Home wecanjob.it
Logo WeCanJob

Le professioni: Ingegnere minerario

in Costruzioni

Chi è e di cosa si occupa l'Ingegnere minerario?

L’Ingegnere minerario è un professionista che lavora nel comparto dell’estrazione delle materie prime da utilizzare poi a diverso titolo nell’industria e nella produzione di manufatti.

Il suo lavoro consiste nell’individuare, tramite ricerche geologiche e topografiche, i giacimenti di materie prime minerali (metalli, pietre preziose ecc.) e di risorse energetiche (idrocarburi e fluidi del sottosuolo: gas naturali, petrolio, ecc.) adatti all’impianto di cave, miniere, pozzi o altri sistemi di estrazione. Una volta individuati i luoghi in cui avviare l’estrazione, l’ingegnere minerario definisce:

  • quali sono le possibilità di sfruttamento del sito
  • quali le modalità più adeguate per mettere in opera impianti estrattivi
  • quali le attrezzature adeguate alle attività

Si occupa inoltre di gestire la prima fase di trattamento delle materie estratte. Dunque il suo è anche un ruolo di coordinamento e organizzazione delle diverse fasi dell’estrazione di materie dal sottosuolo.

Grande importanza, nel suo lavoro, riveste il rispetto delle norme di sicurezza e della sostenibilità ambientale.

Date le sue competenze, si può occupare anche della progettazione dei lavori di scavo nelle grandi opere ingegneristiche (per esempio nella costruzione di una rete metropolitana un ingegnere minerario potrà affiancare i suoi colleghi ingegneri civili).

L’ingegnere minerario, come buona parte degli altri ingegneri, comincia a lavorare come figura tecnico-professionale, ma in molti casi la sua carriera si affaccia sulla dimensione manageriale. In tal senso, i giovani ingegneri sono sempre più spesso impiegati dalle aziende come promotori dell’innovazione di un prodotto o di un processo produttivo.

Tutti i contenuti editoriali contenuti e pubblicati sul sito wecanjob.it sono stati registrati e sono protetti dalle leggi in materia di proprietà industriale e/o intellettuale. Leggi ancora...

Qual è il percorso formativo per diventare Ingegnere minerario?

Per diventare ingegneri minerari bisogna conseguire una laurea in:

  • ingegneria ambientale
  • ingegneria dell’ambiente e del territorio

È preferibile accedere al Corso di Laurea dopo aver acquisito conoscenze nell’ambito delle scienze matematiche, fisiche e naturali. Dunque chi si iscrive a un Corso di Laurea di quelli sopra elencati ha un percorso di studi agevolato se proviene da un Liceo Scientifico (qui un elenco dei Licei Scientifici presenti in Italia) o da un Istituto Tecnico (qui un elenco degli Istituti Tecnici a indirizzo tecnologico presenti in Italia).

Una volta conseguita la laurea è necessario, per svolgere la professione, iscriversi all’Albo degli Ingegneri in uno degli Ordini provinciali dopo aver sostenuto e superato un esame di Stato abilitante. L’esame di Stato è composto da due prove scritte, una prova orale e una prova pratica di progettazione.

Tra le competenze dell’ingegnere minerario, oltre a quelle generalmente richieste a tutti gli ingegneri, devono esserci approfondite nozioni in geologia, geografia, in cartografia e in oceanografia (per le estrazioni marine).

L’Ordine degli Ingegneri è stato istituito e regolamentato con la legge 1.395 del 24 giugno 1923.

Tutti i contenuti editoriali contenuti e pubblicati sul sito wecanjob.it sono stati registrati e sono protetti dalle leggi in materia di proprietà industriale e/o intellettuale. Leggi ancora...

Quali sono i dati sull'occupazione degli Ingegneri minerari?

La categoria degli Ingegneri è tra quelle che, negli ultimi anni, hanno subìto meno di altre la crisi occupazionale. Tra gli ingegneri il tasso di occupazione supera il 70% e resta tra i più elevati in confronto alle diverse categorie professionali in Italia. Dopo un periodo di calo, avvenuto nel triennio 2011-2013, in cui si è passati dal 77,5% al 72,3%, dal 2013 il settore è in costante ripresa: nel 2014, infatti, si è arrivati al 73,4% e nel 2015 al 74,6%. Gli ingegneri hanno infatti il secondo tasso di disoccupazione più basso in Italia, e sono secondi in questa classifica soltanto ai medici e ai professionisti dell’ambito sanitario (come si legge nell’accurato Rapporto sull’Occupazione e Remunerazione degli Ingegneri curato dal Consiglio Nazionale degli Ingegneri).

Tasso di occupazione dei laureati in Ingegneria

Ingegnere minerario-1

Fonte: Centro Studi CNI

Secondo dati del Consiglio Nazionale degli Ingegneri, gli ingegneri, generalmente intesi, a 5 anni dalla laurea triennale o di primo livello guadagnano in media 1.526 €.

Tutti i contenuti editoriali contenuti e pubblicati sul sito wecanjob.it sono stati registrati e sono protetti dalle leggi in materia di proprietà industriale e/o intellettuale. Leggi ancora...
Tutti i contenuti editoriali contenuti e pubblicati sul sito wecanjob.it sono stati registrati e sono protetti dalle leggi in materia di proprietà industriale e/o intellettuale. Leggi ancora...
Le altre professioni
Ingegnere minerario
Descrizione

Chi è e di cosa si occupa l'Ingegnere minerario?

L’Ingegnere minerario è un professionista che lavora nel comparto dell’estrazione delle materie prime da utilizzare poi a diverso titolo nell’industria e nella produzione di manufatti.

Il suo lavoro consiste nell’individuare, tramite ricerche geologiche e topografiche, i giacimenti di materie prime minerali (metalli, pietre preziose ecc.) e di risorse energetiche (idrocarburi e fluidi del sottosuolo: gas naturali, petrolio, ecc.) adatti all’impianto di cave, miniere, pozzi o altri sistemi di estrazione. Una volta individuati i luoghi in cui avviare l’estrazione, l’ingegnere minerario definisce:

  • quali sono le possibilità di sfruttamento del sito
  • quali le modalità più adeguate per mettere in opera impianti estrattivi
  • quali le attrezzature adeguate alle attività

Si occupa inoltre di gestire la prima fase di trattamento delle materie estratte. Dunque il suo è anche un ruolo di coordinamento e organizzazione delle diverse fasi dell’estrazione di materie dal sottosuolo.

Grande importanza, nel suo lavoro, riveste il rispetto delle norme di sicurezza e della sostenibilità ambientale.

Date le sue competenze, si può occupare anche della progettazione dei lavori di scavo nelle grandi opere ingegneristiche (per esempio nella costruzione di una rete metropolitana un ingegnere minerario potrà affiancare i suoi colleghi ingegneri civili).

L’ingegnere minerario, come buona parte degli altri ingegneri, comincia a lavorare come figura tecnico-professionale, ma in molti casi la sua carriera si affaccia sulla dimensione manageriale. In tal senso, i giovani ingegneri sono sempre più spesso impiegati dalle aziende come promotori dell’innovazione di un prodotto o di un processo produttivo.

Percorso formativo

Qual è il percorso formativo per diventare Ingegnere minerario?

Per diventare ingegneri minerari bisogna conseguire una laurea in:

  • ingegneria ambientale
  • ingegneria dell’ambiente e del territorio

È preferibile accedere al Corso di Laurea dopo aver acquisito conoscenze nell’ambito delle scienze matematiche, fisiche e naturali. Dunque chi si iscrive a un Corso di Laurea di quelli sopra elencati ha un percorso di studi agevolato se proviene da un Liceo Scientifico (qui un elenco dei Licei Scientifici presenti in Italia) o da un Istituto Tecnico (qui un elenco degli Istituti Tecnici a indirizzo tecnologico presenti in Italia).

Una volta conseguita la laurea è necessario, per svolgere la professione, iscriversi all’Albo degli Ingegneri in uno degli Ordini provinciali dopo aver sostenuto e superato un esame di Stato abilitante. L’esame di Stato è composto da due prove scritte, una prova orale e una prova pratica di progettazione.

Tra le competenze dell’ingegnere minerario, oltre a quelle generalmente richieste a tutti gli ingegneri, devono esserci approfondite nozioni in geologia, geografia, in cartografia e in oceanografia (per le estrazioni marine).

L’Ordine degli Ingegneri è stato istituito e regolamentato con la legge 1.395 del 24 giugno 1923.

Numeri della professione

Quali sono i dati sull'occupazione degli Ingegneri minerari?

La categoria degli Ingegneri è tra quelle che, negli ultimi anni, hanno subìto meno di altre la crisi occupazionale. Tra gli ingegneri il tasso di occupazione supera il 70% e resta tra i più elevati in confronto alle diverse categorie professionali in Italia. Dopo un periodo di calo, avvenuto nel triennio 2011-2013, in cui si è passati dal 77,5% al 72,3%, dal 2013 il settore è in costante ripresa: nel 2014, infatti, si è arrivati al 73,4% e nel 2015 al 74,6%. Gli ingegneri hanno infatti il secondo tasso di disoccupazione più basso in Italia, e sono secondi in questa classifica soltanto ai medici e ai professionisti dell’ambito sanitario (come si legge nell’accurato Rapporto sull’Occupazione e Remunerazione degli Ingegneri curato dal Consiglio Nazionale degli Ingegneri).

Tasso di occupazione dei laureati in Ingegneria

Ingegnere minerario-1

Fonte: Centro Studi CNI

Secondo dati del Consiglio Nazionale degli Ingegneri, gli ingegneri, generalmente intesi, a 5 anni dalla laurea triennale o di primo livello guadagnano in media 1.526 €.

Ingegnere minerario
 
Utility WeCanJob

Chi è e di cosa si occupa l'Ingegnere minerario?

L’Ingegnere minerario è un professionista che lavora nel comparto dell’estrazione delle materie prime da utilizzare poi a diverso titolo nell’industria e nella produzione di manufatti.

Il suo lavoro consiste nell’individuare, tramite ricerche geologiche e topografiche, i giacimenti di materie prime minerali (metalli, pietre preziose ecc.) e di risorse energetiche (idrocarburi e fluidi del sottosuolo: gas naturali, petrolio, ecc.) adatti all’impianto di cave, miniere, pozzi o altri sistemi di estrazione. Una volta individuati i luoghi in cui avviare l’estrazione, l’ingegnere minerario definisce:

  • quali sono le possibilità di sfruttamento del sito
  • quali le modalità più adeguate per mettere in opera impianti estrattivi
  • quali le attrezzature adeguate alle attività

Si occupa inoltre di gestire la prima fase di trattamento delle materie estratte. Dunque il suo è anche un ruolo di coordinamento e organizzazione delle diverse fasi dell’estrazione di materie dal sottosuolo.

Grande importanza, nel suo lavoro, riveste il rispetto delle norme di sicurezza e della sostenibilità ambientale.

Date le sue competenze, si può occupare anche della progettazione dei lavori di scavo nelle grandi opere ingegneristiche (per esempio nella costruzione di una rete metropolitana un ingegnere minerario potrà affiancare i suoi colleghi ingegneri civili).

L’ingegnere minerario, come buona parte degli altri ingegneri, comincia a lavorare come figura tecnico-professionale, ma in molti casi la sua carriera si affaccia sulla dimensione manageriale. In tal senso, i giovani ingegneri sono sempre più spesso impiegati dalle aziende come promotori dell’innovazione di un prodotto o di un processo produttivo.

Tutti i contenuti editoriali contenuti e pubblicati sul sito wecanjob.it sono stati registrati e sono protetti dalle leggi in materia di proprietà industriale e/o intellettuale. Leggi ancora...
Discutiamone insieme...
discutiamo di
lavoro
Diversity management. La diversità come valore, anche in azienda
Ogni gruppo sociale è caratterizzato da diversità che possono concernere lo status sociale, l’appartenenza ....
0 commenti
discutiamo di
formazione
Green Economy: ecco le professioni più richieste
Sempre più Green! L’economia italiana trova nella sostenibilità ambientale e nel risparmio energetico ....
0 commenti
Potrebbe interessarti
27
mag
2019
Settore chimico: lavorare in SIAD
lavoro
Fondata a Bergamo nel 1927, SIAD rappresenta uno tra i principali player italiani che operano nel mercato della chimica, ....
24
mag
2019
Politecnico di Torino assume 37 Ricercatori
lavoro
Oggi siamo al Politecnico di Torino per segnalarvi le opportunità aperte dallo storico Ateneo piemontese ....
20
mag
2019
Microsoft assume: posizioni aperte a Milano e Roma
lavoro
Hai trasformato la tua passione per l’informatica in una professione e adesso sei alla ricerca di possibili sbocchi ....
Tutti i contenuti editoriali contenuti e pubblicati sul sito wecanjob.it sono stati registrati e sono protetti dalle leggi in materia di proprietà industriale e/o intellettuale. Leggi ancora...
- Inizio della pagina -
I nostri Partner
NEWSLETTER
TROVACI SU
2015 WeCanJob S.r.L., Via Torelli n. 22, CAP 71100 – FG, Partita IVA 04016220719
Qualunque utilizzo è vietato se non autorizzato
0
Il progetto WeCanJob.it è sviluppato con il CMS ISWEB® di Internet Soluzioni Srl www.internetsoluzioni.it