Home wecanjob.it
Logo WeCanJob

Le soft skills: come individuarle e svilupparle

17
apr
2019

Per collocarsi al meglio nel mondo del lavoro e avere maggiori possibilità di essere assunti dalle aziende, o avere una carriera di successo, è necessario valorizzare al meglio il proprio set di competenze, così da rendere il proprio curriculum maggiormente efficace e appetibile agli occhi dei recruiter. Ma cosa sono nello specifico le competenze? E che differenza c’è tra le competenze tecniche e le competenze trasversali? E, soprattutto, qual è il modo giusto per svilupparle al meglio? Come possiamo sviluppare le soft skills?

Hard e soft skills, competenze trasversali e tecniche: che differenza c’è?

Il concetto di competenza deriva dalla somma di conoscenza (ovvero il sapere) e abilità (ovvero il saper fare): è essenzialmente ciò che una persona dimostra di saper fare in modo efficace, in relazione a un determinato obiettivo, compito o attività in un determinato ambito disciplinare o professionale. Detto in altri termini, le competenze largamente intese sono l’insieme di conoscenze (il sapere), abilità e capacità (caratteristiche intellettive e caratteriali di un individuo), atteggiamenti e motivazioni (motivi che spingono un individuo ad agire).

Esistono competenze che riguardano maggiormente la sfera tecnica, ovvero le hard skills, che generalmente si apprendono tramite l’esperienza on the job e lo studio. Si tratta, in questo caso, di competenze diverse in base al ruolo professionale che si svolge. A differenza delle competenze tecniche, le soft skills o competenze trasversali sono invece indipendenti dal ruolo ricoperto o all’ambito professionale in cui si opera. Ci soffermeremo proprio su questo tipo di competenze.

Le soft skills: perché sono importanti e come identificarle

In un mondo che muta costantemente, è essenziale per un individuo predisporsi positivamente al cambiamento. Ciò influisce fortemente anche sull’aspetto formativo, quindi professionale. Nel momento stesso in cui ci stiamo formando in un determinato ambito, infatti, il cambiamento è già in atto e potenzialmente le competenze che stiamo sviluppando saranno a breve già obsolete. In questo quadro, la più importante skill da sviluppare è “imparare a imparare”, per mettersi costantemente in gioco e allenarsi a stare fuori dalla propria comfort zone. Ecco la caratteristica principale per sviluppare le proprie competenze trasversali.

Ma come identificare quelle che già padroneggiamo? Partiamo da un assunto: la competenza è rilevabile e misurabile. Come? Innanzitutto, osservando le azioni. Tendenzialmente, una competenza sarà maggiormente sviluppata quando l’azione sarà consapevole, concreta ed efficace.

A livello tecnico potremmo suddividere l’analisi e la valutazione delle competenze individuandone 2 tipologie:

  • Le competenze soglia: caratteristiche essenziali per essere efficaci nel ruolo, ma non atti a superare la performance standard.
  • Le competenze distintive: caratteristiche necessarie per attivare comportamenti che permettano performance qualitativamente superiori allo standard.

Per misurare le competenze, al di là dei test tecnici e delle metriche di valutazione (di certo strumenti di misurazione utilissimi) c’è anche altro: per capire quali sono le competenze in cui siamo eccellenti possiamo iniziare a rivolgere uno sguardo al nostro interno. Infatti, prima di tutto è essenziale acquisire consapevolezza dei propri punti di forza e delle opportunità di miglioramento, per iniziare a sfruttare i primi e a cogliere le seconde.

Nell’identificare le soft skills le persone che ci circondano nel mondo scolastico o professionale possono aiutarci: possiamo per esempio chiedere quando pensano a noi quali sono le caratteristiche principali che vengono loro in mente, e questo è un interessante punto di partenza.

Inoltre, dato che abbiamo detto che le competenze sono misurabili tramite l’azione, possiamo chiedere loro di mostrarci esempi specifici di quando abbiamo usato bene una particolare competenza. Questo è un passaggio essenziale, perché ci offre esempi pratici su cui ragionare con più chiarezza.

Un altro esercizio molto semplice da fare in autonomia e con gli altri è tenere presente una lista di competenze trasversali (per esempio capacità organizzative ed espressive, problem solving, lavoro di squadra, creatività, orientamento al risultato, resistenza allo stress etc.) e rispondere alle domande: “Quale credi di possedere? Puoi indicare esempi della tua carriera o nel tuo percorso di studi in cui ne hai usata una o più per realizzare qualcosa? Come valuti la tua competenza nel lavoro di squadra in base alle esperienze avute con altre persone nella tua vita formativa o professionale? Includeresti questa competenza nel tuo curriculum?”.

Come sviluppare le soft skills

Una volta che abbiamo identificato quali sono le nostre soft skills, possiamo utilizzare alcune strategie per svilupparle ulteriormente e al meglio. Ne abbiamo identificate 5.

  • Mappare le competenze: chi lavora in azienda è probabile che già abbia utilizzato questo processo, effettuando periodicamente auto-valutazioni e condividendole con il manager di riferimento. In questa fase si analizza la singola competenza, si valuta il livello atteso e si procedere con la descrizione e la valutazione della stessa rispetto ai risultati raggiunti nel periodo. L’auto-valutazione si può effettuare anche se non si lavora in azienda, dandosi obiettivi e finestre cronologiche di valutazione in prima persona.
  • Ricercare feedback: sia per chi lavora all’interno di un’organizzazione che per gli altri, il modo migliore per crescere e sviluppare le proprie competenze è acquisire consapevolezza dei punti di forza e di debolezza personali per poi agire di conseguenza. Chiedere feedback, osservare e ascoltare coloro che ci circondano è il punto di partenza necessario per comprendere la percezione dall’esterno e procedere nello sviluppo.
  • Esercitarsi con amici o colleghi: anche in questo caso, chi già lavora per un’azienda ha dimestichezza con l’esercitazione sulle competenze. In altri casi, si possono organizzare giochi di ruolo con gli amici per mettere in campo le competenze e farsi dare giudizi sulle stesse. Facciamo un esempio: se si vuole migliorare la negoziazione, ci si potrà sedere con un amico nel ruolo del capo. Successivamente gli si chiederà un aumento, utilizzando le proprie capacità oratorie e di mediazione. Alla fine del gioco, si chiederà all’amico-capo un feedback sulla modalità di conduzione dell’interazione.
  • Condividere l’esperienza con una guida: i coach, i mentor o i tutor, siano essi interni o esterni all’azienda o all’organizzazione, possono aiutare a sviluppare determinate competenze trasversali in modo rapido ed efficace, perché personalizzano il processo di apprendimento in base al soggetto. La collaborazione con una figura che possa guidarci nell’identificazione delle competenze e fornirci strumenti per svilupparle e metterle in pratica può avere un impatto inestimabile sul successo professionale.
  • Imparare ad imparare: Come abbiamo detto all’inizio, la regola oggi è il cambiamento. Imparare significa allora aprirsi a nuove opportunità, e questo avviene tramite la lettura di libri, riviste, articoli, o tramite corsi di formazione, la condivisione con esperti di settore o colleghi, viaggi o esperienze all’estero. Tutto questo, abbinato alla voglia di mettersi in discussione, predispone l’individuo ad aprirsi verso una dimensione di crescita e sviluppo necessaria al di là del ruolo o della professione di riferimento.

 

Laura La Barbera

Utility WeCanJob
Profili professionali
» commenti inseriti : 0
Inserisci un commento:
Non sei autorizzato ad inserire commenti sul blog.

Ultimi 30 commenti
Non ci sono commenti
Tutti i contenuti editoriali contenuti e pubblicati sul sito wecanjob.it sono stati registrati e sono protetti dalle leggi in materia di proprietà industriale e/o intellettuale. Leggi ancora...
- Inizio della pagina -
I nostri Partner
NEWSLETTER
TROVACI SU
2015 WeCanJob S.r.L., Via Torelli n. 22, CAP 71100 – FG, Partita IVA 04016220719
Qualunque utilizzo è vietato se non autorizzato
0
Il progetto WeCanJob.it č sviluppato con il CMS ISWEB® di Internet Soluzioni Srl www.internetsoluzioni.it