Home wecanjob.it
Orientamento formazione e lavoro: il portale itali

Le professioni: Operatore socio-sanitario

in Sanità

Chi è e di cosa si occupa l'operatore socio-sanitario?

L’operatore socio-sanitario cura il benessere e l’autonomia della persona, assistendola nelle attività quotidiane, rieducandola al recupero delle capacità psico-fisiche, sostenendola nel ritorno a una vita sociale sana e attiva. Svolge attività che coprono un ampio ventaglio di fabbisogni fondamentali della persona: da semplici interventi di igiene, pulizia e riordino dell’ambiente in cui l’assistito vive ad attività più delicate e complesse che riguardano l’assistenza di persone ammalate. In queste situazioni può intervenire a supporto del personale sanitario o dei suoi familiari, si assicura che la persona assuma i farmaci prescritti nel modo corretto, effettua piccole medicazioni, cambia bende e svolge interventi di primo soccorso in caso di necessità. Si prende cura del trasporto del paziente con difficoltà motorie, collabora con altri professionisti sanitari per agevolare il recupero della persona, sotto ogni punto di vista, sia cognitivo che sociale. Anima la quotidianità dell’assistito perché ritrovi benessere e sicurezza: lo accompagna nell’accesso ai servizi, lo spinge a interagire per acquisire (o riacquisire) familiarità con il contesto familiare e sociale da cui potrebbe essersi estraniato.

L’assistenza sanitaria di base e la cura degli aspetti relazionali del paziente rappresentano due aree di competenza che l’operatore socio-sanitario gestisce con esperienza e senso di responsabilità. È un professionista dotato di una forte predisposizione al lavoro di cura, è attento alle relazioni umane ed è una persona collaborativa, ma decisa e ferma quando necessario. Sa lavorare in gruppo, conosce il territorio in cui opera, è abile nel creare momenti di socializzazione e nello stimolare la partecipazione delle persone a iniziative culturali e ricreative. Capacità organizzative e di gestione di situazioni di emergenza sono aspetti che completano il profilo.

L’operatore socio-sanitario svolge la sua attività sia nel settore sociale che in quello sanitario, in servizi di tipo socio-assistenziale e socio-sanitario, residenziali o semiresidenziali, in ambiente ospedaliero e al domicilio. Può lavora sia in strutture sanitarie (ospedali, cliniche, ASL) sia in strutture assistenziali (centri diurni, case di riposo, comunità di recupero, case famiglia).

Tutti i contenuti editoriali contenuti e pubblicati sul sito wecanjob.it sono stati registrati e sono protetti dalle leggi in materia di proprietà industriale e/o intellettuale. Leggi ancora...

Qual è il percorso formativo per diventare operatore socio-sanitario?

Per intraprendere la professione di operatore socio-sanitario bisogna frequentare un corso di formazione regionale. Il corso è erogato da enti accreditati e rilascia una qualifica valida su tutto il territorio nazionale.

I requisiti di accesso al corso sono:

  • possesso del diploma di scuola dell’obbligo
  • compimento del 17° anno di età alla data di iscrizione al corso

È necessario, inoltre, superare un test di ammissione. Il corso prevede 1.000 ore di lezione e si articola su moduli didattici “di base” e moduli “professionalizzanti”. Lo studente avrà modo di apprendere aspetti teorici e aspetti pratici della professione. Acquisirà nozioni in diverse aree disciplinari:

  • area socio culturale, istituzionale e legislativa
  • area psicologica e sociale
  • area igienico sanitaria
  • area tecnico operativa

Svolgerà esercitazioni, stage e un’esperienza di tirocinio presso le strutture e i servizi dove è prevista la figura professionale dell’operatore socio-sanitario.

La frequenza ai corsi è obbligatoria. È previsto un numero massimo di assenza, superato il quale non è possibile essere ammessi all’esame finale, che prevede il superamento di una prova teorica e una prova pratica per il conseguimento della qualifica. 

Tutti i contenuti editoriali contenuti e pubblicati sul sito wecanjob.it sono stati registrati e sono protetti dalle leggi in materia di proprietà industriale e/o intellettuale. Leggi ancora...

Quali sono i dati sull'occupazione degli operatori socio-sanitari?

L’aspirante operatore socio-sanitario si affaccia in un segmento del mercato del lavoro molto dinamico, in cui le opportunità di lavoro per i professionisti del settore sanitario e assistenziale sono in crescita.

Per conoscere i dati degli operatori socio-sanitari è necessario guardare alla macrocategoria delle "Professioni qualificate nei servizi sanitari e sociali".

Nel 2018 si registrano 38.940 assunzioni di dipendenti su 48.100 entrate previste. Il contratto di lavoro più diffuso nella categoria è quello a tempo determinato (80% dei dipendenti). 

Quali sono i requisiti richiesti agli Operatori socio-sanitari?

Le aziende che desiderano assumere Operatori socio-sanitari cercano almeno i seguenti requisiti:

  • esperienza professionale (lo richiede il 33,5% dei datori di lavoro);
  • esperienza nello stesso settore (è richiesta dal 50,5% dei datori di lavoro);
  • formazione professionale (richiesta dal 91,2% dei datori di lavoro).

Oltre l’85% delle aziende ritiene che non avrà difficoltà nel trovare sul mercato il profilo professionale ricercato. Molte aziende (94%) prevedono di attivare dei percorsi di formazione dedicati per adeguare le competenze dei neo-assunti, ai quali si richiede anche il possesso di specifiche competenze trasversali, su tutte flessibilità e adattamento (71%) e la capacità di lavorare in gruppo (59%). 

Quanto guadagna in media un Assistente sociale?

Lo stipendio annuo lordo di un operatorie socio-sanitario, con un esperienza nel di lavoro di 5-10, oscilla in media tra i 18.000 € e i 24.000 €. 

Tutti i contenuti editoriali contenuti e pubblicati sul sito wecanjob.it sono stati registrati e sono protetti dalle leggi in materia di proprietà industriale e/o intellettuale. Leggi ancora...
Tutti i contenuti editoriali contenuti e pubblicati sul sito wecanjob.it sono stati registrati e sono protetti dalle leggi in materia di proprietà industriale e/o intellettuale. Leggi ancora...
Le altre professioni
Operatore socio-sanitario
Descrizione

Chi è e di cosa si occupa l'operatore socio-sanitario?

L’operatore socio-sanitario cura il benessere e l’autonomia della persona, assistendola nelle attività quotidiane, rieducandola al recupero delle capacità psico-fisiche, sostenendola nel ritorno a una vita sociale sana e attiva. Svolge attività che coprono un ampio ventaglio di fabbisogni fondamentali della persona: da semplici interventi di igiene, pulizia e riordino dell’ambiente in cui l’assistito vive ad attività più delicate e complesse che riguardano l’assistenza di persone ammalate. In queste situazioni può intervenire a supporto del personale sanitario o dei suoi familiari, si assicura che la persona assuma i farmaci prescritti nel modo corretto, effettua piccole medicazioni, cambia bende e svolge interventi di primo soccorso in caso di necessità. Si prende cura del trasporto del paziente con difficoltà motorie, collabora con altri professionisti sanitari per agevolare il recupero della persona, sotto ogni punto di vista, sia cognitivo che sociale. Anima la quotidianità dell’assistito perché ritrovi benessere e sicurezza: lo accompagna nell’accesso ai servizi, lo spinge a interagire per acquisire (o riacquisire) familiarità con il contesto familiare e sociale da cui potrebbe essersi estraniato.

L’assistenza sanitaria di base e la cura degli aspetti relazionali del paziente rappresentano due aree di competenza che l’operatore socio-sanitario gestisce con esperienza e senso di responsabilità. È un professionista dotato di una forte predisposizione al lavoro di cura, è attento alle relazioni umane ed è una persona collaborativa, ma decisa e ferma quando necessario. Sa lavorare in gruppo, conosce il territorio in cui opera, è abile nel creare momenti di socializzazione e nello stimolare la partecipazione delle persone a iniziative culturali e ricreative. Capacità organizzative e di gestione di situazioni di emergenza sono aspetti che completano il profilo.

L’operatore socio-sanitario svolge la sua attività sia nel settore sociale che in quello sanitario, in servizi di tipo socio-assistenziale e socio-sanitario, residenziali o semiresidenziali, in ambiente ospedaliero e al domicilio. Può lavora sia in strutture sanitarie (ospedali, cliniche, ASL) sia in strutture assistenziali (centri diurni, case di riposo, comunità di recupero, case famiglia).

Percorso formativo

Qual è il percorso formativo per diventare operatore socio-sanitario?

Per intraprendere la professione di operatore socio-sanitario bisogna frequentare un corso di formazione regionale. Il corso è erogato da enti accreditati e rilascia una qualifica valida su tutto il territorio nazionale.

I requisiti di accesso al corso sono:

  • possesso del diploma di scuola dell’obbligo
  • compimento del 17° anno di età alla data di iscrizione al corso

È necessario, inoltre, superare un test di ammissione. Il corso prevede 1.000 ore di lezione e si articola su moduli didattici “di base” e moduli “professionalizzanti”. Lo studente avrà modo di apprendere aspetti teorici e aspetti pratici della professione. Acquisirà nozioni in diverse aree disciplinari:

  • area socio culturale, istituzionale e legislativa
  • area psicologica e sociale
  • area igienico sanitaria
  • area tecnico operativa

Svolgerà esercitazioni, stage e un’esperienza di tirocinio presso le strutture e i servizi dove è prevista la figura professionale dell’operatore socio-sanitario.

La frequenza ai corsi è obbligatoria. È previsto un numero massimo di assenza, superato il quale non è possibile essere ammessi all’esame finale, che prevede il superamento di una prova teorica e una prova pratica per il conseguimento della qualifica. 

Numeri della professione

Quali sono i dati sull'occupazione degli operatori socio-sanitari?

L’aspirante operatore socio-sanitario si affaccia in un segmento del mercato del lavoro molto dinamico, in cui le opportunità di lavoro per i professionisti del settore sanitario e assistenziale sono in crescita.

Per conoscere i dati degli operatori socio-sanitari è necessario guardare alla macrocategoria delle "Professioni qualificate nei servizi sanitari e sociali".

Nel 2018 si registrano 38.940 assunzioni di dipendenti su 48.100 entrate previste. Il contratto di lavoro più diffuso nella categoria è quello a tempo determinato (80% dei dipendenti). 

Quali sono i requisiti richiesti agli Operatori socio-sanitari?

Le aziende che desiderano assumere Operatori socio-sanitari cercano almeno i seguenti requisiti:

  • esperienza professionale (lo richiede il 33,5% dei datori di lavoro);
  • esperienza nello stesso settore (è richiesta dal 50,5% dei datori di lavoro);
  • formazione professionale (richiesta dal 91,2% dei datori di lavoro).

Oltre l’85% delle aziende ritiene che non avrà difficoltà nel trovare sul mercato il profilo professionale ricercato. Molte aziende (94%) prevedono di attivare dei percorsi di formazione dedicati per adeguare le competenze dei neo-assunti, ai quali si richiede anche il possesso di specifiche competenze trasversali, su tutte flessibilità e adattamento (71%) e la capacità di lavorare in gruppo (59%). 

Quanto guadagna in media un Assistente sociale?

Lo stipendio annuo lordo di un operatorie socio-sanitario, con un esperienza nel di lavoro di 5-10, oscilla in media tra i 18.000 € e i 24.000 €. 

Operatore socio-sanitario
 
Utility WeCanJob

Chi è e di cosa si occupa l'operatore socio-sanitario?

L’operatore socio-sanitario cura il benessere e l’autonomia della persona, assistendola nelle attività quotidiane, rieducandola al recupero delle capacità psico-fisiche, sostenendola nel ritorno a una vita sociale sana e attiva. Svolge attività che coprono un ampio ventaglio di fabbisogni fondamentali della persona: da semplici interventi di igiene, pulizia e riordino dell’ambiente in cui l’assistito vive ad attività più delicate e complesse che riguardano l’assistenza di persone ammalate. In queste situazioni può intervenire a supporto del personale sanitario o dei suoi familiari, si assicura che la persona assuma i farmaci prescritti nel modo corretto, effettua piccole medicazioni, cambia bende e svolge interventi di primo soccorso in caso di necessità. Si prende cura del trasporto del paziente con difficoltà motorie, collabora con altri professionisti sanitari per agevolare il recupero della persona, sotto ogni punto di vista, sia cognitivo che sociale. Anima la quotidianità dell’assistito perché ritrovi benessere e sicurezza: lo accompagna nell’accesso ai servizi, lo spinge a interagire per acquisire (o riacquisire) familiarità con il contesto familiare e sociale da cui potrebbe essersi estraniato.

L’assistenza sanitaria di base e la cura degli aspetti relazionali del paziente rappresentano due aree di competenza che l’operatore socio-sanitario gestisce con esperienza e senso di responsabilità. È un professionista dotato di una forte predisposizione al lavoro di cura, è attento alle relazioni umane ed è una persona collaborativa, ma decisa e ferma quando necessario. Sa lavorare in gruppo, conosce il territorio in cui opera, è abile nel creare momenti di socializzazione e nello stimolare la partecipazione delle persone a iniziative culturali e ricreative. Capacità organizzative e di gestione di situazioni di emergenza sono aspetti che completano il profilo.

L’operatore socio-sanitario svolge la sua attività sia nel settore sociale che in quello sanitario, in servizi di tipo socio-assistenziale e socio-sanitario, residenziali o semiresidenziali, in ambiente ospedaliero e al domicilio. Può lavora sia in strutture sanitarie (ospedali, cliniche, ASL) sia in strutture assistenziali (centri diurni, case di riposo, comunità di recupero, case famiglia).

Tutti i contenuti editoriali contenuti e pubblicati sul sito wecanjob.it sono stati registrati e sono protetti dalle leggi in materia di proprietà industriale e/o intellettuale. Leggi ancora...
Discutiamone insieme...
discutiamo di
lavoro
Come si diventa Osteopata
Come diventare Osteopata? Qual è il corso di studi che permette di esercitare questa professione? Qui di seguito illustreremo ....
0 commenti
discutiamo di
formazione
Fisioterapista: una professione che piace a tanti giovani
Abilità manuale, tecnica e conoscenza della struttura del corpo umano sono solo alcune delle caratteristiche che ci ....
0 commenti
Potrebbe interessarti
28
mag
2020
Piemonte, reclutamento di Assistenti sociali e Infermieri: avvisi speciali per emergenza Covid-19
In data 25 maggio 2020 la Regione Piemonte ha pubblicato 2 avvisi speciali finalizzati alla formazione di elenchi di Infermieri ....
28
mag
2020
Concorsi per 126 Infermieri, 20 TSLB 20, 6 TSRM, 26 Amministrativi e 5 Ostetriche all'AO Vanvitelli di Napoli
L'Azienda Ospedaliera Luigi Vanvitelli di Napoli ha indetto diversi concorsi pubblici, per titoli ed esami, finalizzati all'assunzione ....
27
mag
2020
Pascale: 13 Borse di studio fino a 24.000 euro a laureati in Psicologia, Biologia, Biotecnologie, Filosofia, Infermieristica e altre discipline
Con pubblicazione sul Bollettino Ufficiale della Regione Campania del 25 maggio 2020 sono stati indetti 6 diversi bandi finalizzati ....
Tutti i contenuti editoriali contenuti e pubblicati sul sito wecanjob.it sono stati registrati e sono protetti dalle leggi in materia di proprietà industriale e/o intellettuale. Leggi ancora...
- Inizio della pagina -
NEWSLETTER
TROVACI SU
2015 WeCanJob S.r.L., Via Torelli n. 22, CAP 71100 – FG, Partita IVA 04016220719
Qualunque utilizzo è vietato se non autorizzato
0
Il progetto WeCanJob.it è sviluppato con il CMS ISWEB® di Internet Soluzioni Srl www.internetsoluzioni.it