Home wecanjob.it
Orientamento formazione e lavoro: il portale itali

Cos'è il doppiaggio e come diventare Doppiatore: competenze, requisiti e percorso di studi

22
apr
2021

L’Italia vanta da sempre una grande tradizione di Doppiatori. Interpreti stellari, in certi casi amati al pari degli Attori a cui prestano la voce, capaci di restituire e a volte persino di migliorare l’impatto emotivo di film e di altri prodotti audiovisivi importati dall’estero. Un importante ruolo in un Paese che storicamente non ha mai avuto un grande feeling con le lingue straniere e che ha faticato a raggiungere un’uniformità linguistica anche dentro i suoi confini.

Malgrado questi aspetti abbiano sempre meno peso, il doppiaggio è ancora una pratica largamente diffusa e assolutamente predominante nel nostro Paese, sia per quanto riguarda il piccolo che il grande schermo, continuando a rappresentare anche un’interessante opportunità lavorativa per quanti si avvicinano al mondo della recitazione. Ma che cos’è il doppiaggio? Cosa fa esattamente e qual è il percorso per diventare Doppiatore

Che cos’è il doppiaggio e cosa fa il Doppiatore

Per doppiaggio intendiamo l’insieme di operazioni e procedimenti attraverso cui un prodotto audiovisivo viene dotato di un sonoro diverso da quello originale.

Le ragioni per doppiare un film, un cartone animato, una serie televisiva, un videogioco o un messaggio pubblicitario possono essere molteplici, dall’eliminazione di fastidiosi rumori di sottofondo alla correzione di difetti tecnici o di recitazione, o semplicemente per tradurre il parlato in un’altra lingua.

Innanzitutto bisognerà adattare l’opera, in modo tale che il risultato finale riproduca fedelmente l’audio dell’originale, prestando attenzione a 3 componenti, oltre a quella verbale:

  • gli effetti sala;
  • gli effetti speciali;
  • gli effetti ambiente.

Il film viene suddiviso in varie parti, chiamate “anelli”, cioè sequenze chiuse che verranno proiettate su uno schermo di fronte alla postazione microfonica del Doppiatore

Per coordinare il lavoro di doppiaggio è necessario l’intervento di varie figure, tra cui:

  • il Direttore del doppiaggio, che sceglie i Doppiatori sulla base di appositi provini e assegna i ruoli;
  • il Traduttore-adattatore o dialoghista, che si occupa di localizzare i dialoghi originali, ossia produrne una versione tradotta che tenga conto del contesto culturale, mantenendo allo stesso tempo il ritmo e la sincronia col labiale;
  • il Regista, che dirige i Doppiatori nell’interpretazione;
  • l’Assistente al doppiaggio, che controlla che il doppiaggio sia sincronizzato rispetto al labiale;
  • il Fonico di doppiaggio, cioè il responsabile del funzionamento degli strumenti in sala di doppiaggio, della qualità dell’audio, della registrazione;
  • il Rumorista, che possiede un archivio di rumori preregistrati, da cui attinge per riprodurre fedelmente i suoni e i rumori che compongono lo sfondo sonoro delle scene;
  • il Tecnico di missaggio/mixage, incaricato della fase conclusiva del doppiaggio, il missaggio, ossia la regolazione e l’armonizzazione di tutte i livelli sonori.

Oltre ovviamente all’Attore-Doppiatore, che dovrà modulare la propria voce e la propria dizione in funzione del personaggio da interpretare e dei tempi delle battute nella versione originale. 

Come diventare doppiatore: competenze, requisiti e percorso di studi

Un bravo Doppiatore è in primo luogo un eccellente Attore

Oltre a un’ottima dizione e a una voce gradevole, per diventare Doppiatore è necessario dunque un background di studi recitativi, un’abitudine all’uso del microfono e una notevole abilità nel riprodurre il ritmo del parlato altrui.

Sebbene non sia necessaria, la conoscenza di una o più lingue straniere può essere di grande aiuto durante il lavoro quotidiano, facilitando il Doppiatore nella comprensione del testo originale. 

In generale, non esiste un percorso di studi univoco per iniziare a fare il Doppiatore, e a questa carriera si può arrivare da mondi diversi, basti pensare ai musical, per i quali vengono spesso assunti professionisti del mondo della musica.

Tuttavia, per lavorare come Doppiatore a tempo pieno, sarà essenziale aver frequentato almeno un corso di doppiaggio, a cui è bene affiancare una buona formazione attoriale raggiunta mediante la frequentazione di una scuola di recitazione o un’accademia teatrale. Completa il percorso ideale una laurea in Scienze dello spettacolo.

LEGGI ANCHE: Lavorare in radio: requisiti e come iniziare 

 

Ettore Bellavia

Utility WeCanJob
Profili professionali
» commenti inseriti : 0
Inserisci un commento:
Non sei autorizzato ad inserire commenti sul blog.

Ultimi 30 commenti
Non ci sono commenti
Tutti i contenuti editoriali contenuti e pubblicati sul sito wecanjob.it sono stati registrati e sono protetti dalle leggi in materia di proprietà industriale e/o intellettuale. Leggi ancora...
- Inizio della pagina -
NEWSLETTER
TROVACI SU
2015 WeCanJob S.r.L., Via Torelli n. 22, CAP 71100 – FG, Partita IVA 04016220719
Qualunque utilizzo è vietato se non autorizzato
0
Il progetto WeCanJob.it è sviluppato con il CMS ISWEB® di Internet Soluzioni Srl www.internetsoluzioni.it