Home wecanjob.it
Orientamento formazione e lavoro: il portale itali

Gli errori più comuni della grammatica italiana: maschile o femminile

05
mag
2020

Gli errori più comuni della grammatica italiana: maschile o femminile

Ecco un altro argomento che ci proietta immediatamente nei meandri insidiosi della grammatica italiana: si tratta di un maschile o di un femminile? Non è sempre facile, infatti, individuare il genere corretto di alcuni lemmi che appartengono alla nostra lingua. La regola basilare che si impara da piccolissimi secondo cui le parole che finiscono per -a sono femminili, mentre quelle che finiscono per -o sono maschili, si rivela superficiale e spesso può indurre in errore.

La lingua italiana è composta da migliaia di lemmi e alcuni creano più problemi di altri. In questo articolo abbiamo deciso di analizzare 3 parole a titolo esemplificativo, che ci aiuteranno a evitare di commettere uno degli errori più comuni della grammatica italiana: la corretta individuazione del genere dei lemmi in questione.

Analisi, pigione, carceri: sono maschili o femminili?

Per interrogarci su parole che possono creare incertezza sul genere abbiamo individuato: analisi, pigione, carceri. La grafia corretta è gli analisi o le analisi? Il pigione o la pigione? I carceri o le carceri? Un consiglio: per eliminare i dubbi sulla forma plurale ci aiuterà nella maggior parte dei casi individuare il genere corretto del lemma al singolare. Per scoprire le risposte ai quesiti che abbiamo posto poco prima leggi:

Perché scrivere bene è importante

Sbagliare il genere di una parola mentre si scrive è un errore grossolano che spesso deriva da una forma scorretta nel parlato. La buona notizia, però, è che si tratta di uno sbaglio facilmente evitabile: basterà prestare riflettere qualche secondo in più e il gioco è fatto! Porsi le domande giuste in fase di scrittura, infatti, è il primo passo per la buona riuscita di un testo, di qualsiasi natura esso sia.

Questo processo è di fondamentale importanza: nessuno vorrebbe presentare un compito in classe, un curriculum o una mail professionale scritta in modo scorretto, giusto? Bisogna impegnarsi, allora, per sradicare le forme errate che il nostro cervello ha immagazzinato nel tempo e sostituirle con la giusta informazione.

Leggi anche questi articoli:

 

Chiara Calselli

Utility WeCanJob
Profili professionali
» commenti inseriti : 0
Inserisci un commento:
Non sei autorizzato ad inserire commenti sul blog.

Ultimi 30 commenti
Non ci sono commenti
Tutti i contenuti editoriali contenuti e pubblicati sul sito wecanjob.it sono stati registrati e sono protetti dalle leggi in materia di proprietà industriale e/o intellettuale. Leggi ancora...
- Inizio della pagina -
NEWSLETTER
TROVACI SU
2015 WeCanJob S.r.L., Via Torelli n. 22, CAP 71100 – FG, Partita IVA 04016220719
Qualunque utilizzo è vietato se non autorizzato
0
Il progetto WeCanJob.it è sviluppato con il CMS ISWEB® di Internet Soluzioni Srl www.internetsoluzioni.it