Home wecanjob.it
Orientamento formazione e lavoro: il portale italiano
Orientamento formazione e lavoro: il portale itali

Tutti i numeri del "Sistema produttivo culturale e creativo" in Italia

03
lug
2019

C’è un fermento che cresce e offre nuove prospettive occupazionali per tanti giovani che sognano di trovare lavoro nell’industria creativa e culturale italiana. Si tratta di un settore molto ampio, che attraversa il campo del Made in Italy, popolato da aziende operanti nell’ambito del design, dell’architettura e, della comunicazione (solo per citarne alcuni); un settore che continua a mostrare, anche nel 2018, numeri incoraggianti.

Un quadro ben descritto in Io sono cultura 2019, il rapporto pubblicato da Fondazione Symbola e Unioncamere che racconta l’andamento del sistema produttivo culturale e creativo italiano, mettendone in luce le performance economiche e offrendo indicazioni utili a scoprire fabbisogni formativi e professionali del settore. Entriamo nel merito.

LEGGI ANCHE: Scopri le tendenze dell'Economia del Design in Italia

I numeri del settore creativo e culturale italiano

Il sistema produttivo culturale e creativo italiano è composto da 416.080 imprese, distribuite in 2 grandi ambiti di attività:

  • Core (291.025 imprese) – comprende attività legate alla valorizzazione del:

    • patrimonio storico-artistico;
    • performing arts e arti visive (teatri, concerti, etc.);
    • industrie culturali (cinema, radio-tv, videogame, editoria etc.);
    • industrie creative che offrono servizi (comunicazione, architettura, design);
  • Creative driven (125.054 imprese) – riguarda attività che non fanno parte della filiera culturale intesa in senso stretto, ma che impiegano contenuti e competenze culturali per accrescere il valore dei propri prodotti.

Due ambiti che mostrano numeri e performance rilevanti:

  • 96 miliardi di euro (circa) come valore aggiunto (+2,9% sul 2017);
  • 6,1% del prodotto lordo complessivo;
  • 1,55 milioni di occupati (+1,5% sul 2018).

Ma qual è il contributo che i diversi ambiti di attività offrono alla crescita del sistema produttivo culturale e creativo italiano? Partiamo dall’area Core.

LEGGI ANCHE: L'impresa culturale italiana in senso stretto: i dati di Federculture

Dal “core” ai “creative driven”: la geografia del sistema creativo e culturale italiano

Le industrie culturali rappresentano circa un terzo del settore, generano 35,1 miliardi di euro di valore aggiunto e danno occupazione a quasi 500 mila addetti. Seguono le industrie creative, in grado di generare 13,8 miliardi di valore aggiunto e dare lavoro a quasi 267 mila occupati. Le performing arts occupano la terza posizione del podio, con un indotto economico pari a 8,2 miliardi di euro di valore aggiunto e circa 145 mila addetti. Le attività di conservazione e valorizzazione del patrimonio culturale, infine, hanno prodotto 2,9 miliardi di euro di valore aggiunto e 51 mila occupati.

Se a questi dati aggiungiamo il valore dei creative driven, ovvero di quelle attività che si giovano di fattori culturali e creativi, utilizzando professionalità e competenze del settore per valorizzare le proprie produzioni di beni e servizi, allora siamo in grado di comporre un quadro ancor più “ricco”, con circa 35,8 miliardi di euro e 591 mila addetti in più.

Numeri significativi, che trovano nel campo dell’architettura, del design e della comunicazione un traino importante per l’intero settore, che in generale cresce grazie al contributo delle tante “imprese core” concentrate in diverse aree del Paese e soprattutto nelle seguenti Regioni, che da sole rappresentano i due terzi della componente produttiva “core”:

  • Lombardia (61.815 imprese);
  • Lazio (41.909 imprese);
  • Veneto (23.353 imprese);
  • Campania (21.842 imprese);
  • Emilia Romagna (21.561 imprese);
  • Piemonte (21.040 imprese).

Competenze e abilità

Uno sviluppo del sistema produttivo culturale e creativo che non sembra subire battute d’arresto. Su tutti i versanti professionali, attraverso una ricerca costante di skills che è possibile raggruppare in 5 grandi categorie:

  • capacità di supporto (come project management, servizi al cliente, ecc.);
  • capacità di creazione e progettazione;
  • competenze tecniche;
  • abilità di marketing;
  • abilità di insegnamento.

Abilità e competenze che lasciano ampi margini di inserimento professionale sia per profili con specializzazioni di carattere tecnico, sia per profili con un’elevata “dose” di creatività, con specializzazioni in ambito comunicativo e una forte componente di soft skills.

LEGGI ANCHE: Le competenze più importanti per trovare lavoro

Chiavi di accesso a un settore che accoglie, ad oggi, professionisti della cultura e della creatività con un’età compresa tra i 35 e 54 anni, un livello di istruzione medio-alto, ma dove cresce di anno in anno il numero di laureati e di professionisti che entrano nel settore dopo aver conseguito ulteriori specializzazioni (di terzo livello) in uno dei tanti campi di attività che animano il sistema produttivo culturale e creativo. Dall’editoria, al cinema; dalla comunicazione al marketing, passando per il design e per le forme d’arte espressiva. Professionisti che si muovo lungo la filiera della produzione culturale e creativa italiana, alla ricerca di opportunità di impiego che il settore sembra offrire, con soluzioni contrattuali che ad oggi danno maggiore spazio a forme di lavoro dipendente (67,1% degli occupati), con contratto a tempo indeterminato, ma che si avvalgono, vista la natura stessa di molte attività, di una non trascurabile quota di lavoratori autonomi (32,9% degli occupati). Un campo, dunque, da esplorare in tutta la sua ampiezza e varietà.

 

Lo staff di WeCanBlog 

Utility WeCanJob
Profili professionali
» commenti inseriti : 0
Inserisci un commento:
Non sei autorizzato ad inserire commenti sul blog.

Ultimi 30 commenti
Non ci sono commenti
Tutti i contenuti editoriali contenuti e pubblicati sul sito wecanjob.it sono stati registrati e sono protetti dalle leggi in materia di proprietà industriale e/o intellettuale. Leggi ancora...
- Inizio della pagina -
I nostri Partner
NEWSLETTER
TROVACI SU
2015 WeCanJob S.r.L., Via Torelli n. 22, CAP 71100 – FG, Partita IVA 04016220719
Qualunque utilizzo è vietato se non autorizzato
0
Il progetto WeCanJob.it è sviluppato con il CMS ISWEB® di Internet Soluzioni Srl www.internetsoluzioni.it