Home wecanjob.it
Logo WeCanJob

Le professioni: Diplomatico

in Sicurezza e Pubblica Amministrazione

Chi è e di cosa si occupa il Diplomatico?

I Diplomatici conducono le relazioni internazionali dello Stato italiano e lo rappresentano presso i Governi e le Organizzazioni Internazionali. Forniscono servizi alle persone, straniere e italiane, in patria e all’estero.

Nelle relazioni tra gli Stati, i diplomatici raccolgono le informazioni di interesse nazionale riferendole alle autorità di governo e promuovono lo sviluppo di relazioni amichevoli (culturali e commerciali) tra l’Italia e lo Stato loro assegnato.

Conoscono i temi politici ed economici e i fenomeni socio-culturali del Paese in cui lavorano, sapendo osservare e interpretare gli eventi, in un’ottica strategica, spesso affrontando e arginando situazioni di crisi.

Nell’ambito dei servizi alle persone, i diplomatici tutelano i connazionali che si trovano fuori dall’Italia (sia in situazioni di emergenza, sia per questioni amministrative ordinarie come il rilascio visti, il diritto di voto all’estero ecc.).

Diversi sono i gradi di carriera, la maggior parte della quale viene trascorsa fuori dall’Italia.

Per la promozione da un grado all’altro, è necessario un determinato periodo di permanenza (anche 10 anni) nel grado precedente.

Si accede come Segretario di Legazione, si può essere poi nominato Consigliere di Legazione e a seguire Consigliere d’Ambasciata e Ministro Plenipotenziario. All’esito del percorso, il diplomatico può essere nominato Ambasciatore.

I diplomatici lavorano presso le Ambasciate e le Rappresentanze permanenti (entrambe rappresentano lo Stato italiano all’estero) o presso le rappresentanze consolari (svolgono all’estero le funzioni amministrative dello Stato italiano in favore dei connazionali fuori dal Paese).

Possono lavorare anche in Italia, direttamente presso le sedi del Ministero degli Affari Esteri.

Le competenze del diplomatico sono molto varie: dalle conoscenze in campo storico-politico, alle capacità di comunicazione, comprensione e negoziazione, nella lingua italiana e in più lingue straniere.

Sono doti utili: l’attitudine alla gestione e alla risoluzione dei problemi e la rapidità nel condividere e assumere decisioni. 

Tutti i contenuti editoriali contenuti e pubblicati sul sito wecanjob.it sono stati registrati e sono protetti dalle leggi in materia di proprietà industriale e/o intellettuale. Leggi ancora...
Condividi questo contenuto

Qual è il percorso formativo per diventare Diplomatico?

Alla carriera diplomatica si accede tramite concorso pubblico, bandito dal Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale.

Per accedere al concorso è necessaria la laurea specialistica/magistrale o del vecchio ordinamento universitario in:

  • scienze politiche/relazioni internazionali
  • giurisprudenza
  • economia

Le prove sono scritte e orali e sono aperte a chi non abbia più di 35 anni. Gli esami scritti possono essere sostenuti per un massimo di 3 volte.

Sono necessarie approfondite conoscenze nelle materie storiche, politico-economiche e giuridiche (diritto pubblico e internazionale) ed è richiesta la conoscenza di due lingue straniere, tra cui l’inglese.

Superato il concorso di accesso, segue un periodo di lavoro presso il Ministero per essere poi assegnati all’estero. Per ottenere ogni promozione (da Segretario di Legazione, a Consigliere di Legazione, Consigliere d’Ambasciata, Ministro Plenipotenziario, Ambasciatore) è necessario ricoprire le assegnazioni secondo le indicazioni ricevute ed effettuare i corsi di aggiornamento previsti presso l’Istituto Diplomatico.

Tutti i contenuti editoriali contenuti e pubblicati sul sito wecanjob.it sono stati registrati e sono protetti dalle leggi in materia di proprietà industriale e/o intellettuale. Leggi ancora...
Condividi questo contenuto

Quali sono i dati sull'occupazione dei Diplomatici?

I dati sulle previsioni di assunzione non sono disponibili poiché l'accesso alla carriera diplomatica avviene esclusivamente tramite concorso pubblico, bandito dal Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale.  

Guardando ai dati relativi ai Concorsi per Diplomatici forniti dal Ministero degli Esteri negli ultimi anni si capice come in questa professione la selezione sia molto forte. Ad esempio, delle 4.697 domande dell'ultimo Concorso (2016), solo in 33 sono riusciti ad entrare in ruolo.

Le retribuzioni di un diplomatico variano a seconda del grado di carriera raggiunto e della funzione assegnata. I guadagni medi (annuali, lordi) sono compresi tra i 60.000 € di un Segretario di Legazione e i 240.000 € di un Ambasciatore.

Tutti i contenuti editoriali contenuti e pubblicati sul sito wecanjob.it sono stati registrati e sono protetti dalle leggi in materia di proprietà industriale e/o intellettuale. Leggi ancora...
Condividi questo contenuto
Tutti i contenuti editoriali contenuti e pubblicati sul sito wecanjob.it sono stati registrati e sono protetti dalle leggi in materia di proprietà industriale e/o intellettuale. Leggi ancora...
Condividi questo contenuto
Condividi questo contenuto
Le altre professioni
Diplomatico
Descrizione

Chi è e di cosa si occupa il Diplomatico?

I Diplomatici conducono le relazioni internazionali dello Stato italiano e lo rappresentano presso i Governi e le Organizzazioni Internazionali. Forniscono servizi alle persone, straniere e italiane, in patria e all’estero.

Nelle relazioni tra gli Stati, i diplomatici raccolgono le informazioni di interesse nazionale riferendole alle autorità di governo e promuovono lo sviluppo di relazioni amichevoli (culturali e commerciali) tra l’Italia e lo Stato loro assegnato.

Conoscono i temi politici ed economici e i fenomeni socio-culturali del Paese in cui lavorano, sapendo osservare e interpretare gli eventi, in un’ottica strategica, spesso affrontando e arginando situazioni di crisi.

Nell’ambito dei servizi alle persone, i diplomatici tutelano i connazionali che si trovano fuori dall’Italia (sia in situazioni di emergenza, sia per questioni amministrative ordinarie come il rilascio visti, il diritto di voto all’estero ecc.).

Diversi sono i gradi di carriera, la maggior parte della quale viene trascorsa fuori dall’Italia.

Per la promozione da un grado all’altro, è necessario un determinato periodo di permanenza (anche 10 anni) nel grado precedente.

Si accede come Segretario di Legazione, si può essere poi nominato Consigliere di Legazione e a seguire Consigliere d’Ambasciata e Ministro Plenipotenziario. All’esito del percorso, il diplomatico può essere nominato Ambasciatore.

I diplomatici lavorano presso le Ambasciate e le Rappresentanze permanenti (entrambe rappresentano lo Stato italiano all’estero) o presso le rappresentanze consolari (svolgono all’estero le funzioni amministrative dello Stato italiano in favore dei connazionali fuori dal Paese).

Possono lavorare anche in Italia, direttamente presso le sedi del Ministero degli Affari Esteri.

Le competenze del diplomatico sono molto varie: dalle conoscenze in campo storico-politico, alle capacità di comunicazione, comprensione e negoziazione, nella lingua italiana e in più lingue straniere.

Sono doti utili: l’attitudine alla gestione e alla risoluzione dei problemi e la rapidità nel condividere e assumere decisioni. 

Percorso formativo

Qual è il percorso formativo per diventare Diplomatico?

Alla carriera diplomatica si accede tramite concorso pubblico, bandito dal Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale.

Per accedere al concorso è necessaria la laurea specialistica/magistrale o del vecchio ordinamento universitario in:

  • scienze politiche/relazioni internazionali
  • giurisprudenza
  • economia

Le prove sono scritte e orali e sono aperte a chi non abbia più di 35 anni. Gli esami scritti possono essere sostenuti per un massimo di 3 volte.

Sono necessarie approfondite conoscenze nelle materie storiche, politico-economiche e giuridiche (diritto pubblico e internazionale) ed è richiesta la conoscenza di due lingue straniere, tra cui l’inglese.

Superato il concorso di accesso, segue un periodo di lavoro presso il Ministero per essere poi assegnati all’estero. Per ottenere ogni promozione (da Segretario di Legazione, a Consigliere di Legazione, Consigliere d’Ambasciata, Ministro Plenipotenziario, Ambasciatore) è necessario ricoprire le assegnazioni secondo le indicazioni ricevute ed effettuare i corsi di aggiornamento previsti presso l’Istituto Diplomatico.

Numeri della professione

Quali sono i dati sull'occupazione dei Diplomatici?

I dati sulle previsioni di assunzione non sono disponibili poiché l'accesso alla carriera diplomatica avviene esclusivamente tramite concorso pubblico, bandito dal Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale.  

Guardando ai dati relativi ai Concorsi per Diplomatici forniti dal Ministero degli Esteri negli ultimi anni si capice come in questa professione la selezione sia molto forte. Ad esempio, delle 4.697 domande dell'ultimo Concorso (2016), solo in 33 sono riusciti ad entrare in ruolo.

Le retribuzioni di un diplomatico variano a seconda del grado di carriera raggiunto e della funzione assegnata. I guadagni medi (annuali, lordi) sono compresi tra i 60.000 € di un Segretario di Legazione e i 240.000 € di un Ambasciatore.

Diplomatico
 
Evento
Utility WeCanJob

Chi è e di cosa si occupa il Diplomatico?

I Diplomatici conducono le relazioni internazionali dello Stato italiano e lo rappresentano presso i Governi e le Organizzazioni Internazionali. Forniscono servizi alle persone, straniere e italiane, in patria e all’estero.

Nelle relazioni tra gli Stati, i diplomatici raccolgono le informazioni di interesse nazionale riferendole alle autorità di governo e promuovono lo sviluppo di relazioni amichevoli (culturali e commerciali) tra l’Italia e lo Stato loro assegnato.

Conoscono i temi politici ed economici e i fenomeni socio-culturali del Paese in cui lavorano, sapendo osservare e interpretare gli eventi, in un’ottica strategica, spesso affrontando e arginando situazioni di crisi.

Nell’ambito dei servizi alle persone, i diplomatici tutelano i connazionali che si trovano fuori dall’Italia (sia in situazioni di emergenza, sia per questioni amministrative ordinarie come il rilascio visti, il diritto di voto all’estero ecc.).

Diversi sono i gradi di carriera, la maggior parte della quale viene trascorsa fuori dall’Italia.

Per la promozione da un grado all’altro, è necessario un determinato periodo di permanenza (anche 10 anni) nel grado precedente.

Si accede come Segretario di Legazione, si può essere poi nominato Consigliere di Legazione e a seguire Consigliere d’Ambasciata e Ministro Plenipotenziario. All’esito del percorso, il diplomatico può essere nominato Ambasciatore.

I diplomatici lavorano presso le Ambasciate e le Rappresentanze permanenti (entrambe rappresentano lo Stato italiano all’estero) o presso le rappresentanze consolari (svolgono all’estero le funzioni amministrative dello Stato italiano in favore dei connazionali fuori dal Paese).

Possono lavorare anche in Italia, direttamente presso le sedi del Ministero degli Affari Esteri.

Le competenze del diplomatico sono molto varie: dalle conoscenze in campo storico-politico, alle capacità di comunicazione, comprensione e negoziazione, nella lingua italiana e in più lingue straniere.

Sono doti utili: l’attitudine alla gestione e alla risoluzione dei problemi e la rapidità nel condividere e assumere decisioni. 

Tutti i contenuti editoriali contenuti e pubblicati sul sito wecanjob.it sono stati registrati e sono protetti dalle leggi in materia di proprietà industriale e/o intellettuale. Leggi ancora...
Condividi questo contenuto
Discutiamone insieme...
discutiamo di
lavoro
Cresce ancora l'economia del mare. Ecco i numeri della blue economy in Italia
Il VII rapporto sull’economia del mare ci porta, anche nell'edizione 2018, alla scoperta di un settore, ampio e variegato ....
0 commenti
discutiamo di
formazione
Studiare le lingue fa trovare lavoro. Quali sono le lingue straniere più richieste dal mondo del lavoro?
Conoscere le lingue fa trovare lavoro. Sembra un'affermazione scontata, ma guardate che a molte persone non entra proprio ....
0 commenti
Potrebbe interessarti
15
nov
2018
Starhotels - La catena alberghiera del lusso assume nelle grandi città d'Italia
lavoro
Il settore turistico vede ormai da qualche anno incoraggianti segnali di ripresa a livello mondiale. Secondo i dati diffusi da ....
02
nov
2018
Programma ITACA dell'INPS - Borse di studio all'estero per studenti delle scuole superiori
formazione
Riprendiamo ancora oggi il tema dell'esperienze all'estero. In un recente articolo sul suo blog, WeCanJob vi ha parlato ....
30
ott
2018
Italcamel: assunzioni nel settore turistico a Rimini, Milano e Roma
lavoro
Il settore turistico italiano si conferma in tendenza positiva, determinando anche il dato incoraggiante dell'alto numero ....
Tutti i contenuti editoriali contenuti e pubblicati sul sito wecanjob.it sono stati registrati e sono protetti dalle leggi in materia di proprietà industriale e/o intellettuale. Leggi ancora...
Condividi questo contenuto
- Inizio della pagina -
I nostri Partner
NEWSLETTER
TROVACI SU
facebook twitter linkedin youtube
2015 WeCanJob S.r.L., Via Torelli n. 22, CAP 71100 – FG, Partita IVA 04016220719
Qualunque utilizzo è vietato se non autorizzato
0
Il progetto WeCanJob.it è sviluppato con il CMS ISWEB® di Internet Soluzioni Srl www.internetsoluzioni.it