Home wecanjob.it
Orientamento formazione e lavoro: il portale itali

Le professioni: Manutentore meccanico

in Industria e trasporti

Il Manutentore meccanico si occupa di riparare macchinari di diverso genere e tipo. Controlla e ripara macchinari, impianti e macchine utensili, curandone e valutandone il buono stato e il corretto funzionamento.

Seguendo la descrizione di Isfol, il manutentore meccanico effettua diversi tipi di manutenzione:

  • manutenzione delegata, che riguarda le operazioni di basso livello di intervento svolte dagli operatori nel processo produttivo
  • manutenzione preventiva, che riguarda la sostituzione di parti delicate della struttura della macchina senza effettuare la diagnosi del loro stato effettivo. In questo caso la manutenzione avviene sulla base delle stime riguardanti la vita media del macchinario/impianto
  • manutenzione predittiva, che riguarda la verifica della funzionalità delle macchine e degli impianti mediante analisi strumentali predeterminate. Grazie a queste analisi il manutentore è in grado di segnalare in modo puntuale il grado d’usura delle parti della macchina, ed è in grado di effettuare una diagnosi dello stato del macchinario rispetto alla sua “aspettativa di vita”. Tali analisi permettono al manutentore di definire il complesso degli interventi necessari
  • manutenzione ispettiva, che riguarda la verifica periodica della funzionalità della macchina e, in presenza di segnali che indicano possibili rotture, la diagnosi del problema e definizione della sua entità e dell’urgenza con cui è necessario intervenire
  • manutenzione a guasto, che riguarda la diagnosi dell’anomalia del funzionamento di una macchina rilevata da terzi, la valutazione delle conseguenze per la sicurezza e per la qualità del prodotto, l’intervento per il ripristino del suo corretto funzionamento

Il manutentore meccanico, dunque, analizza i macchinari che gli vengono sottoposti dal cliente e opera la diagnosi utile a definirne lo stato di funzionamento/non funzionamento. Definisce inoltre la stima dei danni subiti da impianti, macchinari e strumentazioni, comunicandola al cliente prima di effettuare i lavori di manutenzione. Infine, monta e cambia i pezzi difettosi o rotti di un impianto e ne verifica il corretto funzionamento dopo l’installazione e prima della consegna al cliente.

Può occuparsi di diversi tipi di macchinari, dalle automobili, agli impianti dedicati alla produzione industriale nella catene di montaggio, passando per macchine più complesse (quali per esempio gli aeroplani) ed elettrodomestici.

Tra le sue competenze devono esserci:

  • capacità di analisi del danno e dello stato dell’impianto/macchinario
  • capacità di effettuare diagnosi
  • capacità di stilare preventivi
  • predisposizione a interfacciarsi con il cliente
  • problem solving

Lavora come dipendente per aziende che si occupano di manutenzione meccanica, e ne può essere titolare. Può tuttavia anche essere impiegato in aziende che producono manufatti (come per esempio le industrie automobilistiche), dedicandosi alla manutenzione degli impianti interni all’azienda per cui presta servizio.

Tutti i contenuti editoriali contenuti e pubblicati sul sito wecanjob.it sono stati registrati e sono protetti dalle leggi in materia di proprietà industriale e/o intellettuale. Leggi ancora...

Il manutentore meccanico deve possedere numerose conoscenze che possono essere acquisite sia tramite un percorso formativo sia tramite l’apprendimento on the job. Per quanto riguarda il percorso formativo un manutentore meccanico dovrebbe prima di tutto seguire un percorso di Scuola superiore in un Istituto Tecnico a indirizzo meccanico (qui un elenco degli Istituti Tecnici Tecnologici italiani). Esistono poi corsi di formazione e di specializzazione utili a diventare professionisti nel settore.

Importante è tuttavia che il manutentore meccanico si impegni in un lungo periodo di praticantato presso officine e imprese di manutenzione già avviate.

Importante, per svolgere la professione, è la conoscenza dell’impiantistica meccanica e delle normative di sicurezza a cui questa sottostà per legge.

Le Regioni attivano comunque, in diverse modalità, dei corsi utili ad accedere alla professione attraverso percorsi formativi triennali o quadriennali per il conseguimento della qualifica di Operatore alla riparazione dei veicoli a motore (percorso triennale) e del diploma di Tecnico riparatore di veicoli a motore (percorso quadriennale).

Tutti i contenuti editoriali contenuti e pubblicati sul sito wecanjob.it sono stati registrati e sono protetti dalle leggi in materia di proprietà industriale e/o intellettuale. Leggi ancora...

I manutentori meccanici sono dispersi all’interno di numerose categorie professionali, dato che lavorano su più piani, offrendo più tipi di intervento. Per quanto riguarda i manutentori meccanici che lavorano per la filiera della produzione industriale, possiamo però fare riferimento alla categoria professionale dei "Meccanici e montatori di macchinari industriali e assimilati". 

I dati Excelsior-Unioncamere parlano per il 2019 di 63.510 assunzioni, di cui il 31% di giovani tra 18 e 35 anni. Per il 55% circa della nuove unità il contratto è a tempo determinato, per il 37% circa a tempo indeterminato. 

Le difficoltà di reperimento di personale nel settore riguarda la mancanza di candidati (50,5%) e la preparazione non sufficiente e inadeguata dei candidati stessi (40,7%).

Quali sono i requisiti per diventare Manutentore Meccanico?

Ecco quali sono i requisiti per diventare "Meccanico e montatore di macchinari industriali ed assimilati": 

  • Formazione: alla base di questo mestiere vi è una formazione professionale specifica e mirata. Lo conferma il 43,8% delle imprese del settore. Per il 50,2% invece è utile che i propri candidati abbiano ottenuto almeno il diploma secondario, unitamente alla formazione professionale. Fondamentale è inoltre la formazione professionale continua e il continuo aggiornamento sulle tecniche e tecnologie impiegate nel settore per poter rispondere ai bisogni tanto delle piccole quanto delle grandi imprese, lo afferma il 91% dei datori di lavoro.
  • Esperienza: il 47,3% delle imprese ha bisogno di candidati che abbiano maturato esperienze lavorative nello stesso settore. Il 30,9% delle imprese che accetta anche candidati con esperienze generiche di lavoro. 
  • Competenze: fra le competenze richieste dalle aziende vi sono flessibilità e adattamento (71% dei casi), accanto a una buona capacità di lavorare in gruppo e di risolvere eventuali problematiche. Il 42% dei datori di lavoro ritiene importante che i propri candidati abbiano attenzione e sensibilità verso il risparmio energetico e la sostenibilità ambientale. Soltanto il 17% dei datori di lavoro richiede che i propri candidati abbiano competenze e conoscenze tecnologiche 4.0 in grado di innovare e ottimizzare i processi.
Tutti i contenuti editoriali contenuti e pubblicati sul sito wecanjob.it sono stati registrati e sono protetti dalle leggi in materia di proprietà industriale e/o intellettuale. Leggi ancora...
Tutti i contenuti editoriali contenuti e pubblicati sul sito wecanjob.it sono stati registrati e sono protetti dalle leggi in materia di proprietà industriale e/o intellettuale. Leggi ancora...
Le altre professioni
Manutentore meccanico
Descrizione

Il Manutentore meccanico si occupa di riparare macchinari di diverso genere e tipo. Controlla e ripara macchinari, impianti e macchine utensili, curandone e valutandone il buono stato e il corretto funzionamento.

Seguendo la descrizione di Isfol, il manutentore meccanico effettua diversi tipi di manutenzione:

  • manutenzione delegata, che riguarda le operazioni di basso livello di intervento svolte dagli operatori nel processo produttivo
  • manutenzione preventiva, che riguarda la sostituzione di parti delicate della struttura della macchina senza effettuare la diagnosi del loro stato effettivo. In questo caso la manutenzione avviene sulla base delle stime riguardanti la vita media del macchinario/impianto
  • manutenzione predittiva, che riguarda la verifica della funzionalità delle macchine e degli impianti mediante analisi strumentali predeterminate. Grazie a queste analisi il manutentore è in grado di segnalare in modo puntuale il grado d’usura delle parti della macchina, ed è in grado di effettuare una diagnosi dello stato del macchinario rispetto alla sua “aspettativa di vita”. Tali analisi permettono al manutentore di definire il complesso degli interventi necessari
  • manutenzione ispettiva, che riguarda la verifica periodica della funzionalità della macchina e, in presenza di segnali che indicano possibili rotture, la diagnosi del problema e definizione della sua entità e dell’urgenza con cui è necessario intervenire
  • manutenzione a guasto, che riguarda la diagnosi dell’anomalia del funzionamento di una macchina rilevata da terzi, la valutazione delle conseguenze per la sicurezza e per la qualità del prodotto, l’intervento per il ripristino del suo corretto funzionamento

Il manutentore meccanico, dunque, analizza i macchinari che gli vengono sottoposti dal cliente e opera la diagnosi utile a definirne lo stato di funzionamento/non funzionamento. Definisce inoltre la stima dei danni subiti da impianti, macchinari e strumentazioni, comunicandola al cliente prima di effettuare i lavori di manutenzione. Infine, monta e cambia i pezzi difettosi o rotti di un impianto e ne verifica il corretto funzionamento dopo l’installazione e prima della consegna al cliente.

Può occuparsi di diversi tipi di macchinari, dalle automobili, agli impianti dedicati alla produzione industriale nella catene di montaggio, passando per macchine più complesse (quali per esempio gli aeroplani) ed elettrodomestici.

Tra le sue competenze devono esserci:

  • capacità di analisi del danno e dello stato dell’impianto/macchinario
  • capacità di effettuare diagnosi
  • capacità di stilare preventivi
  • predisposizione a interfacciarsi con il cliente
  • problem solving

Lavora come dipendente per aziende che si occupano di manutenzione meccanica, e ne può essere titolare. Può tuttavia anche essere impiegato in aziende che producono manufatti (come per esempio le industrie automobilistiche), dedicandosi alla manutenzione degli impianti interni all’azienda per cui presta servizio.

Percorso formativo

Il manutentore meccanico deve possedere numerose conoscenze che possono essere acquisite sia tramite un percorso formativo sia tramite l’apprendimento on the job. Per quanto riguarda il percorso formativo un manutentore meccanico dovrebbe prima di tutto seguire un percorso di Scuola superiore in un Istituto Tecnico a indirizzo meccanico (qui un elenco degli Istituti Tecnici Tecnologici italiani). Esistono poi corsi di formazione e di specializzazione utili a diventare professionisti nel settore.

Importante è tuttavia che il manutentore meccanico si impegni in un lungo periodo di praticantato presso officine e imprese di manutenzione già avviate.

Importante, per svolgere la professione, è la conoscenza dell’impiantistica meccanica e delle normative di sicurezza a cui questa sottostà per legge.

Le Regioni attivano comunque, in diverse modalità, dei corsi utili ad accedere alla professione attraverso percorsi formativi triennali o quadriennali per il conseguimento della qualifica di Operatore alla riparazione dei veicoli a motore (percorso triennale) e del diploma di Tecnico riparatore di veicoli a motore (percorso quadriennale).

Numeri della professione

I manutentori meccanici sono dispersi all’interno di numerose categorie professionali, dato che lavorano su più piani, offrendo più tipi di intervento. Per quanto riguarda i manutentori meccanici che lavorano per la filiera della produzione industriale, possiamo però fare riferimento alla categoria professionale dei "Meccanici e montatori di macchinari industriali e assimilati". 

I dati Excelsior-Unioncamere parlano per il 2019 di 63.510 assunzioni, di cui il 31% di giovani tra 18 e 35 anni. Per il 55% circa della nuove unità il contratto è a tempo determinato, per il 37% circa a tempo indeterminato. 

Le difficoltà di reperimento di personale nel settore riguarda la mancanza di candidati (50,5%) e la preparazione non sufficiente e inadeguata dei candidati stessi (40,7%).

Quali sono i requisiti per diventare Manutentore Meccanico?

Ecco quali sono i requisiti per diventare "Meccanico e montatore di macchinari industriali ed assimilati": 

  • Formazione: alla base di questo mestiere vi è una formazione professionale specifica e mirata. Lo conferma il 43,8% delle imprese del settore. Per il 50,2% invece è utile che i propri candidati abbiano ottenuto almeno il diploma secondario, unitamente alla formazione professionale. Fondamentale è inoltre la formazione professionale continua e il continuo aggiornamento sulle tecniche e tecnologie impiegate nel settore per poter rispondere ai bisogni tanto delle piccole quanto delle grandi imprese, lo afferma il 91% dei datori di lavoro.
  • Esperienza: il 47,3% delle imprese ha bisogno di candidati che abbiano maturato esperienze lavorative nello stesso settore. Il 30,9% delle imprese che accetta anche candidati con esperienze generiche di lavoro. 
  • Competenze: fra le competenze richieste dalle aziende vi sono flessibilità e adattamento (71% dei casi), accanto a una buona capacità di lavorare in gruppo e di risolvere eventuali problematiche. Il 42% dei datori di lavoro ritiene importante che i propri candidati abbiano attenzione e sensibilità verso il risparmio energetico e la sostenibilità ambientale. Soltanto il 17% dei datori di lavoro richiede che i propri candidati abbiano competenze e conoscenze tecnologiche 4.0 in grado di innovare e ottimizzare i processi.
WebTV dei mestieri
Guarda il video della presentezione per scoprire il lavoro dell’esperienza di un professionista.
Utility WeCanJob

Il Manutentore meccanico si occupa di riparare macchinari di diverso genere e tipo. Controlla e ripara macchinari, impianti e macchine utensili, curandone e valutandone il buono stato e il corretto funzionamento.

Seguendo la descrizione di Isfol, il manutentore meccanico effettua diversi tipi di manutenzione:

  • manutenzione delegata, che riguarda le operazioni di basso livello di intervento svolte dagli operatori nel processo produttivo
  • manutenzione preventiva, che riguarda la sostituzione di parti delicate della struttura della macchina senza effettuare la diagnosi del loro stato effettivo. In questo caso la manutenzione avviene sulla base delle stime riguardanti la vita media del macchinario/impianto
  • manutenzione predittiva, che riguarda la verifica della funzionalità delle macchine e degli impianti mediante analisi strumentali predeterminate. Grazie a queste analisi il manutentore è in grado di segnalare in modo puntuale il grado d’usura delle parti della macchina, ed è in grado di effettuare una diagnosi dello stato del macchinario rispetto alla sua “aspettativa di vita”. Tali analisi permettono al manutentore di definire il complesso degli interventi necessari
  • manutenzione ispettiva, che riguarda la verifica periodica della funzionalità della macchina e, in presenza di segnali che indicano possibili rotture, la diagnosi del problema e definizione della sua entità e dell’urgenza con cui è necessario intervenire
  • manutenzione a guasto, che riguarda la diagnosi dell’anomalia del funzionamento di una macchina rilevata da terzi, la valutazione delle conseguenze per la sicurezza e per la qualità del prodotto, l’intervento per il ripristino del suo corretto funzionamento

Il manutentore meccanico, dunque, analizza i macchinari che gli vengono sottoposti dal cliente e opera la diagnosi utile a definirne lo stato di funzionamento/non funzionamento. Definisce inoltre la stima dei danni subiti da impianti, macchinari e strumentazioni, comunicandola al cliente prima di effettuare i lavori di manutenzione. Infine, monta e cambia i pezzi difettosi o rotti di un impianto e ne verifica il corretto funzionamento dopo l’installazione e prima della consegna al cliente.

Può occuparsi di diversi tipi di macchinari, dalle automobili, agli impianti dedicati alla produzione industriale nella catene di montaggio, passando per macchine più complesse (quali per esempio gli aeroplani) ed elettrodomestici.

Tra le sue competenze devono esserci:

  • capacità di analisi del danno e dello stato dell’impianto/macchinario
  • capacità di effettuare diagnosi
  • capacità di stilare preventivi
  • predisposizione a interfacciarsi con il cliente
  • problem solving

Lavora come dipendente per aziende che si occupano di manutenzione meccanica, e ne può essere titolare. Può tuttavia anche essere impiegato in aziende che producono manufatti (come per esempio le industrie automobilistiche), dedicandosi alla manutenzione degli impianti interni all’azienda per cui presta servizio.

Tutti i contenuti editoriali contenuti e pubblicati sul sito wecanjob.it sono stati registrati e sono protetti dalle leggi in materia di proprietà industriale e/o intellettuale. Leggi ancora...
Discutiamone insieme...
discutiamo di
lavoro
Italia primo Paese europeo nel settore moda
Il settore dell’abbigliamento e della moda è da sempre uno dei fiori all’occhiello della tradizione italiana. ....
0 commenti
discutiamo di
formazione
Green Economy: ecco le professioni più richieste
Sempre più Green! L’economia italiana trova nella sostenibilità ambientale e nel risparmio energetico ....
0 commenti
Potrebbe interessarti
06
ago
2020
Esselunga cerca personale con diploma e senza esperienza
Nuove opportunità di inserimento nella catena della Grande Distribuzione Organizzata Esselunga. L'azienda, infatti, ....
27
lug
2020
Lavoro per diplomati alla Zecca dello Stato: 98 assunzioni, profili ricercati e come candidarsi.
Presso l’Istituto Poligrafico e Zecca dello Stato sono stati banditi 2 avvisi per l’assunzione di 98 profili ....
25
lug
2020
Trigano Van: 45 assunzioni in provincia di Chieti
Il piano di crescita, investimenti e nuove assunzioni era stato annunciato già all'inizio del 2020, prima dell'emergenza ....
Tutti i contenuti editoriali contenuti e pubblicati sul sito wecanjob.it sono stati registrati e sono protetti dalle leggi in materia di proprietà industriale e/o intellettuale. Leggi ancora...
- Inizio della pagina -
NEWSLETTER
TROVACI SU
2015 WeCanJob S.r.L., Via Torelli n. 22, CAP 71100 – FG, Partita IVA 04016220719
Qualunque utilizzo è vietato se non autorizzato
0
Il progetto WeCanJob.it è sviluppato con il CMS ISWEB® di Internet Soluzioni Srl www.internetsoluzioni.it