Home wecanjob.it
Logo WeCanJob

Le professioni: Agente immobiliare

in Costruzioni

L’Agente immobiliare si occupa di fornire informazioni, consulenza e assistenza al proprietario di un bene immobile (appartamenti, terreni, edifici, ecc.) e a tutti coloro che sono interessati al bene (persone fisiche o enti), non essendo legato a nessuna delle due parti da legami di dipendenza o rappresentanza. Effettua quindi un lavoro di mediazione prima della stipula di un contratto di affitto o di vendita/acquisto.

Tra le sue mansioni specifiche ci sono:

  • pubblicizzare il bene immobile da affittare/vendere tramite canali tradizionali e non (depliant, siti internet, contatto diretto, etc.)
  • ricercare potenziali acquirenti, venditori, locatari e locatori
  • controllare negli uffici catastali la situazione ipotecaria degli immobili
  • illustrare le caratteristiche dell’immobile a chi è interessato all’acquisto o all’affitto
  • svolgere le pratiche per avviare la stipula dei contratti
  • assistere le parti nella giusta valutazione del bene immobile secondo le tendenze del mercato

L’Agente immobiliare lavora in genere come dipendente o titolare di un’agenzia: in un primo momento vi entra come praticante in affiancamento agli agenti immobiliari già presenti, per poi acquisire la qualifica (dopo aver frequentato un corso e sostenuto un esame). Solo da questo momento può sottoscrivere affari in prima persona. Successivamente, può diventare titolare di un’agenzia, mettendosi in proprio o aderendo a un franchising.

L’agente immobiliare può lavorare anche come autonomo (con partita Iva), una figura esterna alle agenzie immobiliari: in questo caso mette in comunicazione le agenzie con i potenziali clienti, guadagnando in percentuale sugli affari conclusi.

La professione è regolamentata dalla legge n. 39 del 1989 e dalle sue successive integrazioni e modifiche, legge che ora è ordinata nel decreto del Ministero dello Sviluppo Economico del 26 ottobre 2011.

Tutti i contenuti editoriali contenuti e pubblicati sul sito wecanjob.it sono stati registrati e sono protetti dalle leggi in materia di proprietà industriale e/o intellettuale. Leggi ancora...
Condividi questo contenuto

Per svolgere la professione di Agente immobiliare è richiesto un diploma di scuola superiore della durata di 3 o 5 anni con esame finale. Bisogna inoltre aver seguito un Corso di formazione abilitante organizzato da Enti di formazione autorizzati dalle Regioni (che può durare da 80 a 320 ore in base alla Regione). Il Corso prevede un esame finale con prove orali e scritte presso le Camere di Commercio (qui una simulazione della prova scritta). Il superameno dell’esame dà diritto a iscriversi ai registri delle Camere di Commercio. L’iscrizione ai registri permette di accedere alla professione.

Per svolgere la professione è comunque consigliabile possedere conoscenze nell’ambito dei saperi giuridici ed economici come diritto civile e tributario o mediazione economica. Allo stesso modo, è consigliabile avere spiccate doti di comunicazione, ascolto, pazienza e capacità di argomentazione, doti utili in tutte le attività di mediazione.

Esistono numerose associazioni di categoria che possono guidare chi è interessato a svolgere la professione (Associazione Nazionale Agenti e Mediatori d’Affari; Federazione Italiana Agenti Immobiliari Professionali; Federazione Italiana Mediatori Agenti d’Affari).

Tutti i contenuti editoriali contenuti e pubblicati sul sito wecanjob.it sono stati registrati e sono protetti dalle leggi in materia di proprietà industriale e/o intellettuale. Leggi ancora...
Condividi questo contenuto

Secondo i dati Excelsior Unioncamere sulla tendenza nelle assunzioni degli Agenti immobiliari, per il 2017 si prevedono 9750 assunzioni. Il 55% dei datori di lavoro lamenta una difficoltà di reperimento di candidati sia per la mancanza dei candidati stessi, che può riassumersi in una percentuale del 44,8% sia per una preparazione inadeguata di chi si propone in questo settore, pari al 37,9% dei casi. 

Quali sono i requisiti richiesti per diventare Agenti immobiliari?

Per il 2017 si prevedono 9750 assunzioni, il 68% di questi sembra configurarsi in contratti a tempo determinato e solo il 31% a tempo indeterminato. Il 34% dei candidati appartiene alla fascia di età tra i 18 ed i 35 anni. Vediamo quali sono i requisiti richiesti dalla professione.

Esperienza: il 51,8% dei datori di lavoro non richiede ai propri candidati l'aver maturato esperienze lavorative precedenti. Solo il 7,3% dei datori di lavoro ritiene importante aver avuto esperienza professionale nello stesso settore. Questo dato si accompagna con quello legato ai requisiti sulla formazione, dall'istruzione all'aggiornamento professionale che vediamo di seguito. 

Formazione: il 98,1% dei datori di lavoro richiede il diploma secondario insieme a un'adeguata formazione professionale specifica, richiesta dal 100% dei datori di lavoro. 

Competenze: per questa professione, più delle competenze tecniche, sono fondamentali le competenze trasversali di orientamento al cliente, problem solving, flessibilità ed adattamento alle richieste dei clienti (rispettivamente 77% e 93%).

Le piccole aziende, quelle da 1 a 9 dipendenti saranno le realtà con cui si confronteranno gli agenti immobiliari. Sono infatti il 47,7% della realtà imprenditoriale italiana nel settore della vendita immobiliare, insieme al 28% delle medie aziende, quelle dai 10 ai 49 dipendenti e al 24,3 delle grandi aziende, quelle con oltre 50 dipendenti. 

 

La retribuzione dell’agente immobiliare varia di molto in base alle capacità dell’agente, al contesto e allo stato di salute del mercato immobiliare.

Per quanto riguarda il profilo dipendente, la retribuzione è solitamente costituita da un fisso mensile più le provvigioni connesse al raggiungimento degli obiettivi (bonus che l’agente ottiene quando riesce a concludere contratti di vendita/acquisto e affitto).

Il range retributivo mensile nel quale si muove la figura dell’agente immobiliare dipendente di agenzia varia da un minimo di 400 a un massimo di 800 € (per la quota fissa), e da un minimo del 10% a un massimo del 20% sui proventi dell’agenzia alla chiusura degli affari (per le provvigioni).

Quando l’agente immobiliare è titolare dell’agenzia, la sua retribuzione è legata all’andamento generale del giro d’affari dell’agenzia (alla chiusura dei contratti di vendita un’agenzia incassa generalmente il 3% del valore dell’immobile).

Quando invece è un lavoratore autonomo esterno (con partita Iva), guadagna in base agli accordi che volta per volta prende con le agenzie con cui collabora.

Tutti i contenuti editoriali contenuti e pubblicati sul sito wecanjob.it sono stati registrati e sono protetti dalle leggi in materia di proprietà industriale e/o intellettuale. Leggi ancora...
Condividi questo contenuto
Tutti i contenuti editoriali contenuti e pubblicati sul sito wecanjob.it sono stati registrati e sono protetti dalle leggi in materia di proprietà industriale e/o intellettuale. Leggi ancora...
Condividi questo contenuto
Condividi questo contenuto
Le altre professioni
Agente immobiliare
Descrizione

L’Agente immobiliare si occupa di fornire informazioni, consulenza e assistenza al proprietario di un bene immobile (appartamenti, terreni, edifici, ecc.) e a tutti coloro che sono interessati al bene (persone fisiche o enti), non essendo legato a nessuna delle due parti da legami di dipendenza o rappresentanza. Effettua quindi un lavoro di mediazione prima della stipula di un contratto di affitto o di vendita/acquisto.

Tra le sue mansioni specifiche ci sono:

  • pubblicizzare il bene immobile da affittare/vendere tramite canali tradizionali e non (depliant, siti internet, contatto diretto, etc.)
  • ricercare potenziali acquirenti, venditori, locatari e locatori
  • controllare negli uffici catastali la situazione ipotecaria degli immobili
  • illustrare le caratteristiche dell’immobile a chi è interessato all’acquisto o all’affitto
  • svolgere le pratiche per avviare la stipula dei contratti
  • assistere le parti nella giusta valutazione del bene immobile secondo le tendenze del mercato

L’Agente immobiliare lavora in genere come dipendente o titolare di un’agenzia: in un primo momento vi entra come praticante in affiancamento agli agenti immobiliari già presenti, per poi acquisire la qualifica (dopo aver frequentato un corso e sostenuto un esame). Solo da questo momento può sottoscrivere affari in prima persona. Successivamente, può diventare titolare di un’agenzia, mettendosi in proprio o aderendo a un franchising.

L’agente immobiliare può lavorare anche come autonomo (con partita Iva), una figura esterna alle agenzie immobiliari: in questo caso mette in comunicazione le agenzie con i potenziali clienti, guadagnando in percentuale sugli affari conclusi.

La professione è regolamentata dalla legge n. 39 del 1989 e dalle sue successive integrazioni e modifiche, legge che ora è ordinata nel decreto del Ministero dello Sviluppo Economico del 26 ottobre 2011.

Percorso formativo

Per svolgere la professione di Agente immobiliare è richiesto un diploma di scuola superiore della durata di 3 o 5 anni con esame finale. Bisogna inoltre aver seguito un Corso di formazione abilitante organizzato da Enti di formazione autorizzati dalle Regioni (che può durare da 80 a 320 ore in base alla Regione). Il Corso prevede un esame finale con prove orali e scritte presso le Camere di Commercio (qui una simulazione della prova scritta). Il superameno dell’esame dà diritto a iscriversi ai registri delle Camere di Commercio. L’iscrizione ai registri permette di accedere alla professione.

Per svolgere la professione è comunque consigliabile possedere conoscenze nell’ambito dei saperi giuridici ed economici come diritto civile e tributario o mediazione economica. Allo stesso modo, è consigliabile avere spiccate doti di comunicazione, ascolto, pazienza e capacità di argomentazione, doti utili in tutte le attività di mediazione.

Esistono numerose associazioni di categoria che possono guidare chi è interessato a svolgere la professione (Associazione Nazionale Agenti e Mediatori d’Affari; Federazione Italiana Agenti Immobiliari Professionali; Federazione Italiana Mediatori Agenti d’Affari).

Numeri della professione

Secondo i dati Excelsior Unioncamere sulla tendenza nelle assunzioni degli Agenti immobiliari, per il 2017 si prevedono 9750 assunzioni. Il 55% dei datori di lavoro lamenta una difficoltà di reperimento di candidati sia per la mancanza dei candidati stessi, che può riassumersi in una percentuale del 44,8% sia per una preparazione inadeguata di chi si propone in questo settore, pari al 37,9% dei casi. 

Quali sono i requisiti richiesti per diventare Agenti immobiliari?

Per il 2017 si prevedono 9750 assunzioni, il 68% di questi sembra configurarsi in contratti a tempo determinato e solo il 31% a tempo indeterminato. Il 34% dei candidati appartiene alla fascia di età tra i 18 ed i 35 anni. Vediamo quali sono i requisiti richiesti dalla professione.

Esperienza: il 51,8% dei datori di lavoro non richiede ai propri candidati l'aver maturato esperienze lavorative precedenti. Solo il 7,3% dei datori di lavoro ritiene importante aver avuto esperienza professionale nello stesso settore. Questo dato si accompagna con quello legato ai requisiti sulla formazione, dall'istruzione all'aggiornamento professionale che vediamo di seguito. 

Formazione: il 98,1% dei datori di lavoro richiede il diploma secondario insieme a un'adeguata formazione professionale specifica, richiesta dal 100% dei datori di lavoro. 

Competenze: per questa professione, più delle competenze tecniche, sono fondamentali le competenze trasversali di orientamento al cliente, problem solving, flessibilità ed adattamento alle richieste dei clienti (rispettivamente 77% e 93%).

Le piccole aziende, quelle da 1 a 9 dipendenti saranno le realtà con cui si confronteranno gli agenti immobiliari. Sono infatti il 47,7% della realtà imprenditoriale italiana nel settore della vendita immobiliare, insieme al 28% delle medie aziende, quelle dai 10 ai 49 dipendenti e al 24,3 delle grandi aziende, quelle con oltre 50 dipendenti. 

 

La retribuzione dell’agente immobiliare varia di molto in base alle capacità dell’agente, al contesto e allo stato di salute del mercato immobiliare.

Per quanto riguarda il profilo dipendente, la retribuzione è solitamente costituita da un fisso mensile più le provvigioni connesse al raggiungimento degli obiettivi (bonus che l’agente ottiene quando riesce a concludere contratti di vendita/acquisto e affitto).

Il range retributivo mensile nel quale si muove la figura dell’agente immobiliare dipendente di agenzia varia da un minimo di 400 a un massimo di 800 € (per la quota fissa), e da un minimo del 10% a un massimo del 20% sui proventi dell’agenzia alla chiusura degli affari (per le provvigioni).

Quando l’agente immobiliare è titolare dell’agenzia, la sua retribuzione è legata all’andamento generale del giro d’affari dell’agenzia (alla chiusura dei contratti di vendita un’agenzia incassa generalmente il 3% del valore dell’immobile).

Quando invece è un lavoratore autonomo esterno (con partita Iva), guadagna in base agli accordi che volta per volta prende con le agenzie con cui collabora.

WebTV dei mestieri
Guarda il video della presentezione per scoprire il lavoro dell’esperienza di un professionista.
Utility WeCanJob

L’Agente immobiliare si occupa di fornire informazioni, consulenza e assistenza al proprietario di un bene immobile (appartamenti, terreni, edifici, ecc.) e a tutti coloro che sono interessati al bene (persone fisiche o enti), non essendo legato a nessuna delle due parti da legami di dipendenza o rappresentanza. Effettua quindi un lavoro di mediazione prima della stipula di un contratto di affitto o di vendita/acquisto.

Tra le sue mansioni specifiche ci sono:

  • pubblicizzare il bene immobile da affittare/vendere tramite canali tradizionali e non (depliant, siti internet, contatto diretto, etc.)
  • ricercare potenziali acquirenti, venditori, locatari e locatori
  • controllare negli uffici catastali la situazione ipotecaria degli immobili
  • illustrare le caratteristiche dell’immobile a chi è interessato all’acquisto o all’affitto
  • svolgere le pratiche per avviare la stipula dei contratti
  • assistere le parti nella giusta valutazione del bene immobile secondo le tendenze del mercato

L’Agente immobiliare lavora in genere come dipendente o titolare di un’agenzia: in un primo momento vi entra come praticante in affiancamento agli agenti immobiliari già presenti, per poi acquisire la qualifica (dopo aver frequentato un corso e sostenuto un esame). Solo da questo momento può sottoscrivere affari in prima persona. Successivamente, può diventare titolare di un’agenzia, mettendosi in proprio o aderendo a un franchising.

L’agente immobiliare può lavorare anche come autonomo (con partita Iva), una figura esterna alle agenzie immobiliari: in questo caso mette in comunicazione le agenzie con i potenziali clienti, guadagnando in percentuale sugli affari conclusi.

La professione è regolamentata dalla legge n. 39 del 1989 e dalle sue successive integrazioni e modifiche, legge che ora è ordinata nel decreto del Ministero dello Sviluppo Economico del 26 ottobre 2011.

Tutti i contenuti editoriali contenuti e pubblicati sul sito wecanjob.it sono stati registrati e sono protetti dalle leggi in materia di proprietà industriale e/o intellettuale. Leggi ancora...
Condividi questo contenuto
Discutiamone insieme...
discutiamo di
lavoro
Al via il V Congresso Nazionale INT - "Riformare per Modernizzare": Tributaristi protagonisti
Nell’ampiezza e nella complessità del mondo del lavoro ci sono professioni che hanno un ruolo fondamentale all’interno ....
3 commenti
discutiamo di
formazione
Benvenuti in WeCanBlog!
Car* utenti di WeCanJob, finalmente ci siamo! La redazione è davvero felice di inaugurare la nuova versione del sito, ....
0 commenti
Potrebbe interessarti
13
nov
2018
Regione Veneto - Concorso per 2 Assistenti e 2 Specialisti economici
lavoro
La Regione Veneto ha recentemente bandito 2 concorsi per la selezione totale di 4 figure professionali in ambito economico. ....
07
nov
2018
Comune di Bologna - Concorso per 8 Ingegneri e Architetti
lavoro
Il Comune di Bologna ha recentemente bandito, con pubblicazione sulla Gazzetta Ufficiale del 2 novembre 2018, sezione Concorsi ....
07
nov
2018
Banca Etica - Posizioni aperte nella banca solidale!
lavoro
Banca Etica, avviata quasi 20 anni fa, è un istituto di credito unico nel panorama bancario italiano per il solido ....
Tutti i contenuti editoriali contenuti e pubblicati sul sito wecanjob.it sono stati registrati e sono protetti dalle leggi in materia di proprietà industriale e/o intellettuale. Leggi ancora...
Condividi questo contenuto
- Inizio della pagina -
I nostri Partner
NEWSLETTER
TROVACI SU
facebook twitter linkedin youtube
2015 WeCanJob S.r.L., Via Torelli n. 22, CAP 71100 – FG, Partita IVA 04016220719
Qualunque utilizzo è vietato se non autorizzato
0
Il progetto WeCanJob.it è sviluppato con il CMS ISWEB® di Internet Soluzioni Srl www.internetsoluzioni.it