Home wecanjob.it
Orientamento formazione e lavoro: il portale itali

Nuova Rivoluzione Industriale: quali competenze servono per lavorare nell'industria 4.0

28
mag
2017

L'11 maggio, a Roma, l'Organizzazione per la cooperazione e lo sviluppo economico (OCSE) ha presentato il rapporto The Next Production Revolution, che approfondisce le implicazioni dell'Industria 4.0 sulla produzione, sul lavoro e sulle competenze tecnologiche. Il rapporto parla di una Nuova Rivoluzione Industriale che sta avvenendo con la diffusione capillare di nuove tecnologie (come la stampa 3D, l'Internet of Things, la robotica avanzata, l'intelligenza artificiale) e di nuovi materiali (bio-economia, nanotecnologie). Come incideranno le tecnologie dell'industria 4.0 sulla produzione? Quali conseguenze di vasta portata avranno sulla produttività, sull’occupazione, sulle competenze? Proviamo a capire meglio in questo post.

Cos'è l'industria 4.0 e i cambiamenti del mercato del lavoro

Industria 4.0 è il termine che viene utilizzato per descrivere la digitalizzazione del settore industriale attraverso le dinamiche della digital transformation. Prevede dunque l'adozione del digitale, logiche e tecnologie all'interno degli spazi di lavoro e dei processi organizzativi e produttivi delle imprese. Dobbiamo parlare anche di impresa 4.0 e non solo di industria 4.0. Non solo fabbrica, ma anche uffici, processi aziendali, relazioni con i fornitori e con i clienti.

Le nuove tecnologie di produzione avranno un ruolo importante nel determinare la quantità e la qualità dei posti di lavoro. Lo sviluppo tecnologico trasformerà inevitabilmente l'industria odierna, portando come conseguenza che le aziende attualmente presenti sul mercato saranno messe a dura prova dal fatto che le nuove tecnologie ridefiniscono i termini del successo.

La padronanza delle nuove tecnologie di produzione promette di favorire:

  • una produzione più ecologica
  • più sicurezza sul lavoro (i lavori pericolosi saranno sempre più svolti dai robot)
  • prodotti e servizi innovativi e più personalizzati
  • crescita più rapida della produttività

Tutte le rivoluzioni industriali hanno aumentato l'occupazione. Questo accadrà anche con l’industria 4.0, che però comporterà anche un forte cambiamento di tutti i lavori, e chi non saprà cogliere questo cambiamento in atto resterà indietro. Ci sono lavori e professioni che spariscono, ma se ne creano altri in nuovi settori. Anche perché la quarta rivoluzione industriale è molto più veloce delle altre: è già iniziata e raggiungerà il suo apice in 15-20 anni. Un tempo più breve della vita professionale media di una persona!

Le principali conseguenze dell'industria 4.0

Le principali conseguenze dell'arrivo dell'industria 4.0. riguardano la competitività, le opportunità di lavoro, le competenze e la sperimentazione tecnologica. Con l'introduzione delle nuove tecnologie aumenterà la competitività nei mercati locali e ci sarà anche un reale impatto sia sui processi di produzione globali.

L'industria 4.0 offrirà nuove opportunità, ma bisognerà lavorare sulla sicurezza. Si apriranno nuove strade e diverse opportunità per le aziende: basta pensare alle possibilità che offre la condivisione di dati tra i macchinari di produzione, attraverso meccanismi di feedback e auto-apprendimento. Inoltre sarà molto più veloce l’analisi dei dati, contribuendo a migliorare la qualità e evitando errori nel processo di produzione.

Sarà più accelerata la sperimentazione di nuove tecnologie. L'arrivo di una nuova generazione di stampanti 3D accelererà la trasformazione dell'industria manifatturiera verso l’industria 4.0. L'industria 4.0 avrà poi conseguenze sulle competenze necessarie per lavorare. Tuttavia, c'è da dire che in molti settori non ci sono ancora lavoratori che hanno le competenze utili per poter sfruttare davvero la digital transformation per l'industria 4.0.

Formazione e competenze necessarie per l’industria 4.0

In effetti le principali conseguenze dell'arrivo dell'Industria 4.0. riguardano l'adeguatezza delle conoscenze e delle competenze dei lavoratori e dunque all'adeguatezza dei percorsi di formazione. Perché le tecnologie non fanno tutto da sole. Anzi. Le competenze digitali e le competenze tecniche sono vitali per integrare le macchine.

E allora quali sono le skills che devono avere le figure professionali del futuro?  E a quale formazione corrispondono?

Le competenze di base riguardando la capacità di identificare, gestire, analizzare i dati per creare valore nei processi di business. In pratica le imprese fanno scelte basate sull'analisi di una mole immensa di dati, forniti in tempo reale dalla rete. Serve allora chi sa organizzare questa quantità di informazioni, le sa filtrare e interpretarle, fare analisi di trend, statistica e report con grafici e infografiche. I profili professionali che più troverete sugli annunci di lavoro saranno:

  • operatore
  • manutentore
  • logista
  • supply chain manager
  • progettista
  • operation manager

Altri elementi fondamentali del cambiamento in atto:

  • la manualità viene in gran parte sostituita dalla macchina
  • per l'aspetto cognitivo la situazione è differente: l'intelligenza artificiale assorbe parte delle decisioni, per esempio quelle ripetitive, che sarà incorporata in un algoritmo
  • per le decisioni non ripetitive però resta insostituibile la componente umana: robot, macchine e software sostituiscono il movimento umano, le mansioni manuali, ma non il processo decisionale.

Il cambiamento non riguarda quindi solo i lavoratori manuali, ma anche le mansioni dirigenziali. Ecco che anche l’imprenditoria e le professioni manageriali devono acquisire nuove competenze per poter giocare ruoli significativi negli ecosistemi 4.0.

 

La redazione di WeCanBlog

Utility WeCanJob
» commenti inseriti : 0
Inserisci un commento:
Non sei autorizzato ad inserire commenti sul blog.

Ultimi 30 commenti
Non ci sono commenti
Tutti i contenuti editoriali contenuti e pubblicati sul sito wecanjob.it sono stati registrati e sono protetti dalle leggi in materia di proprietà industriale e/o intellettuale. Leggi ancora...
- Inizio della pagina -
NEWSLETTER
TROVACI SU
2015 WeCanJob S.r.L., Via Torelli n. 22, CAP 71100 – FG, Partita IVA 04016220719
Qualunque utilizzo è vietato se non autorizzato
0
Il progetto WeCanJob.it è sviluppato con il CMS ISWEB® di Internet Soluzioni Srl www.internetsoluzioni.it