Home wecanjob.it
Orientamento formazione e lavoro: il portale itali

I Capitoli, i paragrafi e sottoparagrafi per la tesi

15
feb
2018

Una tesi di laurea non è un tema, perciò ha bisogno di essere suddivisa in capitoli, paragrafi e sottoparagrafi per essere presentata al meglio. In ogni capitolo, paragrafo e sottoparagrafo, infatti, si presenta un argomento (o un'articolazione dello stesso) diverso, ed è bene che la divisione sia fatta con attenzione.

I Capitoli, i paragrafi e sottoparagrafi per la tesi

Per esporre in maniera più ordinata il proprio lavoro è opportuno suddividere la tesi in due o più capitoli, senza però esagerare: spesso fermarsi a tre capitoli è la scelta migliore. A loro volta i singoli capitoli della tesi di laurea possono essere articolati in più paragrafi se questo è utile a organizzare meglio il discorso.

Come e perché fare la suddivisione in capitoli

La prima cosa da fare quando si approccia a una tesi di laurea è abbozzare un indice da presentare al relatore. Nella redazione dell'indice della tesi è infatti possibile iniziare a concepire l'argomento dei singoli capitoli e la sua funzione nell'economia generale del discorso.

Nella redazione dei capitoli è bene quindi tenete presente che l'ultimo sarà quello dell'esposizione effettiva della vostra “tesi” e che i capitoli precedenti serviranno a fornire le basi argomentative, teoriche e di contesto che vi hanno portato a una determinata conclusione. Dovete immaginare di far avvicinare il lettore “per gradi” alla vostra argomentazione, fornendogli gli strumenti e le conoscenze necessarie perché egli sia persuaso della vostra “tesi”.

Una volta concluso il capitolo, è possibile suddividerlo ulteriormente in paragrafi e sottoparagrafi, per meglio organizzare il discorso. Se ritenete che i capitoli siano eccessivamente sbilanciati, in termini di numero di pagine, valutate la possibilità di accorparli o di separarli. L'importante è che il discorso nel suo complesso rimanga coerente.

Ricordate inoltre che ogni affermazione che fate nella tesi deve essere supportata da testi o fonti attendibili che abbiano fornito una base solida al vostro ragionamento. In caso abbiate dei dubbi su come impostare i capitoli, non esitate a chiedere consigli al vostro relatore.

Consigli generali sulla suddivisione interna della tesi di laurea

I tempi per la redazione di un capitolo variano ovviamente in base all'entità e alla reperibilità delle fonti. Se ritenete, potete concordare con il relatore una tabella di marcia che vi permetta di arrivare con calma alla data di consegna.

È bene ricordare che ogni volta che si conclude un capitolo è opportuno consegnarlo al relatore per ricevere suggerimenti e correzioni. Alcuni professori preferiscono una versione cartacea del capitolo, altri in digitale. In entrambi casi, è bene rileggere bene il capitolo per evitare refusi o errori di grammatica, che possono capitare nel momento in cui si cancellano, si riscrivono o si spostano parti di testo, e presentare un'impaginazione pulita e ordinata, anche se ci sarà tempo per quella definitiva.

Sezioni opzionali: premessa, appendice, e ringraziamenti

È possibile, in alcuni casi, se il tipo di tesi lo permette, inserire alcune sezioni opzionali all'interno del lavoro. In particolare:

  • Premessa: precede l'introduzione (ed è generalmente più breve di quest'ultima) e ha lo scopo di illustrare alcuni criteri o metodologie utilizzati all'interno della tesi
  • Appendice: collocata dopo la bibliografia, può servire a includere testi integrali che sono stati citati solo parzialmente nel testo ma che si ritiene opportuno mettere a disposizione del lettore integralmente. Ad esempio, se durante il lavoro sono state svolte delle interviste, si possono citare degli estratti in un capitolo e scrivere in nota che la versione integrale è consultabile in appendice
  • Ringraziamenti: se lo ritenete, prima dell'indice è possibile inserire alcune righe di dedica o di ringraziamento. Ricordate che, in quanto parte “anomala” del testo, probabilmente verranno letti dai professori in sede di commissione di laurea. Mantenete quindi un tono equilibrato e formale.

Altri consigli per chi sta scrivendo la tesi di laurea:

 

La redazione di WeCanBlog

Utility WeCanJob
» commenti inseriti : 0
Inserisci un commento:
Non sei autorizzato ad inserire commenti sul blog.

Ultimi 30 commenti
Non ci sono commenti
Tutti i contenuti editoriali contenuti e pubblicati sul sito wecanjob.it sono stati registrati e sono protetti dalle leggi in materia di proprietà industriale e/o intellettuale. Leggi ancora...
- Inizio della pagina -
NEWSLETTER
TROVACI SU
2015 WeCanJob S.r.L., Via Torelli n. 22, CAP 71100 – FG, Partita IVA 04016220719
Qualunque utilizzo è vietato se non autorizzato
0
Il progetto WeCanJob.it è sviluppato con il CMS ISWEB® di Internet Soluzioni Srl www.internetsoluzioni.it