Home wecanjob.it
Orientamento formazione e lavoro: il portale itali

Le professioni: Guida Turistica

in Turismo e Ristorazione

La Guida turistica organizza e pianifica visite guidate per gruppi o singole persone. Si occupa di predisporre l’itinerario, i tempi e le informazioni da dare in merito alle opere d’arte e ai luoghi di interesse storico-artistico e paesaggistico naturale.

Provvede all’accoglienza dei turisti fuori dalle strutture ricettive o nel luogo da visitare, illustrandone le caratteristiche e approfondendo singoli aspetti. Può inoltre presentare attività culturali, folcloristiche, di spettacolo o altre iniziative attinenti al tempo libero.

Fornisce il servizio in lingua italiana e in almeno una lingua straniera. Il lavoro è gestito normalmente in maniera autonoma per conto di agenzie di viaggi, tour operator, cooperative di servizi turistici, enti di promozione turistica, associazioni culturali, musei e gallerie d’arte, svolgendo attività sia stagionali che continuative.

La guida turistica non va confusa con l’accompagnatore turistico, che conduce gruppi di turisti in viaggi organizzati da agenzie o tour operator, senza fornire ulteriori supporti.

Esistono diverse tipologie di guide specializzate in determinati settori, quali:

  • Guida alpina: svolge attività di accompagnamento nelle escursioni in montagna, su roccia, ghiaccio e neve, spesso in condizioni climatiche variabili o estreme, preoccupandosi della sicurezza dei partecipanti e del soccorso a persone in difficoltà
  • Guida naturalistica: accompagna i turisti nella visita a località di interesse naturalistico, (come giardini botanici, parchi naturali) illustrandone le caratteristiche geologiche e faunistiche. Può svolgere anche attività di ricerca, organizzazione dei percorsi di visita, manutenzione all’interno dell’area naturalistica e mansioni di divulgazione, promozione e allestimento di mostre
  • Guida speleologica: accompagna i turisti interessati all’esplorazione di grotte e cavità naturali aperte al pubblico, descrivendo l’ambiente circostante, assicurando sia un supporto informativo sia il rispetto delle norme di sicurezza e l’incolumità fisica delle persone
  • Guida vulcanica: conduce i visitatori in escursioni sui vulcani dove non è richiesto l’uso di strumenti come corde, piccozze o ramponi
Tutti i contenuti editoriali contenuti e pubblicati sul sito wecanjob.it sono stati registrati e sono protetti dalle leggi in materia di proprietà industriale e/o intellettuale. Leggi ancora...

Il requisito di base è un diploma di scuola superiore che consenta di acquisire una buona cultura generale, soprattutto in ambito storico, artistico e architettonico.

È inoltre fondamentale la buona conoscenza di una o più lingue straniere principali dell’Unione Europea (inglese, francese, spagnolo e tedesco); negli ultimi tempi è incrementata la richiesta della padronanza delle lingue orientali. La predisposizione a lavorare con il pubblico è un’ulteriore caratteristica basilare.

Per l’esercizio della professione, alcune Regioni impongono il superamento di un esame di abilitazione, a conclusione di un percorso di formazione, che comporta l’iscrizione presso gli elenchi provinciali e consente il rilascio della licenza (tesserino di riconoscimento) ma le normative specifiche variano da Regione a Regione. A oggi la licenza ha validità solo all’interno del relativo territorio provinciale e unicamente per le lingue per cui si è ottenuta l’abilitazione, ma la normativa nazionale è in via di evoluzione.

Può accedere direttamente alla professione anche un laureato in lettere con indirizzo in storia dell’arte, o archeologia, o titolo equipollente, ma una Commissione provinciale verificherà le conoscenze linguistiche e del territorio di riferimento. Se si intende estendere l’abilitazione ad altri territori è necessario superare un esame integrativo.

Per svolgere il lavoro di guida turistica è consigliabile specializzarsi a seconda del settore di interesse:

  • Per la guida alpina è necessario essere in possesso della specifica abilitazione e la relativa iscrizione all’Albo professionale regionale delle Guide alpine che si articola nei due livelli di aspirante guida e guida alpina maestro di alpinismo
  • Per la guida naturalistica è indispensabile aver frequentato un apposito corso di formazione post diploma e aver conseguito l’abilitazione all’esercizio della professione. Si consiglia una laurea triennale in Scienze biologiche, Scienze geologiche o Scienze Naturali (attivabili in una Facoltà di Scienze Matematiche, Fisiche e Naturali)
  • Per l’attività di guida speleologica si deve avere una formazione medio-alta e aver superato un esame regionale. È richiesto un diploma di scuola media superiore e possibilmente studi universitari in geologia o scienze naturali o simile. È raccomandabile inoltre, una perfetta forma fisica, e un forte autocontrollo
  • Infine, alla professione di guida vulcanologica vi si accede attraverso prove attitudinali altamente selettive, attestanti l’ esperienza acquisita attraverso un’assidua frequentazione degli ambienti vulcanici di media e alta quota
Tutti i contenuti editoriali contenuti e pubblicati sul sito wecanjob.it sono stati registrati e sono protetti dalle leggi in materia di proprietà industriale e/o intellettuale. Leggi ancora...

I dati sull'occupazione della Guida Turistica

Per conoscere i dati occupazionali del profilo professionale della Guida turistica, dobbiamo far riferimento alla macro categoria delle Guide ed accompagnatori specializzati, di cui le Guide turistiche fanno parte. Per il 2020, i dati del sistema Excelsior-Unioncamere indicano 210 entrate programmate: per il 90% di queste la forma contrattuale è a tempo determinato.

Tali figure professionali sono maggiormente richieste nelle imprese di piccole dimensioni (65,9%), e in percentuale minore nelle imprese di medie dimensioni (20,9%). Il 27% dei datori di lavoro lamenta una difficoltà di reperimento di candidati (23,2%), anche causata da una preparazione formativa e  professionale inadeguata (33,9%).

I requisiti per diventare Guida turistica

Scopriamo ora quali sono, secondo le esigenze esibite dalle imprese, i requisti richiesti per lavorare come Guida turistica:

  • Formazione: il 53,1% dei datori di lavoro richiede alle Guide turistiche di aver conseguito un titolo universitario, il 33,2% un diploma secondario. 
  • Esperienza: nel 38,4% dei casi risulta ben gradito aver maturato esperienze lavorative passate, anche nello stesso settore professionale (29,9 %).
  • Competenze: la flessibilità e l'adattamento (70%), la capacità di lavorare in gruppo (53%) e il problem solving (52%) rappresentano le competenze maggiormente richieste per svolgere al meglio tale professione. La capacità di comunicare in lingue straniere rappresenta inoltre un requisito imprescindibile (100%).

Quanto guadagna una Guida turistica

La retribuzione oraria delle Guide turistiche è stabilita dai tariffari regionali. In genere possiamo infatti dire che quella della Guida turistica è una professione, spesso stagionale, che risente di una forte oscillazione nella retribuzione. Mediamente una guida turistica professionista con 5-10 anni di esperienza ha uno stipendio annuale lordo tra i 16.000 e i 21.000 euro.

Tutti i contenuti editoriali contenuti e pubblicati sul sito wecanjob.it sono stati registrati e sono protetti dalle leggi in materia di proprietà industriale e/o intellettuale. Leggi ancora...
Tutti i contenuti editoriali contenuti e pubblicati sul sito wecanjob.it sono stati registrati e sono protetti dalle leggi in materia di proprietà industriale e/o intellettuale. Leggi ancora...
Le altre professioni
Guida Turistica
Descrizione

La Guida turistica organizza e pianifica visite guidate per gruppi o singole persone. Si occupa di predisporre l’itinerario, i tempi e le informazioni da dare in merito alle opere d’arte e ai luoghi di interesse storico-artistico e paesaggistico naturale.

Provvede all’accoglienza dei turisti fuori dalle strutture ricettive o nel luogo da visitare, illustrandone le caratteristiche e approfondendo singoli aspetti. Può inoltre presentare attività culturali, folcloristiche, di spettacolo o altre iniziative attinenti al tempo libero.

Fornisce il servizio in lingua italiana e in almeno una lingua straniera. Il lavoro è gestito normalmente in maniera autonoma per conto di agenzie di viaggi, tour operator, cooperative di servizi turistici, enti di promozione turistica, associazioni culturali, musei e gallerie d’arte, svolgendo attività sia stagionali che continuative.

La guida turistica non va confusa con l’accompagnatore turistico, che conduce gruppi di turisti in viaggi organizzati da agenzie o tour operator, senza fornire ulteriori supporti.

Esistono diverse tipologie di guide specializzate in determinati settori, quali:

  • Guida alpina: svolge attività di accompagnamento nelle escursioni in montagna, su roccia, ghiaccio e neve, spesso in condizioni climatiche variabili o estreme, preoccupandosi della sicurezza dei partecipanti e del soccorso a persone in difficoltà
  • Guida naturalistica: accompagna i turisti nella visita a località di interesse naturalistico, (come giardini botanici, parchi naturali) illustrandone le caratteristiche geologiche e faunistiche. Può svolgere anche attività di ricerca, organizzazione dei percorsi di visita, manutenzione all’interno dell’area naturalistica e mansioni di divulgazione, promozione e allestimento di mostre
  • Guida speleologica: accompagna i turisti interessati all’esplorazione di grotte e cavità naturali aperte al pubblico, descrivendo l’ambiente circostante, assicurando sia un supporto informativo sia il rispetto delle norme di sicurezza e l’incolumità fisica delle persone
  • Guida vulcanica: conduce i visitatori in escursioni sui vulcani dove non è richiesto l’uso di strumenti come corde, piccozze o ramponi
Percorso formativo

Il requisito di base è un diploma di scuola superiore che consenta di acquisire una buona cultura generale, soprattutto in ambito storico, artistico e architettonico.

È inoltre fondamentale la buona conoscenza di una o più lingue straniere principali dell’Unione Europea (inglese, francese, spagnolo e tedesco); negli ultimi tempi è incrementata la richiesta della padronanza delle lingue orientali. La predisposizione a lavorare con il pubblico è un’ulteriore caratteristica basilare.

Per l’esercizio della professione, alcune Regioni impongono il superamento di un esame di abilitazione, a conclusione di un percorso di formazione, che comporta l’iscrizione presso gli elenchi provinciali e consente il rilascio della licenza (tesserino di riconoscimento) ma le normative specifiche variano da Regione a Regione. A oggi la licenza ha validità solo all’interno del relativo territorio provinciale e unicamente per le lingue per cui si è ottenuta l’abilitazione, ma la normativa nazionale è in via di evoluzione.

Può accedere direttamente alla professione anche un laureato in lettere con indirizzo in storia dell’arte, o archeologia, o titolo equipollente, ma una Commissione provinciale verificherà le conoscenze linguistiche e del territorio di riferimento. Se si intende estendere l’abilitazione ad altri territori è necessario superare un esame integrativo.

Per svolgere il lavoro di guida turistica è consigliabile specializzarsi a seconda del settore di interesse:

  • Per la guida alpina è necessario essere in possesso della specifica abilitazione e la relativa iscrizione all’Albo professionale regionale delle Guide alpine che si articola nei due livelli di aspirante guida e guida alpina maestro di alpinismo
  • Per la guida naturalistica è indispensabile aver frequentato un apposito corso di formazione post diploma e aver conseguito l’abilitazione all’esercizio della professione. Si consiglia una laurea triennale in Scienze biologiche, Scienze geologiche o Scienze Naturali (attivabili in una Facoltà di Scienze Matematiche, Fisiche e Naturali)
  • Per l’attività di guida speleologica si deve avere una formazione medio-alta e aver superato un esame regionale. È richiesto un diploma di scuola media superiore e possibilmente studi universitari in geologia o scienze naturali o simile. È raccomandabile inoltre, una perfetta forma fisica, e un forte autocontrollo
  • Infine, alla professione di guida vulcanologica vi si accede attraverso prove attitudinali altamente selettive, attestanti l’ esperienza acquisita attraverso un’assidua frequentazione degli ambienti vulcanici di media e alta quota
Numeri della professione

I dati sull'occupazione della Guida Turistica

Per conoscere i dati occupazionali del profilo professionale della Guida turistica, dobbiamo far riferimento alla macro categoria delle Guide ed accompagnatori specializzati, di cui le Guide turistiche fanno parte. Per il 2020, i dati del sistema Excelsior-Unioncamere indicano 210 entrate programmate: per il 90% di queste la forma contrattuale è a tempo determinato.

Tali figure professionali sono maggiormente richieste nelle imprese di piccole dimensioni (65,9%), e in percentuale minore nelle imprese di medie dimensioni (20,9%). Il 27% dei datori di lavoro lamenta una difficoltà di reperimento di candidati (23,2%), anche causata da una preparazione formativa e  professionale inadeguata (33,9%).

I requisiti per diventare Guida turistica

Scopriamo ora quali sono, secondo le esigenze esibite dalle imprese, i requisti richiesti per lavorare come Guida turistica:

  • Formazione: il 53,1% dei datori di lavoro richiede alle Guide turistiche di aver conseguito un titolo universitario, il 33,2% un diploma secondario. 
  • Esperienza: nel 38,4% dei casi risulta ben gradito aver maturato esperienze lavorative passate, anche nello stesso settore professionale (29,9 %).
  • Competenze: la flessibilità e l'adattamento (70%), la capacità di lavorare in gruppo (53%) e il problem solving (52%) rappresentano le competenze maggiormente richieste per svolgere al meglio tale professione. La capacità di comunicare in lingue straniere rappresenta inoltre un requisito imprescindibile (100%).

Quanto guadagna una Guida turistica

La retribuzione oraria delle Guide turistiche è stabilita dai tariffari regionali. In genere possiamo infatti dire che quella della Guida turistica è una professione, spesso stagionale, che risente di una forte oscillazione nella retribuzione. Mediamente una guida turistica professionista con 5-10 anni di esperienza ha uno stipendio annuale lordo tra i 16.000 e i 21.000 euro.

Guida Turistica
 
Utility WeCanJob

La Guida turistica organizza e pianifica visite guidate per gruppi o singole persone. Si occupa di predisporre l’itinerario, i tempi e le informazioni da dare in merito alle opere d’arte e ai luoghi di interesse storico-artistico e paesaggistico naturale.

Provvede all’accoglienza dei turisti fuori dalle strutture ricettive o nel luogo da visitare, illustrandone le caratteristiche e approfondendo singoli aspetti. Può inoltre presentare attività culturali, folcloristiche, di spettacolo o altre iniziative attinenti al tempo libero.

Fornisce il servizio in lingua italiana e in almeno una lingua straniera. Il lavoro è gestito normalmente in maniera autonoma per conto di agenzie di viaggi, tour operator, cooperative di servizi turistici, enti di promozione turistica, associazioni culturali, musei e gallerie d’arte, svolgendo attività sia stagionali che continuative.

La guida turistica non va confusa con l’accompagnatore turistico, che conduce gruppi di turisti in viaggi organizzati da agenzie o tour operator, senza fornire ulteriori supporti.

Esistono diverse tipologie di guide specializzate in determinati settori, quali:

  • Guida alpina: svolge attività di accompagnamento nelle escursioni in montagna, su roccia, ghiaccio e neve, spesso in condizioni climatiche variabili o estreme, preoccupandosi della sicurezza dei partecipanti e del soccorso a persone in difficoltà
  • Guida naturalistica: accompagna i turisti nella visita a località di interesse naturalistico, (come giardini botanici, parchi naturali) illustrandone le caratteristiche geologiche e faunistiche. Può svolgere anche attività di ricerca, organizzazione dei percorsi di visita, manutenzione all’interno dell’area naturalistica e mansioni di divulgazione, promozione e allestimento di mostre
  • Guida speleologica: accompagna i turisti interessati all’esplorazione di grotte e cavità naturali aperte al pubblico, descrivendo l’ambiente circostante, assicurando sia un supporto informativo sia il rispetto delle norme di sicurezza e l’incolumità fisica delle persone
  • Guida vulcanica: conduce i visitatori in escursioni sui vulcani dove non è richiesto l’uso di strumenti come corde, piccozze o ramponi
Tutti i contenuti editoriali contenuti e pubblicati sul sito wecanjob.it sono stati registrati e sono protetti dalle leggi in materia di proprietà industriale e/o intellettuale. Leggi ancora...
Discutiamone insieme...
discutiamo di
lavoro
Lavorare in radio: ruoli, requisiti e come iniziare
Inclusiva, agile, economica, democratica: la radio è un mezzo di comunicazione straordinario, che ha dimostrato di saper ....
0 commenti
discutiamo di
formazione
Insegnare italiano L2 e LS: quali sono le certificazioni per la didattica dell'italiano per stranieri
In Italia esistono molti corsi universitari improntati sull’insegnamento e sulla formazione di docenti di didattica ....
0 commenti
Potrebbe interessarti
17
apr
2021
Cooperativa Cotrad Onlus cerca OSS - Operatori socio sanitari
La Cooperativa Sociale Cotrad Onlus, realtà del settore socio sanitario e assistenziale con sede principale a Roma, ....
14
apr
2021
PCTO e Orientamento online per le scuole con WeCanJob: percorsi gratuiti e a pagamento, in italiano e in lingua straniera
180 Istituti superiori coinvolti in percorsi di PCTO – Alternanza scuola-lavoro, 27.000 studenti e oltre 500.000 ....
Tutti i contenuti editoriali contenuti e pubblicati sul sito wecanjob.it sono stati registrati e sono protetti dalle leggi in materia di proprietà industriale e/o intellettuale. Leggi ancora...
- Inizio della pagina -
NEWSLETTER
TROVACI SU
2015 WeCanJob S.r.L., Via Torelli n. 22, CAP 71100 – FG, Partita IVA 04016220719
Qualunque utilizzo è vietato se non autorizzato
0
Il progetto WeCanJob.it è sviluppato con il CMS ISWEB® di Internet Soluzioni Srl www.internetsoluzioni.it