Home wecanjob.it
Orientamento formazione e lavoro: il portale itali

Le professioni: Brand Manager

in Impresa e consulenza aziendale

Chi è e di cosa si occupa il Brand Manager?

Il Brand Manager è il responsabile dell’ideazione e della promozione di un articolo o di una linea di prodotti dell’impresa in cui lavora. Applica le tecniche e le strategie di marketing aziendale per la vendita ottimale di una specifica merce. Effettua analisi di mercato, cura l’immagine del prodotto e la sua commercializzazione, coordina il proprio gruppo di lavoro e collabora con il Responsabile Marketing e il Responsabile della Produzione dell’impresa. In particolare: 

  • Studia la domanda e l’offerta del mercato e analizza la presenza di eventuali prodotti simili, messi a disposizione dalla concorrenza
  • Esamina le richieste e le preferenze dei consumatori e misura il loro livello di soddisfazione rispetto a ciò che già esiste su piazza
  • Sulla base di quello che l’utente si aspetta e che ancora non ha, il Brand Manager elabora un piano d i produzione e/o di miglioramento della merce che intende promuovere
  • Sviluppa un progetto per migliorare le caratteristiche, l’immagine e la funzionalità del nuovo prodotto, pur collegandolo sempre all’immagine dell’azienda
  • Pianifica e cura le campagne di promozione pubblicitaria
  • Offre, confeziona e lancia sul mercato il nuovo articolo, studiando i vincoli (legali ed economici) relativi alla sua produzione
  • Rende ogni prodotto aziendale il più appetibile possibile rispetto a quelli della concorrenza e riesce a far aumentare le vendite dei propri articoli
  • Fa in modo che il nome e i segni distintivi (loghi, colori, packaging) del prodotto siano di impatto per i consumatori e catturino la loro attenzione stimolandoli all’acquisito

Per svolgere queste attività, il Brand Manager conosce le tecniche di analisi del mercato e le strategie di Marketing e possiede competenze in materia di contrattualistica commerciale e in campo organizzativo e di coordinamento. È persona creativa e dotata di autonomia decisionale, pur sapendo lavorare in gruppo.

Per diventare Brand Manager, è opportuno maturare esperienza come collaboratore/ addetto all’area Marketing potendo poi proseguire il percorso di carriera con l’acquisizione delle competenze specifiche dell’area Brand sino ad arrivare allo svolgimento delle attività di direzione e di gestione dei lavori, proprie di un Responsabile/Manager.

Tutti i contenuti editoriali contenuti e pubblicati sul sito wecanjob.it sono stati registrati e sono protetti dalle leggi in materia di proprietà industriale e/o intellettuale. Leggi ancora...

Qual è il percorso formativo per diventare Brand Manager?

Per accedere alla professione, non è previsto un percorso formativo obbligatorio.

È preferibile aver conseguito la Laurea, triennale o magistrale (specialistica o vecchio ordinamento) nelle discipline economiche o nel campo del Marketing e della Comunicazione aziendale, ad esempio:

  • Scienze dell’economia e della gestione aziendale
  • Scienze economico-aziendali
  • Comunicazione, Tecnologie e Culture Digitali
  • Organizzazione e Marketing per la Comunicazione d’Impresa
  • Marketing – anche con specifico indirizzo in Brand Management

Il percorso formativo può essere arricchito frequentando corsi di specializzazione o Master di approfondimento (Master in Brand Management and Communication – presso lo IED, Master in Business and Administration – MBA).

È richiesta l’approfondita conoscenza della lingua inglese se si lavora per un’impresa multinazionale.

Oltre le competenze teoriche, è importante mettersi in campo per acquisire esperienze pratiche, iniziando a collaborare nelle aziende, potendo frequentare gli stage organizzati dalle imprese.

Tutti i contenuti editoriali contenuti e pubblicati sul sito wecanjob.it sono stati registrati e sono protetti dalle leggi in materia di proprietà industriale e/o intellettuale. Leggi ancora...

Quali sono i dati sull'occupazione dei Brand Manager?

La macrocategoria che ha caratteristiche maggiormente assimilabili a quelle del Brand manager sono i "Tecnici del Marketing". 

Secondo i dati Excelsior Unioncamerenel 2018 si registrano 14.920 assunzioni di dipendenti su 28.680 entrate previste.

Quali sono i requisiti richiesti ai Brand Manager?

Le aziende che desiderano assumere un Brand Manager cercano almeno i seguenti requisiti:

  • esperienza professionale (lo richiede il 30,6% dei datori di lavoro)
  • esperienza nello stesso settore (è richiesta dal 40,4% dei datori di lavoro)
  • formazione professionale (il 73,1% dei datori di lavoro richiede un titolo universitario)

Il 40% dei candidati appartiene alla fascia di età tra i 18 ed i 35 anni, la forma contrattuale maggiore per questa professione è il contratto a tempo determinato 54%, mentre la percentuale per un contratto a tempo indeterminato è 41%

I compensi di un Brand Manager dipendono dagli anni di servizio maturati nel settore e dalle dimensioni dell’azienda in cui lavora. In media possono oscillare tra 30.000 45.000 € annui lordi.

Tutti i contenuti editoriali contenuti e pubblicati sul sito wecanjob.it sono stati registrati e sono protetti dalle leggi in materia di proprietà industriale e/o intellettuale. Leggi ancora...
Tutti i contenuti editoriali contenuti e pubblicati sul sito wecanjob.it sono stati registrati e sono protetti dalle leggi in materia di proprietà industriale e/o intellettuale. Leggi ancora...
Brand Manager
Descrizione

Chi è e di cosa si occupa il Brand Manager?

Il Brand Manager è il responsabile dell’ideazione e della promozione di un articolo o di una linea di prodotti dell’impresa in cui lavora. Applica le tecniche e le strategie di marketing aziendale per la vendita ottimale di una specifica merce. Effettua analisi di mercato, cura l’immagine del prodotto e la sua commercializzazione, coordina il proprio gruppo di lavoro e collabora con il Responsabile Marketing e il Responsabile della Produzione dell’impresa. In particolare: 

  • Studia la domanda e l’offerta del mercato e analizza la presenza di eventuali prodotti simili, messi a disposizione dalla concorrenza
  • Esamina le richieste e le preferenze dei consumatori e misura il loro livello di soddisfazione rispetto a ciò che già esiste su piazza
  • Sulla base di quello che l’utente si aspetta e che ancora non ha, il Brand Manager elabora un piano d i produzione e/o di miglioramento della merce che intende promuovere
  • Sviluppa un progetto per migliorare le caratteristiche, l’immagine e la funzionalità del nuovo prodotto, pur collegandolo sempre all’immagine dell’azienda
  • Pianifica e cura le campagne di promozione pubblicitaria
  • Offre, confeziona e lancia sul mercato il nuovo articolo, studiando i vincoli (legali ed economici) relativi alla sua produzione
  • Rende ogni prodotto aziendale il più appetibile possibile rispetto a quelli della concorrenza e riesce a far aumentare le vendite dei propri articoli
  • Fa in modo che il nome e i segni distintivi (loghi, colori, packaging) del prodotto siano di impatto per i consumatori e catturino la loro attenzione stimolandoli all’acquisito

Per svolgere queste attività, il Brand Manager conosce le tecniche di analisi del mercato e le strategie di Marketing e possiede competenze in materia di contrattualistica commerciale e in campo organizzativo e di coordinamento. È persona creativa e dotata di autonomia decisionale, pur sapendo lavorare in gruppo.

Per diventare Brand Manager, è opportuno maturare esperienza come collaboratore/ addetto all’area Marketing potendo poi proseguire il percorso di carriera con l’acquisizione delle competenze specifiche dell’area Brand sino ad arrivare allo svolgimento delle attività di direzione e di gestione dei lavori, proprie di un Responsabile/Manager.

Percorso formativo

Qual è il percorso formativo per diventare Brand Manager?

Per accedere alla professione, non è previsto un percorso formativo obbligatorio.

È preferibile aver conseguito la Laurea, triennale o magistrale (specialistica o vecchio ordinamento) nelle discipline economiche o nel campo del Marketing e della Comunicazione aziendale, ad esempio:

  • Scienze dell’economia e della gestione aziendale
  • Scienze economico-aziendali
  • Comunicazione, Tecnologie e Culture Digitali
  • Organizzazione e Marketing per la Comunicazione d’Impresa
  • Marketing – anche con specifico indirizzo in Brand Management

Il percorso formativo può essere arricchito frequentando corsi di specializzazione o Master di approfondimento (Master in Brand Management and Communication – presso lo IED, Master in Business and Administration – MBA).

È richiesta l’approfondita conoscenza della lingua inglese se si lavora per un’impresa multinazionale.

Oltre le competenze teoriche, è importante mettersi in campo per acquisire esperienze pratiche, iniziando a collaborare nelle aziende, potendo frequentare gli stage organizzati dalle imprese.

Numeri della professione

Quali sono i dati sull'occupazione dei Brand Manager?

La macrocategoria che ha caratteristiche maggiormente assimilabili a quelle del Brand manager sono i "Tecnici del Marketing". 

Secondo i dati Excelsior Unioncamerenel 2018 si registrano 14.920 assunzioni di dipendenti su 28.680 entrate previste.

Quali sono i requisiti richiesti ai Brand Manager?

Le aziende che desiderano assumere un Brand Manager cercano almeno i seguenti requisiti:

  • esperienza professionale (lo richiede il 30,6% dei datori di lavoro)
  • esperienza nello stesso settore (è richiesta dal 40,4% dei datori di lavoro)
  • formazione professionale (il 73,1% dei datori di lavoro richiede un titolo universitario)

Il 40% dei candidati appartiene alla fascia di età tra i 18 ed i 35 anni, la forma contrattuale maggiore per questa professione è il contratto a tempo determinato 54%, mentre la percentuale per un contratto a tempo indeterminato è 41%

I compensi di un Brand Manager dipendono dagli anni di servizio maturati nel settore e dalle dimensioni dell’azienda in cui lavora. In media possono oscillare tra 30.000 45.000 € annui lordi.

Brand Manager
 
Utility WeCanJob

Chi è e di cosa si occupa il Brand Manager?

Il Brand Manager è il responsabile dell’ideazione e della promozione di un articolo o di una linea di prodotti dell’impresa in cui lavora. Applica le tecniche e le strategie di marketing aziendale per la vendita ottimale di una specifica merce. Effettua analisi di mercato, cura l’immagine del prodotto e la sua commercializzazione, coordina il proprio gruppo di lavoro e collabora con il Responsabile Marketing e il Responsabile della Produzione dell’impresa. In particolare: 

  • Studia la domanda e l’offerta del mercato e analizza la presenza di eventuali prodotti simili, messi a disposizione dalla concorrenza
  • Esamina le richieste e le preferenze dei consumatori e misura il loro livello di soddisfazione rispetto a ciò che già esiste su piazza
  • Sulla base di quello che l’utente si aspetta e che ancora non ha, il Brand Manager elabora un piano d i produzione e/o di miglioramento della merce che intende promuovere
  • Sviluppa un progetto per migliorare le caratteristiche, l’immagine e la funzionalità del nuovo prodotto, pur collegandolo sempre all’immagine dell’azienda
  • Pianifica e cura le campagne di promozione pubblicitaria
  • Offre, confeziona e lancia sul mercato il nuovo articolo, studiando i vincoli (legali ed economici) relativi alla sua produzione
  • Rende ogni prodotto aziendale il più appetibile possibile rispetto a quelli della concorrenza e riesce a far aumentare le vendite dei propri articoli
  • Fa in modo che il nome e i segni distintivi (loghi, colori, packaging) del prodotto siano di impatto per i consumatori e catturino la loro attenzione stimolandoli all’acquisito

Per svolgere queste attività, il Brand Manager conosce le tecniche di analisi del mercato e le strategie di Marketing e possiede competenze in materia di contrattualistica commerciale e in campo organizzativo e di coordinamento. È persona creativa e dotata di autonomia decisionale, pur sapendo lavorare in gruppo.

Per diventare Brand Manager, è opportuno maturare esperienza come collaboratore/ addetto all’area Marketing potendo poi proseguire il percorso di carriera con l’acquisizione delle competenze specifiche dell’area Brand sino ad arrivare allo svolgimento delle attività di direzione e di gestione dei lavori, proprie di un Responsabile/Manager.

Tutti i contenuti editoriali contenuti e pubblicati sul sito wecanjob.it sono stati registrati e sono protetti dalle leggi in materia di proprietà industriale e/o intellettuale. Leggi ancora...
Discutiamone insieme...
discutiamo di
lavoro
Come si diventa Giornalista
La figura del Giornalista ha da sempre affascinato i giovani di ogni epoca, ma non tutti sanno come diventare Giornalista. ....
0 commenti
discutiamo di
formazione
Le professioni ICT in Italia: numeri e tendenze
Quali sono le professioni ICT più richieste dalle imprese? Quali opportunità di lavoro si prospettano all’orizzonte ....
0 commenti
Potrebbe interessarti
05
apr
2020
Corsi di formazione online: la creatività alla base di Skillshare
Per potersi dedicare alla propria formazione non è per forza obbligatorio spendere ore e ore sui libri o seduti sui ....
03
apr
2020
Corsi di formazione online: la piattaforma italiana di Accademia Domani
Nel caso ci si trovasse in un periodo della vita privo di impegni lavorativi importanti, qualora si volesse approfittare ....
17
mar
2020
Istituto Italiano Fotografia: Borse per corso nell'anno accademico 2020/2021
L'Istituto Italiano di Fotografia - IIF di Milano ha messo a bando diverse Borse di studio per studenti-tutor al Corso ....
Tutti i contenuti editoriali contenuti e pubblicati sul sito wecanjob.it sono stati registrati e sono protetti dalle leggi in materia di proprietà industriale e/o intellettuale. Leggi ancora...
- Inizio della pagina -
NEWSLETTER
TROVACI SU
2015 WeCanJob S.r.L., Via Torelli n. 22, CAP 71100 – FG, Partita IVA 04016220719
Qualunque utilizzo è vietato se non autorizzato
0
Il progetto WeCanJob.it è sviluppato con il CMS ISWEB® di Internet Soluzioni Srl www.internetsoluzioni.it