Home wecanjob.it
Orientamento formazione e lavoro: il portale itali

Le professioni: Brand Manager

in Impresa e consulenza aziendale

Chi è e di cosa si occupa il Brand Manager?

Il Brand Manager è il responsabile dell’ideazione e della promozione di un articolo o di una linea di prodotti dell’impresa in cui lavora. Applica le tecniche e le strategie di marketing aziendale per la vendita ottimale di una specifica merce. Effettua analisi di mercato, cura l’immagine del prodotto e la sua commercializzazione, coordina il proprio gruppo di lavoro e collabora con il Responsabile Marketing e il Responsabile della Produzione dell’impresa. In particolare: 

  • Studia la domanda e l’offerta del mercato e analizza la presenza di eventuali prodotti simili, messi a disposizione dalla concorrenza
  • Esamina le richieste e le preferenze dei consumatori e misura il loro livello di soddisfazione rispetto a ciò che già esiste su piazza
  • Sulla base di quello che l’utente si aspetta e che ancora non ha, il Brand Manager elabora un piano d i produzione e/o di miglioramento della merce che intende promuovere
  • Sviluppa un progetto per migliorare le caratteristiche, l’immagine e la funzionalità del nuovo prodotto, pur collegandolo sempre all’immagine dell’azienda
  • Pianifica e cura le campagne di promozione pubblicitaria
  • Offre, confeziona e lancia sul mercato il nuovo articolo, studiando i vincoli (legali ed economici) relativi alla sua produzione
  • Rende ogni prodotto aziendale il più appetibile possibile rispetto a quelli della concorrenza e riesce a far aumentare le vendite dei propri articoli
  • Fa in modo che il nome e i segni distintivi (loghi, colori, packaging) del prodotto siano di impatto per i consumatori e catturino la loro attenzione stimolandoli all’acquisito

Per svolgere queste attività, il Brand Manager conosce le tecniche di analisi del mercato e le strategie di Marketing e possiede competenze in materia di contrattualistica commerciale e in campo organizzativo e di coordinamento. È persona creativa e dotata di autonomia decisionale, pur sapendo lavorare in gruppo.

Per diventare Brand Manager, è opportuno maturare esperienza come collaboratore/ addetto all’area Marketing potendo poi proseguire il percorso di carriera con l’acquisizione delle competenze specifiche dell’area Brand sino ad arrivare allo svolgimento delle attività di direzione e di gestione dei lavori, proprie di un Responsabile/Manager.

Tutti i contenuti editoriali contenuti e pubblicati sul sito wecanjob.it sono stati registrati e sono protetti dalle leggi in materia di proprietà industriale e/o intellettuale. Leggi ancora...

Qual è il percorso formativo per diventare Brand Manager?

Per accedere alla professione, non è previsto un percorso formativo obbligatorio.

È preferibile aver conseguito la Laurea, triennale o magistrale (specialistica o vecchio ordinamento) nelle discipline economiche o nel campo del Marketing e della Comunicazione aziendale, ad esempio:

  • Scienze dell’economia e della gestione aziendale
  • Scienze economico-aziendali
  • Comunicazione, Tecnologie e Culture Digitali
  • Organizzazione e Marketing per la Comunicazione d’Impresa
  • Marketing – anche con specifico indirizzo in Brand Management

Il percorso formativo può essere arricchito frequentando corsi di specializzazione o Master di approfondimento (Master in Brand Management and Communication – presso lo IED, Master in Business and Administration – MBA).

È richiesta l’approfondita conoscenza della lingua inglese se si lavora per un’impresa multinazionale.

Oltre le competenze teoriche, è importante mettersi in campo per acquisire esperienze pratiche, iniziando a collaborare nelle aziende, potendo frequentare gli stage organizzati dalle imprese.

Tutti i contenuti editoriali contenuti e pubblicati sul sito wecanjob.it sono stati registrati e sono protetti dalle leggi in materia di proprietà industriale e/o intellettuale. Leggi ancora...

Quali sono i dati sull'occupazione dei Brand Manager?

La figura professionale del Brand Manager rientra nella macro categoria dei "Tecnici del Marketing". 

Secondo i dati Excelsior Unioncamerenel 2019 si registrano 16.570 assunzioni di dipendenti su 28.310 entrate previste.

Quali sono i requisiti richiesti ai Brand Manager?

Le aziende che desiderano assumere un Brand Manager cercano almeno i seguenti requisiti:

  • Esperienza Professionale: il 32,1% dei datori di lavoro richiede ai candidati di aver maturato esperienza professionale.
  • Esperienza nello stesso settore: il 44,8% dei datori di lavoro richiede ai candidati di aver maturato esperienza professionale nello stesso settore.
  • Formazione professionale: il 65,3% dei datori di lavoro richiede un titolo universitario, il 34,7% un diploma secondario.

Il 39% dei candidati appartiene alla fascia di età compresa tra i 18 ed i 35 anni. 

La forma contrattuale maggiore per questa professione è il contratto a tempo determinato (50%).

I compensi di un Brand Manager dipendono dagli anni di servizio maturati nel settore e dalle dimensioni dell’azienda in cui lavora. In media possono oscillare tra 30.000 45.000 € annui lordi.

Tutti i contenuti editoriali contenuti e pubblicati sul sito wecanjob.it sono stati registrati e sono protetti dalle leggi in materia di proprietà industriale e/o intellettuale. Leggi ancora...
Tutti i contenuti editoriali contenuti e pubblicati sul sito wecanjob.it sono stati registrati e sono protetti dalle leggi in materia di proprietà industriale e/o intellettuale. Leggi ancora...
Brand Manager
Descrizione

Chi è e di cosa si occupa il Brand Manager?

Il Brand Manager è il responsabile dell’ideazione e della promozione di un articolo o di una linea di prodotti dell’impresa in cui lavora. Applica le tecniche e le strategie di marketing aziendale per la vendita ottimale di una specifica merce. Effettua analisi di mercato, cura l’immagine del prodotto e la sua commercializzazione, coordina il proprio gruppo di lavoro e collabora con il Responsabile Marketing e il Responsabile della Produzione dell’impresa. In particolare: 

  • Studia la domanda e l’offerta del mercato e analizza la presenza di eventuali prodotti simili, messi a disposizione dalla concorrenza
  • Esamina le richieste e le preferenze dei consumatori e misura il loro livello di soddisfazione rispetto a ciò che già esiste su piazza
  • Sulla base di quello che l’utente si aspetta e che ancora non ha, il Brand Manager elabora un piano d i produzione e/o di miglioramento della merce che intende promuovere
  • Sviluppa un progetto per migliorare le caratteristiche, l’immagine e la funzionalità del nuovo prodotto, pur collegandolo sempre all’immagine dell’azienda
  • Pianifica e cura le campagne di promozione pubblicitaria
  • Offre, confeziona e lancia sul mercato il nuovo articolo, studiando i vincoli (legali ed economici) relativi alla sua produzione
  • Rende ogni prodotto aziendale il più appetibile possibile rispetto a quelli della concorrenza e riesce a far aumentare le vendite dei propri articoli
  • Fa in modo che il nome e i segni distintivi (loghi, colori, packaging) del prodotto siano di impatto per i consumatori e catturino la loro attenzione stimolandoli all’acquisito

Per svolgere queste attività, il Brand Manager conosce le tecniche di analisi del mercato e le strategie di Marketing e possiede competenze in materia di contrattualistica commerciale e in campo organizzativo e di coordinamento. È persona creativa e dotata di autonomia decisionale, pur sapendo lavorare in gruppo.

Per diventare Brand Manager, è opportuno maturare esperienza come collaboratore/ addetto all’area Marketing potendo poi proseguire il percorso di carriera con l’acquisizione delle competenze specifiche dell’area Brand sino ad arrivare allo svolgimento delle attività di direzione e di gestione dei lavori, proprie di un Responsabile/Manager.

Percorso formativo

Qual è il percorso formativo per diventare Brand Manager?

Per accedere alla professione, non è previsto un percorso formativo obbligatorio.

È preferibile aver conseguito la Laurea, triennale o magistrale (specialistica o vecchio ordinamento) nelle discipline economiche o nel campo del Marketing e della Comunicazione aziendale, ad esempio:

  • Scienze dell’economia e della gestione aziendale
  • Scienze economico-aziendali
  • Comunicazione, Tecnologie e Culture Digitali
  • Organizzazione e Marketing per la Comunicazione d’Impresa
  • Marketing – anche con specifico indirizzo in Brand Management

Il percorso formativo può essere arricchito frequentando corsi di specializzazione o Master di approfondimento (Master in Brand Management and Communication – presso lo IED, Master in Business and Administration – MBA).

È richiesta l’approfondita conoscenza della lingua inglese se si lavora per un’impresa multinazionale.

Oltre le competenze teoriche, è importante mettersi in campo per acquisire esperienze pratiche, iniziando a collaborare nelle aziende, potendo frequentare gli stage organizzati dalle imprese.

Numeri della professione

Quali sono i dati sull'occupazione dei Brand Manager?

La figura professionale del Brand Manager rientra nella macro categoria dei "Tecnici del Marketing". 

Secondo i dati Excelsior Unioncamerenel 2019 si registrano 16.570 assunzioni di dipendenti su 28.310 entrate previste.

Quali sono i requisiti richiesti ai Brand Manager?

Le aziende che desiderano assumere un Brand Manager cercano almeno i seguenti requisiti:

  • Esperienza Professionale: il 32,1% dei datori di lavoro richiede ai candidati di aver maturato esperienza professionale.
  • Esperienza nello stesso settore: il 44,8% dei datori di lavoro richiede ai candidati di aver maturato esperienza professionale nello stesso settore.
  • Formazione professionale: il 65,3% dei datori di lavoro richiede un titolo universitario, il 34,7% un diploma secondario.

Il 39% dei candidati appartiene alla fascia di età compresa tra i 18 ed i 35 anni. 

La forma contrattuale maggiore per questa professione è il contratto a tempo determinato (50%).

I compensi di un Brand Manager dipendono dagli anni di servizio maturati nel settore e dalle dimensioni dell’azienda in cui lavora. In media possono oscillare tra 30.000 45.000 € annui lordi.

Brand Manager
 
Utility WeCanJob

Chi è e di cosa si occupa il Brand Manager?

Il Brand Manager è il responsabile dell’ideazione e della promozione di un articolo o di una linea di prodotti dell’impresa in cui lavora. Applica le tecniche e le strategie di marketing aziendale per la vendita ottimale di una specifica merce. Effettua analisi di mercato, cura l’immagine del prodotto e la sua commercializzazione, coordina il proprio gruppo di lavoro e collabora con il Responsabile Marketing e il Responsabile della Produzione dell’impresa. In particolare: 

  • Studia la domanda e l’offerta del mercato e analizza la presenza di eventuali prodotti simili, messi a disposizione dalla concorrenza
  • Esamina le richieste e le preferenze dei consumatori e misura il loro livello di soddisfazione rispetto a ciò che già esiste su piazza
  • Sulla base di quello che l’utente si aspetta e che ancora non ha, il Brand Manager elabora un piano d i produzione e/o di miglioramento della merce che intende promuovere
  • Sviluppa un progetto per migliorare le caratteristiche, l’immagine e la funzionalità del nuovo prodotto, pur collegandolo sempre all’immagine dell’azienda
  • Pianifica e cura le campagne di promozione pubblicitaria
  • Offre, confeziona e lancia sul mercato il nuovo articolo, studiando i vincoli (legali ed economici) relativi alla sua produzione
  • Rende ogni prodotto aziendale il più appetibile possibile rispetto a quelli della concorrenza e riesce a far aumentare le vendite dei propri articoli
  • Fa in modo che il nome e i segni distintivi (loghi, colori, packaging) del prodotto siano di impatto per i consumatori e catturino la loro attenzione stimolandoli all’acquisito

Per svolgere queste attività, il Brand Manager conosce le tecniche di analisi del mercato e le strategie di Marketing e possiede competenze in materia di contrattualistica commerciale e in campo organizzativo e di coordinamento. È persona creativa e dotata di autonomia decisionale, pur sapendo lavorare in gruppo.

Per diventare Brand Manager, è opportuno maturare esperienza come collaboratore/ addetto all’area Marketing potendo poi proseguire il percorso di carriera con l’acquisizione delle competenze specifiche dell’area Brand sino ad arrivare allo svolgimento delle attività di direzione e di gestione dei lavori, proprie di un Responsabile/Manager.

Tutti i contenuti editoriali contenuti e pubblicati sul sito wecanjob.it sono stati registrati e sono protetti dalle leggi in materia di proprietà industriale e/o intellettuale. Leggi ancora...
Discutiamone insieme...
discutiamo di
lavoro
Come diventare Responsabile delle risorse umane
A lungo si è pensato che un’azienda solida dovesse il suo successo principalmente al reparto produttivo e tecnico, ....
0 commenti
discutiamo di
formazione
Come si scrive una tesina?
Hai scelto l’argomento e la scadenza per la consegna della tua tesina si fa sempre più vicina; quello a cui ....
0 commenti
Potrebbe interessarti
26
ott
2020
Arcaplanet: assunzioni in sede e in store
Arcaplanet è un’azienda nata nel 1995 e da oltre 20 anni si occupa del food&care degli animali domestici. ....
25
ott
2020
IUAV: 5 Borse da 6.000 euro per il Master in Management della comunicazione e delle politiche culturali
Presso l'Università IUAV di Venezia è stato di recente bandico un concorso per l'assegnazione di 5 Borse di ....
24
ott
2020
Leroy Merlin: numerose posizioni aperte in tutta Italia
Azienda francese nata nel 1923 e presente in Italia da circa 25 anni, Leroy Merlin è un marchio della grande distribuzione, ....
Tutti i contenuti editoriali contenuti e pubblicati sul sito wecanjob.it sono stati registrati e sono protetti dalle leggi in materia di proprietà industriale e/o intellettuale. Leggi ancora...
- Inizio della pagina -
NEWSLETTER
TROVACI SU
2015 WeCanJob S.r.L., Via Torelli n. 22, CAP 71100 – FG, Partita IVA 04016220719
Qualunque utilizzo è vietato se non autorizzato
0
Il progetto WeCanJob.it è sviluppato con il CMS ISWEB® di Internet Soluzioni Srl www.internetsoluzioni.it