Home wecanjob.it
Orientamento formazione e lavoro: il portale itali

Come si scrive una tesina?

16
apr
2020

Hai scelto l’argomento e la scadenza per la consegna della tua tesina si fa sempre più vicina; quello a cui non sai rispondere è un quesito apparentemente semplice: come si scrive una tesina? Scegliere il tema, infatti, non basta e bisogna sempre tenere bene a mente che un qualunque testo espositivo ha delle regole formali e contenutistiche da rispettare affinché risulti comprensibile. Con il nostro articolo di oggi proveremo a fornire una guida per scrivere una tesina senza farsi prendere dal panico e valorizzandola il più possibile.

Che cos’è una tesina e quando può essere usata

La tesina è la presentazione di esperienze di ricerca e di progetto, anche in forma multimediale, fatte da uno studente che si sta apprestando ad affrontare un esame. Con esperienze di ricerca e di progetto s’intende l’esposizione, da parte del candidato, di un argomento, coadiuvato dalla collaborazione degli insegnanti. In sostanza si tratta di una ricerca molto approfondita che ciascuno studente dovrà svolgere in autonomia e che si presta a essere collegata a quante più materie possibile.

Tradizionalmente la tesina viene preparata dagli studenti di terza media che si apprestano ad affrontare il relativo esame e dai ragazzi dell’ultimo anno della scuola secondaria di secondo grado: la tesina è infatti l’argomento con cui iniziare la sessione orale dell’esame di maturità. Ovviamente si possono redigere tesine anche in altri momenti della propria carriera scolastica: ecco perché è molto importante sapere sin da subito come si scrive una tesina.

Come si scrive una tesina: l’argomento

La vera carta vincente per scrivere una tesina di qualità è la scelta di un argomento che stia davvero a cuore allo studente. Per questo consigliamo di optare per:

  • una passione;
  • un concetto o ideale in cui si crede;
  • un’esperienza vissuta in prima persona;
  • una tematica originale, che non annoi gli insegnanti;
  • un argomento unico rispetto a quello dei compagni di classe.

Inoltre è fondamentale che l’argomento sia di ampio respiro, sia perché permette di approfondirlo man mano che si procede con la scrittura della tesina, sia perché può essere stato già trattato da altri autori, e confrontarsi con le idee altrui ha sempre un elevato valore di arricchimento.

Ecco perché prima di decidere per un solo argomento sarebbe bene prenderne in considerazione diversi: dopo attente ricerche si potrà optare per quello dal potenziale più elevato.

Come si scrive una tesina: i collegamenti tra le materie

Per scrivere una tesina efficace è necessario che l’argomento scelto si presti a realizzare collegamenti tra le materie del proprio percorso di studi. Infatti al momento dell’esposizione della tesina all’esame orale, sarà bene coinvolgere tutti i membri della commissione per risultare quanto più esaustivo possibile.

Per avere bene in mente tutti i possibili collegamenti è molto utile elaborare una mappa concettuale che abbia al centro l’argomento scelto e collegati a questo altri argomenti che riguardano le diverse materie. Affinché questi collegamenti non risultino forzati è possibile:

  • chiedere consiglio agli insegnanti;
  • fare alcune ricerche su Internet;
  • servirsi degli spunti offerti dai libri di testo.

Non preoccuparti se non riesci a inserire tutte le materie studiate: meglio un collegamento in meno che uno in più ma palesemente forzato!

Come si scrive una tesina: la scelta delle fonti

Una volta elaborata la mappa concettuale, è il momento della scelta delle fonti da cui attingere materiale per la ricerca alla base della tesina. Per trovare materiale utile al proprio scopo può essere utile:

  • consultare i testi scolastici;
  • visitare siti Internet;
  • chiedere in prestito libri in biblioteca;
  • visitare un’emeroteca e cercare articoli di settore nelle riviste;
  • spulciare tra i libri posseduti in casa o nelle enciclopedie.

Una volta raccolto il materiale ritenuto sufficiente è bene organizzarlo in una scaletta o in un elenco affinché si integri bene nel testo scritto di proprio pugno.

E se fosse necessario inserire una citazione? A tal proposito ti invitiamo a leggere questo articolo:

Come si scrive una tesina: la stesura

Finalmente è arrivato il momento della stesura della tesina; per molti il foglio bianco può creare incertezza e paura, ma seguendo le nostre indicazioni su come si scrive una tesina tutto filerà liscio.

  • Il titolo: bisogna scegliere un titolo sintetico, efficace e soprattutto che contenga le parole chiave che fanno riferimento al nucleo del lavoro;
  • l’introduzione: questa sezione serve a presentare in maniera breve e concisa il lavoro svolto, nonché a spiegare il motivo per il quale si è deciso di scegliere quel determinato argomento, in cosa consisterà il proprio apporto originale alla tematica e un’anticipazione breve al collegamento tra le materie;
  • il corpo centrale: lo sviluppo espositivo di tutta la tesina risiede in questa sezione. È qui che il candidato può tirare le fila della propria ricerca facendolo in modo coerente ed esaustivo, giungendo alla sua argomentazione espositiva;
  • la conclusione: in questa sezione il candidato ribadisce i punti più importanti del proprio elaborato ed apre la trattazione a sviluppi futuri.

Poiché è importante che il testo possieda una sua correttezza formale, può essere utile leggere questo articolo:

Attenzione, poi, alla lingua italiana! Non sono ammessi strafalcioni ed errori di ortografia. Per qualunque dubbio, i nostri articoli danno una mano.

Come si scrive una tesina: il controllo finale e il salvataggio

Prima di considerare conclusa la propria tesina, è importante effettuare un controllo finale. Può essere utile stampare una bozza del proprio elaborato, perché sulla carta stampata gli errori di battitura risultano più evidenti. L’impaginazione, tuttavia, deve essere quella definitiva, in modo da avere visivamente chiaro come apparirà il proprio documento.

Gli ultimi passaggi da effettuare dopo avere effettuato il controllo sono:

  • inserire l’indice degli argomenti a inizio documento;
  • inserire le indicazioni bibliografiche e sitografiche a fine documento.

Non sai come fare? Allora può fare al caso tuo questo articolo:

A questo punto la tesina è pronta e possiede la sua veste definitiva. È importante salvarne la versione digitale su diversi dispositivi, in modo da non rischiare che vada persa (e con essa tutto il lavoro prezioso compiuto!).

Per saperne di più leggi anche:

Scrivere una tesina è un passo importante nella vita di ogni studente, che si troverà ad affrontare un impegno ancora più oneroso nel caso in cui scelga di frequentare un corso di laurea dopo il diploma. La tesi di laurea (qui abbiamo parlato della sua struttura e di come si scrive) sarà infatti un passaggio imprescindibile per la conclusione del proprio percorso di studi.

 

Federica Privitera

Utility WeCanJob
Profili professionali
» commenti inseriti : 0
Inserisci un commento:
Non sei autorizzato ad inserire commenti sul blog.

Ultimi 30 commenti
Non ci sono commenti
Tutti i contenuti editoriali contenuti e pubblicati sul sito wecanjob.it sono stati registrati e sono protetti dalle leggi in materia di proprietà industriale e/o intellettuale. Leggi ancora...
- Inizio della pagina -
NEWSLETTER
TROVACI SU
2015 WeCanJob S.r.L., Via Torelli n. 22, CAP 71100 – FG, Partita IVA 04016220719
Qualunque utilizzo è vietato se non autorizzato
0
Il progetto WeCanJob.it è sviluppato con il CMS ISWEB® di Internet Soluzioni Srl www.internetsoluzioni.it