Home wecanjob.it
Orientamento formazione e lavoro: il portale itali

Le professioni: Orafo

in Industria e trasporti

Chi è e di cosa si occupa l'Orafo?

L’Orafo è un artigiano che si occupa della realizzazione e riparazione di oggetti decorativi composti da oro o altri materiali preziosi. Può svolgere la sua professione in proprio o come dipendente di un’impresa artigiana.

Le sue attività riguardano prevalentemente:

  • Fusione e saldatura dei metalli preziosi e leghe di metallo
  • Riparazione di manufatti orafi o gioielli
  • Incisione dei metalli
  • Disegno della bozza dell’oggetto da realizzare
  • Lucidatura dei prodotti
  • Approvvigionamento e manutenzione delle materie prime
  • Taglio e limatura delle parti in metallo

L’oggetto prodotto può essere venduto direttamente al cliente finale oppure a negozi di oreficeria o gioielleria. Se svolge la professione in un’attività commerciale, l’orafo si occupa dell’esposizione dei gioielli e della loro vendita diretta e, se è anche il titolare, tiene la contabilità svolgendo pratiche burocratiche e fiscali.

L’orafo può svolgere diversi ruoli nelle varie fasi del processo produttivo:

  • Incisore: se incide lettere, numeri o simboli sugli oggetti destinati alla vendita
  • Incastonatore: se si occupa di incassare le pietre preziose in un gioiello semilavorato
  • Designer orafo: se provvede al disegno dei gioielli anche attraverso l’uso di strumenti informatici
  • Cerista o modellista orafo: se prepara i modelli in cera per la realizzazione dell’oggetto
  • Addetto alla fusione: se segue la fase di fusione e saldatura dei materiali.
  • Gemmologo: se stabilisce la qualità delle pietre preziose e ne riconosce le caratteristiche
  • Lucidatore: si occupa della lucidatura e rifinitura dell’oggetto

L’orafo svolge la sua attività all’interno di laboratori artigiani o industriali, dove utilizza utensili manuali per fondere e modellare i metalli. È quindi esposto a temperature elevate e a sostanze chimiche che gli consentono di consolidare una resistenza allo stress.

Tutti i contenuti editoriali contenuti e pubblicati sul sito wecanjob.it sono stati registrati e sono protetti dalle leggi in materia di proprietà industriale e/o intellettuale. Leggi ancora...

Qual è il percorso formativo per diventare Orafo?

Per intraprendere la professione dell’orafo è consigliabile conseguire un diploma di scuola secondaria di secondo grado, preferibilmente presso un Istituto Professionale – Settore industria e artigianato, Indirizzo produzioni industriali e artigianali – Articolazione artigianato. Il percorso si articola in due bienni e un quinto anno finale, al cui termine è previsto un Esame di Stato.

È inoltre opportuno frequentare un Corso o una Scuola specializzata, finalizzati all’inserimento in un processo di apprendistato presso laboratori orafi artigianali. Per l’accesso a tali strutture è sufficiente il diploma di scuola secondaria di primo grado. Il percorso permette di seguire tutte le fasi della realizzazione dei gioielli, apprendendo l’arte dell’oreficeria.

Ci sono ottime Scuole specializzate sul territorio nazionale, tra cui:

Oltre a tecniche manuali di realizzazione dei gioielli, l’orafo deve:

  • conoscere la storia dell’oreficeria nelle arti minori
  • conoscere la legislazione del settore
  • conoscere la tecnologia dei metalli preziosi
  • possedere doti artistiche di design

Come in tutte le professioni artistiche, la creatività è indispensabile. Completano il profilo precisione, un’ottima vista e disponibilità al contatto con il pubblico.

Al termine del percorso formativo, dopo aver maturato esperienza sul campo, è possibile intraprendere un’attività artigianale autonoma iscrivendosi all’Albo delle Imprese Artigiane presso la Camera di Commercio, ai sensi della Legge n 443 del 1985. Inoltre gli orafi devono risultare iscritti nel Registro Assegnatari Marchi di Identificazione (altrimenti noto come Registro Orafi) presso l’Ufficio Metrico della Camera di Commercio.

Tutti i contenuti editoriali contenuti e pubblicati sul sito wecanjob.it sono stati registrati e sono protetti dalle leggi in materia di proprietà industriale e/o intellettuale. Leggi ancora...

Quali sono i dati sull'occupazione degli Orafi?

Gli orafi appartengono alla macrocategoria degli "Orafi, gioiellieri e professioni assimilate". 

Fonte: dati Excelsior-Unioncamere

La domanda di lavoro per questa categoria è in leggero aumento. Nel 2019 si registrano 2.200 assunzioni di dipendenti su 3.620 entrate previste.

Quali sono i requisiti richiesti agli Orafi?

Le aziende che desiderano assumere Orafi cercano almeno i seguenti requisiti:

  • esperienza professionale (lo richiede il 21,5% dei datori di lavoro)
  • esperienza nello stesso settore (è richiesta dal 60,7% dei datori di lavoro)
  • formazione professionale (richiesta dal 81,2% dei datori di lavoro)

La professione dell’orafo è disciplinata dal CCNL per i dipendenti da aziende artigiane orafe ed argenterie, dove sono specificati i livelli di retribuzione.

Tutti i contenuti editoriali contenuti e pubblicati sul sito wecanjob.it sono stati registrati e sono protetti dalle leggi in materia di proprietà industriale e/o intellettuale. Leggi ancora...
Tutti i contenuti editoriali contenuti e pubblicati sul sito wecanjob.it sono stati registrati e sono protetti dalle leggi in materia di proprietà industriale e/o intellettuale. Leggi ancora...
Orafo
Descrizione

Chi è e di cosa si occupa l'Orafo?

L’Orafo è un artigiano che si occupa della realizzazione e riparazione di oggetti decorativi composti da oro o altri materiali preziosi. Può svolgere la sua professione in proprio o come dipendente di un’impresa artigiana.

Le sue attività riguardano prevalentemente:

  • Fusione e saldatura dei metalli preziosi e leghe di metallo
  • Riparazione di manufatti orafi o gioielli
  • Incisione dei metalli
  • Disegno della bozza dell’oggetto da realizzare
  • Lucidatura dei prodotti
  • Approvvigionamento e manutenzione delle materie prime
  • Taglio e limatura delle parti in metallo

L’oggetto prodotto può essere venduto direttamente al cliente finale oppure a negozi di oreficeria o gioielleria. Se svolge la professione in un’attività commerciale, l’orafo si occupa dell’esposizione dei gioielli e della loro vendita diretta e, se è anche il titolare, tiene la contabilità svolgendo pratiche burocratiche e fiscali.

L’orafo può svolgere diversi ruoli nelle varie fasi del processo produttivo:

  • Incisore: se incide lettere, numeri o simboli sugli oggetti destinati alla vendita
  • Incastonatore: se si occupa di incassare le pietre preziose in un gioiello semilavorato
  • Designer orafo: se provvede al disegno dei gioielli anche attraverso l’uso di strumenti informatici
  • Cerista o modellista orafo: se prepara i modelli in cera per la realizzazione dell’oggetto
  • Addetto alla fusione: se segue la fase di fusione e saldatura dei materiali.
  • Gemmologo: se stabilisce la qualità delle pietre preziose e ne riconosce le caratteristiche
  • Lucidatore: si occupa della lucidatura e rifinitura dell’oggetto

L’orafo svolge la sua attività all’interno di laboratori artigiani o industriali, dove utilizza utensili manuali per fondere e modellare i metalli. È quindi esposto a temperature elevate e a sostanze chimiche che gli consentono di consolidare una resistenza allo stress.

Percorso formativo

Qual è il percorso formativo per diventare Orafo?

Per intraprendere la professione dell’orafo è consigliabile conseguire un diploma di scuola secondaria di secondo grado, preferibilmente presso un Istituto Professionale – Settore industria e artigianato, Indirizzo produzioni industriali e artigianali – Articolazione artigianato. Il percorso si articola in due bienni e un quinto anno finale, al cui termine è previsto un Esame di Stato.

È inoltre opportuno frequentare un Corso o una Scuola specializzata, finalizzati all’inserimento in un processo di apprendistato presso laboratori orafi artigianali. Per l’accesso a tali strutture è sufficiente il diploma di scuola secondaria di primo grado. Il percorso permette di seguire tutte le fasi della realizzazione dei gioielli, apprendendo l’arte dell’oreficeria.

Ci sono ottime Scuole specializzate sul territorio nazionale, tra cui:

Oltre a tecniche manuali di realizzazione dei gioielli, l’orafo deve:

  • conoscere la storia dell’oreficeria nelle arti minori
  • conoscere la legislazione del settore
  • conoscere la tecnologia dei metalli preziosi
  • possedere doti artistiche di design

Come in tutte le professioni artistiche, la creatività è indispensabile. Completano il profilo precisione, un’ottima vista e disponibilità al contatto con il pubblico.

Al termine del percorso formativo, dopo aver maturato esperienza sul campo, è possibile intraprendere un’attività artigianale autonoma iscrivendosi all’Albo delle Imprese Artigiane presso la Camera di Commercio, ai sensi della Legge n 443 del 1985. Inoltre gli orafi devono risultare iscritti nel Registro Assegnatari Marchi di Identificazione (altrimenti noto come Registro Orafi) presso l’Ufficio Metrico della Camera di Commercio.

Numeri della professione

Quali sono i dati sull'occupazione degli Orafi?

Gli orafi appartengono alla macrocategoria degli "Orafi, gioiellieri e professioni assimilate". 

Fonte: dati Excelsior-Unioncamere

La domanda di lavoro per questa categoria è in leggero aumento. Nel 2019 si registrano 2.200 assunzioni di dipendenti su 3.620 entrate previste.

Quali sono i requisiti richiesti agli Orafi?

Le aziende che desiderano assumere Orafi cercano almeno i seguenti requisiti:

  • esperienza professionale (lo richiede il 21,5% dei datori di lavoro)
  • esperienza nello stesso settore (è richiesta dal 60,7% dei datori di lavoro)
  • formazione professionale (richiesta dal 81,2% dei datori di lavoro)

La professione dell’orafo è disciplinata dal CCNL per i dipendenti da aziende artigiane orafe ed argenterie, dove sono specificati i livelli di retribuzione.

Orafo
 
Utility WeCanJob

Chi è e di cosa si occupa l'Orafo?

L’Orafo è un artigiano che si occupa della realizzazione e riparazione di oggetti decorativi composti da oro o altri materiali preziosi. Può svolgere la sua professione in proprio o come dipendente di un’impresa artigiana.

Le sue attività riguardano prevalentemente:

  • Fusione e saldatura dei metalli preziosi e leghe di metallo
  • Riparazione di manufatti orafi o gioielli
  • Incisione dei metalli
  • Disegno della bozza dell’oggetto da realizzare
  • Lucidatura dei prodotti
  • Approvvigionamento e manutenzione delle materie prime
  • Taglio e limatura delle parti in metallo

L’oggetto prodotto può essere venduto direttamente al cliente finale oppure a negozi di oreficeria o gioielleria. Se svolge la professione in un’attività commerciale, l’orafo si occupa dell’esposizione dei gioielli e della loro vendita diretta e, se è anche il titolare, tiene la contabilità svolgendo pratiche burocratiche e fiscali.

L’orafo può svolgere diversi ruoli nelle varie fasi del processo produttivo:

  • Incisore: se incide lettere, numeri o simboli sugli oggetti destinati alla vendita
  • Incastonatore: se si occupa di incassare le pietre preziose in un gioiello semilavorato
  • Designer orafo: se provvede al disegno dei gioielli anche attraverso l’uso di strumenti informatici
  • Cerista o modellista orafo: se prepara i modelli in cera per la realizzazione dell’oggetto
  • Addetto alla fusione: se segue la fase di fusione e saldatura dei materiali.
  • Gemmologo: se stabilisce la qualità delle pietre preziose e ne riconosce le caratteristiche
  • Lucidatore: si occupa della lucidatura e rifinitura dell’oggetto

L’orafo svolge la sua attività all’interno di laboratori artigiani o industriali, dove utilizza utensili manuali per fondere e modellare i metalli. È quindi esposto a temperature elevate e a sostanze chimiche che gli consentono di consolidare una resistenza allo stress.

Tutti i contenuti editoriali contenuti e pubblicati sul sito wecanjob.it sono stati registrati e sono protetti dalle leggi in materia di proprietà industriale e/o intellettuale. Leggi ancora...
Discutiamone insieme...
discutiamo di
lavoro
Italia primo Paese europeo nel settore moda
Il settore dell’abbigliamento e della moda è da sempre uno dei fiori all’occhiello della tradizione italiana. ....
0 commenti
discutiamo di
formazione
Green Economy: ecco le professioni più richieste
Sempre più Green! L’economia italiana trova nella sostenibilità ambientale e nel risparmio energetico ....
0 commenti
Potrebbe interessarti
19
set
2020
AMG Energia Palermo: 27 assunzioni a tempo indeterminato con licenza media o diploma
AMG Energia spa, società di gestione dei servizi energetici partecipata dal Comune di Palermo, ha pubblicato sul proprio ....
17
set
2020
Nestlé cerca diplomati anche senza esperienza per stabilimento in Italia
Nota realtà dell'industria alimentare sul piano internazionale, Nestlé è un Gruppo con sede principale ....
11
set
2020
SAI: 150 assunzioni nell'automotive per Tecnici e Operai in Campania
Buone notizie sul versante occupazionale in Campania. La Newco del settore automobilistico SAI - Schlote Automotive ....
Tutti i contenuti editoriali contenuti e pubblicati sul sito wecanjob.it sono stati registrati e sono protetti dalle leggi in materia di proprietà industriale e/o intellettuale. Leggi ancora...
- Inizio della pagina -
NEWSLETTER
TROVACI SU
2015 WeCanJob S.r.L., Via Torelli n. 22, CAP 71100 – FG, Partita IVA 04016220719
Qualunque utilizzo è vietato se non autorizzato
0
Il progetto WeCanJob.it è sviluppato con il CMS ISWEB® di Internet Soluzioni Srl www.internetsoluzioni.it