Home wecanjob.it
Orientamento formazione e lavoro: il portale italiano
Orientamento formazione e lavoro: il portale itali

Le professioni: Pescatore

in Agricoltura e Ambiente

Chi è e di cosa si occupa il Pescatore?

Il Pescatore si occupa della cattura di pesci a scopo alimentare. Ricopre un ruolo molto importante nell’approvvigionamento delle risorse ed è testimone della tradizione italiana della pesca, settore a cui sono collegate numerose eccellenze del nostro Paese.

Si possono distinguere tre tipi di pescatore, in base all’ambiente specifico in cui lavora:

  • pescatore in acque marine, che svolge il suo lavoro in acque costiere e/o in alto mare
  • pescatore in acque dolci, che svolge il suo lavoro in laghi e fiumi
  • pescatore in acque lagunari, che svolge il suo lavoro in acque salmastre

In genere, un pescatore si specializza in base alla specie pescata (mitili, crostacei, pesci, tonni, ecc.) e/o alla tecnica utilizzata (pesca a strascico, pesca con fiocina, pesca con lampara, ecc.). In base al profilo specifico, il pescatore deve saper maneggiare gli strumenti utili al tipo di pesca prescelto e le tecniche che questo prevede.

Quello del pescatore è un lavoro molto duro che spesso scoraggia chi vuole intraprenderlo. La fatica è un elemento con cui bisogna sempre fare i conti nelle attività di pesca.

Tra le caratteristiche generali del pescatore, soprattutto quando si parla della pesca in alto mare, devono esserci:

  • forma fisica ottimale
  • predisposizione al lavoro di gruppo
  • capacità di affrontare le emergenze
  • capacità di lavorare per lunghi periodi senza riposo
  • resistenza alla vita in spazi ristretti
  • amore per il mare e per gli ambienti acquatici

Per svolgere al meglio la professione, inoltre, è necessario essere consapevoli della stagionalità della vita marina, delle fasi di sviluppo, del comportamento, delle migrazioni e dell’habitat dei pesci e degli altri animali acquatici. Fondamentale è anche che il pescatore conosca al meglio le normative esistenti in materia di restrizioni alle attività di pesca: infatti moltissime specie, come sintetizzato in questa Guida rapida alle specie tutelate di interesse per la pesca, sono soggette a limitazioni e restrizioni per quanto riguarda il prelevamento, il trasbordo e la vendita.

Un pescatore inizia a lavorare generalmente come dipendente di un’impresa di pesca (spesso rappresentata anche da un singolo peschereccio). Dopo un periodo di lavoro alle dipendenze di altri, il pescatore può decidere di mettersi in proprio diventando egli stesso titolare di un’impresa. In tal caso, dovrà investire una cospicua quota di denaro dato che, per esempio, dovrà acquistare un peschereccio e il complesso di strumentazioni necessarie all’attività.

Tutti i contenuti editoriali contenuti e pubblicati sul sito wecanjob.it sono stati registrati e sono protetti dalle leggi in materia di proprietà industriale e/o intellettuale. Leggi ancora...

Qual è il percorso formativo per diventare Pescatore?

Per diventare pescatore non è necessario seguire un percorso formativo specifico in termini scolastici e accademici. Basta dunque aver frequentato la scuola dell’obbligo. È però fondamentale imparare il mestiere on the job, attraverso un periodo di apprendistato alle dipendenze di un pescatore professionista esperto.

Il pescatore che conduce da sé il suo peschereccio deve essere in possesso dell’adeguata patente nautica e del libretto di navigazione per la sua imbarcazione.

Per poter svolgere la professione è necessario ottenere la Licenza di pesca, rilasciata dal Ministero delle Politiche Agricole, Alimentari e Forestali. La licenza viene rilasciata esclusivamente a chi è inscritto nei Registri delle imprese di pesca facenti capo alle Capitanerie di Porto (qui il modulo per la richiesta dell’iscrizione), come regolamentato dal decreto legislativo 153 del 26 maggio 2004.

Le Regioni attivano comunque, in diverse modalità, dei corsi utili ad accedere alla professione attraverso percorsi formativi triennali per il conseguimento della qualifica di Operatore del mare e delle acque interne.

Tutti i contenuti editoriali contenuti e pubblicati sul sito wecanjob.it sono stati registrati e sono protetti dalle leggi in materia di proprietà industriale e/o intellettuale. Leggi ancora...

Quali sono i dati sull'occupazione dei Pescatori?

Il comparto ittico e la cosiddetta blue economy, in cui si inscrivono le attività dei pescatori in acque lagunari e marine, è un settore molto importante dell’economia italiana, data naturalmente la conformazione del nostro Paese. In un puntuale rapporto curato da Unioncamere, sono sintetizzati alcuni dei numeri del settore.

Nel periodo 2014-2018, si prevede una leggera diminuzione degli occupati nel settore "Cacciatori e pescatori". Si prevede di passare infatti dai 31.352 occupati del 2014 a 30.339 del 2018, con una variazione pari al -3,2%.

Previsione occupati 2014-2018​

Pescatore-1

Fonte: Isfol 

Secondo il Contratto collettivo nazionale di lavoro per la pesca, in base al ruolo assunto nello specifico (comandante motorista, capopesca, marinaio polivalente, marinaio, giovanotto, mozzo), un pescatore può guadagnare da 1.300 a 1.700 € circa al mese.

Tutti i contenuti editoriali contenuti e pubblicati sul sito wecanjob.it sono stati registrati e sono protetti dalle leggi in materia di proprietà industriale e/o intellettuale. Leggi ancora...
Tutti i contenuti editoriali contenuti e pubblicati sul sito wecanjob.it sono stati registrati e sono protetti dalle leggi in materia di proprietà industriale e/o intellettuale. Leggi ancora...
Le altre professioni
Pescatore
Descrizione

Chi è e di cosa si occupa il Pescatore?

Il Pescatore si occupa della cattura di pesci a scopo alimentare. Ricopre un ruolo molto importante nell’approvvigionamento delle risorse ed è testimone della tradizione italiana della pesca, settore a cui sono collegate numerose eccellenze del nostro Paese.

Si possono distinguere tre tipi di pescatore, in base all’ambiente specifico in cui lavora:

  • pescatore in acque marine, che svolge il suo lavoro in acque costiere e/o in alto mare
  • pescatore in acque dolci, che svolge il suo lavoro in laghi e fiumi
  • pescatore in acque lagunari, che svolge il suo lavoro in acque salmastre

In genere, un pescatore si specializza in base alla specie pescata (mitili, crostacei, pesci, tonni, ecc.) e/o alla tecnica utilizzata (pesca a strascico, pesca con fiocina, pesca con lampara, ecc.). In base al profilo specifico, il pescatore deve saper maneggiare gli strumenti utili al tipo di pesca prescelto e le tecniche che questo prevede.

Quello del pescatore è un lavoro molto duro che spesso scoraggia chi vuole intraprenderlo. La fatica è un elemento con cui bisogna sempre fare i conti nelle attività di pesca.

Tra le caratteristiche generali del pescatore, soprattutto quando si parla della pesca in alto mare, devono esserci:

  • forma fisica ottimale
  • predisposizione al lavoro di gruppo
  • capacità di affrontare le emergenze
  • capacità di lavorare per lunghi periodi senza riposo
  • resistenza alla vita in spazi ristretti
  • amore per il mare e per gli ambienti acquatici

Per svolgere al meglio la professione, inoltre, è necessario essere consapevoli della stagionalità della vita marina, delle fasi di sviluppo, del comportamento, delle migrazioni e dell’habitat dei pesci e degli altri animali acquatici. Fondamentale è anche che il pescatore conosca al meglio le normative esistenti in materia di restrizioni alle attività di pesca: infatti moltissime specie, come sintetizzato in questa Guida rapida alle specie tutelate di interesse per la pesca, sono soggette a limitazioni e restrizioni per quanto riguarda il prelevamento, il trasbordo e la vendita.

Un pescatore inizia a lavorare generalmente come dipendente di un’impresa di pesca (spesso rappresentata anche da un singolo peschereccio). Dopo un periodo di lavoro alle dipendenze di altri, il pescatore può decidere di mettersi in proprio diventando egli stesso titolare di un’impresa. In tal caso, dovrà investire una cospicua quota di denaro dato che, per esempio, dovrà acquistare un peschereccio e il complesso di strumentazioni necessarie all’attività.

Percorso formativo

Qual è il percorso formativo per diventare Pescatore?

Per diventare pescatore non è necessario seguire un percorso formativo specifico in termini scolastici e accademici. Basta dunque aver frequentato la scuola dell’obbligo. È però fondamentale imparare il mestiere on the job, attraverso un periodo di apprendistato alle dipendenze di un pescatore professionista esperto.

Il pescatore che conduce da sé il suo peschereccio deve essere in possesso dell’adeguata patente nautica e del libretto di navigazione per la sua imbarcazione.

Per poter svolgere la professione è necessario ottenere la Licenza di pesca, rilasciata dal Ministero delle Politiche Agricole, Alimentari e Forestali. La licenza viene rilasciata esclusivamente a chi è inscritto nei Registri delle imprese di pesca facenti capo alle Capitanerie di Porto (qui il modulo per la richiesta dell’iscrizione), come regolamentato dal decreto legislativo 153 del 26 maggio 2004.

Le Regioni attivano comunque, in diverse modalità, dei corsi utili ad accedere alla professione attraverso percorsi formativi triennali per il conseguimento della qualifica di Operatore del mare e delle acque interne.

Numeri della professione

Quali sono i dati sull'occupazione dei Pescatori?

Il comparto ittico e la cosiddetta blue economy, in cui si inscrivono le attività dei pescatori in acque lagunari e marine, è un settore molto importante dell’economia italiana, data naturalmente la conformazione del nostro Paese. In un puntuale rapporto curato da Unioncamere, sono sintetizzati alcuni dei numeri del settore.

Nel periodo 2014-2018, si prevede una leggera diminuzione degli occupati nel settore "Cacciatori e pescatori". Si prevede di passare infatti dai 31.352 occupati del 2014 a 30.339 del 2018, con una variazione pari al -3,2%.

Previsione occupati 2014-2018​

Pescatore-1

Fonte: Isfol 

Secondo il Contratto collettivo nazionale di lavoro per la pesca, in base al ruolo assunto nello specifico (comandante motorista, capopesca, marinaio polivalente, marinaio, giovanotto, mozzo), un pescatore può guadagnare da 1.300 a 1.700 € circa al mese.

Pescatore
 
Utility WeCanJob

Chi è e di cosa si occupa il Pescatore?

Il Pescatore si occupa della cattura di pesci a scopo alimentare. Ricopre un ruolo molto importante nell’approvvigionamento delle risorse ed è testimone della tradizione italiana della pesca, settore a cui sono collegate numerose eccellenze del nostro Paese.

Si possono distinguere tre tipi di pescatore, in base all’ambiente specifico in cui lavora:

  • pescatore in acque marine, che svolge il suo lavoro in acque costiere e/o in alto mare
  • pescatore in acque dolci, che svolge il suo lavoro in laghi e fiumi
  • pescatore in acque lagunari, che svolge il suo lavoro in acque salmastre

In genere, un pescatore si specializza in base alla specie pescata (mitili, crostacei, pesci, tonni, ecc.) e/o alla tecnica utilizzata (pesca a strascico, pesca con fiocina, pesca con lampara, ecc.). In base al profilo specifico, il pescatore deve saper maneggiare gli strumenti utili al tipo di pesca prescelto e le tecniche che questo prevede.

Quello del pescatore è un lavoro molto duro che spesso scoraggia chi vuole intraprenderlo. La fatica è un elemento con cui bisogna sempre fare i conti nelle attività di pesca.

Tra le caratteristiche generali del pescatore, soprattutto quando si parla della pesca in alto mare, devono esserci:

  • forma fisica ottimale
  • predisposizione al lavoro di gruppo
  • capacità di affrontare le emergenze
  • capacità di lavorare per lunghi periodi senza riposo
  • resistenza alla vita in spazi ristretti
  • amore per il mare e per gli ambienti acquatici

Per svolgere al meglio la professione, inoltre, è necessario essere consapevoli della stagionalità della vita marina, delle fasi di sviluppo, del comportamento, delle migrazioni e dell’habitat dei pesci e degli altri animali acquatici. Fondamentale è anche che il pescatore conosca al meglio le normative esistenti in materia di restrizioni alle attività di pesca: infatti moltissime specie, come sintetizzato in questa Guida rapida alle specie tutelate di interesse per la pesca, sono soggette a limitazioni e restrizioni per quanto riguarda il prelevamento, il trasbordo e la vendita.

Un pescatore inizia a lavorare generalmente come dipendente di un’impresa di pesca (spesso rappresentata anche da un singolo peschereccio). Dopo un periodo di lavoro alle dipendenze di altri, il pescatore può decidere di mettersi in proprio diventando egli stesso titolare di un’impresa. In tal caso, dovrà investire una cospicua quota di denaro dato che, per esempio, dovrà acquistare un peschereccio e il complesso di strumentazioni necessarie all’attività.

Tutti i contenuti editoriali contenuti e pubblicati sul sito wecanjob.it sono stati registrati e sono protetti dalle leggi in materia di proprietà industriale e/o intellettuale. Leggi ancora...
Discutiamone insieme...
discutiamo di
lavoro
Lavorare con la laurea magistrale in Biologia
Che lavori si possono fare con la laurea magistrale in Biologia e la specializzazione? Quali sono gli sbocchi professionali ....
0 commenti
discutiamo di
formazione
Alternanza scuola lavoro a Matera Capitale Europea della Cultura 2019
È di alcuni giorni fa l'Accordo Quadro per Matera 2019 Capitale Europea della Cultura fra il MIUR e le istituzioni ....
0 commenti
Potrebbe interessarti
16
ott
2019
1.800 assunzioni in Fincantieri. A novembre il recruiting day
Pochi giorni fa, presso la sala consiliare del Comune di Monfalcone (GO), alla presenza del governatore della Regione Friuli-Venezia ....
14
ott
2019
Coop: assunzioni per Farmacisti, Addetti vendite e reparti e altri profili
Se sei interessato a iniziare un percorso professionale nel settore della Grande distribuzione organizzata (GDO), puoi approfittare ....
14
ott
2019
Orientamenti 2019 a Genova: la Green economy e il lavoro del futuro
Tra martedì 12 e giovedì 14 novembre 2019 il Salone di Genova Orientamenti 2019 aprirà le sue porte ....
Tutti i contenuti editoriali contenuti e pubblicati sul sito wecanjob.it sono stati registrati e sono protetti dalle leggi in materia di proprietà industriale e/o intellettuale. Leggi ancora...
- Inizio della pagina -
I nostri Partner
NEWSLETTER
TROVACI SU
2015 WeCanJob S.r.L., Via Torelli n. 22, CAP 71100 – FG, Partita IVA 04016220719
Qualunque utilizzo è vietato se non autorizzato
0
Il progetto WeCanJob.it è sviluppato con il CMS ISWEB® di Internet Soluzioni Srl www.internetsoluzioni.it