Home wecanjob.it
Orientamento formazione e lavoro: il portale itali

Metodo Montessori: cos'è e come funziona

07
apr
2021

In tutto il mondo è nota la figura di Maria Montessori, e tantissime sono le scuole che si ispirano oggi al suo metodo pedagogico. Tuttavia non tutti sanno, nel dettaglio, cos’è il metodo Montessori e come funziona. Ne parleremo in questo articolo, nel quale ci concentreremo innanzitutto sulla figura di Maria Montessori per poi soffermarci su cos’è, come funziona e come si applica questa metodologia didattica conosciuta oggi come metodo Montessori.

Chi è Maria Montessori

Prima di spiegare cos’è e come funziona il metodo Montessori, concentriamoci sulla figura dell’ideatrice di questa metodologia didattica. Chi è, dunque, Maria MontessoriMaria Montessori è stata un medico, pedagogista, neuropsichiatra infantile, filosofa e scienziata italiana. Nasce nel 1870 a Chiaravalle, nelle Marche, e sin da giovane manifesta un grande interesse per le discipline scientifiche. Nel 1890, una volta trasferitasi a Roma con la famiglia e aver concluso gli studi superiori, si iscrive alla Facoltà di Fisica, Matematica e Scienze Naturali dell’Università La Sapienza di Roma. Poco dopo, però, è ammessa a Medicina ed è tra le prime donne a laurearsi in questa disciplina, con la specializzazione in Neuropsichiatria.

Dopo aver vinto il premio della Fondazione Rolli come miglior studente di Medicina e aver collaborato in vari ospedali, Maria Montessori comincia il suo percorso lavorativo nel ruolo di Assistente presso la clinica psichiatrica dell'Università di Roma, dove si dedica al recupero di bambini con problemi psichici. Maria Montessori si distingue nel frattempo anche nella lotta per i diritti delle donne e partecipa a numerosi congressi dedicati al tema dell’emancipazione femminile. Intraprende la carriera di docente universitario all’Università di Roma insegnando Antropologia e occupandosi dell’organizzazione educativa degli asili infantili.

Nel 1907, infatti, apre nel quartiere romano di San Lorenzo la prima Casa dei Bambini in cui applica la metodologia che prende il suo nome. Dal successo dell'esperimento romano vengono aperte negli anni altre Case dei Bambini e nasce il movimento montessoriano, dal quale hanno origine anche la Scuola magistrale Montessori e l'Opera Nazionale Montessori. Candidata per tre volte al Nobel, riceve il Premio nel 1950, due anni prima della morte avvenuta a Noordwijk, nei Paesi Bassi.

Cos’è il metodo Montessori e come funziona

Dopo aver tracciato alcuni degli eventi principali che hanno contraddistinto la vita e l’attività di Maria Montessori, ideatrice del metodo didattico che prende il suo nome, vediamo insieme cos’è il metodo Montessori. Molti ne avranno sentito parlare, perché si tratta di un metodo molto famoso e conosciuto in tutto il mondo, ma soprattutto adottato da tantissime scuole ancora oggi.

Il metodo nasce durante gli anni di servizio che Montessori presta negli ospedali con pazienti bambini che presentavano patologie e problemi psichici. Le linee guida, le origini e i concetti alla base del metodo sono racchiuse nel libro del 1909 ll metodo della pedagogia scientifica applicato all'educazione infantile nelle Case dei Bambini e nel saggio che Montessori pubblica nel 1950 con il titolo La scoperta del bambino, dove vengono menzionati anche gli aggiornamenti delle tecniche montessoriane e si apprende che esse non sono rivolte esclusivamente a bambini con problematiche fisiche o psichiche. Il metodo Montessori consiste, infatti, in una serie di linee guida basate sulle conclusioni di un lavoro di osservazione scientifica del bambino e dei suoi comportamenti.

Il metodo montessoriano non ha come fine soltanto la trasmissione di nozioni teoriche per istruire, ma si basa su un’idea di educazione del bambino che permette di esprimere tutto il potenziale che ciascun individuo possiede. È un metodo che pone al centro dell’insegnamento il bambino e la sua autonomia e rispetta:

  • i bisogni interiori dell’apprendente;
  • i tempi e i modi personali di apprendimento.

Con il metodo Montessori, inoltre, si parla di Pedagogia del fare, di apprendimento attraverso l’esperienza diretta, incentrato sullo sviluppo fisico e psichico dell’individuo, sull’autonomia e sull’indipendenza come basi dello studio e della vita. Infatti, cooperano in questo tipo di apprendimento tre elementi fondamentali che sono:

  • l’ambiente: incoraggia il lavoro individuale e quello di gruppo, ma anche la sperimentazione attraverso attività di tipo manuale o con riferimento alla vita extra-scolastica;
  • il materiale: si tratta di un insieme di strumenti utili al lavoro intellettuale e psicomotorio, con i quali gli apprendenti possono correggersi o intuire le soluzioni delle attività in modo autonomo;
  • il docente: ha il compito di organizzare l’ambiente educativo, di guidare il bambino e di osservarlo nei comportamenti.

L’ambiente e soprattutto il materiale di apprendimento sopra citati cambiano da un grado all’altro della scuola.

LEGGI ANCHE: Scuola: che cos'è il PEI (Piano Educativo Individualizzato)

Il metodo Montessori oggi

Come già anticipato, oggi sono molte le scuole che si basano sul metodo Montessori. In tutto il mondo sono presenti oltre 22.000 scuole che si ispirano a questa metodologia didattica e si distinguono in:

  • asili nidi;
  • scuole materne;
  • scuola primaria di primo grado;
  • scuola primaria e secondaria di secondo grado.

In Italia le scuole Montessori, organizzate intorno all’omonimo metodo, sono circa 160 e sono ancora in attività anche Enti quali:

  • l’Opera Nazionale Montessori (ONM): accreditato con il MIUR (D.M. del 30 maggio 2002), l'ente organizza corsi di formazione per Educatori della prima infanzia, Insegnanti della scuola dell'infanzia e della scuola primaria, ma anche seminari, master, stage e corsi brevi tematici. Infatti, istituito da Maria Montessori, l’ONM ha il compito di conservarne e diffonderne l’opera e il pensiero e di garantire la pratica e la diffusione del metodo;
  • la Fondazione Montessori Italia: ha lo scopo di diffondere la conoscenza delle opere e tecniche montessoriane, offre supporto agli enti pubblici e privati che vogliono adottare il metodo, si occupa della formazione dei docenti e pubblica la rivista Mondo Montessori.

A livello internazionale, invece, troviamo l’AMI (Association Montessori Internationale) fondata dalla stessa Montessori e che ancora oggi si fa portatore della trasmissione della visione e del metodo Montessori, permettendo la formazione di docenti e l’accreditamento delle scuole in tutto il mondo.

LEGGI ANCHE: Scuola: che cos'è il PDP (Piano Didattico Personalizzato)

 

Monica Velli

Utility WeCanJob
Profili professionali
» commenti inseriti : 0
Inserisci un commento:
Non sei autorizzato ad inserire commenti sul blog.

Ultimi 30 commenti
Non ci sono commenti
Tutti i contenuti editoriali contenuti e pubblicati sul sito wecanjob.it sono stati registrati e sono protetti dalle leggi in materia di proprietà industriale e/o intellettuale. Leggi ancora...
- Inizio della pagina -
NEWSLETTER
TROVACI SU
2015 WeCanJob S.r.L., Via Torelli n. 22, CAP 71100 – FG, Partita IVA 04016220719
Qualunque utilizzo è vietato se non autorizzato
0
Il progetto WeCanJob.it è sviluppato con il CMS ISWEB® di Internet Soluzioni Srl www.internetsoluzioni.it