Home wecanjob.it
Orientamento formazione e lavoro: il portale itali

Le professioni: Animatore turistico

in Turismo e Ristorazione

Chi è e di cosa si occupa l'Animatore turistico?

L’Animatore turistico intrattiene gli ospiti delle strutture ricettive al fine di rendere più piacevole e divertente il soggiorno. Mettere a proprio agio la clientela è il suo compito principale, coinvolgendola nelle attività proposte che possono essere ricreative, sportive, culturali e di spettacolo.

In particolare, l’animatore si occupa di:

  • Organizzare e pianificare le attività ludiche, creando le condizioni pratiche ed emotive per stimolare il divertimento
  • Catalizzare l’attenzione su di sé, rendendo positivo l’impatto della struttura ricettiva sull’ospite
  • Risolvere problemi di diversa natura riguardanti la clientela

Le responsabilità che interessano l’animatore dipendono dal suo profilo professionale. Ad esempio, chi si occupa del miniclub ha il compito di intrattenere i bambini secondo un programma prestabilito, così come chi si occupa dei tornei sportivi è chiamato a organizzare le relative attività sulla base di tempi e orari precisi.

Oltre a svolgere funzioni di intrattenimento, l’animatore turistico resta sempre a disposizione della clientela, in quanto è ritenuto un punto di contatto della struttura, sempre pronto a fornire informazioni. Deve infatti essere presente in qualsiasi momento della giornata, compreso l’orario dei pasti, durante i quali fornisce notizie sulle attività programmate e raccoglie segnalazioni riguardanti i problemi di carattere generale.

Gli animatori prestano il loro lavoro prevalentemente in:

  • villaggi turistici
  • grandi alberghi
  • campeggi
  • navi da crociera
  • località di villeggiatura
  • stabilimenti balneari

Generalmente le singole strutture si affidano ad agenzie o a società di animazione per il reclutamento dello staff dedicato all’intrattenimento.

Tutti i contenuti editoriali contenuti e pubblicati sul sito wecanjob.it sono stati registrati e sono protetti dalle leggi in materia di proprietà industriale e/o intellettuale. Leggi ancora...

Qual è il percorso formativo per diventare Animatore turistico?

Per intraprendere la professione di animatore turistico non è necessario uno specifico titolo di studio. È sufficiente essere in possesso del diploma di maturità. Trattandosi di una professione legata al turismo, è consigliabile una buona conoscenza di una o più lingue straniere.

È necessaria un’ottima predisposizione a intrattenere il pubblico, per cui può risultare utile frequentare corsi in diverse discipline artistiche quali ballo, canto e recitazione, oppure conseguire un brevetto sportivo o sviluppare delle abilità manuali. Indispensabili sono anche le capacità di problem solving, di lavorare in gruppo, di improvvisazione e resistenza allo stress. 

Le strutture ricettive spesso si affidano a Tour Operator o Agenzie di animazione per reclutare il proprio staff in vista della nuova stagione lavorativa. Le Agenzie organizzano periodicamente corsi e stage di preparazione per i candidati selezionati. In alcuni casi, sono le Regioni a organizzare Corsi di formazione professionale per i quali rilasciano attestati riconosciuti, secondo quanto disciplinato dalla Legge 17 maggio 1983, n.217.

L’animatore turistico svolge un’attività prevalentemente stagionale, con contratto di collaborazione o dipendente a tempo determinato. Quando vi sono le condizioni è possibile entrare a far parte dell’organizzazione stabile dell’agenzia di animazione, avendo ormai acquisito un bagaglio di competenze fondamentali quali la capacità di relazionarsi con gli altri e  risolvere problemi imprevisti, nonché il gestire altre persone e collaborare attivamente in gruppo.

L’animatore turistico è inquadrato come “lavoratore dello spettacolo”, dunque soggetto all’obbligo di iscrizione all’ENPALS

Tutti i contenuti editoriali contenuti e pubblicati sul sito wecanjob.it sono stati registrati e sono protetti dalle leggi in materia di proprietà industriale e/o intellettuale. Leggi ancora...

Quali sono i dati sull'occupazione degli Animatori turistici?

Per conoscere meglio i dati della professione  dobbiamo guardare alla macro categoria di "Animatori turistici e professioni assimilate" del sistema Excelsior-Unioncamere.

Nel 2019 si registrano 4.000 assunzioni di dipendenti su 5.850 entrate previste.

Quali sono i requisiti richiesti agli Animatori turistici?

Le aziende che desiderano assumere animatori cercano almeno i seguenti requisiti:

  • Esperienza professionale: il 45,2% dei datori di lavoro richiede di aver maturato esperienza professionale nello stesso settore.

  • Formazione: il 52% richiede un diploma secondario, il 40,9% un titolo universitario.

  • Competenze: la flessibilità e adattamento (90%) e la capacità di lavorare in gruppo (86%) rappresentano le competenze trasversali maggiormente richieste alla figura professionale dell'Animatore turistico.

Ben il 40% delle aziende del comparto turistico lamentano una difficoltà di reperimento di personale qualificato, difficoltà riconducibile:

  • per un buon 81% a un'inadeguata preparazione professionale

  • per il 16,8% invece, si tratta di mancanza di candidati e altri motivi

Oltre l'84%% degli animatori turistici hanno un contratto a tempo determinato, mentre il 28,9% sono i lavoratori in somministrazione

La retribuzione della professione va valutata sotto diversi aspetti. Di norma, un animatore alla prima esperienza e senza particolari qualifiche tecniche, viene retribuito con uno stipendio mensile compreso tra i 600 € e i 1.200 € lordi. Bisogna tuttavia considerare alcuni benefit che rendono interessante questa retribuzione, quali il vitto e alloggio gratuito, voli di andata e ritorno rimborsati e le cospicue mance da parte degli ospiti, senza contare il divertimento derivante dal lavoro svolto. Mediamente la disponibilità di lavoro richiesta è compresa tra i 2 e gli 8 mesi.

Tutti i contenuti editoriali contenuti e pubblicati sul sito wecanjob.it sono stati registrati e sono protetti dalle leggi in materia di proprietà industriale e/o intellettuale. Leggi ancora...
Tutti i contenuti editoriali contenuti e pubblicati sul sito wecanjob.it sono stati registrati e sono protetti dalle leggi in materia di proprietà industriale e/o intellettuale. Leggi ancora...
Le altre professioni
Animatore turistico
Descrizione

Chi è e di cosa si occupa l'Animatore turistico?

L’Animatore turistico intrattiene gli ospiti delle strutture ricettive al fine di rendere più piacevole e divertente il soggiorno. Mettere a proprio agio la clientela è il suo compito principale, coinvolgendola nelle attività proposte che possono essere ricreative, sportive, culturali e di spettacolo.

In particolare, l’animatore si occupa di:

  • Organizzare e pianificare le attività ludiche, creando le condizioni pratiche ed emotive per stimolare il divertimento
  • Catalizzare l’attenzione su di sé, rendendo positivo l’impatto della struttura ricettiva sull’ospite
  • Risolvere problemi di diversa natura riguardanti la clientela

Le responsabilità che interessano l’animatore dipendono dal suo profilo professionale. Ad esempio, chi si occupa del miniclub ha il compito di intrattenere i bambini secondo un programma prestabilito, così come chi si occupa dei tornei sportivi è chiamato a organizzare le relative attività sulla base di tempi e orari precisi.

Oltre a svolgere funzioni di intrattenimento, l’animatore turistico resta sempre a disposizione della clientela, in quanto è ritenuto un punto di contatto della struttura, sempre pronto a fornire informazioni. Deve infatti essere presente in qualsiasi momento della giornata, compreso l’orario dei pasti, durante i quali fornisce notizie sulle attività programmate e raccoglie segnalazioni riguardanti i problemi di carattere generale.

Gli animatori prestano il loro lavoro prevalentemente in:

  • villaggi turistici
  • grandi alberghi
  • campeggi
  • navi da crociera
  • località di villeggiatura
  • stabilimenti balneari

Generalmente le singole strutture si affidano ad agenzie o a società di animazione per il reclutamento dello staff dedicato all’intrattenimento.

Percorso formativo

Qual è il percorso formativo per diventare Animatore turistico?

Per intraprendere la professione di animatore turistico non è necessario uno specifico titolo di studio. È sufficiente essere in possesso del diploma di maturità. Trattandosi di una professione legata al turismo, è consigliabile una buona conoscenza di una o più lingue straniere.

È necessaria un’ottima predisposizione a intrattenere il pubblico, per cui può risultare utile frequentare corsi in diverse discipline artistiche quali ballo, canto e recitazione, oppure conseguire un brevetto sportivo o sviluppare delle abilità manuali. Indispensabili sono anche le capacità di problem solving, di lavorare in gruppo, di improvvisazione e resistenza allo stress. 

Le strutture ricettive spesso si affidano a Tour Operator o Agenzie di animazione per reclutare il proprio staff in vista della nuova stagione lavorativa. Le Agenzie organizzano periodicamente corsi e stage di preparazione per i candidati selezionati. In alcuni casi, sono le Regioni a organizzare Corsi di formazione professionale per i quali rilasciano attestati riconosciuti, secondo quanto disciplinato dalla Legge 17 maggio 1983, n.217.

L’animatore turistico svolge un’attività prevalentemente stagionale, con contratto di collaborazione o dipendente a tempo determinato. Quando vi sono le condizioni è possibile entrare a far parte dell’organizzazione stabile dell’agenzia di animazione, avendo ormai acquisito un bagaglio di competenze fondamentali quali la capacità di relazionarsi con gli altri e  risolvere problemi imprevisti, nonché il gestire altre persone e collaborare attivamente in gruppo.

L’animatore turistico è inquadrato come “lavoratore dello spettacolo”, dunque soggetto all’obbligo di iscrizione all’ENPALS

Numeri della professione

Quali sono i dati sull'occupazione degli Animatori turistici?

Per conoscere meglio i dati della professione  dobbiamo guardare alla macro categoria di "Animatori turistici e professioni assimilate" del sistema Excelsior-Unioncamere.

Nel 2019 si registrano 4.000 assunzioni di dipendenti su 5.850 entrate previste.

Quali sono i requisiti richiesti agli Animatori turistici?

Le aziende che desiderano assumere animatori cercano almeno i seguenti requisiti:

  • Esperienza professionale: il 45,2% dei datori di lavoro richiede di aver maturato esperienza professionale nello stesso settore.

  • Formazione: il 52% richiede un diploma secondario, il 40,9% un titolo universitario.

  • Competenze: la flessibilità e adattamento (90%) e la capacità di lavorare in gruppo (86%) rappresentano le competenze trasversali maggiormente richieste alla figura professionale dell'Animatore turistico.

Ben il 40% delle aziende del comparto turistico lamentano una difficoltà di reperimento di personale qualificato, difficoltà riconducibile:

  • per un buon 81% a un'inadeguata preparazione professionale

  • per il 16,8% invece, si tratta di mancanza di candidati e altri motivi

Oltre l'84%% degli animatori turistici hanno un contratto a tempo determinato, mentre il 28,9% sono i lavoratori in somministrazione

La retribuzione della professione va valutata sotto diversi aspetti. Di norma, un animatore alla prima esperienza e senza particolari qualifiche tecniche, viene retribuito con uno stipendio mensile compreso tra i 600 € e i 1.200 € lordi. Bisogna tuttavia considerare alcuni benefit che rendono interessante questa retribuzione, quali il vitto e alloggio gratuito, voli di andata e ritorno rimborsati e le cospicue mance da parte degli ospiti, senza contare il divertimento derivante dal lavoro svolto. Mediamente la disponibilità di lavoro richiesta è compresa tra i 2 e gli 8 mesi.

Animatore turistico
 
Utility WeCanJob

Chi è e di cosa si occupa l'Animatore turistico?

L’Animatore turistico intrattiene gli ospiti delle strutture ricettive al fine di rendere più piacevole e divertente il soggiorno. Mettere a proprio agio la clientela è il suo compito principale, coinvolgendola nelle attività proposte che possono essere ricreative, sportive, culturali e di spettacolo.

In particolare, l’animatore si occupa di:

  • Organizzare e pianificare le attività ludiche, creando le condizioni pratiche ed emotive per stimolare il divertimento
  • Catalizzare l’attenzione su di sé, rendendo positivo l’impatto della struttura ricettiva sull’ospite
  • Risolvere problemi di diversa natura riguardanti la clientela

Le responsabilità che interessano l’animatore dipendono dal suo profilo professionale. Ad esempio, chi si occupa del miniclub ha il compito di intrattenere i bambini secondo un programma prestabilito, così come chi si occupa dei tornei sportivi è chiamato a organizzare le relative attività sulla base di tempi e orari precisi.

Oltre a svolgere funzioni di intrattenimento, l’animatore turistico resta sempre a disposizione della clientela, in quanto è ritenuto un punto di contatto della struttura, sempre pronto a fornire informazioni. Deve infatti essere presente in qualsiasi momento della giornata, compreso l’orario dei pasti, durante i quali fornisce notizie sulle attività programmate e raccoglie segnalazioni riguardanti i problemi di carattere generale.

Gli animatori prestano il loro lavoro prevalentemente in:

  • villaggi turistici
  • grandi alberghi
  • campeggi
  • navi da crociera
  • località di villeggiatura
  • stabilimenti balneari

Generalmente le singole strutture si affidano ad agenzie o a società di animazione per il reclutamento dello staff dedicato all’intrattenimento.

Tutti i contenuti editoriali contenuti e pubblicati sul sito wecanjob.it sono stati registrati e sono protetti dalle leggi in materia di proprietà industriale e/o intellettuale. Leggi ancora...
Video correlati
Discutiamone insieme...
discutiamo di
lavoro
Lavorare in radio: ruoli, requisiti e come iniziare
Inclusiva, agile, economica, democratica: la radio è un mezzo di comunicazione straordinario, che ha dimostrato di saper ....
0 commenti
discutiamo di
formazione
Benvenuti in WeCanBlog!
Car* utenti di WeCanJob, finalmente ci siamo! La redazione è davvero felice di inaugurare la nuova versione del sito, ....
0 commenti
Potrebbe interessarti
07
feb
2021
EURES cerca Animatori e Istruttori vela per campi estivi
La Rete EURES ha indetto una selezione per Istruttori di vela e Animatori da impiegare presso i campus estivi della base ....
28
gen
2021
Obiettivo Tropici cerca 700 addetti anche senza esperienza per l'estate 2021: l'offerta di lavoro include vitto e alloggio
Tramite la Rete EURES, Obiettivo Tropici, azienda italiana operante nel settore turistico, è alla ricerca di 700 unità di ....
18
gen
2021
Cercasi 25 Animatori per stagione estiva in Spagna (Baleari e in Andalusia)
EURES e ARPAL Puglia hanno pubblicato un annuncio per il reperimento di 25 Animatori da impiegare durante la prossima stagione ....
Tutti i contenuti editoriali contenuti e pubblicati sul sito wecanjob.it sono stati registrati e sono protetti dalle leggi in materia di proprietà industriale e/o intellettuale. Leggi ancora...
- Inizio della pagina -
NEWSLETTER
TROVACI SU
2015 WeCanJob S.r.L., Via Torelli n. 22, CAP 71100 – FG, Partita IVA 04016220719
Qualunque utilizzo è vietato se non autorizzato
0
Il progetto WeCanJob.it è sviluppato con il CMS ISWEB® di Internet Soluzioni Srl www.internetsoluzioni.it