Home wecanjob.it
Orientamento formazione e lavoro: il portale itali

Le professioni: Preside

in Formazione

Chi è e di cosa si occupa il Preside?

Il Preside, la cui denominazione ufficiale è Dirigente di istituto scolastico ha diversi compiti:

  • Coordina le attività didattiche delle scuole di ogni ordine e grado, statali o private
  • Garantisce l’esercizio della libertà di insegnamento, la scelta educativa delle famiglie e l’attuazione del diritto all’apprendimento da parte degli alunni
  • Presiede gli organi collegiali
  • Pianifica strategicamente le attività: conosce i metodi e le procedure per progettare l’offerta formativa e curricolare
  • Verifica l’efficacia degli interventi formativi, definisce e monitora il raggiungimento degli obiettivi
  • Gestisce il personale e le risorse umane dell’istituzione scolastica
  • Supervisiona, valuta, motiva e valorizza i docenti e il personale non docente.
  • Amministra le risorse finanziarie e strumentali della scuola che dirige, applica i principi che regolano l’economia e la contabilità
  • Cerca e reperisce i finanziamenti per le attività didattiche, prende visione delle disposizioni ministeriali, rappresenta legalmente l’istituzione scolastica.

Viste le sue ampie mansioni deve essere pratico di leggi e istituzioni e deve conoscere le procedure amministrative e d’ufficio. Cura i rapporti con i soggetti e gli enti esterni alla struttura scolastica, gli enti pubblici, quelli territoriali, il dicastero, e sollecita la collaborazione delle risorse culturali, professionali, sociali ed economiche del territorio e promuove l’immagine dell’istituto. Cura e introduce innovazioni tecnologiche, si fa promotore di rinnovamenti nelle metodologie e nella didattica. Si aggiorna costantemente sui cambiamenti  tecnici e teorici, mette in pratica le nuove conoscenze. Alla professione di Preside si accede tramite concorso.

Chi esercita questa professione sa ascoltare attivamente gli altri, è persuasivo, sa negoziare e risolvere le controversie. Affronta le problematiche poste dagli studenti, media i conflitti fra docenti, genitori o alunni. Comunica efficacemente oralmente e per iscritto, sa parlare in pubblico. È dotato di senso critico ed è in grado di individuare, valutare i problemi e adottare soluzioni, conclusioni o approcci alternativi alle questioni. È in grado di dare opinioni e impartire direttive e istruzioni. È dotato di capacità di leadership e ha attitudine a prendere decisioni. Guida e coordina gli insegnanti, incoraggia il lavoro di gruppo, alimentando la fiducia reciproca, il rispetto e la cooperazione tra i membri. Predilige comportamenti formali.  

Il lavoro del dirigente scolastico è a tempo indeterminato e può essere svolto per un’istituzione scolastica statale o privata.

Tutti i contenuti editoriali contenuti e pubblicati sul sito wecanjob.it sono stati registrati e sono protetti dalle leggi in materia di proprietà industriale e/o intellettuale. Leggi ancora...

Qual è il percorso formativo per diventare Preside?

Il dirigente scolastico accede alla professione partecipando a un concorso pubblico, bandito sulla base delle esigenze stimate dal Ministero della Pubblica Istruzione, Università e Ricerca di concerto con il Ministero dell’Economia e delle Finanze.

Per essere ammesso alla selezione, il candidato deve avere maturato almeno 5 anni di anzianità di servizio quale docente, anche precario o in pre-ruolo. 

Il concorso prevede una prima prova preselettiva a carattere culturale e professionale per appurare le competenze dei candidati circa la funzione dirigenziale, la lingua straniera, le tecnologie informatiche e la comunicazione. Superato il test, si passa ad affrontare due prove scritte e una orale che vertono, tra l’altro, sui sistemi formativi e gli ordinamenti degli studi in Italia e nei Paesi dell’Unione europea, sulle modalità di conduzione delle organizzazioni complesse, sulle conoscenze delle aree giuridico – amministrative – finanziarie, sulle conoscenze socio pedagogiche, organizzative e relazionali. Infine, è richiesta l’analisi di casi concreti e l’impostazione di soluzioni.

Superato il concorso si apre un’ulteriore fase di corso – concorso della durata di 6 mesi con formazione in aula e tirocinio, caratterizzato da una prova scritta intermedia e una prova orale finale.

Tutti i contenuti editoriali contenuti e pubblicati sul sito wecanjob.it sono stati registrati e sono protetti dalle leggi in materia di proprietà industriale e/o intellettuale. Leggi ancora...

Quali sono i dati sull'occupazione dei Presidi?

Le prospettive di assunzione per i presidi sono sostanzialmente stabili, così come per gran parte delle figure professionali comprese nella macrocategoria "Direttori, dirigenti ed equiparati dell’amministrazione pubblica e nei servizi di sanità, istruzione e ricerca". In generale però per questa macrocrategoria si prevede un aumento da 84.030 unità del 2014 a 87.607 unità del 2018, con una variazione del 4,3%.

Previsioni occupati 2014-2018

Preside-1

Fonte: Isfol

Lo stipendio annuo lordo del dirigente di istituto scolastico (con 5-10 anni di esperienza) oscilla in media tra i 33.000 e i 40.000 €. La retribuzione varia sensibilmente a seconda dell’istituzione scolastica dalla quale dipende, se pubblica o privata. 

Tutti i contenuti editoriali contenuti e pubblicati sul sito wecanjob.it sono stati registrati e sono protetti dalle leggi in materia di proprietà industriale e/o intellettuale. Leggi ancora...
Tutti i contenuti editoriali contenuti e pubblicati sul sito wecanjob.it sono stati registrati e sono protetti dalle leggi in materia di proprietà industriale e/o intellettuale. Leggi ancora...
Le altre professioni
Preside
Descrizione

Chi è e di cosa si occupa il Preside?

Il Preside, la cui denominazione ufficiale è Dirigente di istituto scolastico ha diversi compiti:

  • Coordina le attività didattiche delle scuole di ogni ordine e grado, statali o private
  • Garantisce l’esercizio della libertà di insegnamento, la scelta educativa delle famiglie e l’attuazione del diritto all’apprendimento da parte degli alunni
  • Presiede gli organi collegiali
  • Pianifica strategicamente le attività: conosce i metodi e le procedure per progettare l’offerta formativa e curricolare
  • Verifica l’efficacia degli interventi formativi, definisce e monitora il raggiungimento degli obiettivi
  • Gestisce il personale e le risorse umane dell’istituzione scolastica
  • Supervisiona, valuta, motiva e valorizza i docenti e il personale non docente.
  • Amministra le risorse finanziarie e strumentali della scuola che dirige, applica i principi che regolano l’economia e la contabilità
  • Cerca e reperisce i finanziamenti per le attività didattiche, prende visione delle disposizioni ministeriali, rappresenta legalmente l’istituzione scolastica.

Viste le sue ampie mansioni deve essere pratico di leggi e istituzioni e deve conoscere le procedure amministrative e d’ufficio. Cura i rapporti con i soggetti e gli enti esterni alla struttura scolastica, gli enti pubblici, quelli territoriali, il dicastero, e sollecita la collaborazione delle risorse culturali, professionali, sociali ed economiche del territorio e promuove l’immagine dell’istituto. Cura e introduce innovazioni tecnologiche, si fa promotore di rinnovamenti nelle metodologie e nella didattica. Si aggiorna costantemente sui cambiamenti  tecnici e teorici, mette in pratica le nuove conoscenze. Alla professione di Preside si accede tramite concorso.

Chi esercita questa professione sa ascoltare attivamente gli altri, è persuasivo, sa negoziare e risolvere le controversie. Affronta le problematiche poste dagli studenti, media i conflitti fra docenti, genitori o alunni. Comunica efficacemente oralmente e per iscritto, sa parlare in pubblico. È dotato di senso critico ed è in grado di individuare, valutare i problemi e adottare soluzioni, conclusioni o approcci alternativi alle questioni. È in grado di dare opinioni e impartire direttive e istruzioni. È dotato di capacità di leadership e ha attitudine a prendere decisioni. Guida e coordina gli insegnanti, incoraggia il lavoro di gruppo, alimentando la fiducia reciproca, il rispetto e la cooperazione tra i membri. Predilige comportamenti formali.  

Il lavoro del dirigente scolastico è a tempo indeterminato e può essere svolto per un’istituzione scolastica statale o privata.

Percorso formativo

Qual è il percorso formativo per diventare Preside?

Il dirigente scolastico accede alla professione partecipando a un concorso pubblico, bandito sulla base delle esigenze stimate dal Ministero della Pubblica Istruzione, Università e Ricerca di concerto con il Ministero dell’Economia e delle Finanze.

Per essere ammesso alla selezione, il candidato deve avere maturato almeno 5 anni di anzianità di servizio quale docente, anche precario o in pre-ruolo. 

Il concorso prevede una prima prova preselettiva a carattere culturale e professionale per appurare le competenze dei candidati circa la funzione dirigenziale, la lingua straniera, le tecnologie informatiche e la comunicazione. Superato il test, si passa ad affrontare due prove scritte e una orale che vertono, tra l’altro, sui sistemi formativi e gli ordinamenti degli studi in Italia e nei Paesi dell’Unione europea, sulle modalità di conduzione delle organizzazioni complesse, sulle conoscenze delle aree giuridico – amministrative – finanziarie, sulle conoscenze socio pedagogiche, organizzative e relazionali. Infine, è richiesta l’analisi di casi concreti e l’impostazione di soluzioni.

Superato il concorso si apre un’ulteriore fase di corso – concorso della durata di 6 mesi con formazione in aula e tirocinio, caratterizzato da una prova scritta intermedia e una prova orale finale.

Numeri della professione

Quali sono i dati sull'occupazione dei Presidi?

Le prospettive di assunzione per i presidi sono sostanzialmente stabili, così come per gran parte delle figure professionali comprese nella macrocategoria "Direttori, dirigenti ed equiparati dell’amministrazione pubblica e nei servizi di sanità, istruzione e ricerca". In generale però per questa macrocrategoria si prevede un aumento da 84.030 unità del 2014 a 87.607 unità del 2018, con una variazione del 4,3%.

Previsioni occupati 2014-2018

Preside-1

Fonte: Isfol

Lo stipendio annuo lordo del dirigente di istituto scolastico (con 5-10 anni di esperienza) oscilla in media tra i 33.000 e i 40.000 €. La retribuzione varia sensibilmente a seconda dell’istituzione scolastica dalla quale dipende, se pubblica o privata. 

Preside
 
Utility WeCanJob

Chi è e di cosa si occupa il Preside?

Il Preside, la cui denominazione ufficiale è Dirigente di istituto scolastico ha diversi compiti:

  • Coordina le attività didattiche delle scuole di ogni ordine e grado, statali o private
  • Garantisce l’esercizio della libertà di insegnamento, la scelta educativa delle famiglie e l’attuazione del diritto all’apprendimento da parte degli alunni
  • Presiede gli organi collegiali
  • Pianifica strategicamente le attività: conosce i metodi e le procedure per progettare l’offerta formativa e curricolare
  • Verifica l’efficacia degli interventi formativi, definisce e monitora il raggiungimento degli obiettivi
  • Gestisce il personale e le risorse umane dell’istituzione scolastica
  • Supervisiona, valuta, motiva e valorizza i docenti e il personale non docente.
  • Amministra le risorse finanziarie e strumentali della scuola che dirige, applica i principi che regolano l’economia e la contabilità
  • Cerca e reperisce i finanziamenti per le attività didattiche, prende visione delle disposizioni ministeriali, rappresenta legalmente l’istituzione scolastica.

Viste le sue ampie mansioni deve essere pratico di leggi e istituzioni e deve conoscere le procedure amministrative e d’ufficio. Cura i rapporti con i soggetti e gli enti esterni alla struttura scolastica, gli enti pubblici, quelli territoriali, il dicastero, e sollecita la collaborazione delle risorse culturali, professionali, sociali ed economiche del territorio e promuove l’immagine dell’istituto. Cura e introduce innovazioni tecnologiche, si fa promotore di rinnovamenti nelle metodologie e nella didattica. Si aggiorna costantemente sui cambiamenti  tecnici e teorici, mette in pratica le nuove conoscenze. Alla professione di Preside si accede tramite concorso.

Chi esercita questa professione sa ascoltare attivamente gli altri, è persuasivo, sa negoziare e risolvere le controversie. Affronta le problematiche poste dagli studenti, media i conflitti fra docenti, genitori o alunni. Comunica efficacemente oralmente e per iscritto, sa parlare in pubblico. È dotato di senso critico ed è in grado di individuare, valutare i problemi e adottare soluzioni, conclusioni o approcci alternativi alle questioni. È in grado di dare opinioni e impartire direttive e istruzioni. È dotato di capacità di leadership e ha attitudine a prendere decisioni. Guida e coordina gli insegnanti, incoraggia il lavoro di gruppo, alimentando la fiducia reciproca, il rispetto e la cooperazione tra i membri. Predilige comportamenti formali.  

Il lavoro del dirigente scolastico è a tempo indeterminato e può essere svolto per un’istituzione scolastica statale o privata.

Tutti i contenuti editoriali contenuti e pubblicati sul sito wecanjob.it sono stati registrati e sono protetti dalle leggi in materia di proprietà industriale e/o intellettuale. Leggi ancora...
Discutiamone insieme...
discutiamo di
lavoro
Lavorare alle poste: come diventare Addetto allo sportello postale
Lettere, pacchi, corrispondenze, pagamenti e operazioni postali sono solo alcuni degli elementi che danno forma all’ambiente ....
0 commenti
discutiamo di
formazione
Come diventare Insegnante di sostegno
Tra tutti i tipi di professioni, quella dell’Insegnante ha sicuramente caratteristiche peculiari. Se si pensa alla ....
0 commenti
Potrebbe interessarti
27
nov
2020
Università Cattolica Sacro Cuore: concorsi per 11 posti di Ricercatore tipo A e B
Con avviso sulla Gazzetta Ufficiale, sezione Concorsi ed esami n. 92, l’Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano ....
27
nov
2020
Ospedale Niguarda: avviso per Dirigente psicologo
L’Ospedale Niguarda di Milano ha pubblicato un avviso pubblico per il conferimento di 1 posto, a tempo pieno e determinato, ....
27
nov
2020
Catania: concorso per 40 assunzioni a tempo indeterminato, laureati in Scienze politiche, Giurisprudenza, Economia
Presso l'ASP Catania è stato indetto, con pubblicazione sulla Gazzetta Ufficiale del 20 novembre 2020, sezione Concorsi ed ....
Categorie: Sicilia, Concorsi
Tutti i contenuti editoriali contenuti e pubblicati sul sito wecanjob.it sono stati registrati e sono protetti dalle leggi in materia di proprietà industriale e/o intellettuale. Leggi ancora...
- Inizio della pagina -
NEWSLETTER
TROVACI SU
2015 WeCanJob S.r.L., Via Torelli n. 22, CAP 71100 – FG, Partita IVA 04016220719
Qualunque utilizzo è vietato se non autorizzato
0
Il progetto WeCanJob.it è sviluppato con il CMS ISWEB® di Internet Soluzioni Srl www.internetsoluzioni.it