Home wecanjob.it
Logo WeCanJob

Le professioni: Ricercatore Sociale ed Economico

in Impresa e consulenza aziendale

Il Ricercatore Sociale ed Economico è specializzato nello studio e nell’analisi di fenomeni sociali, economici, culturali, politici e organizzativi. Esamina e interpreta dati e sistemi economici, analizzandone la connessione e l’impatto rispetto al contesto sociale e su questi realizza indagini sociali, psico-sociali e statistico-economiche, nell’ambito di progetti di ricerca commissionati dalle istituzioni o da enti privati (Commissione Europea, Ministeri, Regioni e/o Enti Locali, Università ed Enti di Ricerca pubblici e privati).

Le attività di ricerca sono finanziate da questi enti per promuovere lo sviluppo scientifico, culturale, tecnologico, economico e sociale italiano e/o europeo.

I migliori risultati delle ricerche (best practice) sono utilizzati ed applicati nelle situazioni e nei contesti simili a quelli analizzati, per assicurare lo scambio, tra organizzazioni o tra Stati, delle pratiche più efficaci.

Il Ricercatore Sociale ed Economico, all’interno di un gruppo di lavoro, monitora e individua i possibili finanziamenti oppure valuta i programmi che gli vengono segnalati, per decidere se è conveniente parteciparvi e presentare un progetto di ricerca, eventualmente in collaborazione con altri partner (Università, Centri Sudi, ecc..).

Sulla base delle indicazioni fornite dall’ente finanziatore, elabora l’idea progettuale e raccoglie i dati utili, utilizzando tecniche di rilevazione e/o di estrazione dei dati o metodologie di campionamento (es. questionari, interviste).

I progetti sui quali lavora un Ricercatore Sociale ed Economico sono orientati allo studio e alla ricerca principalmente sui temi di:

  • Welfare e inclusione sociale
  • Inserimento lavorativo
  • Disuguaglianze e mobilità sociale
  • Servizi sociali o socio-sanitari 
  • Cooperazione 
  • Misure di assistenza
  • Servizi alla persona

Si evidenziano poi specifici settori di studio sociale, anche combinati all’uso delle tecnologie informatiche, come l’area di ricerca sulla “simulazione sociale”.

Attraverso questo strumento di ricerca, un sistema informatico simula e replica fenomeni sociali realmente esistenti: dalla criminalità organizzata ai flussi finanziari o alla diffusione di malattie.

L’obiettivo è capire, dalla riproduzione teorica e di calcolo, quale sia la soglia dei valori critici che determinano la situazione di fallimento sociale, per prevenirla ed evitarla in concreto.

Il Ricercatore Sociale ed Economico si occupa poi della pubblicazione dei testi (es. saggi, monografie) sulle ricerche effettuate e, se lavora in ambito accademico o aspira a diventare Docente Universitario, prepara il materiale didattico per le lezioni e assiste e valuta gli studenti, rispettivamente durante i ricevimenti e in occasione degli esami.

Se lavora presso un Ente di Ricerca, proseguendo il percorso di carriera, il Ricercatore può arrivare a coordinare i lavori degli altri Ricercatori, assumendo un ruolo dirigenziale.

Per acquisire le competenze necessarie allo svolgimento della professione, è necessario aver seguito percorsi formativi universitari nelle discipline economiche e/o sociologiche e può essere opportuno proseguire conseguendo il Dottorato di Ricerca.

Oltre le competenze tecniche nelle materie delle scienze sociali ed economico-statistiche, il Ricercatore Sociale ed Economico possiede ottime capacità di analisi e ragionamento ed è persona precisa e accurata nelle attività di studi, ricerca e analisi.

Tutti i contenuti editoriali contenuti e pubblicati sul sito wecanjob.it sono stati registrati e sono protetti dalle leggi in materia di proprietà industriale e/o intellettuale. Leggi ancora...

Per diventare Ricercatore Sociale ed Economico, a seconda dell’esatto settore di riferimento, è opportuno aver conseguito la Laurea nelle materie attinenti le scienze sociali ed economiche, nelle loro diverse articolazioni:

  • Economia
  • Sociologia (corsi di laurea triennale e/o magistrale – LM: Scienze sociali applicate, Politiche e Servizi Sociali, Analisi Sociale e Progettazione Territoriale)
  • Scienze dei fenomeni sociali e dei processi organizzativi
  • Sociologia e Ricerca Sociale
  • Sociologia e Ricerca Sociale Criminologica
  • Sociologia per il territorio e lo sviluppo
  • Scienze statistiche, demografiche e sociali 
  • Psicologia sociale, del lavoro e della comunicazione 

Se si intende intraprendere una carriera in ambito accademico o all’interno di Enti di Ricerca, è preferibile proseguire il percorso di formazione con il Dottorato di ricerca.

È utile frequentare corsi di specializzazione o Master nel settore di ricerca che si intende approfondire.

Se si lavora in ambiti di ricerca non solo nazionali, è opportuna la conoscenza di una o più lingue straniere, in particolare dell’inglese.

Non è previsto un albo dei ricercatori, ma è stato istituito un Registro dei Ricercatori Sociali ed Economici, ai quali è possibile iscriversi per rendere visibili agli enti interessati le competenze acquisite e aumentare le reti di contatto professionale.

Tutti i contenuti editoriali contenuti e pubblicati sul sito wecanjob.it sono stati registrati e sono protetti dalle leggi in materia di proprietà industriale e/o intellettuale. Leggi ancora...

Nel quinquennio 2015-2019 si prevede un aumento del trend di occupazione nella categoria "Ricercatori e tecnici laureati nelle scienze politiche e sociali". Si passa infatti dai 100.636 occupati del 2015 ai 106.659 del 2019, con una variazione pari a circa il 6%. 
Secondo i dati Isfol Il saldo occupazionale è pertanto positivo con un incremento di 6.022 unità. 

I guadagni di un Ricercatore Sociale ed Economico variano in relazione alle specifiche competenze acquisite e all’ente per il quale lavora (pubblico, privato).

Un Ricercatore Universitario oppure inizialmente impiegato presso un Ente di ricerca guadagna in media tra i 1.200 e i 1.500 € mensili.

Tutti i contenuti editoriali contenuti e pubblicati sul sito wecanjob.it sono stati registrati e sono protetti dalle leggi in materia di proprietà industriale e/o intellettuale. Leggi ancora...
Tutti i contenuti editoriali contenuti e pubblicati sul sito wecanjob.it sono stati registrati e sono protetti dalle leggi in materia di proprietà industriale e/o intellettuale. Leggi ancora...
Ricercatore Sociale ed Economico
Descrizione

Il Ricercatore Sociale ed Economico è specializzato nello studio e nell’analisi di fenomeni sociali, economici, culturali, politici e organizzativi. Esamina e interpreta dati e sistemi economici, analizzandone la connessione e l’impatto rispetto al contesto sociale e su questi realizza indagini sociali, psico-sociali e statistico-economiche, nell’ambito di progetti di ricerca commissionati dalle istituzioni o da enti privati (Commissione Europea, Ministeri, Regioni e/o Enti Locali, Università ed Enti di Ricerca pubblici e privati).

Le attività di ricerca sono finanziate da questi enti per promuovere lo sviluppo scientifico, culturale, tecnologico, economico e sociale italiano e/o europeo.

I migliori risultati delle ricerche (best practice) sono utilizzati ed applicati nelle situazioni e nei contesti simili a quelli analizzati, per assicurare lo scambio, tra organizzazioni o tra Stati, delle pratiche più efficaci.

Il Ricercatore Sociale ed Economico, all’interno di un gruppo di lavoro, monitora e individua i possibili finanziamenti oppure valuta i programmi che gli vengono segnalati, per decidere se è conveniente parteciparvi e presentare un progetto di ricerca, eventualmente in collaborazione con altri partner (Università, Centri Sudi, ecc..).

Sulla base delle indicazioni fornite dall’ente finanziatore, elabora l’idea progettuale e raccoglie i dati utili, utilizzando tecniche di rilevazione e/o di estrazione dei dati o metodologie di campionamento (es. questionari, interviste).

I progetti sui quali lavora un Ricercatore Sociale ed Economico sono orientati allo studio e alla ricerca principalmente sui temi di:

  • Welfare e inclusione sociale
  • Inserimento lavorativo
  • Disuguaglianze e mobilità sociale
  • Servizi sociali o socio-sanitari 
  • Cooperazione 
  • Misure di assistenza
  • Servizi alla persona

Si evidenziano poi specifici settori di studio sociale, anche combinati all’uso delle tecnologie informatiche, come l’area di ricerca sulla “simulazione sociale”.

Attraverso questo strumento di ricerca, un sistema informatico simula e replica fenomeni sociali realmente esistenti: dalla criminalità organizzata ai flussi finanziari o alla diffusione di malattie.

L’obiettivo è capire, dalla riproduzione teorica e di calcolo, quale sia la soglia dei valori critici che determinano la situazione di fallimento sociale, per prevenirla ed evitarla in concreto.

Il Ricercatore Sociale ed Economico si occupa poi della pubblicazione dei testi (es. saggi, monografie) sulle ricerche effettuate e, se lavora in ambito accademico o aspira a diventare Docente Universitario, prepara il materiale didattico per le lezioni e assiste e valuta gli studenti, rispettivamente durante i ricevimenti e in occasione degli esami.

Se lavora presso un Ente di Ricerca, proseguendo il percorso di carriera, il Ricercatore può arrivare a coordinare i lavori degli altri Ricercatori, assumendo un ruolo dirigenziale.

Per acquisire le competenze necessarie allo svolgimento della professione, è necessario aver seguito percorsi formativi universitari nelle discipline economiche e/o sociologiche e può essere opportuno proseguire conseguendo il Dottorato di Ricerca.

Oltre le competenze tecniche nelle materie delle scienze sociali ed economico-statistiche, il Ricercatore Sociale ed Economico possiede ottime capacità di analisi e ragionamento ed è persona precisa e accurata nelle attività di studi, ricerca e analisi.

Percorso formativo

Per diventare Ricercatore Sociale ed Economico, a seconda dell’esatto settore di riferimento, è opportuno aver conseguito la Laurea nelle materie attinenti le scienze sociali ed economiche, nelle loro diverse articolazioni:

  • Economia
  • Sociologia (corsi di laurea triennale e/o magistrale – LM: Scienze sociali applicate, Politiche e Servizi Sociali, Analisi Sociale e Progettazione Territoriale)
  • Scienze dei fenomeni sociali e dei processi organizzativi
  • Sociologia e Ricerca Sociale
  • Sociologia e Ricerca Sociale Criminologica
  • Sociologia per il territorio e lo sviluppo
  • Scienze statistiche, demografiche e sociali 
  • Psicologia sociale, del lavoro e della comunicazione 

Se si intende intraprendere una carriera in ambito accademico o all’interno di Enti di Ricerca, è preferibile proseguire il percorso di formazione con il Dottorato di ricerca.

È utile frequentare corsi di specializzazione o Master nel settore di ricerca che si intende approfondire.

Se si lavora in ambiti di ricerca non solo nazionali, è opportuna la conoscenza di una o più lingue straniere, in particolare dell’inglese.

Non è previsto un albo dei ricercatori, ma è stato istituito un Registro dei Ricercatori Sociali ed Economici, ai quali è possibile iscriversi per rendere visibili agli enti interessati le competenze acquisite e aumentare le reti di contatto professionale.

Numeri della professione

Nel quinquennio 2015-2019 si prevede un aumento del trend di occupazione nella categoria "Ricercatori e tecnici laureati nelle scienze politiche e sociali". Si passa infatti dai 100.636 occupati del 2015 ai 106.659 del 2019, con una variazione pari a circa il 6%. 
Secondo i dati Isfol Il saldo occupazionale è pertanto positivo con un incremento di 6.022 unità. 

I guadagni di un Ricercatore Sociale ed Economico variano in relazione alle specifiche competenze acquisite e all’ente per il quale lavora (pubblico, privato).

Un Ricercatore Universitario oppure inizialmente impiegato presso un Ente di ricerca guadagna in media tra i 1.200 e i 1.500 € mensili.

WebTV dei mestieri
Guarda il video della presentezione per scoprire il lavoro dell’esperienza di un professionista.
Utility WeCanJob

Il Ricercatore Sociale ed Economico è specializzato nello studio e nell’analisi di fenomeni sociali, economici, culturali, politici e organizzativi. Esamina e interpreta dati e sistemi economici, analizzandone la connessione e l’impatto rispetto al contesto sociale e su questi realizza indagini sociali, psico-sociali e statistico-economiche, nell’ambito di progetti di ricerca commissionati dalle istituzioni o da enti privati (Commissione Europea, Ministeri, Regioni e/o Enti Locali, Università ed Enti di Ricerca pubblici e privati).

Le attività di ricerca sono finanziate da questi enti per promuovere lo sviluppo scientifico, culturale, tecnologico, economico e sociale italiano e/o europeo.

I migliori risultati delle ricerche (best practice) sono utilizzati ed applicati nelle situazioni e nei contesti simili a quelli analizzati, per assicurare lo scambio, tra organizzazioni o tra Stati, delle pratiche più efficaci.

Il Ricercatore Sociale ed Economico, all’interno di un gruppo di lavoro, monitora e individua i possibili finanziamenti oppure valuta i programmi che gli vengono segnalati, per decidere se è conveniente parteciparvi e presentare un progetto di ricerca, eventualmente in collaborazione con altri partner (Università, Centri Sudi, ecc..).

Sulla base delle indicazioni fornite dall’ente finanziatore, elabora l’idea progettuale e raccoglie i dati utili, utilizzando tecniche di rilevazione e/o di estrazione dei dati o metodologie di campionamento (es. questionari, interviste).

I progetti sui quali lavora un Ricercatore Sociale ed Economico sono orientati allo studio e alla ricerca principalmente sui temi di:

  • Welfare e inclusione sociale
  • Inserimento lavorativo
  • Disuguaglianze e mobilità sociale
  • Servizi sociali o socio-sanitari 
  • Cooperazione 
  • Misure di assistenza
  • Servizi alla persona

Si evidenziano poi specifici settori di studio sociale, anche combinati all’uso delle tecnologie informatiche, come l’area di ricerca sulla “simulazione sociale”.

Attraverso questo strumento di ricerca, un sistema informatico simula e replica fenomeni sociali realmente esistenti: dalla criminalità organizzata ai flussi finanziari o alla diffusione di malattie.

L’obiettivo è capire, dalla riproduzione teorica e di calcolo, quale sia la soglia dei valori critici che determinano la situazione di fallimento sociale, per prevenirla ed evitarla in concreto.

Il Ricercatore Sociale ed Economico si occupa poi della pubblicazione dei testi (es. saggi, monografie) sulle ricerche effettuate e, se lavora in ambito accademico o aspira a diventare Docente Universitario, prepara il materiale didattico per le lezioni e assiste e valuta gli studenti, rispettivamente durante i ricevimenti e in occasione degli esami.

Se lavora presso un Ente di Ricerca, proseguendo il percorso di carriera, il Ricercatore può arrivare a coordinare i lavori degli altri Ricercatori, assumendo un ruolo dirigenziale.

Per acquisire le competenze necessarie allo svolgimento della professione, è necessario aver seguito percorsi formativi universitari nelle discipline economiche e/o sociologiche e può essere opportuno proseguire conseguendo il Dottorato di Ricerca.

Oltre le competenze tecniche nelle materie delle scienze sociali ed economico-statistiche, il Ricercatore Sociale ed Economico possiede ottime capacità di analisi e ragionamento ed è persona precisa e accurata nelle attività di studi, ricerca e analisi.

Tutti i contenuti editoriali contenuti e pubblicati sul sito wecanjob.it sono stati registrati e sono protetti dalle leggi in materia di proprietà industriale e/o intellettuale. Leggi ancora...
Discutiamone insieme...
discutiamo di
lavoro
Pubblicare oggi un libro in Italia? Qualche consiglio per sopravvivere nella giungla dell'editoria
Sei uno scrittore in cerca di editore? Hai un romanzo o una raccolta di racconti da pubblicare ma non sai come fare? Desideri ....
0 commenti
discutiamo di
formazione
Green Economy: ecco le professioni più richieste
Sempre più Green! L’economia italiana trova nella sostenibilità ambientale e nel risparmio energetico ....
0 commenti
Potrebbe interessarti
23
gen
2019
Università degli Studi di Torino - Bando per 100 assegni di ricerca
lavoro
Presso l’Università degli Studi di Torino è stato pubblicato un bando di concorso finalizzato all’assegnazione ....
22
gen
2019
Concorso per 6 Biologi all'ASL Napoli 1 Centro
lavoro
L'Azienda Sanitaria Locale Napoli 1 Centro ha aperto un bando di concorso per la selezione di 6 Dirigenti Biologi da assumere ....
20
gen
2019
Fondazione Brodolini ricerca diversi profili professionali. Scopri le posizioni aperte!
lavoro
Hai esperienze di lavoro nel campo della ricerca e della valutazione delle politiche pubbliche? Ci sono diverse organizzazioni ....
Tutti i contenuti editoriali contenuti e pubblicati sul sito wecanjob.it sono stati registrati e sono protetti dalle leggi in materia di proprietà industriale e/o intellettuale. Leggi ancora...
- Inizio della pagina -
I nostri Partner
NEWSLETTER
TROVACI SU
2015 WeCanJob S.r.L., Via Torelli n. 22, CAP 71100 – FG, Partita IVA 04016220719
Qualunque utilizzo è vietato se non autorizzato
0
Il progetto WeCanJob.it è sviluppato con il CMS ISWEB® di Internet Soluzioni Srl www.internetsoluzioni.it