Home wecanjob.it
Logo WeCanJob

Imprese sociali: tante opportunità per un settore che produce 20 miliardi di euro l'anno

L’impresa sociale è un ente che esercita un’attività economica, ma lo fa senza scopo di lucro. Come le altre imprese, anche quella “sociale” produce e scambia beni e servizi, ma si tratta di beni e servizi di utilità sociale, che servono all’interesse generale. Tra gli esempi più diffusi: progetti di educazione e formazione, servizi sociali e sanitari, mense o attività culturali.

“Impresa sociale” è una qualifica giuridica, una vera e propria etichetta di finalità sociale, introdotta nella normativa italiana dal 2006, con il decreto legislativo n. 155. Perciò possono essere riconosciute come “sociali” le associazioni, le cooperative, le fondazioni, ma anche le società S.r.l. e addirittura S.p.A. Questo allargamento è stato approvato nella recente riforma del “Terzo Settore”, in cui si ammette che anche le imprese sociali devono poter “remunerare il capitale”, quindi fare profitto, anche se nei campi in cui sono garantite finalità benefiche.

I White Jobs

Dal 2006 a oggi l’impresa sociale si è distinta all’interno del più ampio “Terzo settore”, che comprende anche tutte quelle organizzazioni che perseguono finalità sociali, ma lo fanno solo usando forme volontarie e gratuite. E da allora questa forma di economia e di occupazione ha registrato un forte aumento nel volume di affari, nel personale addetto e nella varietà dei servizi offerti, che possono essere diversi:

  • assistenza sociale, assistenza sanitaria e sociosanitaria
  • educazione, istruzione e formazione extrascolastica, universitaria e post-universitaria tutela dell’ambiente, dell’ecosistema e valorizzazione del patrimonio culturale
  • servizi culturali e turismo sociale

Si tratta in gran parte del settore dei White Jobs, che è divenuto asse portante dell’economia italiana, assieme ai Green Jobs (green economy, energia, sostenibilità), ai Brown Jobs (agricoltura e mestieri della terra) e agli Orange Jobs (professioni digitali).

La crescita delle imprese sociali è confermata dal Decimo Rapporto dell’Osservatorio sull’Impresa sociale dell’Associazione Isnet. Allo stato attuale, le “imprese sociali” riconosciute sono 1.053, ma si prevede che crescano ad almeno 15.100, proprio in attuazione della recente riforma.

Le imprese sociali hanno prodotto ricchezza superiore ai 20 miliardi di euro nell’ultimo anno (20,6 miliardi) e hanno impiegato 735 mila addetti. Il 37,2% ha aumentato il proprio volume di attività (+3,6% rispetto al 2015). E, in linea con la natura sociale, ai risultati economici si accompagna un importante impatto sociale: in termini di inclusione lavorativa, le imprese sociali occupano già 67.100 soggetti svantaggiati (diversamente abili, disoccupati di lunga durata, donne, immigrati ecc.).

L'Economia Sociale o White Economy

Laura Bongiovanni, presidente dell’Associazione Isnet che ha curato il Rapporto dell’Osservatorio, ha così commentato in un articolo comparso su Vita.it: “La creazione di percorsi di accompagnamento e di valorizzazione reciproca tra profit e non profit è […] un’occasione per cogliere opportunità. Osserviamo con favore, casi di contaminazione molto interessanti; ad esempio, imprese profit che chiedono consulenza al Terzo Settore sul piano degli inserimenti occupazionali di persone svantaggiate; il welfare aziendale per la fornitura di servizi ai dipendenti e per la sanità integrativa, anche con il coinvolgimento delle Società di Mutuo Soccorso; ancora, il social procurement per l’acquisto di prodotti e servizi con ricadute e impatto sociale”. Per il Sottosegretario al Ministero delle Politiche Sociali, Luigi Bobba: “I dati forniti dall’Osservatorio Isnet ci dicono già qualche cosa di quello che saremo. Quest’area, quella dell’economia sociale o White Economy è un’area con potenzialità occupazionali importanti. Facilitare l’accesso al credito, favorire l’investimento nel capitale, non tassare gli utili totalmente reinvestiti nell’oggetto sociale dell’impresa” sono le scelte fatte nell’ambito della Riforma del terzo Settore a favore del suo sviluppo.

Per queste interessanti prerogative vi conviene tenere d’occhio le opportunità di questo settore. Operare nei White Jobs vuol dire scegliere percorsi formativi (università, master, corsi regionali) che vi preparino per mestieri importantissimi, come ad esempio assistente sociale, educatori/terapeuti, animatori sociali e di comunità, mediatori culturali, operatori socio-assistenziali e socio-sanitari, esperti di inserimento lavorativo per persone svantaggiate e profili simili.

 

La redazione di WeCanBlog

Condividi questo contenuto
Utility WeCanJob
Profili professionali
Per pubblicare il tuo commento, effettua il login o registrati. È gratuito e sicuro; pochi secondi e farai parte della comunità di WeCanJob!
Nuovo utente?
Registrati
Sei già un utente WeCanJob?
Effettua il login
» commenti inseriti : 1 » leggi tutti i commenti
Inserisci un commento:
Non sei autorizzato ad inserire commenti sul blog.

Ultimi 30 commenti
Titolo
Giancarlo | 19 settembre 2016
Sono in tanti a credere che questo settore decollerà definitivamente, che i dati relativi agli ultimi anni dimostrano. Conosco bene la realtà dell'impresa sociale e posso dire che negli ultimi anni i progressi segnalati nel rapporto fanno davvero bene sperare. Cresce l'interserre dei giovani laureati verso questo settore e cresce da parte delle organizzazioni l'esigenza di inserire figure professionali altamente "skillate" e molto preparate anche nella gestione di bandi e progetti europei. Credo che, anche da questo punto di vista, le aspettative di molti che operano nel settore potranno essere confermate.
Tutti i contenuti editoriali contenuti e pubblicati sul sito wecanjob.it sono stati registrati e sono protetti dalle leggi in materia di proprietà industriale e/o intellettuale. Leggi ancora...
Condividi questo contenuto
- Inizio della pagina -
I nostri Partner
NEWSLETTER
TROVACI SU
facebook twitter linkedin youtube
2015 WeCanJob S.r.L., Via Torelli n. 22, CAP 71100 – FG, Partita IVA 04016220719
Qualunque utilizzo è vietato se non autorizzato
0
Il progetto WeCanJob.it è sviluppato con il CMS ISWEB® di Internet Soluzioni Srl www.internetsoluzioni.it