Home wecanjob.it
Orientamento formazione e lavoro: il portale itali

Le professioni: Confezionista

in Cultura e Spettacolo

Chi è e di cosa si occupa il Confezionista?

Figura essenziale del campo della moda, il Confezionista, chiamato anche sarto industriale, si occupa della confezione di capi d’abbigliamento, curandone i particolari e rendendoli riconoscibili.

Conosce le fasi di lavorazione dei tessuti e le tecniche di intervento per il taglio, la trasformazione, il finissaggio e la qualità dei prodotti. Svolgendo mansioni di carattere industriale, legge le schede tecniche del materiale da utilizzare, si avvale del supporto di diversi macchinari, in particolare macchine da cucire industriali, in base al tipo di lavoro richiesto. Infine, provvede alla prima stiratura e messa in piega dell’abito.

Gestisce il ciclo produttivo, interagisce con tutte le figure coinvolte nel processo industriale e possiede una buona manualità di tipo sartoriale. Il lavoro può essere eseguito utilizzando diverse tecniche:

  • Metodo manuale, basato soprattutto sulle cuciture a mano ed è ritenuto il più valido in termini di qualità del prodotto confezionato
  • Uso della teletta termoadesiva, considerata la tecnica più veloce
  • Sartoria a macchina, con applicazione della teletta a macchina

In base al livello di competenze sartoriali, il confezionista può essere chiamato a realizzare prototipi o controllarne la qualità e vestibilità. Ha una predisposizione al lavoro manuale ed è abituato a lavorare a ritmi serrati.

Il confezionista può operare in diversi ambiti professionali: dall’atelier personale alla sartoria di alta moda o sposa, dall’azienda alle sartorie teatrali.

Tutti i contenuti editoriali contenuti e pubblicati sul sito wecanjob.it sono stati registrati e sono protetti dalle leggi in materia di proprietà industriale e/o intellettuale. Leggi ancora...

Qual è il percorso formativo del Confezionista?

Non è previsto un percorso formativo specifico. È sufficiente avere una formazione di scuola media superiore di stampo tecnico-artistico. Spesso la formazione viene erogata tramite corsi professionalizzanti dopo il diploma di scuola media inferiore. È possibile specializzarsi con Corsi di formazione specialistici (predisposti ad esempio dalle Regioni), i quali a seguito di un periodo di stage/tirocinio, aprono le porte del mercato del lavoro agli aspiranti confezionisti.

L’esperienza sul campo è indispensabile per affinare le operazioni di taglio, cucitura e stiratura dei capi di abbigliamento. Sarà inoltre di ausilio per imparare a riconoscere le caratteristiche e i vari tipi di tessuto, determinare la sequenza delle fasi di lavorazione e a utilizzare e mantenere le attrezzature da lavoro. Un professionista del settore possiede una visione completa della produzione nel settore tessile, pertanto è necessario conoscere le caratteristiche merceologiche dei filati e dei tessuti, ma anche le norme in materia di sicurezza sul lavoro.

Tutti i contenuti editoriali contenuti e pubblicati sul sito wecanjob.it sono stati registrati e sono protetti dalle leggi in materia di proprietà industriale e/o intellettuale. Leggi ancora...

Quali sono i dati sull'occupazione dei Confezionisti?

Il settore della moda in Italia, oltre a una grande e lontana tradizione, ricopre un ruolo di rilevante importanza per il sistema produttivo. La professione del Confezionista si è sviluppata negli ultimi anni in maniera piuttosto articolata, specialmente nell’ambito cinematografico, ma i produttori tendono a investire budget sempre più limitati per la realizzazione dei costumi.

Per conoscere i dati occupazionale del Confezionista è necessario osservare la macro categoria “Sarti e tagliatori artigianali, modellisti e cappellai”.

Secondo i dati Excelsior Unioncamere sulla tendenza nelle assunzioni dei Confezionisti, per il 2019 si prevedono 16.120 entrate programmate, di cui 15.240 assunzioni dipendenti. Il 55% interesserà contratti a tempo indeterminato e solo il 40% a tempo determinato. Il 53% dei datori di lavoro lamenta una difficoltà di reperimento di candidati sia per la mancanza dei candidati stessi (62,4%) sia per una preparazione inadeguata di chi si propone in questo settore (31,6%). 

Quali sono i requisiti richiesti per diventare dei Confezionisti?

Vediamo quali sono i requisiti richiesti dalla professione

  • Esperienza: il 60,8% dei datori di lavoro ritiene importante aver avuto esperienza professionale nello stesso settore. 
  • Formazione: il 52,3% dei datori di lavoro richiede una formazione professionale specifica nel settore. 

Il guadagno può variare notevolmente a seconda che la produzione sia nazionale o internazionale e del livello professionale dei vari reparti: capo costumista, assistente, ecc. È dunque difficile stabilire un range di retribuzione.

Tutti i contenuti editoriali contenuti e pubblicati sul sito wecanjob.it sono stati registrati e sono protetti dalle leggi in materia di proprietà industriale e/o intellettuale. Leggi ancora...
Tutti i contenuti editoriali contenuti e pubblicati sul sito wecanjob.it sono stati registrati e sono protetti dalle leggi in materia di proprietà industriale e/o intellettuale. Leggi ancora...
Le altre professioni
Confezionista
Descrizione

Chi è e di cosa si occupa il Confezionista?

Figura essenziale del campo della moda, il Confezionista, chiamato anche sarto industriale, si occupa della confezione di capi d’abbigliamento, curandone i particolari e rendendoli riconoscibili.

Conosce le fasi di lavorazione dei tessuti e le tecniche di intervento per il taglio, la trasformazione, il finissaggio e la qualità dei prodotti. Svolgendo mansioni di carattere industriale, legge le schede tecniche del materiale da utilizzare, si avvale del supporto di diversi macchinari, in particolare macchine da cucire industriali, in base al tipo di lavoro richiesto. Infine, provvede alla prima stiratura e messa in piega dell’abito.

Gestisce il ciclo produttivo, interagisce con tutte le figure coinvolte nel processo industriale e possiede una buona manualità di tipo sartoriale. Il lavoro può essere eseguito utilizzando diverse tecniche:

  • Metodo manuale, basato soprattutto sulle cuciture a mano ed è ritenuto il più valido in termini di qualità del prodotto confezionato
  • Uso della teletta termoadesiva, considerata la tecnica più veloce
  • Sartoria a macchina, con applicazione della teletta a macchina

In base al livello di competenze sartoriali, il confezionista può essere chiamato a realizzare prototipi o controllarne la qualità e vestibilità. Ha una predisposizione al lavoro manuale ed è abituato a lavorare a ritmi serrati.

Il confezionista può operare in diversi ambiti professionali: dall’atelier personale alla sartoria di alta moda o sposa, dall’azienda alle sartorie teatrali.

Percorso formativo

Qual è il percorso formativo del Confezionista?

Non è previsto un percorso formativo specifico. È sufficiente avere una formazione di scuola media superiore di stampo tecnico-artistico. Spesso la formazione viene erogata tramite corsi professionalizzanti dopo il diploma di scuola media inferiore. È possibile specializzarsi con Corsi di formazione specialistici (predisposti ad esempio dalle Regioni), i quali a seguito di un periodo di stage/tirocinio, aprono le porte del mercato del lavoro agli aspiranti confezionisti.

L’esperienza sul campo è indispensabile per affinare le operazioni di taglio, cucitura e stiratura dei capi di abbigliamento. Sarà inoltre di ausilio per imparare a riconoscere le caratteristiche e i vari tipi di tessuto, determinare la sequenza delle fasi di lavorazione e a utilizzare e mantenere le attrezzature da lavoro. Un professionista del settore possiede una visione completa della produzione nel settore tessile, pertanto è necessario conoscere le caratteristiche merceologiche dei filati e dei tessuti, ma anche le norme in materia di sicurezza sul lavoro.

Numeri della professione

Quali sono i dati sull'occupazione dei Confezionisti?

Il settore della moda in Italia, oltre a una grande e lontana tradizione, ricopre un ruolo di rilevante importanza per il sistema produttivo. La professione del Confezionista si è sviluppata negli ultimi anni in maniera piuttosto articolata, specialmente nell’ambito cinematografico, ma i produttori tendono a investire budget sempre più limitati per la realizzazione dei costumi.

Per conoscere i dati occupazionale del Confezionista è necessario osservare la macro categoria “Sarti e tagliatori artigianali, modellisti e cappellai”.

Secondo i dati Excelsior Unioncamere sulla tendenza nelle assunzioni dei Confezionisti, per il 2019 si prevedono 16.120 entrate programmate, di cui 15.240 assunzioni dipendenti. Il 55% interesserà contratti a tempo indeterminato e solo il 40% a tempo determinato. Il 53% dei datori di lavoro lamenta una difficoltà di reperimento di candidati sia per la mancanza dei candidati stessi (62,4%) sia per una preparazione inadeguata di chi si propone in questo settore (31,6%). 

Quali sono i requisiti richiesti per diventare dei Confezionisti?

Vediamo quali sono i requisiti richiesti dalla professione

  • Esperienza: il 60,8% dei datori di lavoro ritiene importante aver avuto esperienza professionale nello stesso settore. 
  • Formazione: il 52,3% dei datori di lavoro richiede una formazione professionale specifica nel settore. 

Il guadagno può variare notevolmente a seconda che la produzione sia nazionale o internazionale e del livello professionale dei vari reparti: capo costumista, assistente, ecc. È dunque difficile stabilire un range di retribuzione.

Confezionista
 
Utility WeCanJob

Chi è e di cosa si occupa il Confezionista?

Figura essenziale del campo della moda, il Confezionista, chiamato anche sarto industriale, si occupa della confezione di capi d’abbigliamento, curandone i particolari e rendendoli riconoscibili.

Conosce le fasi di lavorazione dei tessuti e le tecniche di intervento per il taglio, la trasformazione, il finissaggio e la qualità dei prodotti. Svolgendo mansioni di carattere industriale, legge le schede tecniche del materiale da utilizzare, si avvale del supporto di diversi macchinari, in particolare macchine da cucire industriali, in base al tipo di lavoro richiesto. Infine, provvede alla prima stiratura e messa in piega dell’abito.

Gestisce il ciclo produttivo, interagisce con tutte le figure coinvolte nel processo industriale e possiede una buona manualità di tipo sartoriale. Il lavoro può essere eseguito utilizzando diverse tecniche:

  • Metodo manuale, basato soprattutto sulle cuciture a mano ed è ritenuto il più valido in termini di qualità del prodotto confezionato
  • Uso della teletta termoadesiva, considerata la tecnica più veloce
  • Sartoria a macchina, con applicazione della teletta a macchina

In base al livello di competenze sartoriali, il confezionista può essere chiamato a realizzare prototipi o controllarne la qualità e vestibilità. Ha una predisposizione al lavoro manuale ed è abituato a lavorare a ritmi serrati.

Il confezionista può operare in diversi ambiti professionali: dall’atelier personale alla sartoria di alta moda o sposa, dall’azienda alle sartorie teatrali.

Tutti i contenuti editoriali contenuti e pubblicati sul sito wecanjob.it sono stati registrati e sono protetti dalle leggi in materia di proprietà industriale e/o intellettuale. Leggi ancora...
Discutiamone insieme...
discutiamo di
lavoro
Come diventare Scrittore
Oggi parliamo di una delle tematiche che affascinano e incuriosiscono da sempre tutti gli appassionati di letteratura: come ....
0 commenti
discutiamo di
formazione
L'economia del Design in Italia: è ancora crescita
Il Design si conferma come un asse portante per la nostra economia nonché come un’interessante canale di ingresso ....
0 commenti
Potrebbe interessarti
30
nov
2020
Altre 100 borse di studio per partecipare al Master in Global Marketing, Comunicazione e Made in Italy
La Fondazione Italia Usa ha rinnovato il bando per le borse di studio speciali destinate agli studenti del Master online ....
29
nov
2020
IED: 40 Borse di studio per diplomati
Nuovo bando per Borse di studio pubblicato dallo IED - Istituto Italiano di Design con l'Accademia di Belle Arti "Aldo ....
27
nov
2020
Bricoman cerca diplomati da assumere per nuove aperture
Nuove opportunità di impiego nel settore commerciale: Bricoman, la famosa catena di store dedicati agli attrezzi da lavoro ....
Tutti i contenuti editoriali contenuti e pubblicati sul sito wecanjob.it sono stati registrati e sono protetti dalle leggi in materia di proprietà industriale e/o intellettuale. Leggi ancora...
- Inizio della pagina -
NEWSLETTER
TROVACI SU
2015 WeCanJob S.r.L., Via Torelli n. 22, CAP 71100 – FG, Partita IVA 04016220719
Qualunque utilizzo è vietato se non autorizzato
0
Il progetto WeCanJob.it è sviluppato con il CMS ISWEB® di Internet Soluzioni Srl www.internetsoluzioni.it