Home wecanjob.it
Orientamento formazione e lavoro: il portale itali

Le professioni: Receptionist

in Turismo e Ristorazione

Figura chiave delle strutture ricettive, il Receptionist accoglie il cliente al suo arrivo e lo assiste durante tutto il soggiorno. Il suo operato incide in modo rilevante sul gradimento complessivo del cliente.

Rappresenta il collegamento tra l’ente e il mondo esterno. È considerato il primo punto di riferimento per l’accesso alla destinazione turistica, consiglia i clienti sulle cose importanti da vedere, su come raggiungere facilmente i luoghi di interesse, su dove mangiare e come vivere al meglio la vacanza. La conoscenza approfondita del proprio luogo di lavoro è il presupposto fondamentale per compiere al meglio le mansioni che gli sono affidate.

I compiti tipici del receptionist sono:

  • Dare il benvenuto agli ospiti e registrarli sia in entrata che in uscita (check in e check out)
  • Gestire delle prenotazioni
  • Eseguire compiti amministrativo-contabili, come la tenuta della cassa e altre attività organizzative e gestionali
  • Fornire suggerimenti e informazioni sul luogo di soggiorno
  • Supervisionare il reparto di ricevimento e di portineria
  • Provvedere a compiti che presuppongono la conoscenza della struttura, quali l’assegnazione delle camere
  • Coprire ruoli di responsabilità, come la gestione dei reclami o dei disguidi verificatisi o comunicati alla reception

Se la struttura nella quale svolge il suo lavoro dispone di spazi per convegni e congressi, si occupa anche del servizio prenotazioni delle sale.

La postazione del receptionist è generalmente situata nella hall del suo luogo di lavoro, presso il bancone della portineria. Il numero dello staff addetto al servizio di reception può dipendere dalle dimensioni della struttura. In un’azienda di grandi dimensioni coordina il lavoro degli addetti al ricevimento e gode di un’ampia autonomia.

Tutti i contenuti editoriali contenuti e pubblicati sul sito wecanjob.it sono stati registrati e sono protetti dalle leggi in materia di proprietà industriale e/o intellettuale. Leggi ancora...

La figura del receptionist è formalmente riconosciuta nel Repertorio delle Qualifiche di alcune Regioni. Per poter svolgere il lavoro, è preferibile aver conseguito uno tra i seguenti diplomi di maturità:

  • Scuola alberghiera
  • Istituto tecnico dei servizi turistici
  • Ragioneria
  • Liceo linguistico

Gli IPSSAR (Istituti professionali statali per i servizi alberghieri e la ristorazione) sono articolati in un primo triennio che si conclude con un esame di qualificazione professionale per gli operatori dei servizi di ricevimento e in un secondo biennio di specializzazione post-qualifica, che termina con un esame di maturità per i tecnici dei servizi turistici.

Costituisce titolo preferenziale la conoscenza di una o più lingue straniere e la buona padronanza di strumenti informatici.

Esistono dei Corsi professionali, nonché Corsi di aggiornamento dedicati alla formazione del receptionist. È consigliabile effettuare esperienze di formazione-lavoro in Italia o all’estero presso strutture di alto livello, per affinare le proprie conoscenze linguistiche. È richiesta inoltre una grande precisione per quanto riguarda la parte contabile e amministrativa, capacità di coordinamento per far interagire i vari reparti della struttura, nonché doti comunicative e predisposizione al rapporto con il pubblico.

Per un receptionist, la carriera tende a evolversi principalmente nel settore specifico, diventando prima capo ricevimento, poi direttore della struttura ricettiva.

Tutti i contenuti editoriali contenuti e pubblicati sul sito wecanjob.it sono stati registrati e sono protetti dalle leggi in materia di proprietà industriale e/o intellettuale. Leggi ancora...

Qualche dato: i numeri della professione del Receptionist

Per conoscere meglio i dati della professione del Receptionist dobbiamo guardare alla macrocategoria dei "Addetti all'accoglienza nei servizi di alloggio e ristorazione" del sistema Excelsior-Unioncamere.

La domanda di lavoro per questa categoria è in leggero aumento. Nel 2018 si registrano 20.970 assunzioni di dipendenti su 22.470 entrate previste.

Quali sono i requisiti richiesti ai Receptionist?

Le aziende che desiderano assumere Receptionist cercano almeno i seguenti requisiti:

  • esperienza professionale (lo richiede il 19,4% dei datori di lavoro)
  • esperienza nello stesso settore (è richiesta dal 65,8% dei datori di lavoro)
  • formazione professionale (richiesta dal 31% dei datori di lavoro)

Fonte: dati Excelsior-Unioncamere

Il receptionist svolge la sua attività come lavoratore dipendente (generalmente con contratto a tempo determinato) e la sua retribuzione, come primo livello, si aggira intorno ai 20.000 € lordi annui a inizio carriera. Tale cifra è indicativa, poiché in genere la retribuzione è integrata da contratti interni, o da particolari incentivi, concordati con il proprietario della struttura ed è inoltre destinata a salire con la crescita professionale e con le dimensioni d’azienda.

Tutti i contenuti editoriali contenuti e pubblicati sul sito wecanjob.it sono stati registrati e sono protetti dalle leggi in materia di proprietà industriale e/o intellettuale. Leggi ancora...
Tutti i contenuti editoriali contenuti e pubblicati sul sito wecanjob.it sono stati registrati e sono protetti dalle leggi in materia di proprietà industriale e/o intellettuale. Leggi ancora...
Le altre professioni
Receptionist
Descrizione

Figura chiave delle strutture ricettive, il Receptionist accoglie il cliente al suo arrivo e lo assiste durante tutto il soggiorno. Il suo operato incide in modo rilevante sul gradimento complessivo del cliente.

Rappresenta il collegamento tra l’ente e il mondo esterno. È considerato il primo punto di riferimento per l’accesso alla destinazione turistica, consiglia i clienti sulle cose importanti da vedere, su come raggiungere facilmente i luoghi di interesse, su dove mangiare e come vivere al meglio la vacanza. La conoscenza approfondita del proprio luogo di lavoro è il presupposto fondamentale per compiere al meglio le mansioni che gli sono affidate.

I compiti tipici del receptionist sono:

  • Dare il benvenuto agli ospiti e registrarli sia in entrata che in uscita (check in e check out)
  • Gestire delle prenotazioni
  • Eseguire compiti amministrativo-contabili, come la tenuta della cassa e altre attività organizzative e gestionali
  • Fornire suggerimenti e informazioni sul luogo di soggiorno
  • Supervisionare il reparto di ricevimento e di portineria
  • Provvedere a compiti che presuppongono la conoscenza della struttura, quali l’assegnazione delle camere
  • Coprire ruoli di responsabilità, come la gestione dei reclami o dei disguidi verificatisi o comunicati alla reception

Se la struttura nella quale svolge il suo lavoro dispone di spazi per convegni e congressi, si occupa anche del servizio prenotazioni delle sale.

La postazione del receptionist è generalmente situata nella hall del suo luogo di lavoro, presso il bancone della portineria. Il numero dello staff addetto al servizio di reception può dipendere dalle dimensioni della struttura. In un’azienda di grandi dimensioni coordina il lavoro degli addetti al ricevimento e gode di un’ampia autonomia.

Percorso formativo

La figura del receptionist è formalmente riconosciuta nel Repertorio delle Qualifiche di alcune Regioni. Per poter svolgere il lavoro, è preferibile aver conseguito uno tra i seguenti diplomi di maturità:

  • Scuola alberghiera
  • Istituto tecnico dei servizi turistici
  • Ragioneria
  • Liceo linguistico

Gli IPSSAR (Istituti professionali statali per i servizi alberghieri e la ristorazione) sono articolati in un primo triennio che si conclude con un esame di qualificazione professionale per gli operatori dei servizi di ricevimento e in un secondo biennio di specializzazione post-qualifica, che termina con un esame di maturità per i tecnici dei servizi turistici.

Costituisce titolo preferenziale la conoscenza di una o più lingue straniere e la buona padronanza di strumenti informatici.

Esistono dei Corsi professionali, nonché Corsi di aggiornamento dedicati alla formazione del receptionist. È consigliabile effettuare esperienze di formazione-lavoro in Italia o all’estero presso strutture di alto livello, per affinare le proprie conoscenze linguistiche. È richiesta inoltre una grande precisione per quanto riguarda la parte contabile e amministrativa, capacità di coordinamento per far interagire i vari reparti della struttura, nonché doti comunicative e predisposizione al rapporto con il pubblico.

Per un receptionist, la carriera tende a evolversi principalmente nel settore specifico, diventando prima capo ricevimento, poi direttore della struttura ricettiva.

Numeri della professione

Qualche dato: i numeri della professione del Receptionist

Per conoscere meglio i dati della professione del Receptionist dobbiamo guardare alla macrocategoria dei "Addetti all'accoglienza nei servizi di alloggio e ristorazione" del sistema Excelsior-Unioncamere.

La domanda di lavoro per questa categoria è in leggero aumento. Nel 2018 si registrano 20.970 assunzioni di dipendenti su 22.470 entrate previste.

Quali sono i requisiti richiesti ai Receptionist?

Le aziende che desiderano assumere Receptionist cercano almeno i seguenti requisiti:

  • esperienza professionale (lo richiede il 19,4% dei datori di lavoro)
  • esperienza nello stesso settore (è richiesta dal 65,8% dei datori di lavoro)
  • formazione professionale (richiesta dal 31% dei datori di lavoro)

Fonte: dati Excelsior-Unioncamere

Il receptionist svolge la sua attività come lavoratore dipendente (generalmente con contratto a tempo determinato) e la sua retribuzione, come primo livello, si aggira intorno ai 20.000 € lordi annui a inizio carriera. Tale cifra è indicativa, poiché in genere la retribuzione è integrata da contratti interni, o da particolari incentivi, concordati con il proprietario della struttura ed è inoltre destinata a salire con la crescita professionale e con le dimensioni d’azienda.

Receptionist
 
Utility WeCanJob

Figura chiave delle strutture ricettive, il Receptionist accoglie il cliente al suo arrivo e lo assiste durante tutto il soggiorno. Il suo operato incide in modo rilevante sul gradimento complessivo del cliente.

Rappresenta il collegamento tra l’ente e il mondo esterno. È considerato il primo punto di riferimento per l’accesso alla destinazione turistica, consiglia i clienti sulle cose importanti da vedere, su come raggiungere facilmente i luoghi di interesse, su dove mangiare e come vivere al meglio la vacanza. La conoscenza approfondita del proprio luogo di lavoro è il presupposto fondamentale per compiere al meglio le mansioni che gli sono affidate.

I compiti tipici del receptionist sono:

  • Dare il benvenuto agli ospiti e registrarli sia in entrata che in uscita (check in e check out)
  • Gestire delle prenotazioni
  • Eseguire compiti amministrativo-contabili, come la tenuta della cassa e altre attività organizzative e gestionali
  • Fornire suggerimenti e informazioni sul luogo di soggiorno
  • Supervisionare il reparto di ricevimento e di portineria
  • Provvedere a compiti che presuppongono la conoscenza della struttura, quali l’assegnazione delle camere
  • Coprire ruoli di responsabilità, come la gestione dei reclami o dei disguidi verificatisi o comunicati alla reception

Se la struttura nella quale svolge il suo lavoro dispone di spazi per convegni e congressi, si occupa anche del servizio prenotazioni delle sale.

La postazione del receptionist è generalmente situata nella hall del suo luogo di lavoro, presso il bancone della portineria. Il numero dello staff addetto al servizio di reception può dipendere dalle dimensioni della struttura. In un’azienda di grandi dimensioni coordina il lavoro degli addetti al ricevimento e gode di un’ampia autonomia.

Tutti i contenuti editoriali contenuti e pubblicati sul sito wecanjob.it sono stati registrati e sono protetti dalle leggi in materia di proprietà industriale e/o intellettuale. Leggi ancora...
Discutiamone insieme...
discutiamo di
lavoro
Lavorare con la laurea in Lingue: quali professioni si possono svolgere?
Lavorare con la laurea in Lingue: quali professioni si possono svolgere? Quali professioni si possono svolgere con una laurea ....
0 commenti
discutiamo di
formazione
Gli errori più comuni della lingua italiana: verbi dubbi
Gli errori più comuni della lingua italiana: verbi dubbi Esprimersi nel modo corretto in alcuni contesti è ....
0 commenti
Potrebbe interessarti
05
lug
2020
Premio #ChiantiTesi: 3.500 euro per lauree magistrali su sviluppo e valorizzazione delle economie locali
ChiantiBanca e il Chianti Economic Forum hanno bandito la II edizione del premio per tesi #ChiantiTesi, che si rivolge a ....
Categorie: Premi, Economia, Territorio
30
giu
2020
Università di Napoli L'Orientale: concorsi per 4 CEL - Collaboratori ed esperti linguistici madrelingua tedesca, svedese, finlandese e cinese
Con pubblicazione sulla Gazzetta Ufficiale del 26 giugno 2020, sezione Concorsi ed esami n. 49, l'Università ....
Tutti i contenuti editoriali contenuti e pubblicati sul sito wecanjob.it sono stati registrati e sono protetti dalle leggi in materia di proprietà industriale e/o intellettuale. Leggi ancora...
- Inizio della pagina -
NEWSLETTER
TROVACI SU
2015 WeCanJob S.r.L., Via Torelli n. 22, CAP 71100 – FG, Partita IVA 04016220719
Qualunque utilizzo è vietato se non autorizzato
0
Il progetto WeCanJob.it è sviluppato con il CMS ISWEB® di Internet Soluzioni Srl www.internetsoluzioni.it