Home wecanjob.it
Orientamento formazione e lavoro: il portale itali

Le professioni: Macchinista del treno

in Industria e trasporti

Chi è e di cosa si occupa il Macchinista di treno?

Il Macchinista del treno conduce convogli ferroviari per il traporto di persone o di merci lungo strade ferrate a sezioni di blocco, ad alta capacità o ad alta velocità: pilota cioè treni elettrici, treni alimentati da propulsori diesel e treni tecnologicamente sofisticati che raggiungono la velocità di 300 km/h. Compie le manovre di trasporto per guidare il mezzo ferroviario da stazione a stazione, per portarlo a destinazione nel rispetto del percorso e dell’orario stabilito, per condurlo dal deposito alla stazione o viceversa, per sganciarlo o agganciarlo al locomotore e per eseguire la composizione del treno.

Prima di partire, prende in consegna il materiale rotabile, ne visiona la documentazione di viaggio, ne verifica la funzionalità e le condizioni di guida. Comunica il consenso alla partenza, mette in atto tutte le procedure per assicurare il trasporto in sicurezza. È capace di effettuare controlli tecnici e di eseguire piccoli lavori di riparazione e manutenzione. Conosce, quindi, le macchine e le attrezzature, compresa la loro progettazione, il loro uso. È un tecnico specializzato, conosce i circuiti elettronici e la meccanica delle locomotive che conduce ed è in grado di determinare le cause di errori di funzionamento e decidere cosa fare per risolverli.

Chi esercita questa professione lavora da solo. È una persona pratica, dotata di spirito d’iniziativa, capace di identificare i problemi, trovare le soluzioni, prendere decisioni ponderate. Agisce con razionalità e senso di responsabilità, usa il ragionamento deduttivo: analizzare i dati a disposizione e i pareri individuali per determinare se eventi o processi sono conformi agli standard, alle procedure o alle leggi. Raccoglie e rielabora le informazioni utili a monitorare lo stato del treno, i ritardi o le eventuali difficoltà e le comunica efficacemente alla centrale operativa. Cura i rapporti con il personale di terra delle stazioni, è dotato di spirito cooperativo.

Il macchinista del treno è capace di mantenere alta la concentrazione su un compito per lunghi periodi, senza distrarsi. E’ pronto di riflessi, risponde rapidamente a un segnale acustico o visivo, usando le mani, le dita o i piedi, azionando leve o dispositivi. Gode di un ottimo stato di salute psico-fisico e ha una buona capacità visiva: è in grado di percepire a distanza gli oggetti lungo la sua strada, di valutare fra più oggetti quale sia quello più vicino o quello più lontano, riesce a contrapporre o a rilevare le differenze tra i colori, comprese le sfumature e la luminosità. Guida il treno anche di notte e, quindi, è in grado di vedere bene pure in condizioni di bassa luminosità.

Lavora alle dipendenze di aziende di trasporto ferroviario, pubbliche o private. 

Tutti i contenuti editoriali contenuti e pubblicati sul sito wecanjob.it sono stati registrati e sono protetti dalle leggi in materia di proprietà industriale e/o intellettuale. Leggi ancora...

Qual è il percorso formativo per diventare macchinista di treno?

Per accedere alle selezioni o ai concorsi per diventare macchinista di treno è necessario il diploma di scuola secondaria superiore a indirizzo tecnico-professionale.

Chi aspira a condurre treni conosce i materiali rotabili, gli impianti di bordo e di terra, i regolamenti e le norme che regolano il traffico ferroviario, la segnaletica. Per acquisire le competenze è necessario seguire un corso di formazione di base tenuto da uno dei centri riconosciuti dall’Ansf, Agenzia nazionale per la sicurezza delle ferrovie, che si conclude con un esame scritto e orale, in seguito al quale è rilasciata la licenza di condotta.

La licenza di condotta europea, rilasciata dall’Ansf, attesta l’idoneità fisica, la formazione scolastica di base e la competenze professionali generali del macchinista. Vale 10 anni, su tutto il territorio dell’Unione europea. L’età minima per richiedere la licenza è 18 anni, tuttavia fino ai 20 anni la validità è limitata al territorio nazionale.

Oltre alla licenza, il macchinista dovrà conseguire il certificato complementare, nel quale sono indicate le infrastrutture sulle quali è autorizzato a circolare e i locomotori che è autorizzato a condurre. La validità del certificato è limitata al materiale rotabile e alle infrastrutture annotate nel documento, che è rilasciato, a seguito di un esame teorico pratico, dall’impresa ferroviaria o dal gestore dell’infrastruttura ferroviaria per la quale lavora. 

Tutti i contenuti editoriali contenuti e pubblicati sul sito wecanjob.it sono stati registrati e sono protetti dalle leggi in materia di proprietà industriale e/o intellettuale. Leggi ancora...

Quali sono i dati sull'occupazione dei Macchinisti del treno?

Gli aspiranti macchinisti del treno si affacciano in un settore in cui la tendenza della domanda è altalenante. Nel 2019 le imprese hanno previsto l'assunzione di 2.650 unità su 2.690 entrate. I contratti da apprendista sono quelli che di norma vengono stipulati (50% circa), il 29% delle assunzioni sono con contratto a tempo indeterminato.

Le aziende che guardano con particolare attenzione a persone che hanno già maturato un’esperienza professionale nell’ambito dei trasporti ferroviari sono solo il 28,6%, e la richiesta di candidati giovani ammonta al 76% dei casi. 

il 98,8% delle aziende  richiedono un diploma secondario e per tutti gli aspiranti macchinisti, le aziende prevedono specifici percorsi formativi dopo l’assunzione.

Lo stipendio annuo lordo del macchinista del treno (con 5-10 anni di esperienza) in media oscilla tra di 30.000 € e 40.000 € annui. La retribuzione varia in base alle indennità previste dal contratto, dal tipo di locomotore condotto, dall’azienda ferroviaria. 

Fonte: Excelsior Unioncamere

Tutti i contenuti editoriali contenuti e pubblicati sul sito wecanjob.it sono stati registrati e sono protetti dalle leggi in materia di proprietà industriale e/o intellettuale. Leggi ancora...
Tutti i contenuti editoriali contenuti e pubblicati sul sito wecanjob.it sono stati registrati e sono protetti dalle leggi in materia di proprietà industriale e/o intellettuale. Leggi ancora...
Le altre professioni
Macchinista del treno
Descrizione

Chi è e di cosa si occupa il Macchinista di treno?

Il Macchinista del treno conduce convogli ferroviari per il traporto di persone o di merci lungo strade ferrate a sezioni di blocco, ad alta capacità o ad alta velocità: pilota cioè treni elettrici, treni alimentati da propulsori diesel e treni tecnologicamente sofisticati che raggiungono la velocità di 300 km/h. Compie le manovre di trasporto per guidare il mezzo ferroviario da stazione a stazione, per portarlo a destinazione nel rispetto del percorso e dell’orario stabilito, per condurlo dal deposito alla stazione o viceversa, per sganciarlo o agganciarlo al locomotore e per eseguire la composizione del treno.

Prima di partire, prende in consegna il materiale rotabile, ne visiona la documentazione di viaggio, ne verifica la funzionalità e le condizioni di guida. Comunica il consenso alla partenza, mette in atto tutte le procedure per assicurare il trasporto in sicurezza. È capace di effettuare controlli tecnici e di eseguire piccoli lavori di riparazione e manutenzione. Conosce, quindi, le macchine e le attrezzature, compresa la loro progettazione, il loro uso. È un tecnico specializzato, conosce i circuiti elettronici e la meccanica delle locomotive che conduce ed è in grado di determinare le cause di errori di funzionamento e decidere cosa fare per risolverli.

Chi esercita questa professione lavora da solo. È una persona pratica, dotata di spirito d’iniziativa, capace di identificare i problemi, trovare le soluzioni, prendere decisioni ponderate. Agisce con razionalità e senso di responsabilità, usa il ragionamento deduttivo: analizzare i dati a disposizione e i pareri individuali per determinare se eventi o processi sono conformi agli standard, alle procedure o alle leggi. Raccoglie e rielabora le informazioni utili a monitorare lo stato del treno, i ritardi o le eventuali difficoltà e le comunica efficacemente alla centrale operativa. Cura i rapporti con il personale di terra delle stazioni, è dotato di spirito cooperativo.

Il macchinista del treno è capace di mantenere alta la concentrazione su un compito per lunghi periodi, senza distrarsi. E’ pronto di riflessi, risponde rapidamente a un segnale acustico o visivo, usando le mani, le dita o i piedi, azionando leve o dispositivi. Gode di un ottimo stato di salute psico-fisico e ha una buona capacità visiva: è in grado di percepire a distanza gli oggetti lungo la sua strada, di valutare fra più oggetti quale sia quello più vicino o quello più lontano, riesce a contrapporre o a rilevare le differenze tra i colori, comprese le sfumature e la luminosità. Guida il treno anche di notte e, quindi, è in grado di vedere bene pure in condizioni di bassa luminosità.

Lavora alle dipendenze di aziende di trasporto ferroviario, pubbliche o private. 

Percorso formativo

Qual è il percorso formativo per diventare macchinista di treno?

Per accedere alle selezioni o ai concorsi per diventare macchinista di treno è necessario il diploma di scuola secondaria superiore a indirizzo tecnico-professionale.

Chi aspira a condurre treni conosce i materiali rotabili, gli impianti di bordo e di terra, i regolamenti e le norme che regolano il traffico ferroviario, la segnaletica. Per acquisire le competenze è necessario seguire un corso di formazione di base tenuto da uno dei centri riconosciuti dall’Ansf, Agenzia nazionale per la sicurezza delle ferrovie, che si conclude con un esame scritto e orale, in seguito al quale è rilasciata la licenza di condotta.

La licenza di condotta europea, rilasciata dall’Ansf, attesta l’idoneità fisica, la formazione scolastica di base e la competenze professionali generali del macchinista. Vale 10 anni, su tutto il territorio dell’Unione europea. L’età minima per richiedere la licenza è 18 anni, tuttavia fino ai 20 anni la validità è limitata al territorio nazionale.

Oltre alla licenza, il macchinista dovrà conseguire il certificato complementare, nel quale sono indicate le infrastrutture sulle quali è autorizzato a circolare e i locomotori che è autorizzato a condurre. La validità del certificato è limitata al materiale rotabile e alle infrastrutture annotate nel documento, che è rilasciato, a seguito di un esame teorico pratico, dall’impresa ferroviaria o dal gestore dell’infrastruttura ferroviaria per la quale lavora. 

Numeri della professione

Quali sono i dati sull'occupazione dei Macchinisti del treno?

Gli aspiranti macchinisti del treno si affacciano in un settore in cui la tendenza della domanda è altalenante. Nel 2019 le imprese hanno previsto l'assunzione di 2.650 unità su 2.690 entrate. I contratti da apprendista sono quelli che di norma vengono stipulati (50% circa), il 29% delle assunzioni sono con contratto a tempo indeterminato.

Le aziende che guardano con particolare attenzione a persone che hanno già maturato un’esperienza professionale nell’ambito dei trasporti ferroviari sono solo il 28,6%, e la richiesta di candidati giovani ammonta al 76% dei casi. 

il 98,8% delle aziende  richiedono un diploma secondario e per tutti gli aspiranti macchinisti, le aziende prevedono specifici percorsi formativi dopo l’assunzione.

Lo stipendio annuo lordo del macchinista del treno (con 5-10 anni di esperienza) in media oscilla tra di 30.000 € e 40.000 € annui. La retribuzione varia in base alle indennità previste dal contratto, dal tipo di locomotore condotto, dall’azienda ferroviaria. 

Fonte: Excelsior Unioncamere

Macchinista del treno
 
Utility WeCanJob

Chi è e di cosa si occupa il Macchinista di treno?

Il Macchinista del treno conduce convogli ferroviari per il traporto di persone o di merci lungo strade ferrate a sezioni di blocco, ad alta capacità o ad alta velocità: pilota cioè treni elettrici, treni alimentati da propulsori diesel e treni tecnologicamente sofisticati che raggiungono la velocità di 300 km/h. Compie le manovre di trasporto per guidare il mezzo ferroviario da stazione a stazione, per portarlo a destinazione nel rispetto del percorso e dell’orario stabilito, per condurlo dal deposito alla stazione o viceversa, per sganciarlo o agganciarlo al locomotore e per eseguire la composizione del treno.

Prima di partire, prende in consegna il materiale rotabile, ne visiona la documentazione di viaggio, ne verifica la funzionalità e le condizioni di guida. Comunica il consenso alla partenza, mette in atto tutte le procedure per assicurare il trasporto in sicurezza. È capace di effettuare controlli tecnici e di eseguire piccoli lavori di riparazione e manutenzione. Conosce, quindi, le macchine e le attrezzature, compresa la loro progettazione, il loro uso. È un tecnico specializzato, conosce i circuiti elettronici e la meccanica delle locomotive che conduce ed è in grado di determinare le cause di errori di funzionamento e decidere cosa fare per risolverli.

Chi esercita questa professione lavora da solo. È una persona pratica, dotata di spirito d’iniziativa, capace di identificare i problemi, trovare le soluzioni, prendere decisioni ponderate. Agisce con razionalità e senso di responsabilità, usa il ragionamento deduttivo: analizzare i dati a disposizione e i pareri individuali per determinare se eventi o processi sono conformi agli standard, alle procedure o alle leggi. Raccoglie e rielabora le informazioni utili a monitorare lo stato del treno, i ritardi o le eventuali difficoltà e le comunica efficacemente alla centrale operativa. Cura i rapporti con il personale di terra delle stazioni, è dotato di spirito cooperativo.

Il macchinista del treno è capace di mantenere alta la concentrazione su un compito per lunghi periodi, senza distrarsi. E’ pronto di riflessi, risponde rapidamente a un segnale acustico o visivo, usando le mani, le dita o i piedi, azionando leve o dispositivi. Gode di un ottimo stato di salute psico-fisico e ha una buona capacità visiva: è in grado di percepire a distanza gli oggetti lungo la sua strada, di valutare fra più oggetti quale sia quello più vicino o quello più lontano, riesce a contrapporre o a rilevare le differenze tra i colori, comprese le sfumature e la luminosità. Guida il treno anche di notte e, quindi, è in grado di vedere bene pure in condizioni di bassa luminosità.

Lavora alle dipendenze di aziende di trasporto ferroviario, pubbliche o private. 

Tutti i contenuti editoriali contenuti e pubblicati sul sito wecanjob.it sono stati registrati e sono protetti dalle leggi in materia di proprietà industriale e/o intellettuale. Leggi ancora...
Video correlati
Discutiamone insieme...
discutiamo di
lavoro
Buone vacanze da WeCanBlog!
Care lettrici e cari lettori, come sempre, anche quest’anno la redazione di WeCanBlog va per qualche giorno in vacanza. ....
0 commenti
discutiamo di
formazione
Viaggiare per studio: lo fanno sempre più studenti
Soddisfatti, pronti ad aprirsi a nuove esperienze professionali e formative all’estero e consapevoli di aver ampliato ....
0 commenti
Potrebbe interessarti
26
set
2020
Università Torino: master di I livello in Progettazione, comunicazione e management del turismo culturale
Sono aperte le iscrizioni alla II edizione del master di I livello in Progettazione, comunicazione e management del turismo ....
25
set
2020
Lavoro in Portogallo: cercasi con urgenza Addetti customer care di lingua italiana
L'Agenzia Nazionale delle Politiche Attive e del Lavoro (ANPAL), agenzia dipendente dal Ministero del Lavoro e delle Politiche ....
19
set
2020
Anas: assunzioni a Roma per Business travel support
Per conto di Anas spa, Monster ha avviato una campagna di reclutamento finalizzata all'assunzione di 2 Business travel support (1 ....
Tutti i contenuti editoriali contenuti e pubblicati sul sito wecanjob.it sono stati registrati e sono protetti dalle leggi in materia di proprietà industriale e/o intellettuale. Leggi ancora...
- Inizio della pagina -
NEWSLETTER
TROVACI SU
2015 WeCanJob S.r.L., Via Torelli n. 22, CAP 71100 – FG, Partita IVA 04016220719
Qualunque utilizzo è vietato se non autorizzato
0
Il progetto WeCanJob.it è sviluppato con il CMS ISWEB® di Internet Soluzioni Srl www.internetsoluzioni.it