Home wecanjob.it
Orientamento formazione e lavoro: il portale italiano
Orientamento formazione e lavoro: il portale itali

Le competenze per trovare lavoro: quali sono e come si suddividono

27
giu
2019

Quali sono le competenze più importanti per trovare lavoro? Quali le qualità che rendono un curriculum vitae particolarmente allettante agli occhi dei reclutatori? Che cosa cercano le aziende dai candidati a ricoprire le proprie posizioni lavorative aperte? Come possiamo dividere in categorie le competenze per individuarle e descriverle al meglio nel curriculum vitae? Si tratta di domande a cui, ovviamente, non è possibile dare una risposta univoca e sempre valida. Il mondo del lavoro è infatti vario e composto da diversi settori anche molto dissimili tra loro, pertanto ogni settore avrà uno specifico set di competenze richieste. Nonostante questo, esistono tuttavia delle indicazioni che possono tornare utili nel processo della ricerca del lavoro e, prima ancora, nel percorso di formazione.

Le competenze per il lavoro: quali sono?

Bisogna innanzitutto distinguere tra i vari tipi di competenze che costituiscono un profilo professionale. In tal senso, possiamo sostenere che le competenze si suddividono in 4 principali categorie, che analizzeremo separatamente:

  • Competenze tecniche;
  • Competenze trasversali;
  • Competenze linguistiche;
  • Competenze informatiche.

Le competenze tecniche

Per prima cosa, ai fini della ricerca di un lavoro è necessario possedere un buon set di competenze tecniche. Si tratta di quelle che altrimenti vengono chiamate hard skills, ossia tutte le competenze che riguardano il saper fare in termini pratici. Si tratta di competenze che un soggetto in parte apprende durante gli studi, in larga misura se questo è professionalizzante, e soprattutto durante il proprio percorso professionale (dunque on the job). Tali competenze che caratterizzano la capacità che un soggetto ha di portare a termine con successo e in maniera professionale il proprio compito, la propria mansione. Pertanto, variano in base al profilo professionale e al settore di riferimento. Per fare qualche esempio, sono competenze tecniche: la capacità di condurre un determinato macchinario in ambito industriale (per i profili della manifattura o della logistica); la capacità di montare impianti elettrici (per un Elettricista); la capacità di analizzare campioni tissulari (per un Biologo).

Ma quali sono, oggi, le competenze tecniche maggiormente richieste dal mercato del lavoro? In Italia, secondo quanto si evince dai dati Almalaurea, che analizzano il tasso di occupazione e le retribuzioni del laureati italiani, possiamo dire che le competenze dei profili laureati che hanno maggior presa nel mondo delle professioni sono quelle che provengono da percorsi di studio in ambito scientifico, ingegneristico e sanitario.

Ma non sono da meno le competenze trasmesse da percorsi di formazione terziaria professionalizzante come gli ITS, ovvero gli Istituti Tecnici Superiori: questi, infatti, centrati esattamente sul superamento del mismatch e sulla trasmissione di competenze richieste dal mondo delle imprese, garantiscono un elevatissimo grado di placement ai propri diplomati, basti pensare che a 1 anno dal conseguimento del diploma trova lavoro l’85% dei diplomati ITS (performance che i laureati magistrali riescono a ottenere soltanto dopo 5 anni dal conseguimento del titolo).

Le competenze trasversali (o soft skills)

Ma, al di là delle competenze tecniche, grande importanza hanno anche le competenze trasversali, anche dette soft skills, ossia competenze che riguardano la dimensione caratteriale di un soggetto e la sua modalità di mettersi in relazione con l’oggetto del lavoro, con sé stesso nelle attività lavorative, con i colleghi e con i clienti. Sono dunque competenze che non riguardano la sfera tecnica ma che hanno a che fare con la disposizione personale, con le modalità di stare al mondo e tra gli altri, con le modalità di gestire il proprio lavoro e le proprie attività. Per fare qualche esempio, sono competenze tecniche quelle che seguono: capacità di sintesi e di analisi; capacità di lavorare in team; orientamento al risultato; capacità di leadership; capacità di risolvere problemi quando questi improvvisamente si presentano (il cosiddetto problem solving); le capacità di lavorare in autonomia; le doti relazionali; le capacità di organizzare il lavoro; l’orientamento al cliente; sopportazione delle situazioni di stress etc.

Tali competenze sono davvero fondamentali perché, a parità di competenze tecniche, possono davvero fare la differenza nel processo di selezione dei candidati in un’azienda. Un recruiter, infatti, preferirà inserire nell’organico della propria impresa o organizzazione una risorsa capace di lavorare secondo le regole della buona convivenza, accettando la mission aziendale e organizzando al meglio le proprie attività (cosa che di per sé garantisce efficacie ed efficienza nello svolgimento delle mansioni).

LEGGI ANCHE: Le soft skills, ecco come inserirle nel proprio cv

Le competenze linguistiche

Passiamo dunque alle competenze linguistiche. La conoscenza delle lingue garantisce di certo una possibilità in più nella ricerca di un lavoro. Tali competenze, che sono da considerarsi propriamente come una sottocategoria delle competenze tecniche soprattutto nei profili che lavorano con le lingue (per esempio i Traduttori), assumono un ruolo cruciale nella valutazione di un curriculum vitae. Oggi, infatti, con un mercato del lavoro globalizzato, e con la mobilità internazionale all’ordine del giorno, avere dimestichezza nel parlare e scrivere in un’altra lingua oltra alla propria lingua madre è senza dubbio un grandissimo valore aggiunto.

Ma quali sono le lingue che pagano maggiormente nel mercato del lavoro attuale? Senza dubbio, al di là delle più classiche come l’inglese, il francese e lo spagnolo, sono quelle parlate nei mercati emergenti a fare davvero la differenza: arabo, russo e cinese, per fare i 3 esempi più immediati, sono le lingue del prossimo futuro se non del presente. Conoscerle vuol dire non soltanto avere la possibilità di andare a lavorare all’estero, ma vuol dire anche avere una carta in più da giocarsi in Italia, poiché sono sempre di più le aziende che hanno rapporti economici e commerciali con i Paesi dei mercati emergenti: dalle boutique di moda dei grandi centri turistici, che cercano personale capace di colloquiare con i nuovi turisti più facoltosi, alle realtà della manifattura che commercializzano i propri prodotti Made in Italy all’estero.

Le competenze digitali

Anche le competenze digitali, e soprattutto per i profili che lavorano nel settore informatico e ICT, rappresentano una sottocategoria delle competenze tecniche. Esse sono tuttavia sempre più richieste dalle aziende, e anche ai profili che non hanno direttamente a che fare con l’informatica e l’ICT nelle loro mansioni lavorative. Dunque non sono soltanto gli Sviluppatori di software o i Webmaster a doverne avere, ma anche tutti i profili che svolgono lavori che, in un modo o nell’altro, richiedono l’utilizzo di un pc. Messa in questo senso, le competenze informatiche da possedere sono per esempio: la capacità di utilizzare il pacchetto Office (con particolare riguardo ai programmi Word, Excel e Power Point); la capacità di navigazione consapevole in Internet; la capacità di gestire i social network.

LEGGI ANCHE: Scrivere un buon curriculum vitae, ecco come fare

 

La redazione di WeCanBlog

Utility WeCanJob
Profili professionali
» commenti inseriti : 0
Inserisci un commento:
Non sei autorizzato ad inserire commenti sul blog.

Ultimi 30 commenti
Non ci sono commenti
Tutti i contenuti editoriali contenuti e pubblicati sul sito wecanjob.it sono stati registrati e sono protetti dalle leggi in materia di proprietà industriale e/o intellettuale. Leggi ancora...
- Inizio della pagina -
I nostri Partner
NEWSLETTER
TROVACI SU
2015 WeCanJob S.r.L., Via Torelli n. 22, CAP 71100 – FG, Partita IVA 04016220719
Qualunque utilizzo è vietato se non autorizzato
0
Il progetto WeCanJob.it è sviluppato con il CMS ISWEB® di Internet Soluzioni Srl www.internetsoluzioni.it