Home wecanjob.it
Orientamento formazione e lavoro: il portale itali

Le professioni: Enologo

in Agricoltura e Ambiente

L’Enologo è un professionista a elevata competenza tecnica che lavora nella filiera di produzione del vino, in cui ricopre è un ruolo centrale. Segue, coordina e supervisiona tutte le fasi del processo di vinificazione, dalla messa a produzione delle viticolture fino all’imbottigliamento del vino, passando per il controllo e la messa a punto degli impianti di stoccaggio. In questo senso svolge una funzione direttiva all’interno di un’azienda vitivinicola.

Un enologo può essere proprietario dell’azienda in cui lavora, oppure (nella maggioranza dei casi) può essere un consulente esperto di una o più aziende che operano nel settore vitivinicolo. Generalmente, è impiegato in aziende che possono vantare almeno 30 ettari di terreno coltivato a vite.

In particolare, l’enologo si può occupare di:

  • selezionare le uve utili a produrre un particolare tipo di vino
  • controllare che il processo di produzione del vino rispetti le vigenti norme igienico-sanitarie ed etiche
  • giudicare la qualità dei vini prodotti secondo i parametri della salubrità e della genuinità
  • decidere quando deve avvenire l’imbottigliamento
  • gestire e coordinare l’invecchiamento dei vini in botti, silos o in bottiglie

La professione è regolamentata dalla Legge n. 129/91.

Tutti i contenuti editoriali contenuti e pubblicati sul sito wecanjob.it sono stati registrati e sono protetti dalle leggi in materia di proprietà industriale e/o intellettuale. Leggi ancora...

Si diventa enologo attraverso tre specifici percorsi formativi:

  • Il diploma in uno degli Istituti Tecnici a indirizzo agrario riconosciuti da Assoenologi (la più grande associazione italiana di categoria, a cui fa capo circa il 90% degli enologi italiani). Successivamente, ottenendo un diploma presso una Scuola con sede in un Istituto universitario (o comunque una Scuola dedicata riconosciuta dalla legislazione)
  • La laurea triennale in Scienze Agrarie, Biologiche, Chimiche o in Scienze delle preparazioni alimentari e almeno 3 anni di esperienza professionale nel settore
  • La laurea triennale in Agraria a indirizzo specifico in Viticoltura ed Enologia

Per svolgere la professione, è bene avere alcune particolari attitudini e competenze:

  • ottimo olfatto
  • spiccato senso del gusto e della vista
  • predisposizione al lavoro all’aperto
  • predisposizione al lavoro di organizzazione
  • conoscenza della geografia del vino e delle sue zone di produzione

Dato il suo ruolo sempre più centrale all’interno della filiera di produzione del vino, e date le sue caratteristiche di coordinamento delle varie fasi della produzione stessa, spesso l’enologo è chiamato a offrire consulenze all’azienda anche dal punto di vista della commercializzazione. Deve perciò avere anche spiccate competenze nell’ambito del marketing e una buona conoscenza delle lingue straniere (dato che l’Italia è uno dei principali esportatori di vino al mondo).

Tutti i contenuti editoriali contenuti e pubblicati sul sito wecanjob.it sono stati registrati e sono protetti dalle leggi in materia di proprietà industriale e/o intellettuale. Leggi ancora...

I dati sull'occupazione degli Enologi

Per scoprire i dati sull'occupazione dell'Enologo, dobbiamo guardare alla macro categoria dei Tecnici biochimici e professioni assimilate. In questa categoria, secondo l'ultimo report sviluppato da Excelsior-Unioncamere sulla professione, sono indicate 110 entrate nel mondo delle imprese, di cui 70 con assunzioni da dipendente.

Le grandi aziende, composte da oltre 50 dipendenti, rappresentano le realtà con cui maggiormente si confrontano tali figure professionali (59,6%). Tra le assunzioni, il 60% prevede un contratto a tempo indeterminato, il 37% a tempo determinato. 

Quali sono i requisiti per diventare Enologo

Vediamo adesso quali sono i requisiti richiesti per essere assunti come Enologi da un'impresa.

  • Formazione: il 91,2% dei datori di lavoro richiede di aver conseguito un titolo universitario, l'8,8 % un diploma secondario.
  • Esperienza: il 78,9% dei datori di lavoro richiede alle proprio risorse di aver maturato significative esperienze lavorative nello stesso settore professionale.
  • Competenze: tra le competenze trasversali, la flessibilità e adattamento (89%) e il problem solving (89%) rappresentano requisiti fondamentali per svolgere tale professione.

Qual è lo stipendio dell'Enologo?

Ma quanto guadagna un Enologo? Su questo argomento possiamo dire che la retribuzione di un Enologo dipendente di azienda è fissata nel Contratto Collettivo Nazionale di Lavoro per i Quadri e gli Impiegati Agricoli e si aggira attorno ai 1.400 euro mensili. Nel caso in cui l'Enologo sia un consulente esterno, guadagna in base alla prestazione offerta all'azienda.

Tutti i contenuti editoriali contenuti e pubblicati sul sito wecanjob.it sono stati registrati e sono protetti dalle leggi in materia di proprietà industriale e/o intellettuale. Leggi ancora...
Tutti i contenuti editoriali contenuti e pubblicati sul sito wecanjob.it sono stati registrati e sono protetti dalle leggi in materia di proprietà industriale e/o intellettuale. Leggi ancora...
Le altre professioni
Enologo
Descrizione

L’Enologo è un professionista a elevata competenza tecnica che lavora nella filiera di produzione del vino, in cui ricopre è un ruolo centrale. Segue, coordina e supervisiona tutte le fasi del processo di vinificazione, dalla messa a produzione delle viticolture fino all’imbottigliamento del vino, passando per il controllo e la messa a punto degli impianti di stoccaggio. In questo senso svolge una funzione direttiva all’interno di un’azienda vitivinicola.

Un enologo può essere proprietario dell’azienda in cui lavora, oppure (nella maggioranza dei casi) può essere un consulente esperto di una o più aziende che operano nel settore vitivinicolo. Generalmente, è impiegato in aziende che possono vantare almeno 30 ettari di terreno coltivato a vite.

In particolare, l’enologo si può occupare di:

  • selezionare le uve utili a produrre un particolare tipo di vino
  • controllare che il processo di produzione del vino rispetti le vigenti norme igienico-sanitarie ed etiche
  • giudicare la qualità dei vini prodotti secondo i parametri della salubrità e della genuinità
  • decidere quando deve avvenire l’imbottigliamento
  • gestire e coordinare l’invecchiamento dei vini in botti, silos o in bottiglie

La professione è regolamentata dalla Legge n. 129/91.

Percorso formativo

Si diventa enologo attraverso tre specifici percorsi formativi:

  • Il diploma in uno degli Istituti Tecnici a indirizzo agrario riconosciuti da Assoenologi (la più grande associazione italiana di categoria, a cui fa capo circa il 90% degli enologi italiani). Successivamente, ottenendo un diploma presso una Scuola con sede in un Istituto universitario (o comunque una Scuola dedicata riconosciuta dalla legislazione)
  • La laurea triennale in Scienze Agrarie, Biologiche, Chimiche o in Scienze delle preparazioni alimentari e almeno 3 anni di esperienza professionale nel settore
  • La laurea triennale in Agraria a indirizzo specifico in Viticoltura ed Enologia

Per svolgere la professione, è bene avere alcune particolari attitudini e competenze:

  • ottimo olfatto
  • spiccato senso del gusto e della vista
  • predisposizione al lavoro all’aperto
  • predisposizione al lavoro di organizzazione
  • conoscenza della geografia del vino e delle sue zone di produzione

Dato il suo ruolo sempre più centrale all’interno della filiera di produzione del vino, e date le sue caratteristiche di coordinamento delle varie fasi della produzione stessa, spesso l’enologo è chiamato a offrire consulenze all’azienda anche dal punto di vista della commercializzazione. Deve perciò avere anche spiccate competenze nell’ambito del marketing e una buona conoscenza delle lingue straniere (dato che l’Italia è uno dei principali esportatori di vino al mondo).

Numeri della professione

I dati sull'occupazione degli Enologi

Per scoprire i dati sull'occupazione dell'Enologo, dobbiamo guardare alla macro categoria dei Tecnici biochimici e professioni assimilate. In questa categoria, secondo l'ultimo report sviluppato da Excelsior-Unioncamere sulla professione, sono indicate 110 entrate nel mondo delle imprese, di cui 70 con assunzioni da dipendente.

Le grandi aziende, composte da oltre 50 dipendenti, rappresentano le realtà con cui maggiormente si confrontano tali figure professionali (59,6%). Tra le assunzioni, il 60% prevede un contratto a tempo indeterminato, il 37% a tempo determinato. 

Quali sono i requisiti per diventare Enologo

Vediamo adesso quali sono i requisiti richiesti per essere assunti come Enologi da un'impresa.

  • Formazione: il 91,2% dei datori di lavoro richiede di aver conseguito un titolo universitario, l'8,8 % un diploma secondario.
  • Esperienza: il 78,9% dei datori di lavoro richiede alle proprio risorse di aver maturato significative esperienze lavorative nello stesso settore professionale.
  • Competenze: tra le competenze trasversali, la flessibilità e adattamento (89%) e il problem solving (89%) rappresentano requisiti fondamentali per svolgere tale professione.

Qual è lo stipendio dell'Enologo?

Ma quanto guadagna un Enologo? Su questo argomento possiamo dire che la retribuzione di un Enologo dipendente di azienda è fissata nel Contratto Collettivo Nazionale di Lavoro per i Quadri e gli Impiegati Agricoli e si aggira attorno ai 1.400 euro mensili. Nel caso in cui l'Enologo sia un consulente esterno, guadagna in base alla prestazione offerta all'azienda.

Enologo
 
Utility WeCanJob

L’Enologo è un professionista a elevata competenza tecnica che lavora nella filiera di produzione del vino, in cui ricopre è un ruolo centrale. Segue, coordina e supervisiona tutte le fasi del processo di vinificazione, dalla messa a produzione delle viticolture fino all’imbottigliamento del vino, passando per il controllo e la messa a punto degli impianti di stoccaggio. In questo senso svolge una funzione direttiva all’interno di un’azienda vitivinicola.

Un enologo può essere proprietario dell’azienda in cui lavora, oppure (nella maggioranza dei casi) può essere un consulente esperto di una o più aziende che operano nel settore vitivinicolo. Generalmente, è impiegato in aziende che possono vantare almeno 30 ettari di terreno coltivato a vite.

In particolare, l’enologo si può occupare di:

  • selezionare le uve utili a produrre un particolare tipo di vino
  • controllare che il processo di produzione del vino rispetti le vigenti norme igienico-sanitarie ed etiche
  • giudicare la qualità dei vini prodotti secondo i parametri della salubrità e della genuinità
  • decidere quando deve avvenire l’imbottigliamento
  • gestire e coordinare l’invecchiamento dei vini in botti, silos o in bottiglie

La professione è regolamentata dalla Legge n. 129/91.

Tutti i contenuti editoriali contenuti e pubblicati sul sito wecanjob.it sono stati registrati e sono protetti dalle leggi in materia di proprietà industriale e/o intellettuale. Leggi ancora...
Discutiamone insieme...
discutiamo di
lavoro
Diventare lavoratore freelance: chi è, cosa significa e quali sono le principali professioni
In quest’articolo vi parleremo dei lavoratori freelance, una tipologia di professionisti sempre più richiesti ....
0 commenti
discutiamo di
formazione
Che cos'è il certificato HACCP e quali sono i migliori corsi per ottenerlo
L’Hazard Analysis and Critical Control Points (HACCP) nasce negli anni Sessanta, come insieme di procedure volte ....
0 commenti
Potrebbe interessarti
30
apr
2021
Cercasi 30 Operai agricoli per manutenzione vigne
Tramite EURES FVG, la divisione regionale della rete per la mobilità dei lavoratori EURES del Friuli-Venezia Giulia, ....
30
apr
2021
Settore alimentare: Mutti cerca Addetti per la trasformazione del pomodoro nell'estate 2021
Nel corso dei giorni scorsi, l'azienda parmense Mutti del settore alimentare, ben noto brand specializzato nell'ambito ....
28
apr
2021
Cercasi 30 Tagliaboschi per lavoro in Friuli, Puglia e Veneto, stipendio netto fino a 2.000 euro e alloggio
Per conto di un'azienda friuliana operante nel settore agricolo, EURES Friuli-Venezia Giulia ha indetto una selezione ....
Tutti i contenuti editoriali contenuti e pubblicati sul sito wecanjob.it sono stati registrati e sono protetti dalle leggi in materia di proprietà industriale e/o intellettuale. Leggi ancora...
- Inizio della pagina -
NEWSLETTER
TROVACI SU
2015 WeCanJob S.r.L., Via Torelli n. 22, CAP 71100 – FG, Partita IVA 04016220719
Qualunque utilizzo è vietato se non autorizzato
0
Il progetto WeCanJob.it è sviluppato con il CMS ISWEB® di Internet Soluzioni Srl www.internetsoluzioni.it