Home wecanjob.it
Orientamento formazione e lavoro: il portale itali

10 eccellenze italiane: manifattura, sostenibilità, moda, nautica, scarpe, giostre e tanto altro

11
feb
2020

In Italia non funziona niente. Quante volte ci è capitato di sentire questa frase? Nei bar, a cena con amici o in pausa pranzo, la percezione del nostro Paese si associa spesso all’idea di arretratezza, tanto da farci pensare che la situazione italiana si stia dirigendo verso un inesorabile declino. Eppure, non è affatto così. Ci sono dei settori economici in cui l’Italia non solo è in crescita, ma raggiunge il primato per l’eccellenza! In tal senso la Fondazione Symbola, nella ricerca L’Italia in 10 selfie 2020, ha messo in luce i punti di forza della nostra economia sottolineando anche i provvedimenti attuati in relazione alle esigenze climatiche e ambientali.

Le eccellenze italiane: i settori e le industrie

Non tutti sanno che alcuni settori in Italia raggiungono dei record mondiali sulla base di analisi di fatturato e confronto dei dati ottenuti da altri Paesi.

Dall’artigianato al design, dalla nautica da diporto ai servizi di intrattenimento, il mercato italiano si colloca ai vertici della classifica globale per i seguenti risultati:

  • siamo tra i 5 Paesi al mondo con un surplus manifatturiero sopra i 100 miliardi di dollari;
  • l'Italia è il Paese leader nella nautica da diporto a livello mondiale;
  • siamo secondi al mondo nel settore della moda per quote di mercato;
  • compariamo tra i primatisti per le scarpe in pelle;
  • le giostre italiane sono le più vendute al mondo.

Basti pensare che l’Italia nel 2018 ha registrato un surplus manifatturiero con l’estero di circa 109,5 miliardi di dollari e un saldo commerciale nella nautica da diporto di 1,9 miliardi di dollari superando i Paesi Bassi, il Regno Unito e la Germania. E siamo primi al mondo anche nella produzione di superyacht (superiori ai 24 metri): il nostro Paese dimostra capacità tecniche e produttive apprezzate in tutto il mondo.

LEGGI ANCHE: Blue economy: professioni del mare nel futuro lavorativo

Abbiamo raggiunto una posizione notevole anche nel settore della moda: il 6,8% delle quote di mercato sono di matrice italiana, seconde soltanto alla Cina. Speculare a questi risultati è l’andamento della vendita delle scarpe in pelle; anche in questo caso la Cina si colloca al primo posto e l’Italia la segue con il 15,6% di scarpe in pelle vendute globalmente.

L’eccellenza italiana emerge anche in un campo inaspettato: in Paesi di tutto il mondo vengono utilizzate giostre italiane, ritenute affidabili e ottimizzate per un minor consumo di energia. Con 229 milioni di dollari di saldo commerciale, l’Italia si afferma come leader indiscusso del settore.

LEGGI ANCHE: Lavorare nel mondo della Green economy: i mestieri e le competenze richieste

Ottimi risultati nel rispetto dell’ambiente e del territorio

Oltre all’analisi delle quote di mercato e dei risultati commerciali, la ricerca ha dato largo spazio anche alle misure e alle iniziative adottate dal nostro Paese per la salvaguardia dell’ambiente.

Anche in quest’ottica i primati non mancano:

  • campioni nell’economia circolare e nell’efficienza;
  • notevoli investimenti nella green economy;
  • agricoltura tra le più sostenibili e competitive;
  • industria del legno prima per economia circolare;
  • primo Paese europeo per numero di imprese culturali e primo insieme alla Cina per siti Unesco a livello mondiale.

LEGGI ANCHE: Scopri di più sull'Economia circolare

Notiamo piacevolmente che l’Italia è prima per il riciclo della totalità dei rifiuti (con il 79% di rifiuti avviati a riciclo; circa il doppio rispetto alla media mondiale). Questa attenzione per l’economia circolare consente la riduzione di 21 milioni di tonnellate equivalenti di petrolio e a 58 milioni di tonnellate di CO2 in un anno.

Anche le imprese fanno la loro parte: infatti, sono oltre 432.000 le aziende che hanno investito nella green economy negli ultimi 5 anni, creando più di 3 milioni di green jobs (il 13,4% dell’occupazione complessiva).    

Lo stesso impegno verso la sostenibilità è stato preso anche nel settore agricolo, poiché le aree coltivate a biologico corrispondono al 15,5% di quelle utilizzate in tutto il territorio nazionale e sono impiegate da circa 70.000 produttori.

Con numeri significativamente maggiori rispetto agli altri Paesi europei, l’Italia occupa il primo posto della classifica anche nell’industria del legno arredo (il 93% dei pannelli di truciolato provengono da legno riciclato; segue il Belgio con l’84% e la Danimarca con il 60%).

Non si può trascurare, infine, il ruolo delle imprese culturali nel nostro Paese, che rappresentano il 14,5% del totale europeo, generando da sole 96 miliardi di euro e in cooperazione con altri settori affini 265,4 miliardi (equivalenti al 16,9% del valore aggiunto nazionale).

LEGGI ANCHE: Numeri e tendenza della Green Economy in Italia

Una spinta verso il futuro

La consapevolezza di questi risultati ottenuti a breve termine può rappresentare un punto di partenza per costruire una nuova concezione del futuro, ripartendo dalle nostre eccellenze. Solo dando voce a un’Italia che funziona e che progredisce possiamo affrontare la sfida climatica dando il nostro contributo, consapevoli che la strada che abbiamo davanti è ancora lunga.

Scarica qui la ricerca l'Italia in 10 selfie 2020 

 

La redazione di WeCanJob

Utility WeCanJob
Profili professionali
» commenti inseriti : 0
Inserisci un commento:
Non sei autorizzato ad inserire commenti sul blog.

Ultimi 30 commenti
Non ci sono commenti
Tutti i contenuti editoriali contenuti e pubblicati sul sito wecanjob.it sono stati registrati e sono protetti dalle leggi in materia di proprietà industriale e/o intellettuale. Leggi ancora...
- Inizio della pagina -
NEWSLETTER
TROVACI SU
2015 WeCanJob S.r.L., Via Torelli n. 22, CAP 71100 – FG, Partita IVA 04016220719
Qualunque utilizzo è vietato se non autorizzato
0
Il progetto WeCanJob.it è sviluppato con il CMS ISWEB® di Internet Soluzioni Srl www.internetsoluzioni.it