Home wecanjob.it
Orientamento formazione e lavoro: il portale italiano
Orientamento formazione e lavoro: il portale itali

La formazione nella PA: nuove competenze per gestire la complessità

24
set
2016

Il pubblico impiego, oggi più che mai, appare soffrire di gravi squilibri, quali l’età media decisamente elevata, un forte senso di sfiducia, la scarsa qualificazione a fronte di una distribuzione di qualifiche che, spostandosi verso l’alto, accrescono la spesa, senza ritorni in produttività né in responsabilità. E ciò produce una risposta scarsamente efficace ed efficiente, non in grado di gestire la complessità. La trasformazione (seppur lenta) del paradigma organizzativo della Pubblica Amministrazione, a cui stiamo assistendo, dovrebbe segnare il passaggio da un modello di tipo burocratico a un modello di tipo manageriale, in cui la competenza, la responsabilità e l’orientamento al risultato rappresentano aspetti essenziali.

Per accompagnare e rendere ancora più efficace tale necessario cambiamento, la formazione del personale pubblico gioca un ruolo essenziale. Ma la logica non deve essere tanto quella di formare il dipendente alla correttezza della procedura, in un’ottica di semplice adempimento amministrativo, ma di sperimentare una formazione orientata a produrre cambiamento, a partire dall’empowerment del personale pubblico, quale reale processo di potenziamento delle capacità di compiere scelte e di trasformarle in azioni e risultati concreti. L’innovazione comincia proprio dalle persone. Risorse umane e competenze certificate rappresentano la base della strategia di modernizzazione delle pubbliche amministrazioni.

Italia ed Europa: il pubblico impiego a confronto

Se confrontati con i colleghi europei, i dipendenti pubblici italiani sono decisamente "più vecchi" e meno qualificati. Ciò emerge dalla ricerca recentemente presentata in occasione della ventisettesima edizione del Forum della Pubblica Amministrazione, che offre un’interessante fotografia dei dipendenti pubblici italiani. 

Sempre Forum PA, in un’analisi comparata del pubblico impiego in Italia, Francia e Regno Unito, affronta il tema della scarsa formazione del pubblico impiego italiano. In Francia, i profili di rilevanza delle competenze hanno un diretto rapporto con le categorie gerarchiche in cui i lavoratori sono inquadrati. La categoria più alta (almeno la laurea) riguarda il 30% degli occupati nel settore pubblico (il 50% dell’amministrazione statale). I dati disponibili per la Gran Bretagna evidenziano una specializzazione di livello ancora più alto: il 54% del totale dei dipendenti pubblici ha infatti una qualifica di tipo terziario. In Italia, invece, solo un terzo dei lavoratori nel pubblico impiego ha una laurea o una qualifica post lauream. Sono circa il 46% i diplomati e il 20% coloro che hanno una licenza media. "Secondo indagini dedicate all’analisi delle traiettorie di ingresso alla carriera pubblica, la presenza di profili sempre più alti fa sì che siano molti coloro che, nonostante un elevato titolo di studio, entrano a lavorare nella P.A. ricadendo in categorie più basse di quelle a cui avrebbero potuto accedere".

La formazione nella PA, come leva del cambiamento

La formazione nel pubblico impiego è oggi indispensabile e deve soddisfare un duplice obiettivo: ridurre drasticamente le resistenze interne al cambiamento e favorire l’affermazione di pratiche di natura manageriale anche all’interno della Pubblica Amministrazione. Ma, per essere veramente efficace, deve trovare una forte coerenza e una stretta sinergia con altre politiche di sviluppo: 

  • le politiche dedicate al reclutamento e alla selezione del personale
  • le politiche di sviluppo professionale e di carriera
  • le politiche di cura e sviluppo riservate al management alto e intermedio
  • le politiche di articolazione del mercato interno di lavoro pubblico

Le amministrazioni pubbliche sono chiamate a soddisfare sempre nuovi, diversificati e complessi bisogni espressi da una società in continua mutazione tanto che, da dispensatore di prestazioni, il Pubblico è diventato soggetto responsabile per la fornitura di servizi. Se si pensa, per esempio, alle nuove frontiere dei servizi pubblici o dei servizi interconnessi, una cultura organizzativa appare oggi necessaria e strategica nel disegno delle politiche pubbliche. In tale direzione, la formazione nella PA contribuisce a far capire dove e come indirizzare un consapevole intervento delle politiche pubbliche e, conseguentemente a perfezionarne la capacità di risposta, migliorando il benessere e la qualità della vita di cittadini e aziende. 

 

La redazione di WeCanJob

Utility WeCanJob
Profili professionali
» commenti inseriti : 1 » leggi tutti i commenti
Inserisci un commento:
Non sei autorizzato ad inserire commenti sul blog.

Ultimi 30 commenti

ernesto | 27 settembre 2016
..questa mi pare fantascienza.....le parole manageriale, organizzazione e competenza legate ai dipendenti pubblici non si addicono!!!! ....fosse vero!!!....
Tutti i contenuti editoriali contenuti e pubblicati sul sito wecanjob.it sono stati registrati e sono protetti dalle leggi in materia di proprietà industriale e/o intellettuale. Leggi ancora...
- Inizio della pagina -
I nostri Partner
NEWSLETTER
TROVACI SU
2015 WeCanJob S.r.L., Via Torelli n. 22, CAP 71100 – FG, Partita IVA 04016220719
Qualunque utilizzo è vietato se non autorizzato
0
Il progetto WeCanJob.it è sviluppato con il CMS ISWEB® di Internet Soluzioni Srl www.internetsoluzioni.it