Home wecanjob.it
Orientamento formazione e lavoro: il portale italiano
Orientamento formazione e lavoro: il portale itali

Le professioni: Fisioterapista

in Sanità

Chi è e di cosa si occupa il Fisioterapista?

Il Fisioterapista è un operatore sanitario esperto nella prevenzione, cura e riabilitazione di pazienti che presentano problemi motori, psicomotori e cognitivi. Come indicato nel regolamento che ne disciplina il profilo (decreto ministeriale n. 741/1994), il fisioterapista pratica attività terapeutiche per riabilitare diverse funzioni del paziente: manipola i muscoli e le articolazioni per correggere movimenti, posture e rieducare il paziente all’uso corretto dell’apparato motorio, compromesso da eventuali traumi o patologie congenite o acquisite.

Il fisioterapista segue il paziente nel percorso di riabilitazione e recupero anche delle cosiddette funzioni corticali superiori, ovvero quelle funzioni complesse come la memoria, il linguaggio, la capacità di ragionamento, la percezione e l’azione.

Utilizza tecniche massoterapiche, ovvero manovre come lo sfioramento, la frizione, l’impastamento, la pressione e la vibrazione che il fisioterapista pratica per migliorare la circolazione del sangue negli organi e favorire la nutrizione e il ricambio dei tessuti. Propone, inoltre, l’adozione di protesi e ausili, allenando il paziente all’uso.

Con un’adeguata specializzazione nel settore della psicomotricità, il fisioterapista può assistere soggetti in età evolutiva colpiti da deficit neurosensoriali o psichici. Specializzandosi nel campo della terapia occupazionale, può riabilitare pazienti con parti del corpo minorate, rendendoli autonomi nella vita quotidiana.

Possiede nozioni di base di:

  • fisica
  • statistica
  • chimica
  • biologia
  • genetica 
  • anatomia
  • fisiologia
  • patologia

Per svolgere questa professione è richiesta una certa predisposizione alla cura dell’altro. Oltre a capacità di tipo tecnico e organizzativo, il fisioterapista deve essere in grado di intercettare e soddisfare i bisogni del paziente e stabilire relazioni di fiducia con l’assistito. È importante, inoltre, che sappia lavorare in gruppo, che abbia spirito di collaborazione, manualità e accuratezza e sensibilità, tutte doti che può esprimere nella pratica terapeutica.

Il fisioterapista lavora nei servizi di fisioterapia e riabilitazione nell’ambito del Sistema Sanitario Regionale (S.S.R.), nelle strutture private accreditate e convenzionate con il S.S.R., in Residenze Sanitarie Assistenziali, a domicilio del paziente, in stabilimenti termali, in ambulatori medici e/o ambulatori polispecialistici, in studi professionali individuali o associati, presso associazioni e società sportive, cooperative di servizi, organizzazioni non governative (ONG), servizi di prevenzione pubblici o privati. Svolge la professione in qualità di dipendente o come libero-professionista. 

Tutti i contenuti editoriali contenuti e pubblicati sul sito wecanjob.it sono stati registrati e sono protetti dalle leggi in materia di proprietà industriale e/o intellettuale. Leggi ancora...

Qual è il percorso formativo per diventare Fisioterapista?

Per diventare fisioterapista è necessario intraprendere, dopo aver conseguito il diploma di scuola secondaria superiore, un percorso di studi universitario. In Italia sono attivi Corsi di laurea triennale in Fisioterapia presso la Facoltà di Medicina e Chirurgia.

Il Corso di laurea è a numero programmato e per accedervi occorre superare una prova di ammissione. Intrapreso il percorso di studi, il giovane riceve un’adeguata preparazione teorico e durante i tre anni del Corso di laurea è previsto lo svolgimento di un tirocinio professionalizzante. Il tirocinio è obbligatorio e consente allo studente di apprendere molteplici aspetti pratici della professione: dal modo in cui si definiscono i programmi di riabilitazione e si compilano le cartelle cliniche riabilitative, alla sperimentazione concreta del trattamento riabilitativo, realizzata sotto la supervisione di un fisioterapista esperto.

Il percorso di studi si conclude con la discussione di una prova finale, che ha valore di Esame di Stato e abilita direttamente all’esercizio della professione.

Una volta conseguito il titolo, lo studente avrà la piena padronanza di tutte le competenze necessarie per svolgere la professione e potrà da subito spenderle sul mercato del lavoro.

Il conseguimento della laurea triennale consente, inoltre, l’accesso a Corsi di laurea magistrale della Classe delle Scienze Riabilitative delle Professioni Sanitarie LM/SNT2, oppure consente di frequentare Master di I livello o Corsi di perfezionamento per specializzarsi nel settore della psicomotricità e della terapia occupazionale.

Il fisioterapista può iscriversi all’Albo online dei fisioterapisti, un elenco digitale che accoglie i dati e i titoli dei fisioterapisti abilitati operanti in Italia.

Date le caratteristiche della professione, il fisioterapista è chiamato a partecipare a Corsi di aggiornamento e qualificazione, previsti nell’ambito del programma nazionale per la formazione degli operatori della sanità (Ecm – Educazione Continua in Medicina).

Tutti i contenuti editoriali contenuti e pubblicati sul sito wecanjob.it sono stati registrati e sono protetti dalle leggi in materia di proprietà industriale e/o intellettuale. Leggi ancora...

Ecco alcuni dati sulla professione di Fiosioterapista

Secondo i dati Excelsior Unioncamere, per il 2018 si prevedono 30.140 assunzioni, l'81% di questi sembra configurarsi in contratti a tempo determinato mentre solo il 18% a tempo indeterminato. Il 37% dei candidati appartiene alla fascia di età tra i 18 ed i 35 anni. Vediamo quali sono i requisiti richiesti dalla professione.

Esperienza: il 41,3% dei datori di lavoro richiede ai propri candidati l'aver maturato esperienze lavorative precedenti. Ben il 51% dei datori di lavoro ritiene importante aver avuto esperienza professionale nello stesso settore. Questo dato si accompagna con quello legato ai requisiti sulla formazione, dall'istruzione all'aggiornamento professionale che vediamo di seguito. 

Formazione: il 89,1% dei datori di lavoro richiede un titolo universitario insieme a un'adeguata formazione professionale specifica, richiesta dal 93% dei datori di lavoro. 

Competenze: per questa professione, più delle competenze tecniche, sono fondamentali le competenze trasversali di orientamento al cliente, lavorare in gruppo, flessibilità ed adattamento alle richieste dei clienti (rispettivamente 79% e 75%).

Lo stipendio annuo lordo di un fisioterapista, con un esperienza nel di lavoro di 5-10, oscilla in media tra i 20.000 € e i 30.000 €.

Tutti i contenuti editoriali contenuti e pubblicati sul sito wecanjob.it sono stati registrati e sono protetti dalle leggi in materia di proprietà industriale e/o intellettuale. Leggi ancora...
Tutti i contenuti editoriali contenuti e pubblicati sul sito wecanjob.it sono stati registrati e sono protetti dalle leggi in materia di proprietà industriale e/o intellettuale. Leggi ancora...
Le altre professioni
Fisioterapista
Descrizione

Chi è e di cosa si occupa il Fisioterapista?

Il Fisioterapista è un operatore sanitario esperto nella prevenzione, cura e riabilitazione di pazienti che presentano problemi motori, psicomotori e cognitivi. Come indicato nel regolamento che ne disciplina il profilo (decreto ministeriale n. 741/1994), il fisioterapista pratica attività terapeutiche per riabilitare diverse funzioni del paziente: manipola i muscoli e le articolazioni per correggere movimenti, posture e rieducare il paziente all’uso corretto dell’apparato motorio, compromesso da eventuali traumi o patologie congenite o acquisite.

Il fisioterapista segue il paziente nel percorso di riabilitazione e recupero anche delle cosiddette funzioni corticali superiori, ovvero quelle funzioni complesse come la memoria, il linguaggio, la capacità di ragionamento, la percezione e l’azione.

Utilizza tecniche massoterapiche, ovvero manovre come lo sfioramento, la frizione, l’impastamento, la pressione e la vibrazione che il fisioterapista pratica per migliorare la circolazione del sangue negli organi e favorire la nutrizione e il ricambio dei tessuti. Propone, inoltre, l’adozione di protesi e ausili, allenando il paziente all’uso.

Con un’adeguata specializzazione nel settore della psicomotricità, il fisioterapista può assistere soggetti in età evolutiva colpiti da deficit neurosensoriali o psichici. Specializzandosi nel campo della terapia occupazionale, può riabilitare pazienti con parti del corpo minorate, rendendoli autonomi nella vita quotidiana.

Possiede nozioni di base di:

  • fisica
  • statistica
  • chimica
  • biologia
  • genetica 
  • anatomia
  • fisiologia
  • patologia

Per svolgere questa professione è richiesta una certa predisposizione alla cura dell’altro. Oltre a capacità di tipo tecnico e organizzativo, il fisioterapista deve essere in grado di intercettare e soddisfare i bisogni del paziente e stabilire relazioni di fiducia con l’assistito. È importante, inoltre, che sappia lavorare in gruppo, che abbia spirito di collaborazione, manualità e accuratezza e sensibilità, tutte doti che può esprimere nella pratica terapeutica.

Il fisioterapista lavora nei servizi di fisioterapia e riabilitazione nell’ambito del Sistema Sanitario Regionale (S.S.R.), nelle strutture private accreditate e convenzionate con il S.S.R., in Residenze Sanitarie Assistenziali, a domicilio del paziente, in stabilimenti termali, in ambulatori medici e/o ambulatori polispecialistici, in studi professionali individuali o associati, presso associazioni e società sportive, cooperative di servizi, organizzazioni non governative (ONG), servizi di prevenzione pubblici o privati. Svolge la professione in qualità di dipendente o come libero-professionista. 

Percorso formativo

Qual è il percorso formativo per diventare Fisioterapista?

Per diventare fisioterapista è necessario intraprendere, dopo aver conseguito il diploma di scuola secondaria superiore, un percorso di studi universitario. In Italia sono attivi Corsi di laurea triennale in Fisioterapia presso la Facoltà di Medicina e Chirurgia.

Il Corso di laurea è a numero programmato e per accedervi occorre superare una prova di ammissione. Intrapreso il percorso di studi, il giovane riceve un’adeguata preparazione teorico e durante i tre anni del Corso di laurea è previsto lo svolgimento di un tirocinio professionalizzante. Il tirocinio è obbligatorio e consente allo studente di apprendere molteplici aspetti pratici della professione: dal modo in cui si definiscono i programmi di riabilitazione e si compilano le cartelle cliniche riabilitative, alla sperimentazione concreta del trattamento riabilitativo, realizzata sotto la supervisione di un fisioterapista esperto.

Il percorso di studi si conclude con la discussione di una prova finale, che ha valore di Esame di Stato e abilita direttamente all’esercizio della professione.

Una volta conseguito il titolo, lo studente avrà la piena padronanza di tutte le competenze necessarie per svolgere la professione e potrà da subito spenderle sul mercato del lavoro.

Il conseguimento della laurea triennale consente, inoltre, l’accesso a Corsi di laurea magistrale della Classe delle Scienze Riabilitative delle Professioni Sanitarie LM/SNT2, oppure consente di frequentare Master di I livello o Corsi di perfezionamento per specializzarsi nel settore della psicomotricità e della terapia occupazionale.

Il fisioterapista può iscriversi all’Albo online dei fisioterapisti, un elenco digitale che accoglie i dati e i titoli dei fisioterapisti abilitati operanti in Italia.

Date le caratteristiche della professione, il fisioterapista è chiamato a partecipare a Corsi di aggiornamento e qualificazione, previsti nell’ambito del programma nazionale per la formazione degli operatori della sanità (Ecm – Educazione Continua in Medicina).

Numeri della professione

Ecco alcuni dati sulla professione di Fiosioterapista

Secondo i dati Excelsior Unioncamere, per il 2018 si prevedono 30.140 assunzioni, l'81% di questi sembra configurarsi in contratti a tempo determinato mentre solo il 18% a tempo indeterminato. Il 37% dei candidati appartiene alla fascia di età tra i 18 ed i 35 anni. Vediamo quali sono i requisiti richiesti dalla professione.

Esperienza: il 41,3% dei datori di lavoro richiede ai propri candidati l'aver maturato esperienze lavorative precedenti. Ben il 51% dei datori di lavoro ritiene importante aver avuto esperienza professionale nello stesso settore. Questo dato si accompagna con quello legato ai requisiti sulla formazione, dall'istruzione all'aggiornamento professionale che vediamo di seguito. 

Formazione: il 89,1% dei datori di lavoro richiede un titolo universitario insieme a un'adeguata formazione professionale specifica, richiesta dal 93% dei datori di lavoro. 

Competenze: per questa professione, più delle competenze tecniche, sono fondamentali le competenze trasversali di orientamento al cliente, lavorare in gruppo, flessibilità ed adattamento alle richieste dei clienti (rispettivamente 79% e 75%).

Lo stipendio annuo lordo di un fisioterapista, con un esperienza nel di lavoro di 5-10, oscilla in media tra i 20.000 € e i 30.000 €.

Fisioterapista
 
Utility WeCanJob

Chi è e di cosa si occupa il Fisioterapista?

Il Fisioterapista è un operatore sanitario esperto nella prevenzione, cura e riabilitazione di pazienti che presentano problemi motori, psicomotori e cognitivi. Come indicato nel regolamento che ne disciplina il profilo (decreto ministeriale n. 741/1994), il fisioterapista pratica attività terapeutiche per riabilitare diverse funzioni del paziente: manipola i muscoli e le articolazioni per correggere movimenti, posture e rieducare il paziente all’uso corretto dell’apparato motorio, compromesso da eventuali traumi o patologie congenite o acquisite.

Il fisioterapista segue il paziente nel percorso di riabilitazione e recupero anche delle cosiddette funzioni corticali superiori, ovvero quelle funzioni complesse come la memoria, il linguaggio, la capacità di ragionamento, la percezione e l’azione.

Utilizza tecniche massoterapiche, ovvero manovre come lo sfioramento, la frizione, l’impastamento, la pressione e la vibrazione che il fisioterapista pratica per migliorare la circolazione del sangue negli organi e favorire la nutrizione e il ricambio dei tessuti. Propone, inoltre, l’adozione di protesi e ausili, allenando il paziente all’uso.

Con un’adeguata specializzazione nel settore della psicomotricità, il fisioterapista può assistere soggetti in età evolutiva colpiti da deficit neurosensoriali o psichici. Specializzandosi nel campo della terapia occupazionale, può riabilitare pazienti con parti del corpo minorate, rendendoli autonomi nella vita quotidiana.

Possiede nozioni di base di:

  • fisica
  • statistica
  • chimica
  • biologia
  • genetica 
  • anatomia
  • fisiologia
  • patologia

Per svolgere questa professione è richiesta una certa predisposizione alla cura dell’altro. Oltre a capacità di tipo tecnico e organizzativo, il fisioterapista deve essere in grado di intercettare e soddisfare i bisogni del paziente e stabilire relazioni di fiducia con l’assistito. È importante, inoltre, che sappia lavorare in gruppo, che abbia spirito di collaborazione, manualità e accuratezza e sensibilità, tutte doti che può esprimere nella pratica terapeutica.

Il fisioterapista lavora nei servizi di fisioterapia e riabilitazione nell’ambito del Sistema Sanitario Regionale (S.S.R.), nelle strutture private accreditate e convenzionate con il S.S.R., in Residenze Sanitarie Assistenziali, a domicilio del paziente, in stabilimenti termali, in ambulatori medici e/o ambulatori polispecialistici, in studi professionali individuali o associati, presso associazioni e società sportive, cooperative di servizi, organizzazioni non governative (ONG), servizi di prevenzione pubblici o privati. Svolge la professione in qualità di dipendente o come libero-professionista. 

Tutti i contenuti editoriali contenuti e pubblicati sul sito wecanjob.it sono stati registrati e sono protetti dalle leggi in materia di proprietà industriale e/o intellettuale. Leggi ancora...
Discutiamone insieme...
discutiamo di
lavoro
Cibo, cura del corpo e fitness: quanto spendono gli italiani?
Vi siete mai chiesti quanto vale l’indotto economico che ruota intorno al settore della cura e del benessere in Italia? ....
0 commenti
discutiamo di
formazione
Orientamenti 2019: la manifestazione per scegliere la giusta formazione e trovare lavoro
Nel periodo che stiamo vivendo, in cui il raggiungimento della piena occupazione è ancora lontano, capita spesso che ....
0 commenti
Potrebbe interessarti
17
nov
2019
"CyberHelper": corso di formazione gratuito per docenti contro il cyberbullismo
L’utilizzo indiscriminato e spesso provocatorio del web e dei social network, come noto, ha portato negli ultimi anni ....
17
nov
2019
Lo Studio legale La Scala ricerca avvocati e altre figure professionali
Lo studio legale "La Scala", fondato nel 1991 a Milano, ha aperto diverse posizioni di lavoro per ampliare il team ....
16
nov
2019
Progetto Mi.For.Mo: 10 borse per tirocini all'estero
Hai conseguito il diploma o una qualifica professionale e desideri fare un'esperienza di tirocinio all’estero? ....
Tutti i contenuti editoriali contenuti e pubblicati sul sito wecanjob.it sono stati registrati e sono protetti dalle leggi in materia di proprietà industriale e/o intellettuale. Leggi ancora...
- Inizio della pagina -
I nostri Partner
NEWSLETTER
TROVACI SU
2015 WeCanJob S.r.L., Via Torelli n. 22, CAP 71100 – FG, Partita IVA 04016220719
Qualunque utilizzo è vietato se non autorizzato
0
Il progetto WeCanJob.it è sviluppato con il CMS ISWEB® di Internet Soluzioni Srl www.internetsoluzioni.it