Home wecanjob.it
Orientamento formazione e lavoro: il portale itali

Lavorare da remoto: un buon ufficio casalingo aumenta la produttività

04
gen
2019

Lavorare sul web consente a migliaia di lavoratori di gestire la propria attività in completa autonomia. Ma per creare il proprio ufficio in casa, dedicando uno spazio ben organizzato al lavoro on-line, bisogna seguire alcune regole per non compromettere la produttività e le buone condizioni di lavoro. Vediamo qualche suggerimento in proposito.

La produttività di chi lavora da casa

Lavorare da casa riduce la produttività: ecco un altro mito da sfatare. Gestire da sé tempi e ritmi di lavoro è infatti un fattore che in molti casi innalza la produttività del lavoro, responsabilizzando al contempo il lavoratore.

Come per ogni contesto, però, è necessario fare alcune precisazioni, proprio per sfatare il mito: autodeterminazione non significa infatti mancanza di regole, tutt’altro!

In questo caso, ovviamente, non si tratterà di regole legate all’orario di lavoro, bensì di regole che  aiutino ad autodisciplinarsi nell’attività lavorativa. Queste variano caso per caso, certo, ma prevedono sempre la creazione di uno spazio adibito esclusivamente al lavoro in casa, che aiuti nella concentrazione e che non lasci spazio a distrazioni.
Abbiamo raccolto alcune idee su come creare il vostro ufficio a casa, affinché sia confortevole e funzionale alla concentrazione e alla produttività.

L’ufficio giusto per lo Smart working: scrivanie, sedie e poltrone, purché comode e confortevoli

Prima cosa, non dovrà assolutamente mancare è un arredamento adeguato. Bisognerà, per esempio:

  • Acquistare una scrivania ampia e confortevole per ospitare, oltre al pc, anche accessori come lampade da tavolo, casse da stereo (se lavorando vi piace ascoltare musica), portapenne, fermacarte e “fogli volanti” su cui prendere appunti.
  • Comprare sedie per ufficio di buona qualità, per voi e per i vostri eventuali collaboratori o clienti che ospiterete nello studio casalingo.
  • Utilizzare lavagne a pennarello in cui inserire la vostra roadmap lavorativa personale, post it per la lista giornaliera delle cose da fare.

Questa nuova modalità di lavoro, il cosiddetto Smart working, consente dunque di gestire con maggiore libertà l’organizzazione di spazi, tempi e luoghi di lavoro. Va da sé, però, che non bisogna “darsi la zappa sui piedi”, creando il proprio spazio di lavoro casalingo in un luogo continuamente esposto a rumori, o troppo vicino a distrazioni come il frigo, la TV, i videogiochi…
La posizione dell’angolo ufficio in casa deve essere quanto più neutra e priva di “tentazioni”.

È meglio avere una stanza libera, da adibire a uso ufficio, ma se questa manca, badate bene di evitare stanze con balconi che affacciano sui rumori della strada, o di passaggio per i familiari. E mai ricavarsi un angolo in cucina! Se avete spazi limitati, provvedete comunque a rispettare le accortezze di cui sopra, procurandovi un angolo silenzioso e rilassante.

Dress code anche da casa?

Il nostro consiglio è di mantenere una certa “etichetta” anche per quel che riguarda il lavoro da casa, mettendo in pratica alcune semplici accortezze:

  • Vestitevi, non restate in pigiama. Non perché sia necessario, quanto per un fattore psicologico di predisposizione al lavoro e alla concentrazione. Se lavorate in pigiama, il vostro atteggiamento mentale non sarà orientato al lavoro ma al relax.
  • Datevi degli orari, seppur flessibili. Nessuno nega la possibilità di fare una passeggiata alle undici del mattino se c’è un bel sole, o di lavorare in tarda notte se si è in condizioni di farlo, ma è opportuno darsi una routine oraria orientativa, da comunicare anche ai collaboratori da remoto: gli altri devono orientativamente sapere quando è possibile contattarvi.
  • Create una linea telefonica solo per il lavoro. Non avendo degli orari fissi, i clienti potrebbero disturbarvi in momenti poco opportuni. Date degli orari e chiedete di rispettarli, e spegnete il telefono al di fuori della fascia oraria che avete stabilito.

Considerando che lo Smart working sarà definitivamente una realtà per le aziende entro il 2020, se non siete ancora degli smart worker presto potreste diventarlo.
A tal proposito, è consigliabile farsi trovare preparati a questa eventualità, pensando sin da ora a definire un angolo di concentrazione in casa: chissà, potrebbe diventare il vostro nuovo ufficio!

 

Questo contenuto è stato realizzato in collaborazione con Sediadaufficio.it

Utility WeCanJob
Potrebbe interessarti
20
feb
2020
Lavorare in Zara, assunzioni in vista per l'azienda del fashion retail
Tra le insegne del fashion retail più familiari ai consumatori di tutto il mondo c'è senza dubbio Zara, azienda ....
20
feb
2020
Lavorare a Barcellona: cercasi 30 madrelingua italiani per assunzioni a tempo indeterminato
Ti piacerebbe fare un'esperienza di lavoro all'estero e la Spagna è tra le tue mete ideali? Allora questa notizia ....
19
feb
2020
Fincantieri: tante posizioni aperte in Italia
Leader nel settore della cantieristica navale, la Fincantieri S.p.A. è un'eccellenza italiana che possiede il più ....
19
feb
2020
Lavorare nel settore farmaceutico: assunzioni e stage in Italia per IQVIA
IQVIA, multinazionale del settore farmaceutico attiva nella fornitura di servizi alle aziende mediche, biomediche e pharma, ....

In questa pagina

Tutti i contenuti editoriali contenuti e pubblicati sul sito wecanjob.it sono stati registrati e sono protetti dalle leggi in materia di proprietà industriale e/o intellettuale. Leggi ancora...
- Inizio della pagina -
NEWSLETTER
TROVACI SU
2015 WeCanJob S.r.L., Via Torelli n. 22, CAP 71100 – FG, Partita IVA 04016220719
Qualunque utilizzo è vietato se non autorizzato
0
Il progetto WeCanJob.it è sviluppato con il CMS ISWEB® di Internet Soluzioni Srl www.internetsoluzioni.it