Home wecanjob.it
Logo WeCanJob

Al via il V Congresso Nazionale INT - "Riformare per Modernizzare": Tributaristi protagonisti

06
ott
2016

Nell’ampiezza e nella complessità del mondo del lavoro ci sono professioni che hanno un ruolo fondamentale all’interno del nostro Sistema-Paese, dimostrandosi cruciali per la buona salute del tessuto produttivo nazionale e del sistema fiscale. Il Tributarista è una di queste. Un professionista che si occupa di fornire assistenza e consulenza alle aziende, pubbliche e private, sulla normativa relativa agli obblighi fiscali, ai tributi e alla contabilità interna.

Per dare il giusto spazio a questa figura, si terrà a Roma, il 7 e l’8 ottobre, il V Congresso Nazionale dell’Istituto Nazionale Tributaristi, intitolato quest’anno “Riformare per Modernizzare": Tributaristi protagonisti.

Il programma del Congresso

La prima delle due giornate sarà dedicata a dibattiti e interventi di personalità del mondo della politica, delle professioni e dell’impresa. Si avvicenderanno ai microfoni Edoardo G. Boccalini (Segretario nazionale INT), i senatori Mauro Maria Marino e Federico Fornaro, gli onorevoli Cesare Damiano e Carla Ruocco. Il Presidente nazionale dell’INT, Riccardo Alemanno, intratterrà poi tre conversazioni con altrettanti personaggi di rilievo del nostro tempo: Rossella Orlandi (Direttore dell’Agenzia delle Entrate), Giorgio Benvenuto (Presidente della Fondazione Bruno Buozzi) e Fulvio Giuliani (Giornalista Capo redattore RTL 102.5).

Seguirà poi un dibattito dal titolo Il Confronto, in cui saranno affrontate le riforme in atto nel Paese: da quella fiscale, a quella della PA, passando per quella costituzionale. Il dibattito, cui parteciperanno  Anna Cinzia Bonfrisco (Presidente della Commissione per la vigilanza sulla Cassa depositi e prestiti), Enrico Morando (Vice Ministro dell’Economia e delle Finanze), Carlo Bonomi (Presidente del Gruppo Tecnico per il fisco di Confindustria), Angelo Deiana (Presidente di Confassociazioni) e Giorgio Del Ghingaro (Vice Presidente nazionale INT), sarà moderato dalla giornalista Rai Elena Carbonari.

La prima giornata vedrà anche la presentazione del libro Se questa è una professione, di Roberto Vaggi (Consigliere INT), e la consegna degli attestati di Associati onorari INT a tre personalità particolarmente legate all’INT. Ci sarà anche un angolo dedicato a novità fiscali in pillole e curiosità burocratiche a cura di Giuseppe Zambon (Consigliere nazionale INT).

Non mancherà uno spazio dedicato alla solidarietà, l’INT aderisce infatti all’iniziativa Formazione all’Amatriciana, Forum con l’obiettivo di raccogliere fondi per le popolazioni colpite dal recente terremoto. Ma dato che la solidarietà non può essere legata solo all’emergenza, durante le giornate del Congresso sarà annunciato il sostegno dell’INT all’iniziativa Progetto Insieme a N.O.I. a supporto della Neuro-Oncologia Infantile dell’Ospedale Gaslini di Genova.

La seconda giornata sarà invece dedicata al dibattito interno e alle votazioni per la Presidenza e il Consiglio Nazionale per il triennio 2016-2019.

Il programma completo del Congresso può essere consultato a questo link.

La professione del tributarista, riflessioni col Presidente dell’INT Riccardo Alemanno

WeCanJob, partner dell’INT, parteciperà all’evento romano con un suo stand. Come portale di orientamento al lavoro e alla formazione, siamo infatti convinti della necessità di dare alla professione del tributarista lo spazio che merita all’interno del panorama professionale italiano, descrivendone le peculiarità e promuovendo l’importanza del suo ruolo, così da offrire ai nostri lettori un quadro ampio ed esaustivo sulla professione.

In quest’ordine di idee, chi più del Presidente nazionale dell’Istituto Riccardo Alemanno è in grado di approfondire i più importanti aspetti della professione?  Proprio a lui, infatti, abbiamo chiesto di fare con noi alcune riflessioni sul profilo del tributarista e sul ruolo dell’Istituto nel supporto alla professione, riflessioni di cui potranno beneficiare i giovani intenzionati a intraprendere tale carriera.

WCJ: Come è cambiata e/o come sta cambiando la professione del tributarista? 

Alemanno: Come tutti i settori economici, anche quello professionale è soggetto a profondi cambiamenti. Ciò vale anche per la professione di tributarista, passata da un mero ruolo di assistenza in campo fiscale a uno di consulenza gestionale e, soprattutto, di supporto all’utilizzo delle tecnologie. Il tributarista, anche in virtù delle funzioni legate all’abilitazione quale intermediario fiscale, segue il proprio cliente in tutte quelle operazioni che richiedono l’utilizzo delle tecnologie informatiche dalla gestione dei pagamenti on-line alla gestione delle fatture elettroniche. Egli fa fronte inoltre alla sempre più spiccata necessità di coordinamento con altre figure professionali che con il tributarista collaborano in vari settori: dalla tutela sui luoghi di lavoro alle problematiche ambientali. Ovviamente il suo ruolo specifico nell’ambito della consulenza tributaria resta prioritario, e la continua evoluzione legislativa in materia ne fa per l’utenza un punto di riferimento indispensabile. 

WCJ: Quali sono le competenze più importanti che, secondo lei, dovrebbe avere un giovane che voglia svolgere questa professione?

Alemanno: Il percorso per affrontare l’attività di tributarista non può prescindere da un ciclo di studi, direi che oggi è indispensabile una formazione universitaria nell’ambito delle materie economico-giuridiche, formazione che aiuterà il futuro tributarista ad affrontare le problematiche concrete in ambito lavorativo. Va comunque detto che, dopo il ciclo di studi, è altrettanto necessario affrontare sul campo i problemi quotidiani di aziende e contribuenti. A tale scopo è opportuno, prima di intraprendere l’attività autonoma, un periodo di collaborazione con studi o aziende, come opportuna è anche la frequentazione di master specifici che colleghino la teoria alla pratica. Come INT accogliamo, a tale proposito, nella sezione non esercenti, esattamente coloro che, prima di affrontare la professione, vogliono seguire gli aggiornamenti tecnico-professionali che l’associazione mette a disposizione degli iscritti. La formazione e l’aggiornamento professionale sono pertanto indispensabili per il tributarista sia nella fase di avvio della professione sia in quella di crescita, ma altrettanto importante è la reputazione, quel mix di professionalità, deontologia e anche umanità che, costruendosi giorno per giorno, rappresenta il miglior biglietto da visita di ogni professionista.

WCJ: Quale ruolo giocano la formazione e l’aggiornamento delle competenze per la vostra professione?

Alemanno: La formazione e l’aggiornamento professionale, al di là dell’obbligo legislativo e statutario, sono indispensabili per i tributaristi dell’INT come per tutti i professionisti del settore. Siamo alla continua ricerca di strumenti e occasioni di aggiornamento professionale da fornire ai nostri iscritti, cercando sempre di abbinare alla qualità il contenimento dei costi, anche questo fattore è importante in un periodo di crisi economica che inevitabilmente coinvolge anche la nostra professione.

WCJ: In questo quadro, quali sono le azioni principali che l’Istituto mette in campo per la categoria?

Alemanno: Implementazione degli strumenti operativi e formativi, puntando all’aggiornamento on-line senza però tralasciare le giornate di studio, gratuite per gli iscritti, che hanno il pregio di essere formative anche per il confronto tra colleghi. La creazione di un centro studi dove si possano sviluppare approfondimenti e incontri è stata la conseguenza del bisogno formativo. L’INT, però, proprio a sostegno della formazione e in ragione del periodo di crisi, ha evidenziato al legislatore, in occasione delle audizioni parlamentari, la necessità di rendere interamente deducibili i costi di formazione, oggi detraibili al 50%, e in occasione della prossima approvazione del ddl sul lavoro autonomo ciò dovrebbe finalmente diventare legge. La professione del tributarista porterebbe a dire che non solo gli esami, ma anche gli studi non finiscono mai. Se affrontata con il giusto impegno e soprattutto se scelta liberamente per la propria vita lavorativa, la professione del tributarista può dare grandi soddisfazioni. Le difficoltà sono molte, è vero, ma anche le gratificazioni.

Ringraziamo il Presidente Riccardo Alemanno per aver collaborato a questa intervista e vi aspettiamo allo stand WeCanJob presso il Centro Congressi del Radisson Blu Hotel di Roma per il V Congresso Nazionale dell’Istituto Nazionale Tributaristi!

 

La Redazione di WeCanBlog

Utility WeCanJob
Profili professionali
» commenti inseriti : 3 » leggi tutti i commenti
Inserisci un commento:
Non sei autorizzato ad inserire commenti sul blog.

Ultimi 30 commenti

Sara | 10 ottobre 2016
Sapete se l'INT pubblicherà da qualche parte i risultati del convegno? Cioè una sintesi dei temi trattati nelle discusioni?

Barbara | 06 ottobre 2016
Mamma mia è una professione poco nota ma è forte eh..in che modo il tributarista può collaborare per la tutela sui luoghi di lavoro e specialmente sulle problematiche ambientali? Second me questo è importante ..

Aniello | 06 ottobre 2016
Pienamente d'accordo sulla necessità di imporre la deducibilità al 100 per 100 dei costi di formazione. Sarebbe proprio ora. Anche questi piccoli provvedimenti sono benzina per il motore della modernizzazione del paese. Bisogna favorire in tutti modi lo sviluppo personale dei singoli individui prima di pensare allo sviluppo della nazione.
Tutti i contenuti editoriali contenuti e pubblicati sul sito wecanjob.it sono stati registrati e sono protetti dalle leggi in materia di proprietà industriale e/o intellettuale. Leggi ancora...
- Inizio della pagina -
I nostri Partner
NEWSLETTER
TROVACI SU
2015 WeCanJob S.r.L., Via Torelli n. 22, CAP 71100 – FG, Partita IVA 04016220719
Qualunque utilizzo è vietato se non autorizzato
0
Il progetto WeCanJob.it č sviluppato con il CMS ISWEB® di Internet Soluzioni Srl www.internetsoluzioni.it