Home wecanjob.it
Orientamento formazione e lavoro: il portale itali

Le professioni: Insegnante di sostegno

in Formazione

Chi è e di cosa si occupa l'Insegnante di sostegno?

L’Insegnante di sostegno è una figura specializzata che accompagna e favorisce l’inserimento in classe degli allievi con difficoltà cognitiva o di apprendimento o con disabilità fisiche e mentali. Per rispondere ai bisogni specifici, progetta per l’anno scolastico l’offerta formativa ed educativa individualizzata: 

  • Promuove l’acquisizione e lo sviluppo di abilità e competenze
  • Conosce tecniche mirate e supporti particolari per facilitare l’apprendimento
  • Prepara e semplifica il materiale didattico
  • Pianifica le attività di laboratorio
  • Organizza gli spazi in aula
  • Propone attività psicomotorie
  • Valuta attraverso verifiche scritte o orali, somministrate all’inizio, in itinere e alla fine dell’anno scolastico, il livello di apprendimento dell’allievo di concerto con gli altri docenti 
  • Svolge attività di orientamento scolastico 
  • Partecipa ai collegi docenti e cura i rapporti con le famiglie.
  • Aiuta l’allievo nelle attività pratiche, come mangiare, disegnare, fare attività fisica, utilizzare i servizi igienici
  • Collabora con gli operatori sanitari, con gli psicologi, i logopedisti, i fisioterapisti
  • Incoraggia l’allievo ad acquisire fiducia in sé stesso, ad apprendere tecniche e metodi per compensare le limitazioni poste dalla disabilità Supporta le attività didattiche della classe

Chi svolge questa professione è persuasivo, comprensivo, intuitivo e dotato di tatto. È in grado di individuare e di soddisfare le esigenze formative dell’allievo. Ne individua i punti di forza e di debolezza e, con senso critico, fornisce approcci diversi per superare le difficoltà e i problemi. È una persona dotata di autocontrollo, è responsabile ed è in grado di fornire supporto emotivo. Conosce il modo di agire umano e le dinamiche di gruppo, le influenze, le tendenze sociali, le etnicità e le diverse culture, riconosce le differenze individuali nelle attitudini, nella personalità e negli interessi. Ha dimestichezza con i meccanismi di apprendimento e di motivazione, sa valutare e trattare i disordini comportamentali e quelli affettivi.

L’insegnante di sostegno si aggiorna costantemente, è curioso e desideroso di sapere. È di indole riflessiva e analitica, ha fiducia nelle proprie capacità intellettuali. Ha attitudine a leggere e comprendere informazioni, a scrivere ed esporre idee e concetti in maniera chiara ed efficace. È cooperativo e collaborativo, è abile nello stabilire relazioni interpersonali e rapporti di lavoro duraturi con i colleghi.  

Il lavoro è svolto presso istituti scolastici statali o privati, con incarichi temporanei (supplenze), a tempo determinato o a tempo indeterminato (in ruolo).

Tutti i contenuti editoriali contenuti e pubblicati sul sito wecanjob.it sono stati registrati e sono protetti dalle leggi in materia di proprietà industriale e/o intellettuale. Leggi ancora...

Qual è il percorso formativo per diventare Insegnante di sostegno?

Per accedere alla professione di insegnante di sostegno è richiesta la laurea magistrale a ciclo unico in Scienze della formazione primaria.

Per “entrare in ruolo”, e quindi lavorare a tempo indeterminato nella scuola statale, è necessario superare un concorso pubblico, previa abilitazione all’insegnamento attraverso un Tirocinio formativo attivo, conseguito presso le Istituzioni Accademiche o gli Istituti di Alta formazione.

All’interno dell’insegnamento, dopo 5 anni è possibile il passaggio dal sostegno all’organico di “tipo comune”.

Prima dell’abilitazione e del concorso, però, l’insegnante può comunque ricoprire incarichi temporanei ed essere chiamato per supplenze di docenti assenti.

Il percorso per insegnare in una scuola privata, invece, è più diretto: è sufficiente presentare il curriculum vitae con le proprie esperienze e sostenere un colloquio. 

 

Tutti i contenuti editoriali contenuti e pubblicati sul sito wecanjob.it sono stati registrati e sono protetti dalle leggi in materia di proprietà industriale e/o intellettuale. Leggi ancora...

Quali sono i dati sull'occupazione degli Insegnanti di sostegno?

Per conoscere i dati occupazionali degli Insegnanti di sostegno è necessario osservare la macrocategoria degli "Specialisti nell’educazione e nella formazione di soggetti diversamente abili". 

Nel 2019 sono previste, a fronte di 1.430 entrate, 1.250 assunzioni: circa il 60% con contratto a tempo determinato, che rappresenta la forma contrattuale più diffusa nel settore. Oltre la metà delle assunzioni è stata prevista con un contratto part-time. Il profilo ricercato identifica, nella maggioranza dei casi, persone che hanno avuto esperienze di lavoro nel campo dell’istruzione o che hanno già lavorato con bambini. E' richiesto nel 100% dei casi un titolo universitario e una ulteriore formazione specifica, richiesta nel 91% dei casi. Non sono richieste specifiche competenze linguistiche e informatiche.

Lo stipendio annuo lordo dell’insegnante di sostegno (con 5-10 anni di esperienza) oscilla in media tra i 15.000 e i 20.000 €. La retribuzione varia sensibilmente a seconda del tipo di contratto e di scuola, se pubblica o privata.

Fonte: Excelsior Unioncamere

Tutti i contenuti editoriali contenuti e pubblicati sul sito wecanjob.it sono stati registrati e sono protetti dalle leggi in materia di proprietà industriale e/o intellettuale. Leggi ancora...
Tutti i contenuti editoriali contenuti e pubblicati sul sito wecanjob.it sono stati registrati e sono protetti dalle leggi in materia di proprietà industriale e/o intellettuale. Leggi ancora...
Le altre professioni
Insegnante di sostegno
Descrizione

Chi è e di cosa si occupa l'Insegnante di sostegno?

L’Insegnante di sostegno è una figura specializzata che accompagna e favorisce l’inserimento in classe degli allievi con difficoltà cognitiva o di apprendimento o con disabilità fisiche e mentali. Per rispondere ai bisogni specifici, progetta per l’anno scolastico l’offerta formativa ed educativa individualizzata: 

  • Promuove l’acquisizione e lo sviluppo di abilità e competenze
  • Conosce tecniche mirate e supporti particolari per facilitare l’apprendimento
  • Prepara e semplifica il materiale didattico
  • Pianifica le attività di laboratorio
  • Organizza gli spazi in aula
  • Propone attività psicomotorie
  • Valuta attraverso verifiche scritte o orali, somministrate all’inizio, in itinere e alla fine dell’anno scolastico, il livello di apprendimento dell’allievo di concerto con gli altri docenti 
  • Svolge attività di orientamento scolastico 
  • Partecipa ai collegi docenti e cura i rapporti con le famiglie.
  • Aiuta l’allievo nelle attività pratiche, come mangiare, disegnare, fare attività fisica, utilizzare i servizi igienici
  • Collabora con gli operatori sanitari, con gli psicologi, i logopedisti, i fisioterapisti
  • Incoraggia l’allievo ad acquisire fiducia in sé stesso, ad apprendere tecniche e metodi per compensare le limitazioni poste dalla disabilità Supporta le attività didattiche della classe

Chi svolge questa professione è persuasivo, comprensivo, intuitivo e dotato di tatto. È in grado di individuare e di soddisfare le esigenze formative dell’allievo. Ne individua i punti di forza e di debolezza e, con senso critico, fornisce approcci diversi per superare le difficoltà e i problemi. È una persona dotata di autocontrollo, è responsabile ed è in grado di fornire supporto emotivo. Conosce il modo di agire umano e le dinamiche di gruppo, le influenze, le tendenze sociali, le etnicità e le diverse culture, riconosce le differenze individuali nelle attitudini, nella personalità e negli interessi. Ha dimestichezza con i meccanismi di apprendimento e di motivazione, sa valutare e trattare i disordini comportamentali e quelli affettivi.

L’insegnante di sostegno si aggiorna costantemente, è curioso e desideroso di sapere. È di indole riflessiva e analitica, ha fiducia nelle proprie capacità intellettuali. Ha attitudine a leggere e comprendere informazioni, a scrivere ed esporre idee e concetti in maniera chiara ed efficace. È cooperativo e collaborativo, è abile nello stabilire relazioni interpersonali e rapporti di lavoro duraturi con i colleghi.  

Il lavoro è svolto presso istituti scolastici statali o privati, con incarichi temporanei (supplenze), a tempo determinato o a tempo indeterminato (in ruolo).

Percorso formativo

Qual è il percorso formativo per diventare Insegnante di sostegno?

Per accedere alla professione di insegnante di sostegno è richiesta la laurea magistrale a ciclo unico in Scienze della formazione primaria.

Per “entrare in ruolo”, e quindi lavorare a tempo indeterminato nella scuola statale, è necessario superare un concorso pubblico, previa abilitazione all’insegnamento attraverso un Tirocinio formativo attivo, conseguito presso le Istituzioni Accademiche o gli Istituti di Alta formazione.

All’interno dell’insegnamento, dopo 5 anni è possibile il passaggio dal sostegno all’organico di “tipo comune”.

Prima dell’abilitazione e del concorso, però, l’insegnante può comunque ricoprire incarichi temporanei ed essere chiamato per supplenze di docenti assenti.

Il percorso per insegnare in una scuola privata, invece, è più diretto: è sufficiente presentare il curriculum vitae con le proprie esperienze e sostenere un colloquio. 

 

Numeri della professione

Quali sono i dati sull'occupazione degli Insegnanti di sostegno?

Per conoscere i dati occupazionali degli Insegnanti di sostegno è necessario osservare la macrocategoria degli "Specialisti nell’educazione e nella formazione di soggetti diversamente abili". 

Nel 2019 sono previste, a fronte di 1.430 entrate, 1.250 assunzioni: circa il 60% con contratto a tempo determinato, che rappresenta la forma contrattuale più diffusa nel settore. Oltre la metà delle assunzioni è stata prevista con un contratto part-time. Il profilo ricercato identifica, nella maggioranza dei casi, persone che hanno avuto esperienze di lavoro nel campo dell’istruzione o che hanno già lavorato con bambini. E' richiesto nel 100% dei casi un titolo universitario e una ulteriore formazione specifica, richiesta nel 91% dei casi. Non sono richieste specifiche competenze linguistiche e informatiche.

Lo stipendio annuo lordo dell’insegnante di sostegno (con 5-10 anni di esperienza) oscilla in media tra i 15.000 e i 20.000 €. La retribuzione varia sensibilmente a seconda del tipo di contratto e di scuola, se pubblica o privata.

Fonte: Excelsior Unioncamere

Insegnante di sostegno
 
Utility WeCanJob

Chi è e di cosa si occupa l'Insegnante di sostegno?

L’Insegnante di sostegno è una figura specializzata che accompagna e favorisce l’inserimento in classe degli allievi con difficoltà cognitiva o di apprendimento o con disabilità fisiche e mentali. Per rispondere ai bisogni specifici, progetta per l’anno scolastico l’offerta formativa ed educativa individualizzata: 

  • Promuove l’acquisizione e lo sviluppo di abilità e competenze
  • Conosce tecniche mirate e supporti particolari per facilitare l’apprendimento
  • Prepara e semplifica il materiale didattico
  • Pianifica le attività di laboratorio
  • Organizza gli spazi in aula
  • Propone attività psicomotorie
  • Valuta attraverso verifiche scritte o orali, somministrate all’inizio, in itinere e alla fine dell’anno scolastico, il livello di apprendimento dell’allievo di concerto con gli altri docenti 
  • Svolge attività di orientamento scolastico 
  • Partecipa ai collegi docenti e cura i rapporti con le famiglie.
  • Aiuta l’allievo nelle attività pratiche, come mangiare, disegnare, fare attività fisica, utilizzare i servizi igienici
  • Collabora con gli operatori sanitari, con gli psicologi, i logopedisti, i fisioterapisti
  • Incoraggia l’allievo ad acquisire fiducia in sé stesso, ad apprendere tecniche e metodi per compensare le limitazioni poste dalla disabilità Supporta le attività didattiche della classe

Chi svolge questa professione è persuasivo, comprensivo, intuitivo e dotato di tatto. È in grado di individuare e di soddisfare le esigenze formative dell’allievo. Ne individua i punti di forza e di debolezza e, con senso critico, fornisce approcci diversi per superare le difficoltà e i problemi. È una persona dotata di autocontrollo, è responsabile ed è in grado di fornire supporto emotivo. Conosce il modo di agire umano e le dinamiche di gruppo, le influenze, le tendenze sociali, le etnicità e le diverse culture, riconosce le differenze individuali nelle attitudini, nella personalità e negli interessi. Ha dimestichezza con i meccanismi di apprendimento e di motivazione, sa valutare e trattare i disordini comportamentali e quelli affettivi.

L’insegnante di sostegno si aggiorna costantemente, è curioso e desideroso di sapere. È di indole riflessiva e analitica, ha fiducia nelle proprie capacità intellettuali. Ha attitudine a leggere e comprendere informazioni, a scrivere ed esporre idee e concetti in maniera chiara ed efficace. È cooperativo e collaborativo, è abile nello stabilire relazioni interpersonali e rapporti di lavoro duraturi con i colleghi.  

Il lavoro è svolto presso istituti scolastici statali o privati, con incarichi temporanei (supplenze), a tempo determinato o a tempo indeterminato (in ruolo).

Tutti i contenuti editoriali contenuti e pubblicati sul sito wecanjob.it sono stati registrati e sono protetti dalle leggi in materia di proprietà industriale e/o intellettuale. Leggi ancora...
Discutiamone insieme...
discutiamo di
lavoro
Lavorare con la laurea in DAMS e Scienze dello spettacolo: quali professioni svolgere e statistiche di occupazione
Dove si può lavorare con la laurea triennale in DAMS (Discipline delle arti, della musica e dello spettacolo)? E quali ....
0 commenti
discutiamo di
formazione
Bonus cultura 2021: come richiederlo, che cos'è e a chi spetta
Il Bonus cultura, detto anche Bonus 18enni, è stato confermato anche per il 2021 con pubblicazione nella Gazzetta Ufficiale ....
0 commenti
Potrebbe interessarti
21
giu
2021
Università di Torino: concorso per 12 posti di Ricercatore tipo A presso diversi Dipartimenti
Con pubblicazione sulla Gazzetta Ufficiale del 15 giugno 2021, sezione Concorsi ed Esami n. 47, l’Università degli ....
21
giu
2021
IPAV Venezia, concorso per 4 Assistenti sociali a tempo indeterminato
Con pubblicazione sulla Gazzetta Ufficiale del 15 giugno 2021, sezione Concorsi ed esami n. 47, l'IPAV di Venezia ha indetto ....
21
giu
2021
Eurostat: aumentano sempre di più in Europa i bambini iscritti nelle scuole dell'infanzia
Nel 2019 quasi il 97% dei bambini di età compresa tra i 3 anni e l'età di inizio dell'istruzione obbligatoria  era iscritto ....
Tutti i contenuti editoriali contenuti e pubblicati sul sito wecanjob.it sono stati registrati e sono protetti dalle leggi in materia di proprietà industriale e/o intellettuale. Leggi ancora...
- Inizio della pagina -
NEWSLETTER
TROVACI SU
2015 WeCanJob S.r.L., Via Torelli n. 22, CAP 71100 – FG, Partita IVA 04016220719
Qualunque utilizzo è vietato se non autorizzato
0
Il progetto WeCanJob.it è sviluppato con il CMS ISWEB® di Internet Soluzioni Srl www.internetsoluzioni.it