Home wecanjob.it
Orientamento formazione e lavoro: il portale itali

Cos'è una PEC, a che serve e come farla

25
giu
2020

Se pensiamo a come il sistema della comunicazione si è evoluto nel corso degli ultimi anni, risulta evidente quanto sia importante scegliere in modo corretto il mezzo di trasmissione dei nostri messaggi, specialmente per la forma scritta. A seconda del contesto, dell’interlocutore e del contenuto che vogliamo veicolare esistono infatti, oggi, diversi strumenti: in situazioni informali e confidenziali, per esempio, è accettabile usare sistemi di messaggistica istantanea (come Whastapp, Messenger, Telegram) mentre altre volte, in occasioni formali, istituzionali o legate alla sfera professionale è opportuno comunicare attraverso posta cartacea o elettronica (e-mail). Nell’era della digitalizzazione, poi, la tradizionale lettera raccomandata è stata progressivamente sostituita (o affiancata) dall’equivalente informatica: la PEC. In questo articolo faremo una panoramica sulle principali occasioni d’uso di questo strumento, analizzando le sue funzioni principali e l’applicazione concreta. Vedremo dunque cos'è la PEC, come aprirne una e quando utilizzarla.

LEGGI ANCHE: Come scrivere una mail nel modo corretto

Che cos’è una PEC e cosa vuol dire PEC

Come sempre, ci torna utile partire dalla definizione. E allora: cos’è una PEC? La parola, che in realtà è un acronimo, deriva da Posta Elettronica Certificata, dove quest’ultimo aggettivo indica il valore legale che assume un messaggio spedito attraverso un provider. Come stabilito dalla normativa (DPR 11 Febbraio 2005 n. 68), la PEC è in questo modo equiparata a una raccomandata con ricevuta di ritorno.

A cosa serve la PEC?

Ma perché questo strumento è così utile? A cosa serve la PEC? Questo sistema di comunicazione garantisce a livello giuridico l’opponibilità a terzi. In caso di contenzioso, infatti, il messaggio potrà essere ritenuto idoneo ed efficace per dimostrare l’avvenuto invio, poiché sarà accompagnato da una ricevuta generata in automatico.

Attraverso una PEC si può confermare che:

  • il messaggio di posta elettronica (con eventuali allegati) è stato spedito;
  • il messaggio di posta elettronica è stato ricevuto;
  • il messaggio contenuto nella mail non è stato modificato.

Queste operazioni vengono registrate con i relativi riferimenti temporali (data e ora), che vengono invitati all’utente e conservati dal gestore per 30 mesi.

Per tutte queste caratteristiche sopra elencate, alcune procedure devono necessariamente passare via PEC per essere analizzate ed evase. Facciamo alcuni esempi:

  • per presentare la domanda di ammissione per alcuni concorsi pubblici;
  • per effettuare revoche di abbonamenti o disdette contrattuali;
  • per comunicazioni aziendali che contengono documenti, fatture, contratti;
  • per l’invio di materiali a enti pubblici.

Come fare una PEC

Avere una PEC è obbligatorio solo per liberi professionisti, imprese e ditte individuali, ma se più volte ci siamo trovati in una delle situazioni sopra elencate, allora è il caso di aprire un indirizzo di posta elettronica certificata. Ma come fare per aprire una PEC? Il primo punto da chiarire è che questo servizio è a pagamento. Non si tratta, però, di costi proibitivi (generalmente gli abbonamenti annuali costano intorno ai 5-6 euro e includono un periodo di prova).

L’attivazione avviene interamente online: basterà scegliere un gestore che eroga il servizio e l’utente dovrà solamente inserire il numero della partita Iva o il proprio codice fiscale per andare avanti nella registrazione. Riportiamo qui di seguito, soltanto per esigenze esemplificative, alcuni dei principali gestori a cui ci si può rivolgere per aprire una PEC: Aruba, PosteItaliane, Kolst, Libero, LegalMail, Register.it, Virgilio.

 

Chiara Calselli

Utility WeCanJob
Profili professionali
» commenti inseriti : 0
Inserisci un commento:
Non sei autorizzato ad inserire commenti sul blog.

Ultimi 30 commenti
Non ci sono commenti
Tutti i contenuti editoriali contenuti e pubblicati sul sito wecanjob.it sono stati registrati e sono protetti dalle leggi in materia di proprietà industriale e/o intellettuale. Leggi ancora...
- Inizio della pagina -
NEWSLETTER
TROVACI SU
2015 WeCanJob S.r.L., Via Torelli n. 22, CAP 71100 – FG, Partita IVA 04016220719
Qualunque utilizzo è vietato se non autorizzato
0
Il progetto WeCanJob.it è sviluppato con il CMS ISWEB® di Internet Soluzioni Srl www.internetsoluzioni.it