Home wecanjob.it
Logo WeCanJob

Le professioni: Project Manager

in Impresa e consulenza aziendale

Il Project Manager è il capo di un progetto ed è il vero e unico responsabile della realizzazione del progetto affidato.

Quale pilastro dell'organizzazione, svolge diverse mansioni interdisciplinari:

  • Lavora per il conseguimento degli obiettivi del progetto (es. realizzazione di un’opera in appalto, attuazione di una ricerca, ecc.) entro i vincoli di tempo e di denaro stabiliti
  • Forma la squadra dei collaboratori che lavorano sul progetto (team di progetto), assegnando a ciascuno i compiti e le responsabilità di area. Continua a dirigere e coordinare le loro attività per tutto il corso dell’esecuzione del progetto
  • Gestisce i rapporti, anche contrattuali, sia con i collaboratori che con i fornitori
  • Raccoglie periodicamente le relazioni sulle attività svolte giorno per giorno (timesheet) dai collaboratori
  • Monitora lo stato di avanzamento delle operazioni e fornisce il resoconto dei lavori eseguiti alle autorità che hanno richiesto lo svolgimento del progetto
  • Amministra le risorse economiche e finanziarie (il budget) del progetto e, anche se è presente un Financial Manager, coordina le sue attività di ripartizione e pagamento delle spese
  • Individua e gestisce ogni rischio che si può presentare nella fase di esecuzione delle attività programmate ed è capace di trovarne le soluzioni (problem solving), anche richiedendo eventuali variazioni dei piani alla Società appaltante

Seguendo le attività a tutto tondo, è l’unico responsabile dell’andamento del progetto, del rispetto dei tempi di attuazione, dell'ambito, dei costi e della qualità del progetto.

In ragione della complessità insita in ogni iniziativa è auspicabile che il Project Manager abbia padronanza non solo della tecnica di project management, ma anche delle specificità del settore di attività in cui si andrà a realizzare l'azione (es. edile e costruzioni, web, ricerca scientifica: sociale, assistenziale, ambientale, medica, ecc.). Con questo non si intende sostenere che il Project Manager debba necessariamente essere un esperto di comparto, rimanendo la sua una figura eminentemente gestionale.

Il Project manager possiede capacità e competenze nelle attività di direzione e coordinamento, in tema di organizzazione delle attività e dei tempi di lavoro e in materia di gestione del budget di spesa. 

Accanto a queste competenze tecniche, questa figura professionale forse più di altre è caratterizzata per la rilevanza delle competenze trasversali, cosiddette "soft skills": saper comunicare, interagire, ascoltare, ispirare, mitigare i conflitti, generare fiducia ed ottimismo, analizzare e trovare la soluzione ai problemi, decidere.

Per diventare Project Manager, è opportuno maturare esperienza come collaboratore junior e poi senior nei team di progetto, per poi acquisire le competenze manageriali. In aggiunta, formazione specifica di project management è sicuramente consigliabile, quale piattaforma strutturata di riferimento a cui attingere per disciplinare, organizzare e gestire la mutevolezza tipica di ogni progetto. 

Tutti i contenuti editoriali contenuti e pubblicati sul sito wecanjob.it sono stati registrati e sono protetti dalle leggi in materia di proprietà industriale e/o intellettuale. Leggi ancora...

Per accedere alla professione, non è previsto un percorso formativo obbligatorio.

Il percorso formativo più opportuno per diventare Project Manager dipende in larga misura dal settore di mercato scelto e dalle tipologie di progetto in cui si intende operare. 

Tuttavia, come indicato, è auspicabile una formazione tecnica in ambito di project management, soprattutto se si è chiamati a gestire progetti di rilevante complessità, in termini di tempi e budget.

In tutti i casi, il Project Manager possiede competenze multidisciplinari: dal campo tecnico alle aree organizzativo - manageriale ed economico - finanziaria.

Le competenze più richieste sono quelle maturate acquisendo la Laurea in Ingegneria, soprattutto Gestionale, ed Economia, ad esempio:

  • Ingegneria Gestionale
  • Scienze dell’economia e della gestione aziendale
  • Scienze economico-aziendali
  • project management, program management, portfolio management

È utile frequentare corsi di specializzazione o Master di approfondimento in Project Management o comunque in materia economica o in tema di organizzazione.

È richiesta l’approfondita conoscenza della lingua inglese se si lavora per un’impresa multinazionale.

Tutti i contenuti editoriali contenuti e pubblicati sul sito wecanjob.it sono stati registrati e sono protetti dalle leggi in materia di proprietà industriale e/o intellettuale. Leggi ancora...

Per conoscere i dati occupazionali dei Project Manager è necessario fare riferimento alla macrocategoria Specialisti nella gestione e nel controllo nelle imprese private nel cui ambito rientrano i Project Manager. Per questa categoria i dati Excelsior Unioncamere per il 2017 parlano di nuove assunzioni per 9.110 unità, di cui il 59% con contratti a tempo indeterminato. 

Il 28% dei datori di lavoro lamenta una certa difficoltà di reperimento del personale dovuta, secondo i dati raccolti, alla mancanza di candidati per il settore (riscontrato nel 64,5% dei casi) e a una preparazione insufficiente dei candidati stessi (24,7%).

La figura del Project Manager è ricercata per il 47,8% dei casi dalle grandi aziende, con più di 50 dipendenti.

Quali sono i requisiti per diventare Project Manager?

 Vediamo quali sono dunque i requisiti richiesti a chi voglia occupare un ruolo professionale nel project management.

  • Formazione: il 76,9% delle imprese è alla ricerca di profili che abbiano ottenuto un titolo universitario coerente con la professione che si deve accompagnare a un'ulteriore e continua formazione professionale. 
  • Esperienza professionale: il 30% delle imprese richiede ai propri candidati di aver maturato esperienza professionale nel settore. Il 53% dei datori di lavoro, invece, ritiene importante aver maturato esperienze lavorative strettamente legate al di project management. 
  • Competenze: capacità di lavorare in gruppo, problem solving e lavoro in autonomia sono le competenze più richieste (da circa l'80% dei datori) dal mercato e dalle aziende. Importanti anche la capacità di utilizzare linguaggi e metodi matematici e informatici. Il 40% dei datori di lavoro è inoltre alla ricerca di persone che conoscano e sappiano comunicare in una lingua straniera. 

I compensi di un Project Manager dipendono dalle dimensioni e dalle politiche retributive dell’azienda in cui lavora o, se opera come consulente, dagli importi messi a budget per il Capo Progetto.

Esiste normalmente un rapporto tra valore del progetto e compenso al project manager, per cui progetti di grandi dimensioni prevedono compensi molto importanti, in grado di attrarre professionalità elevate.

I guadagni possono dunque essere molto alti e, in media, consolidata una certa esperienza nel settore, si aggirano tra i 40.000 e i 65.000 euro annuali lordi.

Tutti i contenuti editoriali contenuti e pubblicati sul sito wecanjob.it sono stati registrati e sono protetti dalle leggi in materia di proprietà industriale e/o intellettuale. Leggi ancora...
Tutti i contenuti editoriali contenuti e pubblicati sul sito wecanjob.it sono stati registrati e sono protetti dalle leggi in materia di proprietà industriale e/o intellettuale. Leggi ancora...
Project Manager
Descrizione

Il Project Manager è il capo di un progetto ed è il vero e unico responsabile della realizzazione del progetto affidato.

Quale pilastro dell'organizzazione, svolge diverse mansioni interdisciplinari:

  • Lavora per il conseguimento degli obiettivi del progetto (es. realizzazione di un’opera in appalto, attuazione di una ricerca, ecc.) entro i vincoli di tempo e di denaro stabiliti
  • Forma la squadra dei collaboratori che lavorano sul progetto (team di progetto), assegnando a ciascuno i compiti e le responsabilità di area. Continua a dirigere e coordinare le loro attività per tutto il corso dell’esecuzione del progetto
  • Gestisce i rapporti, anche contrattuali, sia con i collaboratori che con i fornitori
  • Raccoglie periodicamente le relazioni sulle attività svolte giorno per giorno (timesheet) dai collaboratori
  • Monitora lo stato di avanzamento delle operazioni e fornisce il resoconto dei lavori eseguiti alle autorità che hanno richiesto lo svolgimento del progetto
  • Amministra le risorse economiche e finanziarie (il budget) del progetto e, anche se è presente un Financial Manager, coordina le sue attività di ripartizione e pagamento delle spese
  • Individua e gestisce ogni rischio che si può presentare nella fase di esecuzione delle attività programmate ed è capace di trovarne le soluzioni (problem solving), anche richiedendo eventuali variazioni dei piani alla Società appaltante

Seguendo le attività a tutto tondo, è l’unico responsabile dell’andamento del progetto, del rispetto dei tempi di attuazione, dell'ambito, dei costi e della qualità del progetto.

In ragione della complessità insita in ogni iniziativa è auspicabile che il Project Manager abbia padronanza non solo della tecnica di project management, ma anche delle specificità del settore di attività in cui si andrà a realizzare l'azione (es. edile e costruzioni, web, ricerca scientifica: sociale, assistenziale, ambientale, medica, ecc.). Con questo non si intende sostenere che il Project Manager debba necessariamente essere un esperto di comparto, rimanendo la sua una figura eminentemente gestionale.

Il Project manager possiede capacità e competenze nelle attività di direzione e coordinamento, in tema di organizzazione delle attività e dei tempi di lavoro e in materia di gestione del budget di spesa. 

Accanto a queste competenze tecniche, questa figura professionale forse più di altre è caratterizzata per la rilevanza delle competenze trasversali, cosiddette "soft skills": saper comunicare, interagire, ascoltare, ispirare, mitigare i conflitti, generare fiducia ed ottimismo, analizzare e trovare la soluzione ai problemi, decidere.

Per diventare Project Manager, è opportuno maturare esperienza come collaboratore junior e poi senior nei team di progetto, per poi acquisire le competenze manageriali. In aggiunta, formazione specifica di project management è sicuramente consigliabile, quale piattaforma strutturata di riferimento a cui attingere per disciplinare, organizzare e gestire la mutevolezza tipica di ogni progetto. 

Percorso formativo

Per accedere alla professione, non è previsto un percorso formativo obbligatorio.

Il percorso formativo più opportuno per diventare Project Manager dipende in larga misura dal settore di mercato scelto e dalle tipologie di progetto in cui si intende operare. 

Tuttavia, come indicato, è auspicabile una formazione tecnica in ambito di project management, soprattutto se si è chiamati a gestire progetti di rilevante complessità, in termini di tempi e budget.

In tutti i casi, il Project Manager possiede competenze multidisciplinari: dal campo tecnico alle aree organizzativo - manageriale ed economico - finanziaria.

Le competenze più richieste sono quelle maturate acquisendo la Laurea in Ingegneria, soprattutto Gestionale, ed Economia, ad esempio:

  • Ingegneria Gestionale
  • Scienze dell’economia e della gestione aziendale
  • Scienze economico-aziendali
  • project management, program management, portfolio management

È utile frequentare corsi di specializzazione o Master di approfondimento in Project Management o comunque in materia economica o in tema di organizzazione.

È richiesta l’approfondita conoscenza della lingua inglese se si lavora per un’impresa multinazionale.

Numeri della professione

Per conoscere i dati occupazionali dei Project Manager è necessario fare riferimento alla macrocategoria Specialisti nella gestione e nel controllo nelle imprese private nel cui ambito rientrano i Project Manager. Per questa categoria i dati Excelsior Unioncamere per il 2017 parlano di nuove assunzioni per 9.110 unità, di cui il 59% con contratti a tempo indeterminato. 

Il 28% dei datori di lavoro lamenta una certa difficoltà di reperimento del personale dovuta, secondo i dati raccolti, alla mancanza di candidati per il settore (riscontrato nel 64,5% dei casi) e a una preparazione insufficiente dei candidati stessi (24,7%).

La figura del Project Manager è ricercata per il 47,8% dei casi dalle grandi aziende, con più di 50 dipendenti.

Quali sono i requisiti per diventare Project Manager?

 Vediamo quali sono dunque i requisiti richiesti a chi voglia occupare un ruolo professionale nel project management.

  • Formazione: il 76,9% delle imprese è alla ricerca di profili che abbiano ottenuto un titolo universitario coerente con la professione che si deve accompagnare a un'ulteriore e continua formazione professionale. 
  • Esperienza professionale: il 30% delle imprese richiede ai propri candidati di aver maturato esperienza professionale nel settore. Il 53% dei datori di lavoro, invece, ritiene importante aver maturato esperienze lavorative strettamente legate al di project management. 
  • Competenze: capacità di lavorare in gruppo, problem solving e lavoro in autonomia sono le competenze più richieste (da circa l'80% dei datori) dal mercato e dalle aziende. Importanti anche la capacità di utilizzare linguaggi e metodi matematici e informatici. Il 40% dei datori di lavoro è inoltre alla ricerca di persone che conoscano e sappiano comunicare in una lingua straniera. 

I compensi di un Project Manager dipendono dalle dimensioni e dalle politiche retributive dell’azienda in cui lavora o, se opera come consulente, dagli importi messi a budget per il Capo Progetto.

Esiste normalmente un rapporto tra valore del progetto e compenso al project manager, per cui progetti di grandi dimensioni prevedono compensi molto importanti, in grado di attrarre professionalità elevate.

I guadagni possono dunque essere molto alti e, in media, consolidata una certa esperienza nel settore, si aggirano tra i 40.000 e i 65.000 euro annuali lordi.

WebTV dei mestieri
Guarda il video della presentezione per scoprire il lavoro dell’esperienza di un professionista.
Utility WeCanJob

Il Project Manager è il capo di un progetto ed è il vero e unico responsabile della realizzazione del progetto affidato.

Quale pilastro dell'organizzazione, svolge diverse mansioni interdisciplinari:

  • Lavora per il conseguimento degli obiettivi del progetto (es. realizzazione di un’opera in appalto, attuazione di una ricerca, ecc.) entro i vincoli di tempo e di denaro stabiliti
  • Forma la squadra dei collaboratori che lavorano sul progetto (team di progetto), assegnando a ciascuno i compiti e le responsabilità di area. Continua a dirigere e coordinare le loro attività per tutto il corso dell’esecuzione del progetto
  • Gestisce i rapporti, anche contrattuali, sia con i collaboratori che con i fornitori
  • Raccoglie periodicamente le relazioni sulle attività svolte giorno per giorno (timesheet) dai collaboratori
  • Monitora lo stato di avanzamento delle operazioni e fornisce il resoconto dei lavori eseguiti alle autorità che hanno richiesto lo svolgimento del progetto
  • Amministra le risorse economiche e finanziarie (il budget) del progetto e, anche se è presente un Financial Manager, coordina le sue attività di ripartizione e pagamento delle spese
  • Individua e gestisce ogni rischio che si può presentare nella fase di esecuzione delle attività programmate ed è capace di trovarne le soluzioni (problem solving), anche richiedendo eventuali variazioni dei piani alla Società appaltante

Seguendo le attività a tutto tondo, è l’unico responsabile dell’andamento del progetto, del rispetto dei tempi di attuazione, dell'ambito, dei costi e della qualità del progetto.

In ragione della complessità insita in ogni iniziativa è auspicabile che il Project Manager abbia padronanza non solo della tecnica di project management, ma anche delle specificità del settore di attività in cui si andrà a realizzare l'azione (es. edile e costruzioni, web, ricerca scientifica: sociale, assistenziale, ambientale, medica, ecc.). Con questo non si intende sostenere che il Project Manager debba necessariamente essere un esperto di comparto, rimanendo la sua una figura eminentemente gestionale.

Il Project manager possiede capacità e competenze nelle attività di direzione e coordinamento, in tema di organizzazione delle attività e dei tempi di lavoro e in materia di gestione del budget di spesa. 

Accanto a queste competenze tecniche, questa figura professionale forse più di altre è caratterizzata per la rilevanza delle competenze trasversali, cosiddette "soft skills": saper comunicare, interagire, ascoltare, ispirare, mitigare i conflitti, generare fiducia ed ottimismo, analizzare e trovare la soluzione ai problemi, decidere.

Per diventare Project Manager, è opportuno maturare esperienza come collaboratore junior e poi senior nei team di progetto, per poi acquisire le competenze manageriali. In aggiunta, formazione specifica di project management è sicuramente consigliabile, quale piattaforma strutturata di riferimento a cui attingere per disciplinare, organizzare e gestire la mutevolezza tipica di ogni progetto. 

Tutti i contenuti editoriali contenuti e pubblicati sul sito wecanjob.it sono stati registrati e sono protetti dalle leggi in materia di proprietà industriale e/o intellettuale. Leggi ancora...
Discutiamone insieme...
discutiamo di
lavoro
Lavorare con la laurea magistrale in Psicologia, e specializzazione
Con la laurea magistrale in Psicologia e una specializzazione che lavori si possono fare? Quali strade professionali si aprono ....
0 commenti
discutiamo di
formazione
Green Economy: ecco le professioni più richieste
Sempre più Green! L’economia italiana trova nella sostenibilità ambientale e nel risparmio energetico ....
0 commenti
Potrebbe interessarti
17
giu
2019
Clici - Bando per incarichi d'insegnamento di lingua e cultura italiana
lavoro
Presso il CLICI, Centro di Lingua e Cultura Italiana dell’Università di Roma “Tor Vergata”, è ....
17
giu
2019
Premi di laurea: 6.000 euro per tesi sullo sport e sul calcio
formazione
Con la collaborazione dell’Università degli Studi di Firenze e sotto il patrocinio della Lega Italiana Calcio ....
Categorie: Ricerca, Sport, Premi
17
giu
2019
Concorsi per 171 posti per vari profili per Veneto Lavoro
lavoro
Veneto Lavoro ha indetto 11 concorsi pubblici, per titoli ed esami, nel quadro del Piano dei fabbisogni di personale per ....
Tutti i contenuti editoriali contenuti e pubblicati sul sito wecanjob.it sono stati registrati e sono protetti dalle leggi in materia di proprietà industriale e/o intellettuale. Leggi ancora...
- Inizio della pagina -
I nostri Partner
NEWSLETTER
TROVACI SU
2015 WeCanJob S.r.L., Via Torelli n. 22, CAP 71100 – FG, Partita IVA 04016220719
Qualunque utilizzo è vietato se non autorizzato
0
Il progetto WeCanJob.it è sviluppato con il CMS ISWEB® di Internet Soluzioni Srl www.internetsoluzioni.it