Home wecanjob.it
Orientamento formazione e lavoro: il portale italiano
Orientamento formazione e lavoro: il portale itali

Le professioni: Media Influencer

in IT e Media

Blogger evoluto: chi è e di cosa si occupa il Media Influencer?

Il Media Influencer è una delle professioni più giovani nel panorama del mercato del lavoro. Nata come passatempo per “smanettoni” e come naturale "evoluzione" del blogger, l’attività del media influencer è diventata negli ultimi anni una vera e propria occupazione fonte di guadagno e di soddisfazioni professionali.

Ma chi è esattamente il media influencer? Il media influencer è un professionista dell’informazione e della comunicazione che gestisce un blog o che scrive per uno o più blog. È un profilo a metà strada tra il giornalista, l’editor e il web master. Il media influencer fa delle possibilità offerte da Internet il suo luogo privilegiato di lavoro.

Aggiornandosi continuamente sulle tendenze e sugli argomenti caldi del momento, il media influencer ne scrive su uno o più blog, che possono essere o meno di sua proprietà. Il suo scopo è farsi leggere dalla vasta popolazione degli internauti e porsi così come opinion leader e influencer.

Diventare blogger: come aprire un blog

Ma che cos’è un blog di preciso? Il termine Blog è la contrazione delle parole Web+Log (diario sul web); la data fittizia della nascita del “blog” è fissata per il 18 luglio 1997, mentre in Italia i primi blog cominciano a diffondersi intorno al 2000-2001.

Aprire un blog non è un’impresa difficile: ad oggi esistono numerosi servizi online che permettono di creare il proprio diario, sia sotto forma di servizi web pronti all’uso (ad esempio wordpress.com e blogger.com) sia come software da installare su un server .

Mentre aprire un blog è quindi un’operazione semplice, non lo è altrettanto diventare blogger: servono impegno, costanza e comprensione delle meccaniche di gestione e coinvolgimento dei lettori… oltre ad una vera e propria passione per ciò di cui si scrive.

Le principali tipologie di blog sono costituite dal blog-diario e dal blog tematico:

  • nel blog diario si parla specialmente delle proprie esperienze, ed è un blog spesso “vissuto” esclusivamente in prima persona;
  • il blog tematico parla di argomenti relativi ad un unico tema (esempio cibo, moda, arte) e non riporta esclusivamente punti di vista personali.

Da Blogger a Media Influencer

Generalmente, dato che con il tempo la dimensione generalista dei blog non paga più come in passato, per emergere e diventare un media influencer, un blogger deve specializzarsi su uno specifico ambito, offrendo ai propri lettori articoli, recensioni e post che siano veicolo di opinioni e impressioni su particolari prodotti o settori della vita.

Per esempio, un media influencer può avere una tra le seguenti specializzazioni:

  • Food blogger: è autore di blog che si occupano di enogastronomia, dalla preparazione dei cibi (presentazione di ricette, impiattamenti etc.) alla somministrazione degli stessi (recensioni di ristoranti e locali) fino alla discussione sugli argomenti di maggiore attualità sul mondo dell’enogastronomia
  • Fashion blogger: scrive per blog che si occupano di moda. In questo caso il blogger pubblicherà testi sul giusto outfit da avere in ogni occasione, sulle nuove collezioni delle varie case di alta moda e/o sul prêt-à-porter, etc.
  • Mommy blogger: lavora per blog che si occupano del mondo della maternità. In questo caso il blogger scriverà delle emozioni provate dalla donna durante la gravidanza, del post-parto, di prodotti come omogeneizzati e pannolini, dell’esperienza di avere figli etc.
  • Cat blogger: è autore in blog che si occupano del mondo dei gatti. In questo caso il blogger racconterà ai suoi lettori le proprie esperienze con i felini nella vita quotidiana e offrirà giudizi su prodotti pensati dalle aziende specificatamente per i gatti (croccantini, antipulci, sabbia per lettiere etc.)
  • Lit blogger: scrive per blog che si occupano di letteratura. In questo caso il blogger parlerà essenzialmente di libri, recensendo le uscite più recenti, intervistando gli autori e raccontando le più importanti manifestazioni dedicate alla cultura del libro.

 

Tutti i contenuti editoriali contenuti e pubblicati sul sito wecanjob.it sono stati registrati e sono protetti dalle leggi in materia di proprietà industriale e/o intellettuale. Leggi ancora...

Come si diventa Media Influencer?

Non esiste un percorso formativo definito in termini normativi per diventare media influencer. La professione, infatti, non né regolamentata da alcun codice né sottostà ad alcun Ordine. Esistono tuttavia delle competenze importanti che un professionista deve possedere per diventare media influencer ed affermarsi come tale. Senza queste competenze un media influencer non è in grado di porsi come fonte attendibile di informazioni e/o di emergere dal mare magnum del Web, in cui la concorrenza tra media influencer rende molto difficile farsi conoscere dalla estesissima platea dei potenziali lettori:

  • Prima di tutto un media influencer deve avere competenze che riguardano la buona scrittura: deve essere padrone della lingua italiana scritta per evitare errori che possano fargli perdere credibilità
  • Deve inoltre padroneggiare la comunicazione persuasiva: la modalità di presentare gli argomenti, infatti, con una prosa che sia diretta, gradevole e che convinca il lettore, è uno dei prerequisiti fondamentali per diventare opinion leader
  • In terzo luogo, un media influencer deve conoscere al meglio le dinamiche della SEO (Search Engine Optimization): molto importante è infatti che il blogger che aspira a diventare media influencer sappia quali sono gli argomenti di cui si parla maggiormente in Internet in un dato momento, e quali quelli di cui si parlerà nel prossimo futuro. Deve inoltre sapere come scrivere testi in modalità tali da farli apprezzare non solo ai lettori, ma anche ai motori di ricerca. Solo in questo modo i testi scritti compariranno ai primi posti nelle ricerche per argomento e parola chiave su Goolge, Yahoo!, Bing, Ixquick, etc.
  • Successivamente, un media influencer deve conoscere le modalità di promozione del proprio blog o dei propri post tramite i social, e avere quindi, almeno in parte, le stesse competenze del social media manager
  • Un media influencer che intenda crearsi un suo spazio blog e scrivere solo per sé, senza prestare il proprio servizio a blog terzi, dovrà necessariamente avere competenze di web master, e conoscere l’architettura dei siti Internet e le modalità con cui crearne di nuovi
  • Infine, una competenza accessoria che tuttavia può risultare dirimente (soprattutto nei casi del food e del fashion blogger), è quella che riguarda l’abilità fotografica, spesso infatti i post vanno corredati da immagini che rendano impattante la comunicazione.

Per acquisire queste competenze, esistono diverse scuole ed enti di formazioni che offrono corsi specifici, soprattutto in termini di SEO e di architettura web.

Tutti i contenuti editoriali contenuti e pubblicati sul sito wecanjob.it sono stati registrati e sono protetti dalle leggi in materia di proprietà industriale e/o intellettuale. Leggi ancora...

C'è lavoro per i Media Influencer?

Censire i blog presenti in Italia, dunque anche i media influencer, è un’impresa piuttosto difficile tanto che non vi sono registri ufficiali da consultare. Secondo alcune stime di Imageware, sappiamo che allo stato attuale vi sono nel nostro Paese circa 500mila blog. Di questi, soltanto una piccolissima parte dà profitto ai proprietari e ai media influencer che vi prestano servizio. Molti infatti sono blog individuali di persone intenzionate a raccontare fatti della propria vita senza desiderio di trarne profitto.

Va detto che il mercato dei blog, per sua stessa natura, non è mai saturo: vi sono infatti sempre nuovi argomenti di cui parlare e sempre più modalità con cui farlo.

Quella del media influencer è una professione molto giovane, cosa che necessariamente dà buone possibilità di collocazione sul mercato del lavoro. Inoltre, l’espansione sempre maggiore della cosiddetta blogosfera, con la costante creazione di nuovi spazi di discussione, fa sì che per ora la professione abbia buone possibilità di evoluzione positiva.

Quanto guadagna un blogger / Media Influencer?

Se vi state chiedendo quanto guadagna un blogger / Media Influencer, considerate che è un argomento piuttosto spinoso. Se sappiamo che esistono professionisti famosi in grado di guadagnare in un anno anche centinaia di migliaia di euro, sappiamo anche che casi simili sono eccezioni, più che regola. Questo perché un media influencer, quando scrive per sé ed è proprietario del suo blog, guadagna in base all’inserimento di banner pubblicitari nelle sue pagine web o di articoli sponsorizzati (che possono figurare tali o meno, in base alle politiche personali). Ma gli spazi da vendere sono appetibili per le aziende soltanto se il blog ha un traffico totale di visitatori molto elevato. Dunque, maggiori sono gli utenti del blog, maggiori saranno le possibilità di guadagno.

Discorso diverso per un media influencer che lavori alle dipendenze: questi può arrivare a guadagnare anche quanto un giornalista, secondo il tariffario definito dall’Ordine dei Giornalisti.

In definitiva, quindi quanto un Media Influencer o un blogger guadagni dipende dal traffico e dall’autorità del suo sito e dall’essere o meno dipendente.

Tutti i contenuti editoriali contenuti e pubblicati sul sito wecanjob.it sono stati registrati e sono protetti dalle leggi in materia di proprietà industriale e/o intellettuale. Leggi ancora...
Tutti i contenuti editoriali contenuti e pubblicati sul sito wecanjob.it sono stati registrati e sono protetti dalle leggi in materia di proprietà industriale e/o intellettuale. Leggi ancora...
Le altre professioni
Media Influencer
Descrizione

Blogger evoluto: chi è e di cosa si occupa il Media Influencer?

Il Media Influencer è una delle professioni più giovani nel panorama del mercato del lavoro. Nata come passatempo per “smanettoni” e come naturale "evoluzione" del blogger, l’attività del media influencer è diventata negli ultimi anni una vera e propria occupazione fonte di guadagno e di soddisfazioni professionali.

Ma chi è esattamente il media influencer? Il media influencer è un professionista dell’informazione e della comunicazione che gestisce un blog o che scrive per uno o più blog. È un profilo a metà strada tra il giornalista, l’editor e il web master. Il media influencer fa delle possibilità offerte da Internet il suo luogo privilegiato di lavoro.

Aggiornandosi continuamente sulle tendenze e sugli argomenti caldi del momento, il media influencer ne scrive su uno o più blog, che possono essere o meno di sua proprietà. Il suo scopo è farsi leggere dalla vasta popolazione degli internauti e porsi così come opinion leader e influencer.

Diventare blogger: come aprire un blog

Ma che cos’è un blog di preciso? Il termine Blog è la contrazione delle parole Web+Log (diario sul web); la data fittizia della nascita del “blog” è fissata per il 18 luglio 1997, mentre in Italia i primi blog cominciano a diffondersi intorno al 2000-2001.

Aprire un blog non è un’impresa difficile: ad oggi esistono numerosi servizi online che permettono di creare il proprio diario, sia sotto forma di servizi web pronti all’uso (ad esempio wordpress.com e blogger.com) sia come software da installare su un server .

Mentre aprire un blog è quindi un’operazione semplice, non lo è altrettanto diventare blogger: servono impegno, costanza e comprensione delle meccaniche di gestione e coinvolgimento dei lettori… oltre ad una vera e propria passione per ciò di cui si scrive.

Le principali tipologie di blog sono costituite dal blog-diario e dal blog tematico:

  • nel blog diario si parla specialmente delle proprie esperienze, ed è un blog spesso “vissuto” esclusivamente in prima persona;
  • il blog tematico parla di argomenti relativi ad un unico tema (esempio cibo, moda, arte) e non riporta esclusivamente punti di vista personali.

Da Blogger a Media Influencer

Generalmente, dato che con il tempo la dimensione generalista dei blog non paga più come in passato, per emergere e diventare un media influencer, un blogger deve specializzarsi su uno specifico ambito, offrendo ai propri lettori articoli, recensioni e post che siano veicolo di opinioni e impressioni su particolari prodotti o settori della vita.

Per esempio, un media influencer può avere una tra le seguenti specializzazioni:

  • Food blogger: è autore di blog che si occupano di enogastronomia, dalla preparazione dei cibi (presentazione di ricette, impiattamenti etc.) alla somministrazione degli stessi (recensioni di ristoranti e locali) fino alla discussione sugli argomenti di maggiore attualità sul mondo dell’enogastronomia
  • Fashion blogger: scrive per blog che si occupano di moda. In questo caso il blogger pubblicherà testi sul giusto outfit da avere in ogni occasione, sulle nuove collezioni delle varie case di alta moda e/o sul prêt-à-porter, etc.
  • Mommy blogger: lavora per blog che si occupano del mondo della maternità. In questo caso il blogger scriverà delle emozioni provate dalla donna durante la gravidanza, del post-parto, di prodotti come omogeneizzati e pannolini, dell’esperienza di avere figli etc.
  • Cat blogger: è autore in blog che si occupano del mondo dei gatti. In questo caso il blogger racconterà ai suoi lettori le proprie esperienze con i felini nella vita quotidiana e offrirà giudizi su prodotti pensati dalle aziende specificatamente per i gatti (croccantini, antipulci, sabbia per lettiere etc.)
  • Lit blogger: scrive per blog che si occupano di letteratura. In questo caso il blogger parlerà essenzialmente di libri, recensendo le uscite più recenti, intervistando gli autori e raccontando le più importanti manifestazioni dedicate alla cultura del libro.

 

Percorso formativo

Come si diventa Media Influencer?

Non esiste un percorso formativo definito in termini normativi per diventare media influencer. La professione, infatti, non né regolamentata da alcun codice né sottostà ad alcun Ordine. Esistono tuttavia delle competenze importanti che un professionista deve possedere per diventare media influencer ed affermarsi come tale. Senza queste competenze un media influencer non è in grado di porsi come fonte attendibile di informazioni e/o di emergere dal mare magnum del Web, in cui la concorrenza tra media influencer rende molto difficile farsi conoscere dalla estesissima platea dei potenziali lettori:

  • Prima di tutto un media influencer deve avere competenze che riguardano la buona scrittura: deve essere padrone della lingua italiana scritta per evitare errori che possano fargli perdere credibilità
  • Deve inoltre padroneggiare la comunicazione persuasiva: la modalità di presentare gli argomenti, infatti, con una prosa che sia diretta, gradevole e che convinca il lettore, è uno dei prerequisiti fondamentali per diventare opinion leader
  • In terzo luogo, un media influencer deve conoscere al meglio le dinamiche della SEO (Search Engine Optimization): molto importante è infatti che il blogger che aspira a diventare media influencer sappia quali sono gli argomenti di cui si parla maggiormente in Internet in un dato momento, e quali quelli di cui si parlerà nel prossimo futuro. Deve inoltre sapere come scrivere testi in modalità tali da farli apprezzare non solo ai lettori, ma anche ai motori di ricerca. Solo in questo modo i testi scritti compariranno ai primi posti nelle ricerche per argomento e parola chiave su Goolge, Yahoo!, Bing, Ixquick, etc.
  • Successivamente, un media influencer deve conoscere le modalità di promozione del proprio blog o dei propri post tramite i social, e avere quindi, almeno in parte, le stesse competenze del social media manager
  • Un media influencer che intenda crearsi un suo spazio blog e scrivere solo per sé, senza prestare il proprio servizio a blog terzi, dovrà necessariamente avere competenze di web master, e conoscere l’architettura dei siti Internet e le modalità con cui crearne di nuovi
  • Infine, una competenza accessoria che tuttavia può risultare dirimente (soprattutto nei casi del food e del fashion blogger), è quella che riguarda l’abilità fotografica, spesso infatti i post vanno corredati da immagini che rendano impattante la comunicazione.

Per acquisire queste competenze, esistono diverse scuole ed enti di formazioni che offrono corsi specifici, soprattutto in termini di SEO e di architettura web.

Numeri della professione

C'è lavoro per i Media Influencer?

Censire i blog presenti in Italia, dunque anche i media influencer, è un’impresa piuttosto difficile tanto che non vi sono registri ufficiali da consultare. Secondo alcune stime di Imageware, sappiamo che allo stato attuale vi sono nel nostro Paese circa 500mila blog. Di questi, soltanto una piccolissima parte dà profitto ai proprietari e ai media influencer che vi prestano servizio. Molti infatti sono blog individuali di persone intenzionate a raccontare fatti della propria vita senza desiderio di trarne profitto.

Va detto che il mercato dei blog, per sua stessa natura, non è mai saturo: vi sono infatti sempre nuovi argomenti di cui parlare e sempre più modalità con cui farlo.

Quella del media influencer è una professione molto giovane, cosa che necessariamente dà buone possibilità di collocazione sul mercato del lavoro. Inoltre, l’espansione sempre maggiore della cosiddetta blogosfera, con la costante creazione di nuovi spazi di discussione, fa sì che per ora la professione abbia buone possibilità di evoluzione positiva.

Quanto guadagna un blogger / Media Influencer?

Se vi state chiedendo quanto guadagna un blogger / Media Influencer, considerate che è un argomento piuttosto spinoso. Se sappiamo che esistono professionisti famosi in grado di guadagnare in un anno anche centinaia di migliaia di euro, sappiamo anche che casi simili sono eccezioni, più che regola. Questo perché un media influencer, quando scrive per sé ed è proprietario del suo blog, guadagna in base all’inserimento di banner pubblicitari nelle sue pagine web o di articoli sponsorizzati (che possono figurare tali o meno, in base alle politiche personali). Ma gli spazi da vendere sono appetibili per le aziende soltanto se il blog ha un traffico totale di visitatori molto elevato. Dunque, maggiori sono gli utenti del blog, maggiori saranno le possibilità di guadagno.

Discorso diverso per un media influencer che lavori alle dipendenze: questi può arrivare a guadagnare anche quanto un giornalista, secondo il tariffario definito dall’Ordine dei Giornalisti.

In definitiva, quindi quanto un Media Influencer o un blogger guadagni dipende dal traffico e dall’autorità del suo sito e dall’essere o meno dipendente.

WebTV dei mestieri
Guarda il video della presentezione per scoprire il lavoro dell’esperienza di un professionista.
Utility WeCanJob

Blogger evoluto: chi è e di cosa si occupa il Media Influencer?

Il Media Influencer è una delle professioni più giovani nel panorama del mercato del lavoro. Nata come passatempo per “smanettoni” e come naturale "evoluzione" del blogger, l’attività del media influencer è diventata negli ultimi anni una vera e propria occupazione fonte di guadagno e di soddisfazioni professionali.

Ma chi è esattamente il media influencer? Il media influencer è un professionista dell’informazione e della comunicazione che gestisce un blog o che scrive per uno o più blog. È un profilo a metà strada tra il giornalista, l’editor e il web master. Il media influencer fa delle possibilità offerte da Internet il suo luogo privilegiato di lavoro.

Aggiornandosi continuamente sulle tendenze e sugli argomenti caldi del momento, il media influencer ne scrive su uno o più blog, che possono essere o meno di sua proprietà. Il suo scopo è farsi leggere dalla vasta popolazione degli internauti e porsi così come opinion leader e influencer.

Diventare blogger: come aprire un blog

Ma che cos’è un blog di preciso? Il termine Blog è la contrazione delle parole Web+Log (diario sul web); la data fittizia della nascita del “blog” è fissata per il 18 luglio 1997, mentre in Italia i primi blog cominciano a diffondersi intorno al 2000-2001.

Aprire un blog non è un’impresa difficile: ad oggi esistono numerosi servizi online che permettono di creare il proprio diario, sia sotto forma di servizi web pronti all’uso (ad esempio wordpress.com e blogger.com) sia come software da installare su un server .

Mentre aprire un blog è quindi un’operazione semplice, non lo è altrettanto diventare blogger: servono impegno, costanza e comprensione delle meccaniche di gestione e coinvolgimento dei lettori… oltre ad una vera e propria passione per ciò di cui si scrive.

Le principali tipologie di blog sono costituite dal blog-diario e dal blog tematico:

  • nel blog diario si parla specialmente delle proprie esperienze, ed è un blog spesso “vissuto” esclusivamente in prima persona;
  • il blog tematico parla di argomenti relativi ad un unico tema (esempio cibo, moda, arte) e non riporta esclusivamente punti di vista personali.

Da Blogger a Media Influencer

Generalmente, dato che con il tempo la dimensione generalista dei blog non paga più come in passato, per emergere e diventare un media influencer, un blogger deve specializzarsi su uno specifico ambito, offrendo ai propri lettori articoli, recensioni e post che siano veicolo di opinioni e impressioni su particolari prodotti o settori della vita.

Per esempio, un media influencer può avere una tra le seguenti specializzazioni:

  • Food blogger: è autore di blog che si occupano di enogastronomia, dalla preparazione dei cibi (presentazione di ricette, impiattamenti etc.) alla somministrazione degli stessi (recensioni di ristoranti e locali) fino alla discussione sugli argomenti di maggiore attualità sul mondo dell’enogastronomia
  • Fashion blogger: scrive per blog che si occupano di moda. In questo caso il blogger pubblicherà testi sul giusto outfit da avere in ogni occasione, sulle nuove collezioni delle varie case di alta moda e/o sul prêt-à-porter, etc.
  • Mommy blogger: lavora per blog che si occupano del mondo della maternità. In questo caso il blogger scriverà delle emozioni provate dalla donna durante la gravidanza, del post-parto, di prodotti come omogeneizzati e pannolini, dell’esperienza di avere figli etc.
  • Cat blogger: è autore in blog che si occupano del mondo dei gatti. In questo caso il blogger racconterà ai suoi lettori le proprie esperienze con i felini nella vita quotidiana e offrirà giudizi su prodotti pensati dalle aziende specificatamente per i gatti (croccantini, antipulci, sabbia per lettiere etc.)
  • Lit blogger: scrive per blog che si occupano di letteratura. In questo caso il blogger parlerà essenzialmente di libri, recensendo le uscite più recenti, intervistando gli autori e raccontando le più importanti manifestazioni dedicate alla cultura del libro.

 

Tutti i contenuti editoriali contenuti e pubblicati sul sito wecanjob.it sono stati registrati e sono protetti dalle leggi in materia di proprietà industriale e/o intellettuale. Leggi ancora...
Discutiamone insieme...
discutiamo di
lavoro
Lavorare con la laurea triennale in Scienze della comunicazione
Quali lavori si possono fare con la laurea triennale in Scienze della comunicazione? Quali sono gli sbocchi lavorativi con ....
0 commenti
discutiamo di
formazione
Quale Università? In Italia è boom di corsi online
Lavoro o Università? È uno delle scelte da fare una volta conclusi gli esami di maturità. Cosa fare ....
0 commenti
Potrebbe interessarti
07
ago
2019
Assunzioni in Iliad. Ecco le posizioni aperte in Italia
Entrata nel mercato della telefonia mobile italiano a maggio del 2018, la società francese Iliad continua ....
06
ago
2019
De'Longhi: oltre 20 posizioni aperte
De’Longhi S.p.A., azienda italiana nata a Treviso nel 1902 e operante nella produzione di elettrodomestici, ....
03
ago
2019
Lavorare in Edison! Scopri tutte le posizioni aperte
Con oltre 130 anni di storia alle spalle e 5.000 dipendenti, Edison rappresenta uno dei principali operatori italiani ....
Tutti i contenuti editoriali contenuti e pubblicati sul sito wecanjob.it sono stati registrati e sono protetti dalle leggi in materia di proprietà industriale e/o intellettuale. Leggi ancora...
- Inizio della pagina -
I nostri Partner
NEWSLETTER
TROVACI SU
2015 WeCanJob S.r.L., Via Torelli n. 22, CAP 71100 – FG, Partita IVA 04016220719
Qualunque utilizzo è vietato se non autorizzato
0
Il progetto WeCanJob.it è sviluppato con il CMS ISWEB® di Internet Soluzioni Srl www.internetsoluzioni.it