppo degli eventi sismici in sé (movimenti tellurici, accostamento delle faglie ecc.) e sulle caratteristiche della crosta terrestre. A questo ambito appartiene anche la cosiddetta archeosismologia, ossia lo studio dei terremoti del passato attraverso i ritrovamenti fossili
  • una seconda maggiormente concreta, in cui il fuoco della ricerca è puntato piuttosto sulle modalità attraverso cui l’uomo può applicare quanto appreso tramite studi geofisici per ridurre al minimo, nei suoi insediamenti, i rischi provenienti dalla naturale attività sismica che caratterizza la terra
  • una terza egualmente concreta, in cui il fuoco dell’attività del sismologo è mirato al controllo e monitoraggio degli eventi sismici che avvengono in un dato territorio o nel mondo intero, anche attraverso la stesura di mappature e zonizzazioni (ossia la divisione del territorio per zone in base al rischio sismico)

A supporto della professione del sismologo, vi è un’ampia gamma di strumentazioni di cui egli si avvale: tomografi, sismografi, geofoni, sensori sismometrici, software di elaborazione statistica ecc. Strumenti la cui conoscenza rientra nel set di competenze che un sismologo deve necessariamente possedere.

Quello del sismologo è dunque un lavoro di grossa responsabilità, in quanto dalle sue ricerche e dall’applicazione dei suoi studi dipendono le sorti di moltissime persone. Tale responsabilità lo porta a interfacciarsi spesso con le autorità civili.

Per quando riguarda il suo inquadramento, il sismologo lavora generalmente per istituti di ricerca pubblici o privati. Spesso è inoltre necessario che il sismologo si muova per seguire gli eventi sismici e rilevare sul campo i dati che interessano il suo lavoro.

L’Italia, Paese il cui territorio ha una forte connotazione sismica e vulcanica, è un ambiente ideale per chi voglia svolgere questa professione.

Tutti i contenuti editoriali contenuti e pubblicati sul sito wecanjob.it sono stati registrati e sono protetti dalle leggi in materia di proprietà industriale e/o intellettuale. Leggi ancora...
Discutiamone insieme...
discutiamo di
lavoro
La green economy in Italia: numeri e tendenze
È stata presentata a Roma, lo scorso 28 ottobre, la X edizione del Rapporto GreenItaly 2019 della Fondazione Symbola ....
0 commenti
discutiamo di
formazione
Green Economy: ecco le professioni più richieste
Sempre più Green! L’economia italiana trova nella sostenibilità ambientale e nel risparmio energetico ....
0 commenti
Potrebbe interessarti
01
dic
2019
Veneto, concorso per 50 Ingegneri e Architetti con laurea triennale a tempo indeterminato
La Regione Veneto ha pubblicato un bando di concorso pubblico, per soli esami, finalizzato alla selezione di 50 risorse da ....
Categorie: Edilizia, Concorsi, Veneto
01
dic
2019
Premio di laurea Nicoletta Gazzea, 2.300 euro per tesi in Ingegneria ambientale
In memoria della Ricercatrice dell'ISPRA Nicoletta Gazzea, prematuramente scomparsa nell'ottobre del 2017, l'Associazione ....
30
nov
2019
Sanremo: bando per Assistenti sociali, Amministrativi e Tecnici
Il Comune di Sanremo ha indetto 3 bandi di concorso per la copertura di 27 profili professionali da assumere ....
Tutti i contenuti editoriali contenuti e pubblicati sul sito wecanjob.it sono stati registrati e sono protetti dalle leggi in materia di proprietà industriale e/o intellettuale. Leggi ancora...
- Inizio della pagina -
I nostri Partner
NEWSLETTER
TROVACI SU
2015 WeCanJob S.r.L., Via Torelli n. 22, CAP 71100 – FG, Partita IVA 04016220719
Qualunque utilizzo è vietato se non autorizzato
0
Il progetto WeCanJob.it è sviluppato con il CMS ISWEB® di Internet Soluzioni Srl www.internetsoluzioni.it