Home wecanjob.it
Orientamento formazione e lavoro: il portale itali

Le professioni: Omeopata

in Sanità

Chi è e di cosa si occupa l'Omeopata?

Il Medico Omeopata cura i pazienti secondo un metodo diagnostico e terapeutico alternativo alla medicina classica, basato sulla “Legge dei Simili. Cura le malattie, ma supporta anche la qualità della vita delle persone affette da patologie importanti. Per ristabilire l’equilibrio generale del corpo, delle sue funzioni e del suo benessere, utilizza metodiche tipiche della medicina complementare, riservando attenzione particolare alle dinamiche psico-emozionali del paziente. Fra le sue attività:

  • Visita i malati, ne fa l’anamnesi, raccoglie e analizza le informazioni sui sintomi della patologia
  • Indaga sugli antecedenti familiari e su quelli legati al periodo dello sviluppo, nonché sulle eventuali malattie del passato e le relative cure effettuate
  • Indaga sulle cause dei fenomeni e prende decisioni cliniche sulla base dei principi e dei metodi dell’omeopatia
  • Riconosce i trattamenti idonei da applicare, sa quali sono i limiti di ogni trattamento, i possibili effetti collaterali e le interazioni con la medicina ufficiale
  • Monitora le reazioni di ciascun soggetto
  • Individua le alterazioni fisiologiche del corpo umano, ne riconosce la tipologia, ne tiene sotto controllo i cambiamenti
  • Imposta il programma terapeutico omeopatico, determina gli obiettivi da raggiungere in considerazione della sintomatologia, degli effetti attesi dai trattamenti, delle esigenze curative e delle aspettative del paziente
  • Sa individuare e utilizzare gli indicatori di costo-beneficio e rischio-beneficio di ciascun trattamento

Conosce i principi fondamentali dell’omeopatia e i diversi approcci terapeutici che la contraddistinguono, nonché le relazioni tra la disciplina omeopatica e il metodo clinico della medicina ufficiale. Ha dimestichezza con la semiologia e la semiotica proprie delle discipline che implicano procedure e criteri di valutazione peculiari. Conosce le leggi, le previsioni normative e quelle deontologiche in materia di omeopatia.

Chi esercita questa professione assiste e si prende cura degli altri, li ascolta attivamente, ne comprende i bisogni. Fornisce assistenza personale, attenzione medica e supporto emotivo. Comunica in maniera chiara ed efficace, usa un linguaggio semplice per informare il paziente sulle ragioni del trattamento, sulle possibili reazioni individuali e sulla prognosi. Ha la capacità di giustificare le scelte e l’uso delle tecniche omeopatiche applicate e di valutarne le controindicazioni. Ha rapidità nella percezione, ha attitudine a cogliere rapidamente le sensazioni. 

L’omeopata è una persona accurata, metodica e concreta. Cerca, seleziona, raccoglie le informazioni e registra i risultati della propria attività applicando una metodologia scientifica. Scambia informazioni con le altre figure professionali in ambito sanitario. È dotato di senso critico rispetto al proprio operato, sa se è il caso di cambiare l’approccio terapeutico utilizzato fino a quel momento. Ha attitudine al ragionamento deduttivo e a quello induttivo: sa trarre dalle regole generali quelle da impiegare per risolvere casi particolari e sa combinare e organizzare le informazioni a disposizione per individuare regole o conclusioni generalizzabili.

L’attività richiede un costante aggiornamento professionale e un continuo confronto con i colleghi: partecipa a corsi, conferenze e congressi. L’omeopata sa produrre e presentare materiale scritto e dati organizzati. Lavora a diretto contatto con il pubblico, è in grado di stabilire e mantenere le relazioni interpersonali. È una persona moralmente integra, affidabile e composta.

L’omeopata lavora presso studi professionali privati o presso strutture ospedaliere a supporto di figure medico-sanitarie della medicina convenzionale.

Tutti i contenuti editoriali contenuti e pubblicati sul sito wecanjob.it sono stati registrati e sono protetti dalle leggi in materia di proprietà industriale e/o intellettuale. Leggi ancora...

Qual è il percorso formativo per diventare Omeopata?

Per diventare Omeopata è necessario conseguire una laurea a ciclo unico in Medicina e Chirurgia e specializzarsi, poi, in Omeopatia presso una struttura pubblica o privata accreditata alla formazione.

Il corso di specializzazione dura più di 3 anni e prevede almeno 400 ore di formazione teorica, alla quale si aggiungono 100 ore di pratica clinica, il cui 50% dovrà essere di tirocinio assistito. Il corso prevede un esame finale e la discussione di una tesi. L’attestato così riconosciuto consentirà l’iscrizione negli elenchi degli Omeopati tenuti presso gli Ordini dei Medici provinciali. Tale iscrizione è comunque subordinata al vaglio di una commissione di esperti in diverse discipline medico-sanitarie.

Per esercitare la professione è necessario superare l’Esame di Stato e iscriversi all’Albo dei Medici Chirurghi e Odontoiatri.

Tutti i contenuti editoriali contenuti e pubblicati sul sito wecanjob.it sono stati registrati e sono protetti dalle leggi in materia di proprietà industriale e/o intellettuale. Leggi ancora...

Quali sono i dati sull'occupazione degli Omeopati?

Gli specialisti in terapie mediche, tra cui i medici omeopati, vedono crescere il proprio appeal sul mercato del lavoro. Lo confermano i dati relativi al settore degli specialisti in terapie mediche e – più in generale – il buon andamento dell’occupazione previsto per i Medici, che nel periodo 2014-2018 dovrebbe produrre circa 4.000 nuove assunzioni. Si prevede infatti di passare da 250.620 unità nel 2014 a 254.442 unità nel 2018, con una variazione del 1,5%.

Previsioni occupati 2014-2018

Omeopata-1

Fonte: Isfol

Lo stipendio annuo lordo dell’omeopata (con 5-10 anni di esperienza) oscilla in media tra i 30.000 e 40.000 €. La retribuzione varia a seconda del numero di pazienti trattati e della struttura presso la quale presta servizio. 

Tutti i contenuti editoriali contenuti e pubblicati sul sito wecanjob.it sono stati registrati e sono protetti dalle leggi in materia di proprietà industriale e/o intellettuale. Leggi ancora...
Tutti i contenuti editoriali contenuti e pubblicati sul sito wecanjob.it sono stati registrati e sono protetti dalle leggi in materia di proprietà industriale e/o intellettuale. Leggi ancora...
Le altre professioni
Omeopata
Descrizione

Chi è e di cosa si occupa l'Omeopata?

Il Medico Omeopata cura i pazienti secondo un metodo diagnostico e terapeutico alternativo alla medicina classica, basato sulla “Legge dei Simili. Cura le malattie, ma supporta anche la qualità della vita delle persone affette da patologie importanti. Per ristabilire l’equilibrio generale del corpo, delle sue funzioni e del suo benessere, utilizza metodiche tipiche della medicina complementare, riservando attenzione particolare alle dinamiche psico-emozionali del paziente. Fra le sue attività:

  • Visita i malati, ne fa l’anamnesi, raccoglie e analizza le informazioni sui sintomi della patologia
  • Indaga sugli antecedenti familiari e su quelli legati al periodo dello sviluppo, nonché sulle eventuali malattie del passato e le relative cure effettuate
  • Indaga sulle cause dei fenomeni e prende decisioni cliniche sulla base dei principi e dei metodi dell’omeopatia
  • Riconosce i trattamenti idonei da applicare, sa quali sono i limiti di ogni trattamento, i possibili effetti collaterali e le interazioni con la medicina ufficiale
  • Monitora le reazioni di ciascun soggetto
  • Individua le alterazioni fisiologiche del corpo umano, ne riconosce la tipologia, ne tiene sotto controllo i cambiamenti
  • Imposta il programma terapeutico omeopatico, determina gli obiettivi da raggiungere in considerazione della sintomatologia, degli effetti attesi dai trattamenti, delle esigenze curative e delle aspettative del paziente
  • Sa individuare e utilizzare gli indicatori di costo-beneficio e rischio-beneficio di ciascun trattamento

Conosce i principi fondamentali dell’omeopatia e i diversi approcci terapeutici che la contraddistinguono, nonché le relazioni tra la disciplina omeopatica e il metodo clinico della medicina ufficiale. Ha dimestichezza con la semiologia e la semiotica proprie delle discipline che implicano procedure e criteri di valutazione peculiari. Conosce le leggi, le previsioni normative e quelle deontologiche in materia di omeopatia.

Chi esercita questa professione assiste e si prende cura degli altri, li ascolta attivamente, ne comprende i bisogni. Fornisce assistenza personale, attenzione medica e supporto emotivo. Comunica in maniera chiara ed efficace, usa un linguaggio semplice per informare il paziente sulle ragioni del trattamento, sulle possibili reazioni individuali e sulla prognosi. Ha la capacità di giustificare le scelte e l’uso delle tecniche omeopatiche applicate e di valutarne le controindicazioni. Ha rapidità nella percezione, ha attitudine a cogliere rapidamente le sensazioni. 

L’omeopata è una persona accurata, metodica e concreta. Cerca, seleziona, raccoglie le informazioni e registra i risultati della propria attività applicando una metodologia scientifica. Scambia informazioni con le altre figure professionali in ambito sanitario. È dotato di senso critico rispetto al proprio operato, sa se è il caso di cambiare l’approccio terapeutico utilizzato fino a quel momento. Ha attitudine al ragionamento deduttivo e a quello induttivo: sa trarre dalle regole generali quelle da impiegare per risolvere casi particolari e sa combinare e organizzare le informazioni a disposizione per individuare regole o conclusioni generalizzabili.

L’attività richiede un costante aggiornamento professionale e un continuo confronto con i colleghi: partecipa a corsi, conferenze e congressi. L’omeopata sa produrre e presentare materiale scritto e dati organizzati. Lavora a diretto contatto con il pubblico, è in grado di stabilire e mantenere le relazioni interpersonali. È una persona moralmente integra, affidabile e composta.

L’omeopata lavora presso studi professionali privati o presso strutture ospedaliere a supporto di figure medico-sanitarie della medicina convenzionale.

Percorso formativo

Qual è il percorso formativo per diventare Omeopata?

Per diventare Omeopata è necessario conseguire una laurea a ciclo unico in Medicina e Chirurgia e specializzarsi, poi, in Omeopatia presso una struttura pubblica o privata accreditata alla formazione.

Il corso di specializzazione dura più di 3 anni e prevede almeno 400 ore di formazione teorica, alla quale si aggiungono 100 ore di pratica clinica, il cui 50% dovrà essere di tirocinio assistito. Il corso prevede un esame finale e la discussione di una tesi. L’attestato così riconosciuto consentirà l’iscrizione negli elenchi degli Omeopati tenuti presso gli Ordini dei Medici provinciali. Tale iscrizione è comunque subordinata al vaglio di una commissione di esperti in diverse discipline medico-sanitarie.

Per esercitare la professione è necessario superare l’Esame di Stato e iscriversi all’Albo dei Medici Chirurghi e Odontoiatri.

Numeri della professione

Quali sono i dati sull'occupazione degli Omeopati?

Gli specialisti in terapie mediche, tra cui i medici omeopati, vedono crescere il proprio appeal sul mercato del lavoro. Lo confermano i dati relativi al settore degli specialisti in terapie mediche e – più in generale – il buon andamento dell’occupazione previsto per i Medici, che nel periodo 2014-2018 dovrebbe produrre circa 4.000 nuove assunzioni. Si prevede infatti di passare da 250.620 unità nel 2014 a 254.442 unità nel 2018, con una variazione del 1,5%.

Previsioni occupati 2014-2018

Omeopata-1

Fonte: Isfol

Lo stipendio annuo lordo dell’omeopata (con 5-10 anni di esperienza) oscilla in media tra i 30.000 e 40.000 €. La retribuzione varia a seconda del numero di pazienti trattati e della struttura presso la quale presta servizio. 

Omeopata
 
Utility WeCanJob

Chi è e di cosa si occupa l'Omeopata?

Il Medico Omeopata cura i pazienti secondo un metodo diagnostico e terapeutico alternativo alla medicina classica, basato sulla “Legge dei Simili. Cura le malattie, ma supporta anche la qualità della vita delle persone affette da patologie importanti. Per ristabilire l’equilibrio generale del corpo, delle sue funzioni e del suo benessere, utilizza metodiche tipiche della medicina complementare, riservando attenzione particolare alle dinamiche psico-emozionali del paziente. Fra le sue attività:

  • Visita i malati, ne fa l’anamnesi, raccoglie e analizza le informazioni sui sintomi della patologia
  • Indaga sugli antecedenti familiari e su quelli legati al periodo dello sviluppo, nonché sulle eventuali malattie del passato e le relative cure effettuate
  • Indaga sulle cause dei fenomeni e prende decisioni cliniche sulla base dei principi e dei metodi dell’omeopatia
  • Riconosce i trattamenti idonei da applicare, sa quali sono i limiti di ogni trattamento, i possibili effetti collaterali e le interazioni con la medicina ufficiale
  • Monitora le reazioni di ciascun soggetto
  • Individua le alterazioni fisiologiche del corpo umano, ne riconosce la tipologia, ne tiene sotto controllo i cambiamenti
  • Imposta il programma terapeutico omeopatico, determina gli obiettivi da raggiungere in considerazione della sintomatologia, degli effetti attesi dai trattamenti, delle esigenze curative e delle aspettative del paziente
  • Sa individuare e utilizzare gli indicatori di costo-beneficio e rischio-beneficio di ciascun trattamento

Conosce i principi fondamentali dell’omeopatia e i diversi approcci terapeutici che la contraddistinguono, nonché le relazioni tra la disciplina omeopatica e il metodo clinico della medicina ufficiale. Ha dimestichezza con la semiologia e la semiotica proprie delle discipline che implicano procedure e criteri di valutazione peculiari. Conosce le leggi, le previsioni normative e quelle deontologiche in materia di omeopatia.

Chi esercita questa professione assiste e si prende cura degli altri, li ascolta attivamente, ne comprende i bisogni. Fornisce assistenza personale, attenzione medica e supporto emotivo. Comunica in maniera chiara ed efficace, usa un linguaggio semplice per informare il paziente sulle ragioni del trattamento, sulle possibili reazioni individuali e sulla prognosi. Ha la capacità di giustificare le scelte e l’uso delle tecniche omeopatiche applicate e di valutarne le controindicazioni. Ha rapidità nella percezione, ha attitudine a cogliere rapidamente le sensazioni. 

L’omeopata è una persona accurata, metodica e concreta. Cerca, seleziona, raccoglie le informazioni e registra i risultati della propria attività applicando una metodologia scientifica. Scambia informazioni con le altre figure professionali in ambito sanitario. È dotato di senso critico rispetto al proprio operato, sa se è il caso di cambiare l’approccio terapeutico utilizzato fino a quel momento. Ha attitudine al ragionamento deduttivo e a quello induttivo: sa trarre dalle regole generali quelle da impiegare per risolvere casi particolari e sa combinare e organizzare le informazioni a disposizione per individuare regole o conclusioni generalizzabili.

L’attività richiede un costante aggiornamento professionale e un continuo confronto con i colleghi: partecipa a corsi, conferenze e congressi. L’omeopata sa produrre e presentare materiale scritto e dati organizzati. Lavora a diretto contatto con il pubblico, è in grado di stabilire e mantenere le relazioni interpersonali. È una persona moralmente integra, affidabile e composta.

L’omeopata lavora presso studi professionali privati o presso strutture ospedaliere a supporto di figure medico-sanitarie della medicina convenzionale.

Tutti i contenuti editoriali contenuti e pubblicati sul sito wecanjob.it sono stati registrati e sono protetti dalle leggi in materia di proprietà industriale e/o intellettuale. Leggi ancora...
Discutiamone insieme...
discutiamo di
lavoro
Lavorare con la laurea in Psicologia: quali professioni si possono svolgere?
Che lavoro posso fare con la laurea in Psicologia? Ecco un dilemma che ogni anno attanaglia migliaia di giovani in uscita ....
0 commenti
discutiamo di
formazione
Fisioterapista: una professione che piace a tanti giovani
Abilità manuale, tecnica e conoscenza della struttura del corpo umano sono solo alcune delle caratteristiche che ci ....
0 commenti
Potrebbe interessarti
18
lug
2019
Assunzioni urgenti per 50 Infermieri a Napoli
L’Azienda Ospedaliero Universitaria (AOU) dell’Università degli Studi della Campania “Luigi Vanvitelli” ....
18
lug
2019
ASST Santi Paolo e Carlo: bando per 11 Biologi, 1 Biotecnologo e 1 Medico
Presso l’Azienda Socio Sanitaria Territoriale (ASST) Santi Paolo e Carlo è stato recentemente pubblicato un ....
16
lug
2019
Emilia-Romagna: concorso per 23 Fisioterapisti, Ingegneri, Tecnici e altri profili
L’Azienda Unità Sanitaria Locale della Romagna ha indetto diversi bandi di concorso per la selezione, nel complesso, ....
Tutti i contenuti editoriali contenuti e pubblicati sul sito wecanjob.it sono stati registrati e sono protetti dalle leggi in materia di proprietà industriale e/o intellettuale. Leggi ancora...
- Inizio della pagina -
I nostri Partner
NEWSLETTER
TROVACI SU
2015 WeCanJob S.r.L., Via Torelli n. 22, CAP 71100 – FG, Partita IVA 04016220719
Qualunque utilizzo è vietato se non autorizzato
0
Il progetto WeCanJob.it è sviluppato con il CMS ISWEB® di Internet Soluzioni Srl www.internetsoluzioni.it