Home wecanjob.it
Orientamento formazione e lavoro: il portale itali

Come si diventa Social media manager

03
lug
2020

Instagram, Facebook, LinkedIn, Telegram, TikTok. Parole che fino 20 anni fa nemmeno esistevano nel nostro vocabolario, oggi sono diventate di uso comune, tanto che non esiste azienda che non inserisca i social network nei propri piani di comunicazione. Esattamente in quest’ambito esercita la sua professione il Social media manager e nel nostro articolo scopriremmo come si diventa Social media manager, cosa fa nel quotidiano, quali sono le sue competenze e se esiste un percorso di studi specifico da compiere per avviare questa professione.

Cosa fa un Social media manager

Vediamo quindi adesso nel concreto cosa fa un Social media manager. Le sue mansioni principali possono essere sintetizzate in questi ambiti:

  • studiare e creare strategie di social media marketing per aziende, personaggi famosi e piattaforme di e-commerce, valutando in che modo i loro contenuti comunicativi devono essere proposti sui differenti social network. Ogni piattaforma, infatti, ha un proprio “linguaggio” e il compito del buon Social media manager è di intercettare il giusto pubblico con il giusto tone of voice;
  • redigere piani editoriali social scegliendo il tipo di contenuti da pubblicare e la frequenza con cui postarli;
  • monitorare le performance dei post pubblicati e le interazioni ricevute (like, commenti, condivisioni);
  • gestire le community di utenti e rispondere ai commenti e ai messaggi degli utenti, interagendo con loro per aumentare la brand awareness della propria azienda. Quando un Social media manager è specializzato nella gestione delle community spesso si occupa solo di questo e prendo il nome di Community manager;
  • gestire le emergenze quando, ad esempio, un brand da lui rappresentato viene improvvisamente colpito da massicce critiche online;
  • analizzare i risultati delle attività di social media marketing attraverso tool appositi e con una cadenza concordata con i propri clienti. I SMM – abbreviazione per Social media manager che potrete spesso incontrare online – che si sono specializzati nel tempo nella redazione di analisi, prendono il nome di Social media analyst.

Come avrete notato, parlando di cosa fa un Social media manager abbiamo menzionato spesso i clienti per cui compie il suo lavoro: infatti il Social media manager può lavorare come dipendente all’interno di un’agenzia di comunicazione e marketing che si occupa di diversi clienti o farlo da libero professionista come freelance, gestendo i suoi progetti in autonomia e lavorando, spesso, da casa. Nel caso delle grandi aziende, invece, non sono rari i casi di SMM assunti internamente e deputati alla gestione esclusiva dei social di quella stessa azienda.

LEGGI ANCHE: Il Copywriter: chi è, cosa fa e come ci si diventa

Quali sono le competenze di un Social media manager

Per entrare ancora più in profondità nella fisionomia del Social media manager, scopriamo quali sono le principali competenze che deve possedere per iniziare a intraprendere una professione nel campo dei social network:

  • dimestichezza con le piattaforme social, il web 2.0 e i social network in generale (Blog, Facebook, Twitter, Google+, Linkedin, canali YouTube ecc.);
  • ottima capacità di scrittura e di argomentazione;
  • rapidità nei tempi di reazione e di elaborazione testi;
  • calma e capacità di controllo dell’emotività;
  • capacità di leggere e interpretare l’umore delle persone;
  • competenze in materia di marketing on-line (influence marketing, viral marketing, buzz marketing, ecc);
  • competenza di base in materia di SEO (Search Engine Optimization).

Come si diventa Social media manager

Se i social network sono la vostra passione, vi piace interagire con le persone, siete tipi creativi, avete dimestichezza con la lingua italiana, vi piace seguire le nuove tendenze della comunicazione allora probabilmente vi starete chiedendo come si diventa Social media manager.

Specifichiamo subito che non esiste un percorso universitario specifico che vi permetterà di conseguire il titolo di Social media manager. Ci sono molti corsi che si occupano di Economia e marketing, ma anche un titolo di studio umanistico fornisce gli strumenti adatti per iniziare una carriera nel mondo dei social network. Tra i percorsi universitari consigliati segnaliamo:

  • Economia e marketing;
  • Comunicazione, innovazione e multimedialità;
  • Pubblicità, Comunicazione digitale e Creatività d’impresa;
  • Comunicazione multimediale e tecnologie dell’informazione;
  • Comunicazione istituzionale e d’impresa.

Ecco, quindi, che la vera formazione per diventare Social media manager si compie on the job, cioè rimanendo costantemente attivi sulle diverse piattaforme social e aggiornandosi seguendo i maggiori esponenti del settore sui loro blog o su riviste online di settore.

Tuttavia, visto che quella del Social media manager è una professione in continua crescita e non esiste, al giorno d’oggi, un’azienda, anche se piccola come il forno sotto casa o il vostro parrucchiere di fiducia, che non includa i social network nella sua strategia di comunicazione, sono fioriti nel tempo moltissimi corsi di specializzazione o Master post universitari ad hoc che si concentrano proprio sul mondo dei social media.

Se non avete la possibilità di spostarvi dalla vostra città, ma avete come obiettivo quello di diventare un Social media manager, esistono tante piattaforme di web learning che offrono la possibilità di seguire percorsi di formazione online da qualunque luogo e in qualunque momento. Se vi interessa saperne di più potete dare uno sguardo al nostro articolo dedicato.

Quanto guadagna un Social media manager?

Per concludere, vediamo adesso alle questioni più concrete e vediamo quanto guadagna un Social media manager.

Diciamo sin da subito che, essendo un mestiere che prevede un lunghissimo periodo di gavetta, gli stipendi agli inizi della carriera possono anche essere più bassi delle proprie aspettative, non oltre i 600/800 euro al mese. Tuttavia, essendo una figura professionale estremamente richiesta, non appena il grado di esperienza aumenta, lo stipendio può salire progressivamente a seconda del grado raggiunto e del contesto lavorativo (a parità di seniority, in una piccola agenzia è probabile che lo stipendio sia più basso rispetto a quello che si avrebbe lavorando per una multinazionale). In media, comunque, in Italia lo stipendio di un Social media manager si aggira intorno ai 27.000 euro lordi all’anno, ma si può arrivare anche a superare i 40.000 euro.

 

Federica Privitera

Utility WeCanJob
Profili professionali
» commenti inseriti : 0
Inserisci un commento:
Non sei autorizzato ad inserire commenti sul blog.

Ultimi 30 commenti
Non ci sono commenti
Tutti i contenuti editoriali contenuti e pubblicati sul sito wecanjob.it sono stati registrati e sono protetti dalle leggi in materia di proprietà industriale e/o intellettuale. Leggi ancora...
- Inizio della pagina -
NEWSLETTER
TROVACI SU
2015 WeCanJob S.r.L., Via Torelli n. 22, CAP 71100 – FG, Partita IVA 04016220719
Qualunque utilizzo è vietato se non autorizzato
0
Il progetto WeCanJob.it è sviluppato con il CMS ISWEB® di Internet Soluzioni Srl www.internetsoluzioni.it