Home wecanjob.it
Orientamento formazione e lavoro: il portale itali

Le professioni: Cameraman

in Cultura e Spettacolo

Il Cameraman, altresì conosciuto come operatore di ripresa, è specializzato nel registrare immagini per programmi televisivi, reportage o cinema, utilizzando strumenti adatti alle caratteristiche delle proiezioni.

Riveste un ruolo chiave nella realizzazione di filmati, influenzandone la qualità finale, in accordo con le indicazioni del regista.

Nell’ambito dello spettacolo la figura può essere impiegata in diverse tipologie di produzione:

  • Operatore da ripresa cinematografica, nell’ambito del cinema
  • Cameramen per studi televisivi, nell’ambito della televisione

Le attività che il cameraman è chiamato a svolgere riguardano:

  • Individuare la location delle riprese a seguito del sopralluogo
  • Montare dell’attrezzatura di lavoro
  • Effettuare le riprese
  • Selezionare le scene da montare
  • Aggiungere effetti grafici (es. sottotitoli) e sonori alle immagini
  • Creare animazione e/o effetti visivi

Al termine delle riprese, il materiale viene visionato dalla redazione, in seguito viene sviluppato un piano di montaggio per poi montare il film in studio.

È una professione sia tecnica che creativa, in quanto ha il compito di interpretare in chiave visiva le richieste del regista e del direttore della fotografia, utilizzando le proprie competenze tecniche nell’adoperare gli strumenti di lavoro. Inoltre il cameraman deve tener conto delle principali caratteristiche della scena da riprendere: le luci, le dimensioni e il movimento.

All’interno degli studi televisivi è solito utilizzare telecamere elettroniche fisse, mentre per il lavoro esterno queste vengono montate secondo quanto concordato con lo staff del team di ripresa (regista, tecnici del suono e delle luci), con cui organizza il piano delle sequenze video.

Per svolgere la professione bisogna conoscere tutte le tecniche della cinematografia e i migliori apparecchi per la realizzazione dei filmati. Inoltre occorre essere capaci di trasmettere i sentimenti e le emozioni che i vari personaggi ripresi provano. Un cameraman professionista sa cogliere gli elementi essenziali della sequenza video ed è in grado di trasmetterli allo spettatore.

La figura del cameraman può esercitare la professione in autonomia o alle dipendenze di enti pubblici (es. Rai) o società private che si occupano di riprese cinematografiche o televisive.

Tutti i contenuti editoriali contenuti e pubblicati sul sito wecanjob.it sono stati registrati e sono protetti dalle leggi in materia di proprietà industriale e/o intellettuale. Leggi ancora...

Lo svolgimento della professione non richiede un percorso formativo specifico. Una volta terminato l’obbligo scolastico ci si può iscrivere a una Scuola professionale di specializzazione, pubblica o privata. In alternativa esistono le scuole superiori di cinematografia, che oltre alla cultura generale e alle lingue approfondiscono gli elementi essenziali del lavoro e le tecniche di ripresa. Al termine dei 5 anni si può proseguire con un’Accademia o con dei Corsi di specializzazione (che generalmente durano circa 1 anno e hanno la durata di 110/150 ore, con rilascio di un attestato), oppure iniziare direttamente l’attività.

Un’ulteriore percorso formativo consigliabile è l’iscrizione al DAMS – Dipartimento di Arte, Musica e Spettacolo attivato presso alcune facoltà di Lettere e Filosofia.

Il Cameraman deve inoltre possedere determinate competenze, come il conoscere il mondo della fotografia, sia per quanto riguarda le tecniche di ripresa digitali che in merito alla struttura della macchina. Occorre inoltre una forte resistenza a ritmi serrati, in quanto è spesso richiesto al cameramen di trasportare la propria attrezzatura da lavoro. Le più importanti competenze tecniche riguardano l'utilizzo di sistemi analogico-digitali di ripresa, fotografia, elettronica e fisica, in particolare ottica.

Completano il profilo abilità tecniche, immaginazione, creatività, senso estetico, predisposizione a viaggiare e una forte attitudine al lavoro in squadra, soprattutto nella produzione televisiva dove generalmente è prevista un'attività multicamera, con la presenza di più operatori. Il cameraman è infatti inserito in un team di tecnici (mixerista video, audio, microfonisti, direttore della fotografia) con cui deve collaborare costantemente.

Generalmente il profilo di ingresso è l’Assistente cineoperatore che, dopo aver maturato una certa esperienza, diventa primo operatore cameraman.

Lo svolgimento della professione è disciplinata dal CCNL cineaudiovisivi.

Tutti i contenuti editoriali contenuti e pubblicati sul sito wecanjob.it sono stati registrati e sono protetti dalle leggi in materia di proprietà industriale e/o intellettuale. Leggi ancora...

Per conoscere i dati statistici sulla professione del Cameraman è necessario analizzare la macrocategoria "Operatori di apparecchi per la ripresa e la produzione audio-video".

Secondo i dati Excelsior Unioncamere sulla tendenza nelle assunzioni dei Cameraman, per il 2018 si prevedono 7.250 assunzioni su 8.580 entrate. Il 67% delle assunzioni sembra configurarsi in contratti a tempo determinato e solo il 6% a tempo indeterminato. Negli ultimi anni la professione viene svolta prevalentemente in autonomia, con rapporti di collaborazione su incarichi specifici, caratterizzati da orari flessibili. Il 19% dei candidati appartiene alla fascia di età tra i 18 ed i 35 anni. Vediamo quali sono i requisiti richiesti dalla professione.

Quali sono i requisiti richiesti per diventare Cameraman?

 

Esperienza: il 42% dei datori di lavoro richiede ai propri candidati l'aver maturato esperienze lavorative precedenti, il 54,4% dei datori di lavoro ritiene importante aver avuto esperienza professionale nello stesso settore. Questo dato si accompagna con quello legato ai requisiti sulla formazione, dall'istruzione all'aggiornamento professionale che vediamo di seguito. 

Formazione: il 45% dei datori di lavoro richiede il diploma secondario insieme a un'adeguata formazione professionale specifica, richiesta dal 51% dei datori di lavoro. 

Competenze: per questa professione, più delle competenze tecniche, sono fondamentali le competenze trasversali di orientamento al cliente, lavorare in gruppo e flessibilità ed adattamento alle richieste dei clienti (rispettivamente 67% e 69%).

. Non è semplice stabilire un range annuale di retribuzione. Mediamente una giornata di lavoro viene pagata 100 € netti, a cui si aggiunge un extra per i pasti, per un totale annuo che oscilla tra i 15.000 e i 30.000 €.

Il Cameraman al di là del contesto in cui opera, è obbligato a versare all’Ente nazionale di previdenza e assistenza per i lavoratori dello spettacolo ex ENPALS ora confluito in INPS.

Tutti i contenuti editoriali contenuti e pubblicati sul sito wecanjob.it sono stati registrati e sono protetti dalle leggi in materia di proprietà industriale e/o intellettuale. Leggi ancora...
Tutti i contenuti editoriali contenuti e pubblicati sul sito wecanjob.it sono stati registrati e sono protetti dalle leggi in materia di proprietà industriale e/o intellettuale. Leggi ancora...
Le altre professioni
Cameraman
Descrizione

Il Cameraman, altresì conosciuto come operatore di ripresa, è specializzato nel registrare immagini per programmi televisivi, reportage o cinema, utilizzando strumenti adatti alle caratteristiche delle proiezioni.

Riveste un ruolo chiave nella realizzazione di filmati, influenzandone la qualità finale, in accordo con le indicazioni del regista.

Nell’ambito dello spettacolo la figura può essere impiegata in diverse tipologie di produzione:

  • Operatore da ripresa cinematografica, nell’ambito del cinema
  • Cameramen per studi televisivi, nell’ambito della televisione

Le attività che il cameraman è chiamato a svolgere riguardano:

  • Individuare la location delle riprese a seguito del sopralluogo
  • Montare dell’attrezzatura di lavoro
  • Effettuare le riprese
  • Selezionare le scene da montare
  • Aggiungere effetti grafici (es. sottotitoli) e sonori alle immagini
  • Creare animazione e/o effetti visivi

Al termine delle riprese, il materiale viene visionato dalla redazione, in seguito viene sviluppato un piano di montaggio per poi montare il film in studio.

È una professione sia tecnica che creativa, in quanto ha il compito di interpretare in chiave visiva le richieste del regista e del direttore della fotografia, utilizzando le proprie competenze tecniche nell’adoperare gli strumenti di lavoro. Inoltre il cameraman deve tener conto delle principali caratteristiche della scena da riprendere: le luci, le dimensioni e il movimento.

All’interno degli studi televisivi è solito utilizzare telecamere elettroniche fisse, mentre per il lavoro esterno queste vengono montate secondo quanto concordato con lo staff del team di ripresa (regista, tecnici del suono e delle luci), con cui organizza il piano delle sequenze video.

Per svolgere la professione bisogna conoscere tutte le tecniche della cinematografia e i migliori apparecchi per la realizzazione dei filmati. Inoltre occorre essere capaci di trasmettere i sentimenti e le emozioni che i vari personaggi ripresi provano. Un cameraman professionista sa cogliere gli elementi essenziali della sequenza video ed è in grado di trasmetterli allo spettatore.

La figura del cameraman può esercitare la professione in autonomia o alle dipendenze di enti pubblici (es. Rai) o società private che si occupano di riprese cinematografiche o televisive.

Percorso formativo

Lo svolgimento della professione non richiede un percorso formativo specifico. Una volta terminato l’obbligo scolastico ci si può iscrivere a una Scuola professionale di specializzazione, pubblica o privata. In alternativa esistono le scuole superiori di cinematografia, che oltre alla cultura generale e alle lingue approfondiscono gli elementi essenziali del lavoro e le tecniche di ripresa. Al termine dei 5 anni si può proseguire con un’Accademia o con dei Corsi di specializzazione (che generalmente durano circa 1 anno e hanno la durata di 110/150 ore, con rilascio di un attestato), oppure iniziare direttamente l’attività.

Un’ulteriore percorso formativo consigliabile è l’iscrizione al DAMS – Dipartimento di Arte, Musica e Spettacolo attivato presso alcune facoltà di Lettere e Filosofia.

Il Cameraman deve inoltre possedere determinate competenze, come il conoscere il mondo della fotografia, sia per quanto riguarda le tecniche di ripresa digitali che in merito alla struttura della macchina. Occorre inoltre una forte resistenza a ritmi serrati, in quanto è spesso richiesto al cameramen di trasportare la propria attrezzatura da lavoro. Le più importanti competenze tecniche riguardano l'utilizzo di sistemi analogico-digitali di ripresa, fotografia, elettronica e fisica, in particolare ottica.

Completano il profilo abilità tecniche, immaginazione, creatività, senso estetico, predisposizione a viaggiare e una forte attitudine al lavoro in squadra, soprattutto nella produzione televisiva dove generalmente è prevista un'attività multicamera, con la presenza di più operatori. Il cameraman è infatti inserito in un team di tecnici (mixerista video, audio, microfonisti, direttore della fotografia) con cui deve collaborare costantemente.

Generalmente il profilo di ingresso è l’Assistente cineoperatore che, dopo aver maturato una certa esperienza, diventa primo operatore cameraman.

Lo svolgimento della professione è disciplinata dal CCNL cineaudiovisivi.

Numeri della professione

Per conoscere i dati statistici sulla professione del Cameraman è necessario analizzare la macrocategoria "Operatori di apparecchi per la ripresa e la produzione audio-video".

Secondo i dati Excelsior Unioncamere sulla tendenza nelle assunzioni dei Cameraman, per il 2018 si prevedono 7.250 assunzioni su 8.580 entrate. Il 67% delle assunzioni sembra configurarsi in contratti a tempo determinato e solo il 6% a tempo indeterminato. Negli ultimi anni la professione viene svolta prevalentemente in autonomia, con rapporti di collaborazione su incarichi specifici, caratterizzati da orari flessibili. Il 19% dei candidati appartiene alla fascia di età tra i 18 ed i 35 anni. Vediamo quali sono i requisiti richiesti dalla professione.

Quali sono i requisiti richiesti per diventare Cameraman?

 

Esperienza: il 42% dei datori di lavoro richiede ai propri candidati l'aver maturato esperienze lavorative precedenti, il 54,4% dei datori di lavoro ritiene importante aver avuto esperienza professionale nello stesso settore. Questo dato si accompagna con quello legato ai requisiti sulla formazione, dall'istruzione all'aggiornamento professionale che vediamo di seguito. 

Formazione: il 45% dei datori di lavoro richiede il diploma secondario insieme a un'adeguata formazione professionale specifica, richiesta dal 51% dei datori di lavoro. 

Competenze: per questa professione, più delle competenze tecniche, sono fondamentali le competenze trasversali di orientamento al cliente, lavorare in gruppo e flessibilità ed adattamento alle richieste dei clienti (rispettivamente 67% e 69%).

. Non è semplice stabilire un range annuale di retribuzione. Mediamente una giornata di lavoro viene pagata 100 € netti, a cui si aggiunge un extra per i pasti, per un totale annuo che oscilla tra i 15.000 e i 30.000 €.

Il Cameraman al di là del contesto in cui opera, è obbligato a versare all’Ente nazionale di previdenza e assistenza per i lavoratori dello spettacolo ex ENPALS ora confluito in INPS.

Cameraman
 
Utility WeCanJob

Il Cameraman, altresì conosciuto come operatore di ripresa, è specializzato nel registrare immagini per programmi televisivi, reportage o cinema, utilizzando strumenti adatti alle caratteristiche delle proiezioni.

Riveste un ruolo chiave nella realizzazione di filmati, influenzandone la qualità finale, in accordo con le indicazioni del regista.

Nell’ambito dello spettacolo la figura può essere impiegata in diverse tipologie di produzione:

  • Operatore da ripresa cinematografica, nell’ambito del cinema
  • Cameramen per studi televisivi, nell’ambito della televisione

Le attività che il cameraman è chiamato a svolgere riguardano:

  • Individuare la location delle riprese a seguito del sopralluogo
  • Montare dell’attrezzatura di lavoro
  • Effettuare le riprese
  • Selezionare le scene da montare
  • Aggiungere effetti grafici (es. sottotitoli) e sonori alle immagini
  • Creare animazione e/o effetti visivi

Al termine delle riprese, il materiale viene visionato dalla redazione, in seguito viene sviluppato un piano di montaggio per poi montare il film in studio.

È una professione sia tecnica che creativa, in quanto ha il compito di interpretare in chiave visiva le richieste del regista e del direttore della fotografia, utilizzando le proprie competenze tecniche nell’adoperare gli strumenti di lavoro. Inoltre il cameraman deve tener conto delle principali caratteristiche della scena da riprendere: le luci, le dimensioni e il movimento.

All’interno degli studi televisivi è solito utilizzare telecamere elettroniche fisse, mentre per il lavoro esterno queste vengono montate secondo quanto concordato con lo staff del team di ripresa (regista, tecnici del suono e delle luci), con cui organizza il piano delle sequenze video.

Per svolgere la professione bisogna conoscere tutte le tecniche della cinematografia e i migliori apparecchi per la realizzazione dei filmati. Inoltre occorre essere capaci di trasmettere i sentimenti e le emozioni che i vari personaggi ripresi provano. Un cameraman professionista sa cogliere gli elementi essenziali della sequenza video ed è in grado di trasmetterli allo spettatore.

La figura del cameraman può esercitare la professione in autonomia o alle dipendenze di enti pubblici (es. Rai) o società private che si occupano di riprese cinematografiche o televisive.

Tutti i contenuti editoriali contenuti e pubblicati sul sito wecanjob.it sono stati registrati e sono protetti dalle leggi in materia di proprietà industriale e/o intellettuale. Leggi ancora...
Discutiamone insieme...
discutiamo di
lavoro
Lavorare con la laurea in Psicologia: quali professioni si possono svolgere?
Che lavoro posso fare con la laurea in Psicologia? Ecco un dilemma che ogni anno attanaglia migliaia di giovani in uscita ....
0 commenti
discutiamo di
formazione
Fisioterapista: una professione che piace a tanti giovani
Abilità manuale, tecnica e conoscenza della struttura del corpo umano sono solo alcune delle caratteristiche che ci ....
0 commenti
Potrebbe interessarti
18
lug
2019
ASST Santi Paolo e Carlo: bando per 11 Biologi, 1 Biotecnologo e 1 Medico
Presso l’Azienda Socio Sanitaria Territoriale (ASST) Santi Paolo e Carlo è stato recentemente pubblicato un ....
16
lug
2019
Theriaca Pharma cerca ISF in tutta Italia
Theriaca Pharma è un’azienda farmaceutica fondata nel 1988 e con sede centrale a Padova. Per estendere la propria ....
15
lug
2019
Amatrice: investimenti per rilanciare economia e occupazione
Grazie alla Legge 181/89, Invitalia ha finanziato con circa 10 milioni di euro, alcuni dei quali a fondo perduto, il ....
Tutti i contenuti editoriali contenuti e pubblicati sul sito wecanjob.it sono stati registrati e sono protetti dalle leggi in materia di proprietà industriale e/o intellettuale. Leggi ancora...
- Inizio della pagina -
I nostri Partner
NEWSLETTER
TROVACI SU
2015 WeCanJob S.r.L., Via Torelli n. 22, CAP 71100 – FG, Partita IVA 04016220719
Qualunque utilizzo è vietato se non autorizzato
0
Il progetto WeCanJob.it è sviluppato con il CMS ISWEB® di Internet Soluzioni Srl www.internetsoluzioni.it