Home wecanjob.it
Orientamento formazione e lavoro: il portale itali

Fisioterapista: una professione che piace a tanti giovani

21
mag
2019

Abilità manuale, tecnica e conoscenza della struttura del corpo umano sono solo alcune delle caratteristiche che ci aiutano a tracciare l’identikit del Fisioterapista, una delle professioni più “gettonate” tra i tanti giovani che aspirano a costruire un percorso formativo e professionale che li conduca nel vasto mondo della sanità.

Il Fisioterapista: un profilo professionale in forte ascesa e che sempre più spesso entra in gioco non solo quando i problemi di natura muscolare e articolare sono ormai evidenti e disabilitanti. Perché, in generale, una “seduta” dal proprio Fisioterapista di fiducia aiuta a sentirsi meglio e intercetta il bisogno, molto diffuso, di prestare costantemente attenzione allo stato di benessere psico-fisico, curando tanti aspetti della propria persona.

Riabilitazione, cura e benessere: i mondi del Fisioterapista

Ecco allora che il Fisioterapista, al pari dello Psicologo, diventa un punto di riferimento quasi imprescindibile per chi vuole (e può) prendersi cura del proprio corpo a 360°. Ma resta imprescindibile soprattutto per coloro che ricorrono alla fisioterapia per svolgere attività terapeutiche e riabilitative: da quelle più comuni fatte per correggere movimenti e postura, a quelle più complesse che intervengono finanche per colmare deficit neurosensoriali e psichici. Una figura professionale poliedrica, in cui conoscenze scientifiche si intrecciano con l’attitudine personale alla cura e alla capacità di costruire un legame di fiducia con il paziente.

La laurea triennale come chiave di accesso alla professione

Dunque, se questa professione vi affascina e la considerate vicina alle vostre inclinazioni e aspirazioni professionali, sappiate che per diventare Fisioterapisti è necessario conseguire almeno una laurea triennale in Fisioterapia, attiva presso le Facoltà di Medicina e Chirurgia. I corsi di laurea sono a numero programmato: ciò vuol dire che dovrete preparavi e superare una prova di ammissione per accedere ai vari corsi di studio che rientrano nella classe delle professioni sanitarie della riabilitazione.

Lo scorso anno accademico (2018/2019), il Ministero dell’Istruzione, dell’Università, della Ricerca (MIUR) ha reso disponibili 2.045 in tutta Italia per i corsi di laurea in Fisioterapia. Nei prossimi mesi saranno comunicati i posti disponibili per l’anno accademico 2019/2020. Intanto il MIUR ha già reso noto la data di inizio delle prove di ammissione, che per le professioni sanitarie (laurea triennale) sarà il 11 settembre 2019.

Si entra presto nel mondo del lavoro: alcuni dati

Se avete ancora qualche dubbio se intraprende o meno un percorso formativo che vi accompagni a diventare Fisioterapisti, completiamo la presentazione di questo profilo professionale con alcuni dati sulle opportunità occupazionali dei neo-laureati (triennali). In generale, chi studia Fisioterapia ha intrapreso un ciclo di formazione universitaria che rientra nella famiglia delle professioni sanitarie della riabilitazione (dove troviamo anche Logopedisti, Podologi, Educatori professionali, Terapisti occupazionale, etc.), che secondo gli ultimi dati diffusi da Almalaurea presenta un tasso di occupazione molto elevato (83,2%): dopo un anno dal conseguimento della laurea triennale 8 laureati su 10 hanno un lavoro, ottenuto dopo meno di 3 mesi dal conseguimento del titolo di studio. Un dato incoraggiante, che trova ulteriore conferma se guardiamo anche i dati sui fabbisogni professionali espressi dalle imprese (Excelsior Unioncamere). In tal senso solo nel 2018 per la categoria professionale dei Fisioterapisti sono state previste 30.140 assunzioni, molte delle quali con contrattato a tempo determinato (81%). In questo caso e con questa modalità contrattuale, la professione del Fisioterapista si colloca nel quadro del lavoro dipendente, ovvero si lavora alle "dipendenze" di aziende sanitarie pubbliche, ospedali, strutture private, etc.

Uno sbocco occupazionale che rappresenta una possibilità di ingresso nel mondo del lavoro, ma non l’unica strada percorribile. Si può svolgere, infatti, la professione di Fisioterapista anche in maniera autonoma, da libero professionista, aprendo un proprio studio professionale oppure associandosi a studi di professionisti già avviati, con i quali collaborare e offrire la propria prestazione professionale.

 

La redazione di WeCanBlog

Utility WeCanJob
Profili professionali
» commenti inseriti : 0
Inserisci un commento:
Non sei autorizzato ad inserire commenti sul blog.

Ultimi 30 commenti
Non ci sono commenti
Tutti i contenuti editoriali contenuti e pubblicati sul sito wecanjob.it sono stati registrati e sono protetti dalle leggi in materia di proprietà industriale e/o intellettuale. Leggi ancora...
- Inizio della pagina -
I nostri Partner
NEWSLETTER
TROVACI SU
2015 WeCanJob S.r.L., Via Torelli n. 22, CAP 71100 – FG, Partita IVA 04016220719
Qualunque utilizzo è vietato se non autorizzato
0
Il progetto WeCanJob.it è sviluppato con il CMS ISWEB® di Internet Soluzioni Srl www.internetsoluzioni.it