Home wecanjob.it
Orientamento formazione e lavoro: il portale itali

Servizio Civile Universale: che cos'è, come funziona, come partecipare e perché

08
lug
2021

Il Servizio Civile Universale rappresenta un’importante opportunità di formazione e di crescita personale e professionale per tutti quei giovani che desiderano svolgere un anno in un’associazione, in un ente pubblico o in una realtà orientata al bene collettivo svolgendo delle attività socialmente utili.

In tal senso, nell’articolo di oggi vedremo nel dettaglio che cos’è il Servizio Civile Universale, quali sono i requisiti per partecipare, come iscriversi e quali sono i vantaggi per chi vuole diventare volontario

Che cos’è il Servizio Civile Universale

Il Servizio Civile Universale consiste nella scelta volontaria di dedicare alcuni mesi al servizio della Patria in contesti civili, contribuendo all’educazione, alla pace tra i popoli e alla promozione dei valori fondativi della Repubblica italiana, attraverso azioni per le comunità e per il territorio.

In altre parole, si tratta dell’opportunità di svolgere attività socialmente utili presso un Comune, un’associazione, una cooperativa sociale (anche all’estero) in favore delle fasce più deboli della società o in ambito culturale, preparandosi all’ingresso nel mondo del lavoro.

I settori di intervento in Italia e all’estero nei quali gli Enti propongono i progetti che vedono impegnati gli operatori volontari sono:

  • assistenza;
  • protezione civile;
  • patrimonio ambientale e riqualificazione urbana;
  • patrimonio storico, artistico e culturale;
  • educazione e promozione culturale, paesaggistica, ambientale, dello sport, del turismo sostenibile e sociale;
  • agricoltura in zona di montagna, agricoltura sociale e biodiversità;
  • promozione della pace tra i popoli, della nonviolenza e della difesa non armata;
  • promozione e tutela dei diritti umani; cooperazione allo sviluppo;
  • promozione della cultura italiana all'estero e sostegno alle comunità di italiani all'estero.

Il Servizio Civile fa la sua comparsa nell'ordinamento italiano con la Legge del 15 dicembre 1972, n. 772  come alternativa al servizio militare di leva in Italia per coloro che si dichiaravano obiettori di coscienza.

Con la Legge del 6 marzo 2001 n. 64 viene istituito il moderno Servizio Civile Nazionale, che cessa così di essere un’alternativa al servizio di leva e viene slegato dagli obblighi militari, aprendosi a tutti i cittadini di sesso maschile.

Come vi abbiamo spiegato in un precedente articolo, con il Dlgs n.40 del 2017 il Servizio Civile è diventato Universale, diventando accessibile per i tutti cittadini italiani, europei o extracomunitari con regolare permesso di soggiorno di ambo i sessi con un’età compresa tra i 18 e i 29 anni non compiuti.

Incaricato della gestione e del coordinamento dei progetti è il Dipartimento per le politiche giovanili e il Servizio Civile Universale.

Quali sono i vantaggi per chi fa il Servizio Civile Universale

Oltre all’importanza sociale e all’esperienza umana, partecipare al Servizio Civile Universale può rappresentare una preziosa opportunità per avvicinarsi al mondo del lavoro. 

Inoltre, diventare volontario del Servizio Civile Universale comporta anche alcuni benefici, per esempio nell’ambito dei concorsi pubblici.

Vediamoli nel dettaglio:

  • il Servizio Civile è riconosciuto da tantissime Università ed Enti per l’attribuzione di crediti formativi da spendere nel corso degli studi e nel campo della formazione professionale;
  • nei concorsi pubblici, il punteggio attribuito al periodo di servizio civile ha lo stesso valore del servizio prestato presso un Ente pubblico;
  • per partecipare in alcune graduatorie pubbliche, avere svolto attività nell’ambito del Servizio Civile Universale è un requisito;
  • l'attestazione di fine servizio, rilasciata dal Dipartimento per le Politiche Giovanili e il Servizio Civile Universale, è utile per l’inserimento nel mondo del lavoro.

Inoltre, i periodi di Servizio Civile Universale possono essere riscattati ai fini sia del raggiungimento del diritto a pensione sia dell’incremento dell’assegno pensionistico.

Quali sono i requisiti per partecipare al Servizio Civile Universale

Vediamo adesso, nel dettaglio, quali sono i requisiti necessari per presentare domanda per entrare nel Servizio Civile Universale:

  • avere un’età compresa tra i 18 e i 29 anni non compiuti;
  • essere cittadini italiani, comunitari o extracomunitari con regolare permesso di soggiorno;
  • non aver riportato condanna anche non definitiva alla pena della reclusione superiore a un anno per delitto non colposo oppure a una pena della reclusione anche di entità inferiore per un delitto contro la persona o concernente detenzione, uso, porto, trasporto, importazione o esportazione illecita di armi o materie esplodenti, oppure per delitti riguardanti l’appartenenza o il favoreggiamento a gruppi eversivi, terroristici o di criminalità organizzata.

Come candidarsi per il Servizio Civile Universale

Per diventare volontario del Servizio Civile Universale bisogna innanzitutto sapere che esistono diversi tipi di progetti, a seconda dell’Ente che si occupa di emanare i bandi. 

In particolare distinguiamo tra:

  • Servizio Civile Nazionale: emanazione delle amministrazioni centrali, dura 1 anno e prevede un rimborso mensile, generalmente intorno ai 430 euro, e un impegno di 30 ore settimanali;
  • Servizio Civile Regionale: viene indetto dalle Regioni attraverso delle modalità del tutto simili a quello Nazionale. Può tuttavia differire per il monte ore, che può variare in ragione dei progetti, e di conseguenza per il compenso, che sarà proporzionale all’impegno lavorativo. In alcune Regioni è previsto anche un premio di fine servizio. 

A questo punto sarà necessario individuare il progetto di Servizio Civile più in linea con le proprie inclinazioni, le aspirazioni e gli obiettivi personali, tenendo conto che non è possibile candidarsi contemporaneamente per più di 1 progetto.

Durante la fase di selezione per l'ammissione dei candidati ai vari progetti di Servizio Civile vengono valutati:

  • i titoli di studio;
  • le esperienze lavorative;
  • le esperienze di volontariato;
  • la motivazione del candidato rispetto allo specifico progetto.

Dunque, sia criteri oggettivi sia l’attitudine del candidato: infatti, pur trattandosi di un’opportunità formativa, il carattere sociale di ciascun progetto richiede una forte vocazione all’impegno civile.

Le iscrizioni non sono aperte tutto l’anno ma sono subordinate all’emanazione dei bandi da parte degli enti deputati. 

Si tratta di bandi di selezione per titoli e colloquio del tutto simili a quelli dei concorsi pubblici, pubblicati periodicamente sulla Gazzetta Ufficiale e sul sito del Dipartimento per le Politiche Giovanili e il Servizio Civile Universale. 

Per presentare la domanda, occorre collegarsi sull’apposita piattaforma del Servizio Civile Universale.

LEGGI ANCHE: Garanzia Giovani: cos'è, come funziona, requisiti e come iscriversi

 

Ettore Bellavia

Utility WeCanJob
Profili professionali
» commenti inseriti : 0
Inserisci un commento:
Non sei autorizzato ad inserire commenti sul blog.

Ultimi 30 commenti
Non ci sono commenti
Tutti i contenuti editoriali contenuti e pubblicati sul sito wecanjob.it sono stati registrati e sono protetti dalle leggi in materia di proprietà industriale e/o intellettuale. Leggi ancora...
- Inizio della pagina -
NEWSLETTER
TROVACI SU
2015 WeCanJob S.r.L., Via Torelli n. 22, CAP 71100 – FG, Partita IVA 04016220719
Qualunque utilizzo è vietato se non autorizzato
0
Il progetto WeCanJob.it è sviluppato con il CMS ISWEB® di Internet Soluzioni Srl www.internetsoluzioni.it