Home wecanjob.it
Orientamento formazione e lavoro: il portale italiano
Orientamento formazione e lavoro: il portale itali

Le professioni: Chef

in Turismo e Ristorazione

Professione Chef: chi è, cosa fa, percorso formativo per diventarlo

Lo chef è una figura professionale della ristorazione, responsabile della cucina e punto di riferimento per il suo staff. Si tratta di un cuoco altamente qualificato, competente in tutti gli aspetti della preparazione del cibo.

Lavora in organizzazioni e strutture ricettive che necessitano di cucinare in grande quantità: ristoranti, alberghi, villaggi turistici, navi da crociera, ecc.

È incaricato della creazione del menù, delle ricette e della loro supervisione nella fase di realizzazione. Inoltre sceglie e forma lo staff che lo supporta in cucina.

Quali sono le principali mansioni di uno chef?

Tra le attività di sua competenza spiccano:

  • Creazione e realizzazione del menù
  • Scelta dei costi dei piatti preparati
  • Fornitura di prodotti di qualità, gestione degli approvvigionamenti, verifica degli ordini alimentari
  • Organizzazione e supervisione dello staff durante la preparazione dei piatti
  • Gestione del personale
  • Mantenimento di uno stretto contatto con la direzione della struttura e con il servizio d’accoglienza

Lo chef lavora in piedi tutto il giorno ed è abituato a svolgere le attività sotto pressione. Affronta alcuni rischi del mestiere come i tagli e le ustioni, in ambienti esposti ad alte temperature. La sua è una professione creativa che richiede passione e talento, nonché forti capacità organizzative. Per diventare uno chef professionista esistono percorsi formativi creati ad hoc.

Come diventare chef professionista?

Generalmente si raggiunge la qualifica di chef dopo aver maturato esperienza come chef apprendista (cosiddetta chef- commis). Una persona capace e disposta a lavorare duramente, dopo circa 5 anni di gavetta può fare una veloce carriera sia in Italia che all’estero, poiché la cucina italiana e i suoi cuochi sono i più richiesti al mondo. L’originalità propria del made in Italy è sempre ricercata dalle grandi catene alberghiere, e un capocuoco che sia tale sarà sempre ben accetto nella maggior parte dei ristoranti del globo.

Ecco quindi, nelle schede di seguito, tutti i requisiti e il percorso che mostra come diventare chef professionista…magari per diventare in futuro un conosciutissimo chef stellato.

Si ringrazia Alessandro Borghese per la gentile collaborazione.

Tutti i contenuti editoriali contenuti e pubblicati sul sito wecanjob.it sono stati registrati e sono protetti dalle leggi in materia di proprietà industriale e/o intellettuale. Leggi ancora...

Come si diventa Chef? Ecco il percorso formativo per chi intende diventare un cuoco professionista.

Come diventare capocuoco professionista, in modo riconosciuto e convalidato legalmente? Diciamo, prima di tutto, che per esercitare la professione di chef non è obbligatoria l’iscrizione a uno specifico albo.

Le strade consigliate per qualificarsi nel settore sono fondamentalmente riassumibili in un percorso formativo a scelta fra i seguenti:

  • Frequentare Corsi di formazione professionale specifici per addetti alla ristorazione e ai pasti, organizzati dalle Regioni, con cui si può ottenere un diploma di qualifica legalmente riconosciuto;
  • Conseguire un Diploma presso un Istituto professionale con indirizzo in Servizi per l’enogastronomia e l’ospitalità alberghiera (la cosiddetta Scuola alberghiera). La Scuola dura 3 tre anni ai quali si può aggiungere un biennio superiore post-qualifica. Dopo il triennio si può comunque già scegliere:
  • se ottenere la qualifica di Operatore dei servizi di ristorazione di cucina e diventare apprendista o aiuto cuoco
  • continuare il biennio conseguendo il diploma di maturità professionale come Tecnico dei servizi di ristorazione.

Il comune denominatore tra le due strade è l’esperienza in cucina: si diventa chef solo con il lavoro sul campo, che risulta un requisito essenziale per seguire la carriera di chef.

Esistono inoltre vari corsi di Laurea triennale che offrono una preparazione generale nell’ambito dell’alimentazione (es. Tecnologie alimentari per la ristorazione).

Quali enti tengono corsi di aggiornamento accreditati per Chef?

È consigliabile frequentare corsi di aggiornamento professionale per chef accreditati e organizzati su tutto il territorio nazionale da vari enti, tra cui si segnalano:

Pur essendo una professione creativa, lo chef deve possedere spiccate capacità organizzative, funzionali alla gestione del personale e alla supervisione di tutto il ciclo di preparazione dei piatti. Completano il profilo grandi doti comunicative, attenzione ai dettagli e precisione.

Per chi fosse interessato ad una carriera internazionale l'inglese è fondamentale e ovviamente più lingue si conoscono, meglio è.

Tutti i contenuti editoriali contenuti e pubblicati sul sito wecanjob.it sono stati registrati e sono protetti dalle leggi in materia di proprietà industriale e/o intellettuale. Leggi ancora...

Qualche dato: i numeri della professione chef

Per conoscere meglio i dati della professione dello Chef dobbiamo guardare alla macrocategoria dei "Cuochi in alberghi e ristoranti" del sistema Excelsior-Unioncamere.

La domanda di lavoro per questa categoria è in leggero aumento. Nel 2018 si registrano 155.130 assunzioni di dipendenti su 162.490 entrate previste.

Quali sono i requisiti richiesti agli Chef e alle Chef?

Le aziende che desiderano assumere Chef cercano almeno i seguenti requisiti:

  • esperienza professionale (lo richiede il 24,3% dei datori di lavoro)
  • esperienza nello stesso settore, quindi anche non da Chef, ma almeno nel settore della ristorazione (è richiesta dal 55,4% dei datori di lavoro)
  • formazione professionale (richiesta dal 67,7% dei datori di lavoro)

Lo chef è infatti una professione molto ricercata. Inoltre è anche difficile, per gli operatori della ristorazione, reperire Chef qualificati. Infatti i ristoratori e le aziende del comparto turistico lamentano una difficoltà di reperimento di personale:

  • il 34% delle imprese del comparto dichiara di avere difficoltà di reperire personale qualificato, difficoltà riconducibile:
    • per un 38,9% alla mancanza di candidature
    • per un buon 48,1% a un'inadeguata preparazione professionale
  • il 66% delle aziende dichiara di aver bisogno di un'ulteriore formazione professionale per lavoratori del settore

Oltre il 95% degli Chef lavora con contratto dipendente.

Lo Chef è inoltre considerato uno dei mestieri del futuro, arrivando nei prossimi 3 anni a essere una figura professionale tra le più richieste dal mercato del lavoro mondiale. È quanto emerge dagli studi della US Bureau of Labour Statistics, una delle principali agenzie d’Oltreoceano che si occupa di statistiche ed economia del lavoro.

Quanto guadagna uno chef al mese, in media?

Quanto guadagna uno chef? Uno chef (inteso come Capocuoco) guadagna in media il 20% del fatturato di un ristorante. Il suo stipendio può variare dai 3.000 ai 4.000 € al mese, a seconda del luogo di lavoro. Nel caso di una struttura di alto livello, la retribuzione può salire fino ai 7.000 €. Chiaramente, non esistono parametri fissi per giudicare invece quanto guadagna uno chef stellato al mese, in media.

Tutti i contenuti editoriali contenuti e pubblicati sul sito wecanjob.it sono stati registrati e sono protetti dalle leggi in materia di proprietà industriale e/o intellettuale. Leggi ancora...
Tutti i contenuti editoriali contenuti e pubblicati sul sito wecanjob.it sono stati registrati e sono protetti dalle leggi in materia di proprietà industriale e/o intellettuale. Leggi ancora...
Le altre professioni
Chef
Descrizione

Professione Chef: chi è, cosa fa, percorso formativo per diventarlo

Lo chef è una figura professionale della ristorazione, responsabile della cucina e punto di riferimento per il suo staff. Si tratta di un cuoco altamente qualificato, competente in tutti gli aspetti della preparazione del cibo.

Lavora in organizzazioni e strutture ricettive che necessitano di cucinare in grande quantità: ristoranti, alberghi, villaggi turistici, navi da crociera, ecc.

È incaricato della creazione del menù, delle ricette e della loro supervisione nella fase di realizzazione. Inoltre sceglie e forma lo staff che lo supporta in cucina.

Quali sono le principali mansioni di uno chef?

Tra le attività di sua competenza spiccano:

  • Creazione e realizzazione del menù
  • Scelta dei costi dei piatti preparati
  • Fornitura di prodotti di qualità, gestione degli approvvigionamenti, verifica degli ordini alimentari
  • Organizzazione e supervisione dello staff durante la preparazione dei piatti
  • Gestione del personale
  • Mantenimento di uno stretto contatto con la direzione della struttura e con il servizio d’accoglienza

Lo chef lavora in piedi tutto il giorno ed è abituato a svolgere le attività sotto pressione. Affronta alcuni rischi del mestiere come i tagli e le ustioni, in ambienti esposti ad alte temperature. La sua è una professione creativa che richiede passione e talento, nonché forti capacità organizzative. Per diventare uno chef professionista esistono percorsi formativi creati ad hoc.

Come diventare chef professionista?

Generalmente si raggiunge la qualifica di chef dopo aver maturato esperienza come chef apprendista (cosiddetta chef- commis). Una persona capace e disposta a lavorare duramente, dopo circa 5 anni di gavetta può fare una veloce carriera sia in Italia che all’estero, poiché la cucina italiana e i suoi cuochi sono i più richiesti al mondo. L’originalità propria del made in Italy è sempre ricercata dalle grandi catene alberghiere, e un capocuoco che sia tale sarà sempre ben accetto nella maggior parte dei ristoranti del globo.

Ecco quindi, nelle schede di seguito, tutti i requisiti e il percorso che mostra come diventare chef professionista…magari per diventare in futuro un conosciutissimo chef stellato.

Si ringrazia Alessandro Borghese per la gentile collaborazione.

Percorso formativo

Come si diventa Chef? Ecco il percorso formativo per chi intende diventare un cuoco professionista.

Come diventare capocuoco professionista, in modo riconosciuto e convalidato legalmente? Diciamo, prima di tutto, che per esercitare la professione di chef non è obbligatoria l’iscrizione a uno specifico albo.

Le strade consigliate per qualificarsi nel settore sono fondamentalmente riassumibili in un percorso formativo a scelta fra i seguenti:

  • Frequentare Corsi di formazione professionale specifici per addetti alla ristorazione e ai pasti, organizzati dalle Regioni, con cui si può ottenere un diploma di qualifica legalmente riconosciuto;
  • Conseguire un Diploma presso un Istituto professionale con indirizzo in Servizi per l’enogastronomia e l’ospitalità alberghiera (la cosiddetta Scuola alberghiera). La Scuola dura 3 tre anni ai quali si può aggiungere un biennio superiore post-qualifica. Dopo il triennio si può comunque già scegliere:
  • se ottenere la qualifica di Operatore dei servizi di ristorazione di cucina e diventare apprendista o aiuto cuoco
  • continuare il biennio conseguendo il diploma di maturità professionale come Tecnico dei servizi di ristorazione.

Il comune denominatore tra le due strade è l’esperienza in cucina: si diventa chef solo con il lavoro sul campo, che risulta un requisito essenziale per seguire la carriera di chef.

Esistono inoltre vari corsi di Laurea triennale che offrono una preparazione generale nell’ambito dell’alimentazione (es. Tecnologie alimentari per la ristorazione).

Quali enti tengono corsi di aggiornamento accreditati per Chef?

È consigliabile frequentare corsi di aggiornamento professionale per chef accreditati e organizzati su tutto il territorio nazionale da vari enti, tra cui si segnalano:

Pur essendo una professione creativa, lo chef deve possedere spiccate capacità organizzative, funzionali alla gestione del personale e alla supervisione di tutto il ciclo di preparazione dei piatti. Completano il profilo grandi doti comunicative, attenzione ai dettagli e precisione.

Per chi fosse interessato ad una carriera internazionale l'inglese è fondamentale e ovviamente più lingue si conoscono, meglio è.

Numeri della professione

Qualche dato: i numeri della professione chef

Per conoscere meglio i dati della professione dello Chef dobbiamo guardare alla macrocategoria dei "Cuochi in alberghi e ristoranti" del sistema Excelsior-Unioncamere.

La domanda di lavoro per questa categoria è in leggero aumento. Nel 2018 si registrano 155.130 assunzioni di dipendenti su 162.490 entrate previste.

Quali sono i requisiti richiesti agli Chef e alle Chef?

Le aziende che desiderano assumere Chef cercano almeno i seguenti requisiti:

  • esperienza professionale (lo richiede il 24,3% dei datori di lavoro)
  • esperienza nello stesso settore, quindi anche non da Chef, ma almeno nel settore della ristorazione (è richiesta dal 55,4% dei datori di lavoro)
  • formazione professionale (richiesta dal 67,7% dei datori di lavoro)

Lo chef è infatti una professione molto ricercata. Inoltre è anche difficile, per gli operatori della ristorazione, reperire Chef qualificati. Infatti i ristoratori e le aziende del comparto turistico lamentano una difficoltà di reperimento di personale:

  • il 34% delle imprese del comparto dichiara di avere difficoltà di reperire personale qualificato, difficoltà riconducibile:
    • per un 38,9% alla mancanza di candidature
    • per un buon 48,1% a un'inadeguata preparazione professionale
  • il 66% delle aziende dichiara di aver bisogno di un'ulteriore formazione professionale per lavoratori del settore

Oltre il 95% degli Chef lavora con contratto dipendente.

Lo Chef è inoltre considerato uno dei mestieri del futuro, arrivando nei prossimi 3 anni a essere una figura professionale tra le più richieste dal mercato del lavoro mondiale. È quanto emerge dagli studi della US Bureau of Labour Statistics, una delle principali agenzie d’Oltreoceano che si occupa di statistiche ed economia del lavoro.

Quanto guadagna uno chef al mese, in media?

Quanto guadagna uno chef? Uno chef (inteso come Capocuoco) guadagna in media il 20% del fatturato di un ristorante. Il suo stipendio può variare dai 3.000 ai 4.000 € al mese, a seconda del luogo di lavoro. Nel caso di una struttura di alto livello, la retribuzione può salire fino ai 7.000 €. Chiaramente, non esistono parametri fissi per giudicare invece quanto guadagna uno chef stellato al mese, in media.

WebTV dei mestieri
Guarda il video della presentezione per scoprire il lavoro dellesperienza di un professionista.
Pillole
Registrati ed approfondisci il mestiere con le pillole
Utility WeCanJob

Professione Chef: chi è, cosa fa, percorso formativo per diventarlo

Lo chef è una figura professionale della ristorazione, responsabile della cucina e punto di riferimento per il suo staff. Si tratta di un cuoco altamente qualificato, competente in tutti gli aspetti della preparazione del cibo.

Lavora in organizzazioni e strutture ricettive che necessitano di cucinare in grande quantità: ristoranti, alberghi, villaggi turistici, navi da crociera, ecc.

È incaricato della creazione del menù, delle ricette e della loro supervisione nella fase di realizzazione. Inoltre sceglie e forma lo staff che lo supporta in cucina.

Quali sono le principali mansioni di uno chef?

Tra le attività di sua competenza spiccano:

  • Creazione e realizzazione del menù
  • Scelta dei costi dei piatti preparati
  • Fornitura di prodotti di qualità, gestione degli approvvigionamenti, verifica degli ordini alimentari
  • Organizzazione e supervisione dello staff durante la preparazione dei piatti
  • Gestione del personale
  • Mantenimento di uno stretto contatto con la direzione della struttura e con il servizio d’accoglienza

Lo chef lavora in piedi tutto il giorno ed è abituato a svolgere le attività sotto pressione. Affronta alcuni rischi del mestiere come i tagli e le ustioni, in ambienti esposti ad alte temperature. La sua è una professione creativa che richiede passione e talento, nonché forti capacità organizzative. Per diventare uno chef professionista esistono percorsi formativi creati ad hoc.

Come diventare chef professionista?

Generalmente si raggiunge la qualifica di chef dopo aver maturato esperienza come chef apprendista (cosiddetta chef- commis). Una persona capace e disposta a lavorare duramente, dopo circa 5 anni di gavetta può fare una veloce carriera sia in Italia che all’estero, poiché la cucina italiana e i suoi cuochi sono i più richiesti al mondo. L’originalità propria del made in Italy è sempre ricercata dalle grandi catene alberghiere, e un capocuoco che sia tale sarà sempre ben accetto nella maggior parte dei ristoranti del globo.

Ecco quindi, nelle schede di seguito, tutti i requisiti e il percorso che mostra come diventare chef professionista…magari per diventare in futuro un conosciutissimo chef stellato.

Si ringrazia Alessandro Borghese per la gentile collaborazione.

Tutti i contenuti editoriali contenuti e pubblicati sul sito wecanjob.it sono stati registrati e sono protetti dalle leggi in materia di proprietà industriale e/o intellettuale. Leggi ancora...
Discutiamone insieme...
discutiamo di
lavoro
Il mercato della bicicletta in Italia a 100 anni dalla nascita di Coppi
Pochi giorni fa abbiamo festeggiato il centenario della nascita di Fausto Coppi, indiscusso campione di ciclismo che, da ....
0 commenti
discutiamo di
formazione
Green Economy: ecco le professioni più richieste
Sempre più Green! L’economia italiana trova nella sostenibilità ambientale e nel risparmio energetico ....
0 commenti
Potrebbe interessarti
15
nov
2019
Oasi Lavoro cerca Educatori, OSS, Infermieri, Fisioterapisti, Operai, Docenti, Impiegati e Addetti di vario genere
Operante nel settore dell’assistenza socio sanitaria e assistenziale, nel settore della Pubblica Amministrazione e ....
08
nov
2019
Torino: Smat assume Ingegneri e altri profili a tempo indeterminato
La Società Metropolitana Acque Torino (SMAT), azienda specializzata nell'offerta di servizi idrici integrati, ....
08
nov
2019
Lavorare per Bricocenter: ricerche di personale in tutta Italia
Bricocenter, la catena dedicata al bricolage, al fai da te a all'arredamento, è un’azienda italiana fondata ....
Tutti i contenuti editoriali contenuti e pubblicati sul sito wecanjob.it sono stati registrati e sono protetti dalle leggi in materia di proprietà industriale e/o intellettuale. Leggi ancora...
- Inizio della pagina -
I nostri Partner
NEWSLETTER
TROVACI SU
2015 WeCanJob S.r.L., Via Torelli n. 22, CAP 71100 FG, Partita IVA 04016220719
Qualunque utilizzo è vietato se non autorizzato
0
Il progetto WeCanJob.it sviluppato con il CMS ISWEB di Internet Soluzioni Srl www.internetsoluzioni.it