Home wecanjob.it
Orientamento formazione e lavoro: il portale itali

Le professioni: Otorinolaringoiatra

in Sanità

Chi è e di cosa si occupa l'Otorinolaringoiatra?

L’Otorinolaringoiatra è il medico specializzato nella cura del naso, dell’orecchio, della gola, nonché di vari organi collegati alla testa e al collo come la tiroide, le tonsille e le ghiandole salivari. Il paziente che si rivolge all’otorinolaringoiatra può avere problemi di udito, di olfatto, di gusto e presentare patologie, più o meno gravi, che condizionano e disturbano la sua vita quotidiana. Individuata la patologia da cui il paziente è affetto, l’otorinolaringoiatra interviene sia con trattamenti medici che chirurgici: cura tutte le malattie che colpiscono il naso, la bocca, l’orecchio, la lingua e le corde vocali. È esperto nella cura delle vertigini e delle patologie che interessano la tiroide e le tonsille.

In base alla gravità della patologia, che può avere conseguenze di varia natura per il paziente, l’otorinolaringoiatra decide il trattamento più efficace da seguire: può somministrare farmaci oppure può decidere di operare il paziente, se in presenza di una malattia più complessa.

La familiarità con la sala operatoria è un aspetto che caratterizza questa professione. L’otorinolaringoiatra sa maneggiare con dimestichezza strumenti chirurgici e non è raro che sia chiamato a operare pazienti con problemi alle tonsille, oppure a intervenire chirurgicamente per curare tumori della laringe, della lingua o, ancora, a eseguire operazioni alla trachea (tracheotomie) quando il paziente ha difficoltà a respirare.

Svolge il proprio lavoro anche in collaborazione con diversi specialisti, avvalendosi delle loro competenze per costruire specifici percorsi di riabilitazione. La collaborazione con il logopedista, ad esempio, può agevolare il paziente all’uso corretto del linguaggio e della voce dopo un intervento chirurgico.

È un professionista dotato di autocontrollo, accurato, preciso e predisposto all’ascolto. Deve essere in grado di comunicare in maniera chiara con il paziente, così da agevolare un rapporto di fiducia “medico-paziente”.

Come per altre professioni sanitarie, l’otorinolaringoiatra opera sia come dipendente di strutture sanitarie e ospedaliere pubbliche e private, sia come libero professionista, avviando uno studio privato dove accoglie pazienti e svolge l’attività in piena autonomia.

Tutti i contenuti editoriali contenuti e pubblicati sul sito wecanjob.it sono stati registrati e sono protetti dalle leggi in materia di proprietà industriale e/o intellettuale. Leggi ancora...

Qual è il percorso formativo per diventare Otorinolaringoiatra?

Per svolgere la professione di Otorinolaringoiatra bisogna conseguire il diploma di laurea magistrale a ciclo unico in Medicina e Chirurgia. Il Corso di laurea, della durata complessiva di 6 anni, è a numero programmato e per accedervi occorre superare la prova di ammissione predisposta dal Miur. La selezione è aperta a chiunque sia in possesso di un diploma di scuola media superiore.

Per il giovane che deve scegliere la scuola superiore da frequentare e che ha intenzione di iscriversi in futuro al Corso di laurea in Medicina e Chirurgia, si suggerisce l’indirizzo in discipline scientifiche che possono vantare una formazione più vicina agli argomenti della prova di ammissione. Tuttavia, per colmare eventuali le lacune, i diplomati possono seguire corsi che preparano ai test di accesso mediante apposite esercitazioni.

Conseguita la Laurea magistrale in Medicina e Chirurgia, bisogna sostenere l’esame di Stato per l’abilitazione alla professione. Il superamento dell’esame da diritto all’iscrizione all’Ordine dei Medici-Chirurghi e degli Odontoiatri.

A questo punto è necessario iscriversi alla scuola di specializzazione in Otorinolaringoiatria, afferente alla classe delle Chirurgie del distretto testa collo. 

La scuola di specializzazione dura 4 anni ed è a numero programmato. Per essere ammessi, pertanto, bisogna superare un concorso pubblico. 

La scuola di specializzazione fornisce all’aspirante otorinolaringoiatra approfondite conoscenze di anatomia, fisiopatologia e farmacologia. Lo specializzando apprenderà l’uso dello strumentario chirurgico, dei materiali di sutura, nonché l’utilizzo delle tecniche e delle metodiche chirurgiche tradizionali e alternative. Imparerà, inoltre, a valutare i casi clinici mediante l’uso delle moderne tecnologie applicate al campo medico e acquisirà le conoscenze necessarie a organizzare e gestire la propria attività otorinolaringoiatra in rapporto alle caratteristiche delle strutture nelle quali è chiamato a operare. 

Date le caratteristiche della professione, l’otorinolaringoiatra è chiamato a partecipare a Corsi di aggiornamento e qualificazione, previsti nell’ambito del programma nazionale per la formazione degli operatori della sanità (Ecm – Educazione Continua in Medicina).

Tutti i contenuti editoriali contenuti e pubblicati sul sito wecanjob.it sono stati registrati e sono protetti dalle leggi in materia di proprietà industriale e/o intellettuale. Leggi ancora...

Quali sono i dati sull'occupazione degli Otorinolaringoiatri?

Le opportunità di trovare un lavoro, non solo per gli otorinolaringoiatri ma per i medici in generale, sono in crescita. Lo confermano i dati relativi al settore degli specialisti in terapie chirurgiche e – più in generale – il buon andamento dell’occupazione previsto per i Medici, che nel periodo 2014-2018 dovrebbe produrre circa 4.000 nuove assunzioni. Si prevede infatti di passare da 250.620 unità nel 2014 a 254.442 unità nel 2018, con una variazione del 1,5%.

Previsione occupati 2014-2018

Otorinolaringoiatra

Fonte: Isfol

Tutti i contenuti editoriali contenuti e pubblicati sul sito wecanjob.it sono stati registrati e sono protetti dalle leggi in materia di proprietà industriale e/o intellettuale. Leggi ancora...
Tutti i contenuti editoriali contenuti e pubblicati sul sito wecanjob.it sono stati registrati e sono protetti dalle leggi in materia di proprietà industriale e/o intellettuale. Leggi ancora...
Le altre professioni
Otorinolaringoiatra
Descrizione

Chi è e di cosa si occupa l'Otorinolaringoiatra?

L’Otorinolaringoiatra è il medico specializzato nella cura del naso, dell’orecchio, della gola, nonché di vari organi collegati alla testa e al collo come la tiroide, le tonsille e le ghiandole salivari. Il paziente che si rivolge all’otorinolaringoiatra può avere problemi di udito, di olfatto, di gusto e presentare patologie, più o meno gravi, che condizionano e disturbano la sua vita quotidiana. Individuata la patologia da cui il paziente è affetto, l’otorinolaringoiatra interviene sia con trattamenti medici che chirurgici: cura tutte le malattie che colpiscono il naso, la bocca, l’orecchio, la lingua e le corde vocali. È esperto nella cura delle vertigini e delle patologie che interessano la tiroide e le tonsille.

In base alla gravità della patologia, che può avere conseguenze di varia natura per il paziente, l’otorinolaringoiatra decide il trattamento più efficace da seguire: può somministrare farmaci oppure può decidere di operare il paziente, se in presenza di una malattia più complessa.

La familiarità con la sala operatoria è un aspetto che caratterizza questa professione. L’otorinolaringoiatra sa maneggiare con dimestichezza strumenti chirurgici e non è raro che sia chiamato a operare pazienti con problemi alle tonsille, oppure a intervenire chirurgicamente per curare tumori della laringe, della lingua o, ancora, a eseguire operazioni alla trachea (tracheotomie) quando il paziente ha difficoltà a respirare.

Svolge il proprio lavoro anche in collaborazione con diversi specialisti, avvalendosi delle loro competenze per costruire specifici percorsi di riabilitazione. La collaborazione con il logopedista, ad esempio, può agevolare il paziente all’uso corretto del linguaggio e della voce dopo un intervento chirurgico.

È un professionista dotato di autocontrollo, accurato, preciso e predisposto all’ascolto. Deve essere in grado di comunicare in maniera chiara con il paziente, così da agevolare un rapporto di fiducia “medico-paziente”.

Come per altre professioni sanitarie, l’otorinolaringoiatra opera sia come dipendente di strutture sanitarie e ospedaliere pubbliche e private, sia come libero professionista, avviando uno studio privato dove accoglie pazienti e svolge l’attività in piena autonomia.

Percorso formativo

Qual è il percorso formativo per diventare Otorinolaringoiatra?

Per svolgere la professione di Otorinolaringoiatra bisogna conseguire il diploma di laurea magistrale a ciclo unico in Medicina e Chirurgia. Il Corso di laurea, della durata complessiva di 6 anni, è a numero programmato e per accedervi occorre superare la prova di ammissione predisposta dal Miur. La selezione è aperta a chiunque sia in possesso di un diploma di scuola media superiore.

Per il giovane che deve scegliere la scuola superiore da frequentare e che ha intenzione di iscriversi in futuro al Corso di laurea in Medicina e Chirurgia, si suggerisce l’indirizzo in discipline scientifiche che possono vantare una formazione più vicina agli argomenti della prova di ammissione. Tuttavia, per colmare eventuali le lacune, i diplomati possono seguire corsi che preparano ai test di accesso mediante apposite esercitazioni.

Conseguita la Laurea magistrale in Medicina e Chirurgia, bisogna sostenere l’esame di Stato per l’abilitazione alla professione. Il superamento dell’esame da diritto all’iscrizione all’Ordine dei Medici-Chirurghi e degli Odontoiatri.

A questo punto è necessario iscriversi alla scuola di specializzazione in Otorinolaringoiatria, afferente alla classe delle Chirurgie del distretto testa collo. 

La scuola di specializzazione dura 4 anni ed è a numero programmato. Per essere ammessi, pertanto, bisogna superare un concorso pubblico. 

La scuola di specializzazione fornisce all’aspirante otorinolaringoiatra approfondite conoscenze di anatomia, fisiopatologia e farmacologia. Lo specializzando apprenderà l’uso dello strumentario chirurgico, dei materiali di sutura, nonché l’utilizzo delle tecniche e delle metodiche chirurgiche tradizionali e alternative. Imparerà, inoltre, a valutare i casi clinici mediante l’uso delle moderne tecnologie applicate al campo medico e acquisirà le conoscenze necessarie a organizzare e gestire la propria attività otorinolaringoiatra in rapporto alle caratteristiche delle strutture nelle quali è chiamato a operare. 

Date le caratteristiche della professione, l’otorinolaringoiatra è chiamato a partecipare a Corsi di aggiornamento e qualificazione, previsti nell’ambito del programma nazionale per la formazione degli operatori della sanità (Ecm – Educazione Continua in Medicina).

Numeri della professione

Quali sono i dati sull'occupazione degli Otorinolaringoiatri?

Le opportunità di trovare un lavoro, non solo per gli otorinolaringoiatri ma per i medici in generale, sono in crescita. Lo confermano i dati relativi al settore degli specialisti in terapie chirurgiche e – più in generale – il buon andamento dell’occupazione previsto per i Medici, che nel periodo 2014-2018 dovrebbe produrre circa 4.000 nuove assunzioni. Si prevede infatti di passare da 250.620 unità nel 2014 a 254.442 unità nel 2018, con una variazione del 1,5%.

Previsione occupati 2014-2018

Otorinolaringoiatra

Fonte: Isfol

Otorinolaringoiatra
 
Utility WeCanJob

Chi è e di cosa si occupa l'Otorinolaringoiatra?

L’Otorinolaringoiatra è il medico specializzato nella cura del naso, dell’orecchio, della gola, nonché di vari organi collegati alla testa e al collo come la tiroide, le tonsille e le ghiandole salivari. Il paziente che si rivolge all’otorinolaringoiatra può avere problemi di udito, di olfatto, di gusto e presentare patologie, più o meno gravi, che condizionano e disturbano la sua vita quotidiana. Individuata la patologia da cui il paziente è affetto, l’otorinolaringoiatra interviene sia con trattamenti medici che chirurgici: cura tutte le malattie che colpiscono il naso, la bocca, l’orecchio, la lingua e le corde vocali. È esperto nella cura delle vertigini e delle patologie che interessano la tiroide e le tonsille.

In base alla gravità della patologia, che può avere conseguenze di varia natura per il paziente, l’otorinolaringoiatra decide il trattamento più efficace da seguire: può somministrare farmaci oppure può decidere di operare il paziente, se in presenza di una malattia più complessa.

La familiarità con la sala operatoria è un aspetto che caratterizza questa professione. L’otorinolaringoiatra sa maneggiare con dimestichezza strumenti chirurgici e non è raro che sia chiamato a operare pazienti con problemi alle tonsille, oppure a intervenire chirurgicamente per curare tumori della laringe, della lingua o, ancora, a eseguire operazioni alla trachea (tracheotomie) quando il paziente ha difficoltà a respirare.

Svolge il proprio lavoro anche in collaborazione con diversi specialisti, avvalendosi delle loro competenze per costruire specifici percorsi di riabilitazione. La collaborazione con il logopedista, ad esempio, può agevolare il paziente all’uso corretto del linguaggio e della voce dopo un intervento chirurgico.

È un professionista dotato di autocontrollo, accurato, preciso e predisposto all’ascolto. Deve essere in grado di comunicare in maniera chiara con il paziente, così da agevolare un rapporto di fiducia “medico-paziente”.

Come per altre professioni sanitarie, l’otorinolaringoiatra opera sia come dipendente di strutture sanitarie e ospedaliere pubbliche e private, sia come libero professionista, avviando uno studio privato dove accoglie pazienti e svolge l’attività in piena autonomia.

Tutti i contenuti editoriali contenuti e pubblicati sul sito wecanjob.it sono stati registrati e sono protetti dalle leggi in materia di proprietà industriale e/o intellettuale. Leggi ancora...
Discutiamone insieme...
discutiamo di
lavoro
Chi è il Biologo e cosa fa
Quando si pensa alla natura, vengono in mente diverse professioni. Una di queste è certamente quella del Biologo: ....
0 commenti
discutiamo di
formazione
Tirocini extracurriculari: tipologie e utilità per l'inserimento nel mondo del lavoro
Quanto incidono i tirocini sull’inaugurazione di una carriera lavorativa? Quali sono i settori del mondo del lavoro ....
0 commenti
Potrebbe interessarti
30
set
2020
ASL Napoli 3 Sud: concorso per 116 posti di Dirigente medico a tempo indeterminato
Con pubblicazione sulla Gazzetta Ufficiale del 25 settembre 2020, sezione Concorsi ed esami n. 75, l'ASL Napoli ....
30
set
2020
ASST Pavia: concorsi per 28 posti di Assistente amministrativo, Ostetrica e Dirigente medico
Presso l’Azienda Socio-Sanitaria Territoriale di Pavia, con pubblicazione sulla Gazzetta Ufficiale del 25 settembre ....
30
set
2020
Stage in Sky per laureati in Economia, Marketing, Ingegneria gestionale, Statistica, Matematica
Entrare nel mondo dello spettacolo e delle telecomunicazioni è un desiderio di molti giovani neolaureati in varie ....
Tutti i contenuti editoriali contenuti e pubblicati sul sito wecanjob.it sono stati registrati e sono protetti dalle leggi in materia di proprietà industriale e/o intellettuale. Leggi ancora...
- Inizio della pagina -
NEWSLETTER
TROVACI SU
2015 WeCanJob S.r.L., Via Torelli n. 22, CAP 71100 – FG, Partita IVA 04016220719
Qualunque utilizzo è vietato se non autorizzato
0
Il progetto WeCanJob.it è sviluppato con il CMS ISWEB® di Internet Soluzioni Srl www.internetsoluzioni.it